Salta i links e vai al contenuto

Tornerei in coma per riavere ciò che ho perso!

Lettere scritte dall'autore  lionor
La lettera è pubblicata a Pagina 1

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

33 commenti

Pagine: 1 2 3 4

  1. 11
    milli73 -

    Ciao toro seduto, si è vero nei vangeli gnostici si parla di reincarnazione, anch’io ho avuto il piacere di leggere qualcosa a riguardo.
    Una volta in un tuo post avevi scritto due titoli dei libri di weiss alle porte del tempo e molte vite e un solo amore.
    Io gli ho comprati e devo dire che è una teoria molto affascinante e interessante e non solo.
    Tu conosci qualche medico che pratica la regressione?
    potresti indicarmelo?
    Ti ringrazio in anticipo.

  2. 12
    libera -

    Si, toroseduto, avevo capito che la tua doveva essere una ricerca prolungata nel tempo, ma è anche vero che sono gli episodi a comporre poi il materiale che chi è interessato va a consultare per farsi meglio un opinione del tutto. Infatti mi è sembrato che l’episodio di lionor ti interessasse parecchio.
    Il problema che riscontro spesso con coloro che sono convintissimi sostenitori della reincarnazione ( e bada bene, io non la nego affatto, anzi la ritengo probabile) è che non mi danno mai pareri personali quando io chiedo loro come interpretano episodi, testimonianze o testi in cui viene invece fuori (per lo meno apparentemente) la classica teoria o visione dell’aldià suddiviso in paradiso-purgatorio-inferno. E a tal proposito citavo Gloria Polo, ma basterebbe anche ricordare cosa un santo come Padre Pio dicesse (e vedesse) in proposito. Da qui la mia confusione e difficoltà a conciliare le 2 apparentemente opposte teorie, e da qui il mio desiderio, privo di qualunque intento provocatorio, di scambiare opinioni con chi è interessato e un pò preparato sull’argomento.

    Leonardo, ti va di dirci qualcosa di più rigurado la tua esperienza?

  3. 13
    toroseduto -

    @milli73
    Preferisco darti in privato questa informazione.
    C’è la mia mail nel I° post. Ti anticipo che, come buona consuetudine
    italiana,sono sorti dal nulla una miriade di faccendieri.E questo mi da fastidio,alcuni si sono improvvisati e adeguati in fretta,lavorano con cartomanti e presunti chiaroveggenti.
    Quella di Weiss, non è una teoria, è una applicazione consolidata e suffragata da migliaia di testimonianze! La mia esperienza in materia
    mi suggerisce di consigliarti di leggere anche gli altri libri di Weiss. Cominciando dal I° “MOLTE VITE,MOLTI MAESTRI” fino all’ultimo
    “MOLTE VITE,UN’ANIMA SOLA” a cui è allegato un CD. Attraverso la lettura,in alcuni casi lo studio di alcuni concetti più profondi,spiega come arrivare da soli alla concentrazione con tecniche di rilassamento e ricevere messaggi.Senza arrivare alla regressione,questo va fatto con uno specialista. Io non ho per il momento la curiosità di regredire,voglio solo capire a fondo i meccanismi. Ho ricevuto dei messaggi,seguendo la tecnica suggerita da Weiss,e questo mi ha soddisfatto,ho avuto risposta ai miei turbamenti,
    ho superato varie difficoltà,perchè alla fine tutto conduce all’unico
    scopo della vita. L’Amore come forma di progresso interiore,e il passaggio alle nascite future,raggiungendo i vari livelli spirituali.
    Quindi ti garantisco che lo studio dei libri,già ti mettono in condizione di prendere coscienza del fine ultimo dell’esistenza,il raggiungimento dell’Epifania (visione dall’alto).Ma questo è il livello più alto,a cui tutti possiamo arrivare,dipende dagli atteggiamenti che assumiamo nei confronti del prossimo.E quando siamo
    nella beatitudine che descrive lionor,il nostro spirito ci fa decidere
    quando rinascere,e da chi nascere! Sono uno scettico per natura, ma l’evidenza di quello che ho avvertito,mi fa ben sperare che quello che ci attende è superiore ad ogni nostra aspettativa.Lionor è una testimone attendibile,spero scrivi la sua esperienza. Ciao

  4. 14
    lionor -

    Non so proprio da dove cominciare…premetto che sono una persona riflessiva per natura,empatica con le persone e… particolare nei sogni che faccio(quasi mi vergogno a dirlo), credo ci sia connessione tra quello che mi è successo e il carattere che indosso. Sono forte, decisa e tutto per me ha del positivo, persino mentre ero nel tunnel, mi rendevo conto di tutto ciò che stava accadendo. Durante la prima operazione (intervento chirurgico sull’addome), il primo ricordo che mi viene in mente, è mi sono detta:” ma quando mi svegliano dall’anestesia?sto dormendo troppo rispetto ai normali tempi di un intervento… chissà che hanno combinato!!”. Questo è la prima cosa che mi sono detta, subito ho capito di essere in coma.Non so perchè,so solo che da quel momento ho iniziato a viaggiare in posti strani, i primi 4 giorni il bollettino medico non dava nessuna speranza alla mia famiglia,peggioravo ora dopo ora, ed io me ne rendevo conto…

    PER TOROSEDUTO: tu mi sai dare spiegazioni? come cavolo facevo a sentire molte cose?
    Perchè continuavo a vedere l’immagine del mio corpo (pieno di tubi,fili, cateteri etc), disteso a un paio di metri d’altezza? La precisione dei dettagli è dettata dal fatto che i ricordi sono chiarissimi, limpidi nella mia mente, però sono tanti e non riesco bene a metterli in ordine di tempo.
    Ora però vi chiedo scusa ma devo riposare, sono già stanca.

  5. 15
    lionor -

    …la mia anima era nuda davanti a l’entità mascherata di nulla, ma sentivo che era lì, nascosta in un angolo dell’infinita ragione pronta ad ascoltare, non riuscivo a vedere fino a quando ha risposto…

    che bella che era.. peccato non poterla rivivere.

  6. 16
    toroseduto -

    @ libera
    Io non ho visto niente di provocatorio nelle tue affermazioni.
    A fatica ho trovato la mia strada sul cammino della spiritualità.
    e dato che sono 2 cammini diversi, fra chi crede all’inferno,paradiso.
    Io Non credo nè al paradiso nè all’inferno
    Non ritengo attendibili le tradizioni cattoliche
    Non credo al dio descritto dalla bibbia, capriccioso e vendicativo
    Credo in un essere superiore, non classificabile, ma presente in ogni essere vivente.
    Non credo ai santi creati dagli uomini,i cattolici smentiscono se stessi.Dicono che prendono tutto dalle sacre scritture, bè sulle sacre
    scritture c’è scritto che santo è chi fa la volontà di dio.Non è scritto da nessuna parte che i santi li fa un papa.
    Non è scritto da nessuna parte che Gesù portò la croce,è scritto che era troppo debole per portarla. Da dove salta fuori la via crucis?
    Sai perchè padrepio è stato dissotterrato? Perchè hanno ancora dei dubbi sulle cose che faceva e diceva e il dubbio ultimo è che le stimmate se le procurava lui, tutto quello che hanno detto dal vaticano, sapendo la popolarità di padrepio, per non turbare le coscienze dei devoti.è falso!

  7. 17
    toroseduto -

    lionor,ti rispondo in base alle esperienze di Weiss.
    Ci sono molte dimensioni nell’interspazio spirituale, probabilmente tu
    sei stata sul punto di lasciare definitivamente il corpo. Il tuo spirito,anima se preferisci, è stato fuori di te per qualche momento e tu hai potuto vedere dall’alto il tuo corpo intubato. In questa dimensione, il tempo non ha misure,nel senso che è impossibile stabilire quanto tempo sei stata fuori dal corpo.
    Nella regressione Weiss, spesso portava il paziente che era in una vita passata, al momento della morte fisica, e l’anima fluttuava in alto e sentiva tutto quello che dicevano i presenti, osservava il suo corpo ormai inerte.Fino al momento in cui le anime di livello superiore,lo guidavano verso una luce di pace e Amore
    e…riposavano in quieto benessere.
    Capisco la tua difficoltà a raccontare l’esperienza, è difficile trovare le parole e rendere “umana” una simile sensazione, siamo in un altra dimensione, provavi benessere e leggerezza, cose che non esistono in questo mondo. E capisco anche la tua reticenza, stavi così bene che ritrovarti in questo squallido mondo, ti fa venir voglia di ritornare in quella dimensione di dolcezza. Sicuramente hai ancora qualcosa da fare su questa terra, il tuo compito non è finito, tu non lo sai, ma c’è qualcosa che devi portare a compimento.
    “Noi scegliamo quando entrare nel nostro stato fisico e quando lasciarlo.Sappiamo quando abbiamo portato a termine ciò per cui siamo stati mandati quì…Quando avrete avuto il tempo di riposare e ridare energia alla vostra anima,vi è permesso di scegliere di tornare nello stato fisico.” Questa parte fra virgolette è riportata dal libro di Weiss MESSAGGI DAI MAESTRI. Ma anche dove mi esprimo con parole mie,ribadisco i concetti dello scrittore.
    Lionor, va bene così,se hai difficoltà a descrivere quello che hai provato,non sforzarti, tanto per quanto mi riguarda non è meschina curiosità la mia, vivi serena.

  8. 18
    Hellen -

    Ragazzi io sono hellen 28 anni da Roma. Qualche anno fa tentai il suicidio per la terza volta. Presi la moto e mi lanciai a 130 all’ora contro un enorme tir. Rimasi un anno e mezzo in ospedale con 10 fratture sparse e ustioni sul 30 per cento del corpo e in più totalmente paralizzata. Rimasi anche oltre 10 giorni in coma profondo. Non c’è niente oltre la morte. Mi ricordo un’accecante luce bianca che mi veniva incontro.. E poi più niente. Fui avvolta dall’oscurità. Intorno a me tutto era del nero più cupo che si possa immaginare. Non c’è proprio dall’altra parte.
    Per di più ho anche l’esperienza del padre dei miei figli. Lui qualche tempo fa ebbe un gravissimo incidente e rimase 6 lunghissimi mesi in coma. Dicevano che era un coma irreversibile e che non si sarebbe mai più svegliato. Ma un giorno aprì gli occhi.. Gli chiesi “Dove sei stato?” e lui mi guardò con i suoi stupendi occhi azzurri “Da nessuna parte sono sempre stato qui”..
    Non aveva visto niente e non aveveva vissuto niente di speciale.. Si era solamente addormentato.. Pensava che l’incidente fosse avvenuto il giorno prima.. Ma erano passati 6 mesi.. Dopo qualche ora mi prese la mano… e chiuse gli occhi per sempre morendo fra le mie braccia. Lo baciai per conservare in me il suo ultimo respiro.
    Non c’è nulla oltre la morte.. Niente di niente.
    E credetemi, io vorrei tantissimo credere in qualcosa, credere che ci sia un posto dove lui è felice.. Ma so che non è così.

  9. 19
    toroseduto -

    La drammaticità di una vita, tre tentativi di suicidio,di cui,penso,
    l’ultimo con le conseguenze più gravi,10 giorni in coma. Immagino che cercare così ostinatamente la morte,venga da un forte disagio esistenziale. Ma sei sopravvissuta. E non ricordi niente dei 10 giorni
    e ti senti di affermare, dopo questa esperienza che non c’è niente dopo la morte. Ma tu NON sei morta, anche se lo desideravi talmente da
    scagliarti contro un tir.Non tutti quelli che sono in coma, vivono esperienze spirituali. Anche molti che sono in vita,muoiono di vecchiaia e non hanno niente di spirituale. Se fosse così semplice, avere solo il desiderio che nella prossima vita, tutto sarà perfetto,
    potremmo essere tentati di fare un suicidio in massa. E’ il nostro comportamento in questa vita, amare,aiutare,dedicare energie a migliorare il mondo, anche nelle cose più semplici che ci permetterà di rinascere in un altra vita più coscienti, più forti e col desiderio
    di avvicinarci ai valori spirituali.C’è una letteratura millenaria che
    va in tal senso, non possiamo delegare al caso la nostra anima,è un bene prezioso da far crescere e coltivare.Prova a leggere il libro di Shure I GRANDI INIZIATI.Ti chiarirà molto le idee e ti aiuterà a dare un indirizzo preciso alla tua vita, sei molto giovane,e sicuramente hai sofferto molto, io non credo sia un caso che tu abbia scritto le tue esperienze,e io mi son trovato non per caso a leggere quanto hai scritto.Fratenamente ti abbraccio e spero che tu decida di dare una svolta alla tua vita, leggendo il libro che ti ho proposto,ti aiutera molto a ritrovare il senso e l’amore per la vita. ciao…e sentiamoci ancora.

  10. 20
    mili73 -

    mi dispiace ellen , per te per il tuo compagno.
    ma io credo ci sia qualcosa al di là di questa vita , non puoi saperlo con certezza ma preferisco credere…

Pagine: 1 2 3 4

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili