Salta i links e vai al contenuto

Tornerei in coma per riavere ciò che ho perso!

  

Era il 18 giugno 2009 quando mi aggravo ed entro in coma.
Durante il mio viaggio, in una dimensione che sulla terra non ci appartiene, ho visto e sentito cose che ai veglianti non è permesso nemmeno lontanamente di percepire, diventi un qualcosa che non si è, visiti un posto che non c’è e se al risveglio ti succede di ricordare tutto (il mio caso), quel “tutto” ti costa caro, molto caro, perché non volendo baratti una parte molto importante di te stesso. La cosa più brutta che sto scoprendo giorno per giorno è che alcune persone (forse molto sensibili), se ne accorgono e tu ti senti peggio di prima, allora cerchi di mascherare a tutti i costi e così…
Quella del coma è l’esperienza più straordinaria che io abbia mai fatto, nonostante ciò non la augurerei a nessuno, ma… tornerei in coma per riavere ciò che ho perso, barattando ciò che la mia mente segretamente nasconde, ma non posso e così ogni santissimo giorno attingo a tutte le mie forze per fare finta di niente. Sono stanca però.

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

33 commenti a

Tornerei in coma per riavere ciò che ho perso!

Pagine: 1 2 3 4

  1. 1
    Spectre -

    accidenti…
    ho lì leggere un libro a riguardo, ma non l’ho mai preso in mano per iniziare. forse dovrei. pur non avendo vissuto certe esperienze, devo dire d’aver incontrato pure io persone “molto sensibili”, che io definisco banalmente sensitive e rendersi conto che hanno una visione pltre la massa, è spiazzante.

    … lo è ancora di più capire che usano certe “facoltà” a prioprio uso e consumo.

  2. 2
    Carlo -

    Penso che condividere la tua esperienza con qualcuno o raccontarla qui a perfetti sconosciuti come me possa essere gratificante. Gratificante perchè è bello poter condividere la speranza e l’esperienza di un qualcosa di straordinario come il segreto della vita.
    Rallegrati per questo, molte persone sono morte dentro, non vedono speranze, non hanno aspettative, non sognano, non sanno nulla e vivono solo per arrivare a fine giornata e tornare a dormire. Magari, una di queste persone passerà da qui e si sveglirà grazie a te!
    Con affetto.
    Carlo.

  3. 3
    toroseduto -

    Senti, è da molto che leggo i libri di Weiss, è uno psichiatra che
    quasi per caso si trovò durante una seduta con una paziente, che lei parlava di essere in un’altra vita. Con l’ipnosi regressiva ha fatto ulteriori scoperte, stiamo parlando di uno scienziato, che ha scritto molti libri e tiene congressi da 10 anni. Non so se ne hai mai sentito parlare, adesso la praticano molti,
    parlo della regressione in altre vite, e nello stato di spirito, anima, scegli tu. Mi piacerebbe molto conoscere tutti i dettagli della tua esperienza, è una materia che mi interessa molto. Se non ti va di scrivere qui frattinima@gmail.com è la mia mail. Se mi scrivi, vorrei conoscere tutti i dettagli, se hai incontrato persone che conosci, se ti sei trovata in una grande luce…
    Mi piacerebbe molto una descrizione dettagliata, per me sarebbe molto
    importante sapere da una persona sconosciuta e normale, ci sono troppi ciarlatani in giro,dato che stò studiando questi fenomeni, mi piacerebbe una testimonianza diretta. per ora ti dico grazie. Poi decidi tu. Ciao

  4. 4
    mili73 -

    ho letto un libro riguardo a questo tipo di esperienze..
    è veramente un qualcosa di straordinario e non l’ho vissuto…
    figuriamoci per te che sai più di noi.
    La tua è un altra testimonianza, che mi rincuora e mi fa pensare che al di là di questa vita ,c’è qualcos’altro …non sei l’unica persona a cui è successo.
    A prescindere dal tipo di religione , cultura può succedere ad una persona atea , o persino ad un bambino che non è ancora influenzato dalla società..
    Ci sono comunque psicologi e psichiatri che studiano questi casi, e l’unica risposta che sino ad ora sono riusciti a dare è strettamente spirituale…Prova a parlarne con uno di questi medici , non un psicologo qualunque, anche se alcuni sono preparati per quanto riguarda l’argomento.
    Durante l’esperienza di premorte, alcuni incontrano persino i propri cari defunti, e vedono che stanno bene. Non so se a te è capitata la stessa cosa…
    se non l’hai ancora letto ti consiglio questo libro :” la luce oltre la vita “. Magari può aiutarti … ci sono molte testimonianze simili alla tua.

  5. 5
    lionor -

    …intanto dico grazie. Non è facile per me parlare di certe cose, ho provato a farlo ama poi me ne sono pentita subito, mi sono sentita giudicata.. non so. Comunque ho scritto una minima parte di ciò che mi è successo, lo farò ancora.
    PS: c’è qualcosa dopo di noi che è fantastico. e ricordate che non siamo soli.

  6. 6
    libera -

    Ho letto anch’io molte testimonianze in merito e credo sia un fenomeno molto interessante.
    Vorrei chiedere a lionor se le andrebbe di raccontarci un pò di più in merito alla sua esperienza.

    Per toroseduto: conosco a grandi linee i testi di cui parli e molti altri, in particolare curati dalla Giovetti, e sono molto affascinata dal tema, ma, devo dire, anche confusa. Hai mai letto qualcosa a proposito di Gloria Polo? Se si, cosa ne pensi?

  7. 7
    mili73 -

    non sei sola, le persone che hanno avuto queste esperienze si sentono così incomprese.
    Un signore che ha vissuto la premorte, prima nella sua vita era una persona molto burbera,irrascibile… dopo l’esperienza era più calmo e sereno tant’è che la moglie abituata al suo carattere pensava avesse qualcosa.. non lo riconosceva più.
    le testimonianze raccolte parlano anche dei cambiamenti che avvengono nelle persone in positivo, e per questo non vengono capite.
    Tutto questo io lo trovo straordinario, e mi fa tanto sperare che mio marito e mio fratello ovunque si trovino,stiano bene…
    è bello leggere di te , ti prego raccontaci ancora.
    un abbraccio

  8. 8
    LeonardoM -

    Ciao lionor!
    Ho scoperto questo sito proprio questa notte, e sono felicissimo di aver trovato il sito che fa per me!

    Essendo questo il mio primo post, mi presento. Mi chiamo Leonardo, ho 19 anni appena compiuti, e vivo a Bologna!

    Scrivo questo post perchè mi piacerebbe molto poter scambiare due parole con te, e con tutti coloro che hanno avuto esperienze del genere. Io ho avuto più esperienze, che mi hanno fatto capire che esiste un mondo tutto nuovo, pieno di sentimenti ed amore, fatto di energia allo stato puro!
    Mi farebbe molto piacere quindi chattare con te/voi, attraverso skype (non ho msn). Il mio nick name è leonardo54321 . Per chi è interessato al mio contatto facebook, il mio cognome è Maracino!
    Spero di sentirti/vi presto, perchè ho sempre avuto il desiderio di parlarne con le persone!

    Buon proseguimento,

    Leonardo!

    P.s: poi ti spiegherò quali sono state le mie esperienze ;)!

    Eeee… chissà, magari tra qualche giorno scriverò un articolo!

  9. 9
    toroseduto -

    @libera
    Veramente,io sono in cammino su questa strada da 30 anni,non si tratta di leggere UN libro;la mia è una ricerca approfondita che non si ferma su un autore e su una scuola di pensiero,L’EPISODIO, non mi interessa molto.Mi interessa l’aspetto globale della questione, che è molto difficile racchiudere in poche parole, perchè l’argomento è vasto,accennerò qualcosa anche se so di sbagliare,è una cosa troppo distante dalla superficialità dei giorni nostri.
    Tutto cominciò con la lettura di EDOARDO SHURE, studioso di religioni ed esoterismo.Già nella scuola Pitagorica si praticava la teoria della
    reincarnazione,dell’immortalità dell’anima che, esaurito un ciclo in un corpo,rinasce in un nuovo corpo materiale,e questo ciclo si perpetua fino al raggiungimento del grado più alto della gnosi (conoscenza). Purtroppo, noi che veniamo dalla tradizione cattolica,siamo stati penalizzati dall’opportunismo del clero, che dai
    tempi della cosiddetta conversione di Costantino, hanno manipolato le scritture, ora ci sono prove inconfutabili che nei Vangeli e nell’antico testamento, c’erano molti riferimenti sulla reincarnazione
    e quindi l’immortalità dell’anima.I potenti dell’epoca,che dovevano tenere il popolo nell’ignoranza,decisero di far sparire tutti i riferimenti alla reincarnazione, e decisero per il paradiso e l’inferno, una botta sola e la gente sarebbe stata tenuta sotto controllo col terrore. Se si fosse diffuso il ciclo delle rinascite, nessuno avrebbe più temuto la morte fisica, sapendo che si rinasce in un altro corpo. Non conosco i libri e gli autori di cui parli, ho preferito puntare sui libri storici, perchè c’è molto materiale inaffidabile,dato che ho avuto per le mani molto materiale scadente,ho imparato la lezione e dopo 10-20 pagine, decido se quel libro mi può dare qualcosa, ho buttato a decine di libri nel passato,ora che ho un quadro più preciso, so quello che realmente mi serve, perchè attendibile.Weiss lo sa benissimo che non ha scoperto niente,SEGUE

  10. 10
    toroseduto -

    E’ solo venuto a conoscenza di cose che gli orientali, conoscevano già
    2-3000 anni fa.Nella cultura occidentale, si sono sovvertiti i valori.
    Poca spiritualità e tanto materialismo,il dio denaro,ha seppellito il
    vero Dio. Con tutte le conseguenze nefaste per il pianeta.
    Io vivo in provincia di Napoli, città affollatissima sempre coperta da
    una cappa di residui della combustione,tanto che il cielo stellato che di notte vedevo da bambino (ora ho 60 anni) l’ho rivisto nella zona ionica verso Gioia Tauro. Mi sono sentito felice, ma dopo un po’
    è sopraggiunta la tristezza. A parte la bellezza di vedere tutta la volta celeste nitida e illuminata da stelle favolose,ho riflettuto che
    non vedevo niente di simile,da 50 anni!
    Se la gente sapesse che dopo la morte, si rinasce…forse lo curerebbe
    meglio il pianeta, e sarebbero migliori anche i rapporti personali.
    Weiss, quando ebbe la certezza matematica,che la paziente sotto ipnosi
    stava realmente parlando di una vita vissuta 2000 anni prima, andò un po’ in crisi.Era abituato alla medicina tradizionale,si poneva il problema di non essere preso in considerazione.Ci son voluti 4 anni e
    più di cento pazienti, che sotto la sua guida regredivano in epoche passate ed in altre vite.A convincerlo a pubblicare il suo primo libro
    e a rivedere tutta la sua visione terapeutica.Ha smesso di curare con medicine,cura con la regressione! Portando il paziente afflitto da un problema, a trovare la vita in cui è nato il problema,al risveglio, è
    guarito.Ormai sono 10 anni, dirige un grosso centro a Miami, e tiene conferenze dappertutto. Purtroppo stanno nascendo molti imitatori,e girando per il web, ho trovato cose ridicole,qualcuno ha pubblicato il suo libro copiando lo stile della copertina dei libri di Weiss.
    Comunque non sarei rimasto così affascinato, se non avessi trovato riscontro a tutto questo, leggere o conoscere solo lui, non basta,infatti nei vangeli gnostici,si parla di reincarnazione.Eretici!

Pagine: 1 2 3 4

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili