Salta i links e vai al contenuto

Ridotto in miseria dalla mia ex moglie: non sposatevi e non separatevi

Lettere scritte dall'autore  divorziato
La lettera è pubblicata a Pagina 1

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

117 commenti

Pagine: 1 6 7 8 9 10 12

  1. 71
    maria grazia -

    io francamente non vedo dov’è il problema.. il matrimonio per l’ uomo italiano odierno rappresenta solo una minaccia? basta evitarlo. Le culture di altri paesi non centrano niente perchè la persona che ti incastra e ti incasina la vita la puoi trovare in chiunque e da qualsiasi paese provenga. L’ ultima storia ufficiale che ho avuto è stata con un ragazzo rumeno, bellissimo e molto più giovane di me, che era seriamente intenzionato a sposarsi e a mettere su famiglia con la sottoscritta. E i motivi erano facilmente intuibili: avevo una situazione socio-economica molto più avantaggiata della sua, a differenza di lui avevo una bella auto e una casa di proprietà e ovviamente vedeva in me la “sicurezza”, come la vedono tante belle ragazze dell’ est che si mettono con uomini italiani più maturi di loro e più benestanti. Così ho evitato, perchè se avessi sposato questo tizio, ci avessi fatto un figlio e me lo fossi messo in casa, mi sarei ritrovata con una catena alla caviglia per il resto della vita, oltretutto con la minaccia costante che potesse lasciarmi chiedendo pure gli alimenti. Per me non fu facile rinunciare a un legame di coppia stabile, dato che sono stata single per la maggior parte della mia vita: ma dovevo scegliere tra il raziocinio e le pulsioni ormonali e ho scelto il raziocinio altrimenti sarei finita col culo per terra, oltre al fatto che costui con il passare del tempo era diventato dispotico e violento solo perchè non accettava di conformarsi alle comuni regole del vivere civile: trovarsi un lavoro, contribuire a pagare le bollette, ecc…

  2. 72
    maria grazia -

    Gli uomini italiani se la prendono con le donne loro connazionali perchè non possono più godere dei privilegi di cui godevano nell’ epoca d’ oro del patriarcato, e non perchè oggi non avrebbero – se vogliono – i mezzi per tutelarsi da leggi ingiuste e dalle arpie che cercano di incastrarli. Io per dire non mi sposerei mai nemmeno adesso, avendo qualcosa “da perdere”, e men che meno farei mai la comunione dei beni, essendo oggi la situazione economica di molti uomini simile a quella di tante donne disagiate. E’ una questione di scelte consapevoli, non di culture. E le problematiche che oggi devono affrontare molti uomini potrebbero anche riguardare molte donne.

  3. 73
    Marius -

    @Angwhy

    Credo tu stia scherzando.
    Per molte “donne” il matrimonio con tutto l’annesso e connesso, ovvero il ricevimento, l’abito, i fiori, il pranzo, etc è una delle poche ragioni di vita.
    Ovviamente il tutto deve essere abbondantemente documentato fino alla nausea per poi essere pubblicato su feisbuc.
    Le famiglie si indebitano per anni per regalare questo giorno di sfarzo alle loro figliole.
    Figurati che tempo fa non mi ricordo dove avevo letto di una che ce l’aveva a morte con una sua ex amica perchè il giorno del matrimonio aveva osato presentarsi con un vestito bianco, ma ti rendi conto?
    Si era permessa di rubare la scena a lei…
    Che poi sul vestito bianco (che per chi non lo sapesse dovrebbe rappresentare la purezza fisica e morale di una donna) e su chi sia davvero degna di indossarlo ce ne sarebbero di cose da dire…

  4. 74
    Itto Ogami -

    Risposta a 73 Marius

    Cito: “Per molte “donne” il matrimonio con tutto l’annesso e connesso, ovvero il ricevimento, l’abito, i fiori, il pranzo, etc è una delle poche ragioni di vita.
    Ovviamente il tutto deve essere abbondantemente documentato fino alla nausea per poi essere pubblicato su feisbuc. Le famiglie si indebitano per anni per regalare questo giorno di sfarzo alle loro figliole.”

    Risp: Sicuramente il “troppo” marketing è indice di qualcosa di forzato. Una bella cerimonia, semplice ma viva, invece può essere accettabile, anche perché il matrimonio è un momento di festa.

    Cito: “Che poi sul vestito bianco (che per chi non lo sapesse dovrebbe rappresentare la purezza fisica e morale di una donna) e su chi sia davvero degna di indossarlo ce ne sarebbero di cose da dire…”

    Risp: Su questo siamo perfettamente d’accordo. Io non comprendo i motivi per una donna che ha già fatto sesso (escludendosi quello fatto con lo stesso sposo) possa usare l’abito bianco in chiesa.

    A mio parere l’abito bianco andrebbe usato da queste:

    1) donna che ha sempre e solo fatto sesso con lo stesso uomo e sposa quest’uomo (che sia incinta o meno)
    2) donna che non ha mai fatto sesso (di nessun tipo) e che ovviamente non ha mai mostrato il proprio corpo a terzi (esempio spogliarellista)

    Per esempio io non mi scandalizzo se entra in chiesa in abito bianco una donna incinta (mi chiedo solo se si sposa perché “forzata” dai parenti, ma se invece si sposa per volontà propria e del suo sposo, allora per me tutto ok).

    Ho scritto una letterina in merito:

    http://www.letterealdirettore.it/non-sposare-chiesa-donna-non-vergine/

  5. 75
    Itto Ogami -

    Cito 71 maria grazia

    Risposta: io francamente non vedo dov’è il problema.. il matrimonio per l’ uomo italiano odierno rappresenta solo una minaccia? basta evitarlo. Le culture di altri paesi non centrano niente perchè la persona che ti incastra e ti incasina la vita la puoi trovare in chiunque e da qualsiasi paese provenga.”

    Non sono totalmente d’accordo con te. E’ vero che un uomo può evitare il matrimonio con la donna italiana, però è anche vero che lo stato non mette a disposizione strumenti adeguati per il fidanzamento con una straniera. Se ad esempio un italiano ama una donna non residente nell’unione europea, non potrà portarla in italia per la conoscenza, perché PRIMA bisogna fare i documenti, e per fare i documenti occorre spendere un botto di soldi e il permesso turistico (se lo danno) dura solamente un mese la prima volta, tre mesi la seconda ecc.
    Cioè la nostra cara EUROPA permette agli stranieri dall’africa di soggiornare senza documenti nelle nostre strade, però non permette ad un cittadino italiano di portarsi a casa una donna straniera non europea per il fidanzamento.
    Infatti molti miei amici hanno praticamente dovuto sposarsele “subito” … e anche da sposati la trafila è lunga…
    Inoltre la cultura della donna dell’est è molto osteggiata dalle donne italiane, che continuano a ripetere la litania “sono tutte approfittatrici ” così risulta davvero difficile che una madre di un giovanotto di 20 anni lo porti a pascolare con le donne straniere. Solo il giovanotto che è stato all’estero si salva dalla cortina di ferro…

  6. 76
    maria grazia -

    “così risulta davvero difficile che una madre di un giovanotto di 20 anni lo porti a pascolare con le donne straniere. Solo il giovanotto che è stato all’estero si salva dalla cortina di ferro…”

    Itto, gli uomini ( ventenni o meno ) FANNO QUELLO CHE VOGLIONO e non hanno bisogno di essere “pascolati” da nessuno. Se sono le caste e remissive verginelle dell’ est ciò che il giovane uomo occidentale di oggi desidera, si muoverà in quella direzione, altrimenti significa che evidentemente ai pischelli di oggi gli frega poco di mettersi in casa una bella bambolina che pende dalle loro labbra, non ha una personalità autoctona e che rappresenta una futura zavorra sotto il profilo economico. Le sagge madri di questi giovincelli, intuendo certi pericoli all’ orizzonte, consigliano saggiamente ai loro rampolli di saltare la cavallina il più a lungo possibile, accasandosi solo a trentina inoltrata e possibilmente con una donna in gamba ed economicamente indipendente. Come non comprenderle 🙂

  7. 77
    Itto Ogami -

    Risposta a 76 maria grazia

    Cito: “ai pischelli di oggi gli frega poco di mettersi in casa una bella bambolina che pende dalle loro labbra, non ha una personalità autoctona e che rappresenta una futura zavorra sotto il profilo economico”

    Risposta: a tutti i giovanotti, seppur è vero che una donna su 1000 tra quelle dell’est è così, ci sono le altre 999 che 1) pendono dalle vostre labbra perché adorano il marito, 2) hanno una grande personalità, ma non sono arroganti 3) lavorano per 12 ore al giorno per non essere di peso a nessuno. Le mogli dell’est dei miei amici, sono o casalinghe o lavorano fuori casa. Tra le casalinghe nessuna guarda la tv o poltrisce. Sempre cena pronta, casa pulita e mal di testa pochissime volte…

    Cito: “Le sagge madri di questi giovincelli, intuendo certi pericoli all’ orizzonte, consigliano saggiamente ai loro rampolli di saltare la cavallina il più a lungo possibile, accasandosi solo a trentina inoltrata e possibilmente con una donna in gamba ed economicamente indipendente. Come non comprenderle :)”

    Risposta: Beh, i figli sono i loro. Piangeranno amaramente la loro scelta, e insieme con i loro i figli. Io invece starò benissimo e con me già stanno bene i miei amici sposati con donne dell’est. Ognuno FA QUELLO CHE VUOLE, come hai giustamente detto tu. Ad ogni modo, giusto nel caso in cui ci sia qualche giovanotto di 20 anni che non vuole soffrire in futuro con una moglie sverginata da altri, arrogante e che gli porta via anche le mutande… ci sono io a dispensare buoni consigli.

    Zio Itto aiuta i giovanotti che vogliono cambiare aria.

    Intanto giovanotti, prego leggete questo:

    http://www.letterealdirettore.it/ridotto-miseria-moglie-sposatevi/

  8. 78
    Angwhy -

    Marius l’ho specificato forse il motivo è dovuto piu alla crisi economica, però ripeto io non vedo e non sento parlare piu di matrimoni da anni ed è un bene secondo me, è impensabile che due giovani possano stipulare un contratto a vita con le difficolta e le distrazioni che ci sono oggi quando possono ugualmente convivere e avere figli, è cosi da molto tempo credo che anche tante donne lo hanno capito o se ne sono fatte una ragione

  9. 79
    Itto Ogami -

    Risposta a 78 Angwhy

    Cito: “Marius l’ho specificato forse il motivo è dovuto piu alla crisi economica, però ripeto io non vedo e non sento parlare piu di matrimoni da anni ed è un bene secondo me, è impensabile che due giovani possano stipulare un contratto a vita con le difficolta e le distrazioni che ci sono oggi”

    Risposta: Credo che si debba considerare comunque che esiste una fetta di giovani che desidererebbero sposarsi se le condizioni fossero diverse da quelle attuali (a partire dal tipo di partner). Per loro sarebbe opportuno avere qualche proposta diversa, non solamente “uniformarli” alla scelta dei piu’.

    Cito: “quando possono ugualmente convivere e avere figli, è cosi da molto tempo credo che anche tante donne lo hanno capito o se ne sono fatte una ragione”

    Risposta: se la convivenza non fosse equivalente al matrimonio, sarebbero rose e fiori. Ma il giudice, specialmente in presenza di figli, non avrà difficoltà a 1) dare l’affidamento alla madre 2) assegnare la casa alla madre 3) richiedere al padre di lavorare per un mantenimento completo.

    La differenza sostanziale dovrebbe stare nell’affidamento dei figli e nell’assegnazione della casa.

    Il giorno in cui vedrò (per esempio) che la casa viene assegnata al padre e i figli pure e la signora deve uscire di casa senza paghetta, allora penserò che le cose stanno andando a posto (nel caso in oggetto se per esempio è la signora che ha delle “distrazioni” esterne).

  10. 80
    maria grazia -

    Itto, nessuno vuole mettere in dubbio le grandi qualità di certe donne dell’ est ( anche se tra quelle dell’ est io personalmente di donne così assertive e “speciali” non ne ho mai viste ), così come nessuno vuole negare l’ arroganza di certe nostrane. Continuo però a chiedermi quale grande e immenso vantaggio offra – a parità di qualità, di capacità e impegno – una donna vergine rispetto a una non vergine. E quali gravi rischi di coppia si corrino con quest’ ultima rispetto alla prima. E’ davvero un peccato che una persona come te, a tratti molto intelligente e perspicace, si lasci fuorviare da stupidissimi stereotipi tra l’ altro ormai completamente fuori dal tempo. Poi parliamoci chiaro, una donna sempre accomodante e accondiscente alla lunga stufa, è terribilmente noiosa e poco stimolante. Io perlomeno non vorrei mai una persona a cui va bene sempre tutto e che mi dice sempre sì. Dopo un mese ne avrei già le palle piene! Forse può andar bene giusto come “terapia” iniziale per i poveretti morti di fi.. che non vogliono star lì a continuare a faticare per ricevere un pò di compagnia “gratis”. Ma poi si passa presto alla fase successiva ( quella della “sazietà” ) e a quel punto devono esserci altri “imput” perchè una storia decolli davvero.
    I tuoi discorsi mi fanno venire in mente un ipotetico film che se ne potrebbe trarre: “Il tempo delle vergini”.

Pagine: 1 6 7 8 9 10 12

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'informativa sulla privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili