Salta i links e vai al contenuto

Mi manchi papà..

Il mio pensiero costante in ogni attimo, in ogni momento è per te mio dolce papà… più passano i giorni e più mi manchi, e non so dove trovare la forza per farcela senza di te, una persona troppo speciale di cui è difficile farne a meno!!!!! Non so darmi ancora una spiegazione di quello che è successo, vorrei capire,sapere perchè te ne sei andato ma forse non lo saprò mai, “cosi doveva andare”… e io mi sento sola, terribilmente sola, mi manca quel senso di protezione, di sicurezza e di amore che solo tu sapevi darmi.. e io ora, anche se son “grande”, mi sento sola, debole, fragile perchè avevo bisogno di te, ora più che mai, non ero pronta a staccarmi da te, forse non lo sarei stata mai ma ora era troppo presto per perderti,ti avrei voluto ancora nella mia vita papino mio!! Ho tanta paura senza il mio papà, paura della gente che mi circonda, paura dei sentimenti, paura che nessuno mi capisca davvero…. paura perchè senza papà sono sola..!….. Non so cosa mi riserverà il futuro, ci credo poco. ma ciò che mi spaventa è che sarò sola, non ci sarà più lui a proteggermi…! In questi giorni son stata un pò influenzata e mi mancavano le sue coccole, le sue cure, le sue attenzioni..!
Avevo bisogno di sfogarmi, e ho pensato di farlo con voi, “amici virtuali”, perchè è difficile parlarne da vicino, non ci riesco, ormai son trascrosi quasi 8mesi e la gente crede ormai stia bene o comunque meglio,invece non è cosi, il senso di solitudine e di angoscia è sempre più grande, mi assilla, mi devasta… non riesco a farmi una ragione di quello che è successo, come può morire una persona sana a 58anni cosi all’improvviso? e sentirti dire dai medici” poteva succedere a chiunque, pure ad un ragazzo di 20anni, sono quelle situzioni difronte a cui la medicina non ha risposta”, ma perchè mi chiedo? perchè al mio papà?…! ora sto con un ragazzo da quasi 5mesi ma credetemi son tentata spesso di chiudere questa storia, perchè ho paura, paura che lui o qualcun’altro possano farmi del male, altro male e non c’è papà!!!
Questa lettera è un pò pesante ma cercavo solo un pò di sfogo e qualche parola da chi magari vive una situazione del genere..un abbraccio a tutti..

L'autore ha scritto 12 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Condividi su Facebook Mi manchi papà..

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Famiglia - Me Stesso

229 commenti

Pagine: 1 2 3 23

  1. 1
    lipsia -

    Ciao Patty, posso capire quanto soffri, quello che non capisco è l’ imbecillità della gente e i luoghi comuni del tipo: il tempo è un gran medico, hai bisogno di tempo per elaborare il lutto…..
    Ma non diciamo stronzate. Come si vive la perdita di una persona è soggettivo, e c’è gente che i primi giorni non soffre perchè non realizza bene ciò che sta succedendo, e poi con l’ andare dei giorni, degli anni non è vero che si soffre di meno. Il dolore si trasforma, ma è sempre lì in ogni gesto e in ogni pensiero, nel tono della voce e nei momenti di solitudine.
    Ti auguro un futuro radioso, e vivi la tua debolezza e la tua sofferenza senza curarti di chi ti sta attorno, chi ti ama ti starà vicino.
    E tuo padre comunque, è dentro di te, è nella carne e nello spirito.
    Purtroppo non riesco neanche a darti un conforto, perchè anche io trovo inspiegabile il perchè di certi accadimenti, ed è la cosa che mi fa stare male in assoluto. Io a distanza di 10 anni, non riesco ancora ad andare al cimitero.

  2. 2
    Isis -

    Ciao Patty,
    concordo con Lipsia, il dolore non scompare..si trasforma..all’inizio è un buco nero nello stomaco che sanguina e fa malissimo poi nel tempo, il buco permane il dolore cambia forma diventa una presenza costante, non sanguina più…ma ceh male fa…purtroppo chi non ci passa in prima persona ad eventi così inattesi non può capire… non per cattiveria, ma perchè non si rendono conto…io nel mio periodo più buio ho visto le persone intorno a me che chiusa la porta di casa mia, giustamente ricominciavano la routine, pensando a me, forse ma non soffrendo per me..è questa la percezione che si ha, lo so…
    ma devo dirti, benchè per me non era un genitore ma il marito, a distanza di 5 anni, non è passata e mai passerà, tu andrai avanti, imparerai a camminare senza di lui, ma in fondo al cuore, lo avrai sempre con te e ti mancherà da morire, in virtù di questo devi andare avanti e tirarti su…non avere fretta, 8 mesi che sono..nulla di fronte al tuo dolore, lo so bene..e non badare alla gente…punta su te stessa e sui tuoi familiari, solo su questo per cercare di rialzarti..
    Un abbraccio enorme, di cuore, Isis

  3. 3
    Valentina -

    Ciao,
    Anch’io ho perso mio padre da poco,il 1 Luglio.Stava benissimo,è stato un malore improvviso.Aveva 63 anni,ed era solo in casa con me.Io ho 20 anni.
    Quel giorno aveva un semplice maldipancia,mia madre era andata a comprare gli antiacidi,e lui a letto mi diceva di stare bene meglio,sono andata nella mia camera e ho sentito un respiro forte,così sono corsa da lui ma…non mi rispondeva più.Credevo fosse solo svenuto,allora ho incominciato a chiamare mia madre a chiedere aiuto.Per fortuna mia madre arrivò subito e anche il medico(l’autombulanza no)ma intanto non c’era niente da fare perchè era già morto.E pensare che il giorno prima eravamo andati a mare insieme e giocavamo tra le onde.
    A me manca tanto il mio papà,ora sono sola con la mia mamma e mio fratello(che lavora fuori).10anni fa avevo perso un altro fratello in un incidente stradale.
    Mi sento così sola e a disagio.Vorrei tanto riavere la mia famiglia unita.
    Certe volte non mi sembra vero che mio papà sia morto,mi sembra di vederlo ancora qui con me,lo sogno tutte le notti ma la mattina mi risveglio con tanta tristezza.
    Non so se la gente può capire….ho trovato solo persone che si sono approfittate di me.
    Intanto ripensando a quei mesi mi viene un angoscia.
    Ora soffro di ansia,sono praticamente a pezzi,non ho ancora realizzato.
    Mi chiedo come fa uno a dire:”ora sto bene”e poi morire 2 minuti dopo…per un semplice maldipancia.Hanno detto che è stato un infarto intestinale…ma è sempre stato bene il mio papà.
    Mi manca tanto,mi sento così poco protetta senza di lui,e poi mi faceva sempre ridere!
    Sono certa che mi sta guardando da lassù però mi manca comunque e affrontare la vita è dura ma piano piano credo che riuscirò a diventare forte.
    Mi manca tanto Totu!giocavamo sempre.
    Mi piacerebbe parlare con te a presto.
    Spero che sarai serena.

  4. 4
    PATTY1982 -

    Ciao Vale leggendo la tua lettera,ritrovo molto me stessa..se vuoi scrivermi o contattarmi su messenger fallo su patty1982_mora@yahoo.it..

  5. 5
    riccardo -

    Ciao mio padre è morto molti hanni fà mi manca sempre….Vorrei averlo qui anche ora che ho 45anni.

  6. 6
    Rospo -

    Ciao, mio padre è mancato nel 1993 eppure ancora mi manca anche se ormai ho quarantacinque anni e potrei essere padre a mia volta.
    Ti sono vicino anche con la preghiera se non ti dispiace.
    Coraggio

  7. 7
    IRENE -

    Ciao a tutti,
    è la prima volta che mi trovo a scrivere un qualcosa di personale in Internet a persone che non conosco,cosi estranee nella mia vita ma nello stesso tempo cosi vicine poiche’ ci accomuna a voi il triste argomento.
    Mio padre è mancato solo 2 settimane fa dopo una malattia che me l’ha portato via cosi velocemente che ancora faccio difficolta’ a raccogliere i frammenti dell’ultimo periodo.Sono cosi confusa e amareggiata con i dottori che ci continuavano a dire che,nonostante la situazione fosse peggiorata,lui non era in pericolo di vita….gia’ queste belle parole sono state dette il giorno prima che lui mancasse!
    Ci si fa un sacco di domande alle quali nessuno riesce a dar risposta,momenti nei quali il fiato ti si mozza in preda ad una crisi di pianto e in certi attimi ti accorgi di non aver piu’ lacrime da piangere.
    Lui per me era un punto di riferimento,un aiuto concreto,un uomo formidabile che non meritava un epilogo cosi….eppure,con chi ce la possiamo prendere?Con i dottori?Con Dio?Con la vita in generale?….nulla serve a lenire la ferita e la mia,vi giuro,dopo 2 sole settimane è ancora una voragine senza fondo.
    Quello che mi sento di dire a Patty e forse,dicendolo a te è come se lo dicessi anche a me stessa,è che non puoi morire anche TU perche’ non è giusto,tuo papa’ ne soffrirebbe perche’ è accanto a te di questo ne sono convinta!
    Tu non lo puoi vedere perche’ non ha piu’ un corpo fisico ma l’anima,che è la ns reale essenza,è al tuo fianco e se ti impegni la puoi anche percepire.
    Questo è quello che,in questo momento,mi sento di dirti cara Patty!

  8. 8
    concetta -

    Ciao a tutti anche per me questa è la pima volta che scrivo in un blog.Ho 26 anni,ho perso mio padre 20 anni fa di sclerosi multipla,ero molto piccola,per questo non ho nessun ricordo di lui,se non una foto insieme a lui.
    E’una mancanza che mai nessuno potrà colmare,e la tristezza,la solitudine giunge nei momenti più importanti quando avresti bisogno di una sua parola,un suo gesto,una sua carezza.Adesso sto per laurearmi,e devo dire che più mi avvicino al giorno della laurea e più soffro di attacchi di ansia,di panico,mi sento sola,penso come fosse stata la mia vita se avessi avuto mio padre vicino.
    Io vivo solo con mia madre,mia sorella si è sposata 2 anni fa,non ho più nonni materni ne paterni,di parenti ne ho pochi,fortunatamente però sono fidanzata con un ragazzo che rappresenta tutto per me,è il mio punto di riferimento e forse proprio per la mancanza di mio padre,ho centrato molto la mia vita su di lui,speriamo di non soffrrire più.
    Auguro a tutti voi quel pizzico di serenità che vi possa far vivere una vita felice.un bacione

  9. 9
    Linetta -

    oddio non so neanche perchè sto scrivendo qua.. non accade mai che io mi esponga, non parlo mai di cose che mi toccano così nel profondo.. ma leggendo voi, e le vostre parole mi è sembrato di rivedere me stessa.. ma da un punto di vista diverso..
    io ho perso mio padre ormai quasi sei anni fa.. quando di anni ne avevo 15.. un incidente.. una malattia durata alcuni mesi.. e poi fine.
    non ho mai metabolizzato il lutto, perchè non l’ho mai nè affrontato nè elaborato..
    non una lacrima, io che piango sempre, non un commento.. ho voluto mostrarmi forte, stare vicino a mia madre e a mio fratellino.. al tempo piccolo..
    ho sempre cercato di vivere la mia vita come se si potesse fare a meno di un genitore, senza pesare su nessuno.. io non rimpiango la mia vita.. c’è chi sta peggio, c’è chi non ha entrambi i genitori.. non voglio compatirmi, non ho iniziato questa lettera per questo..
    è solo che ci sono momenti in cui sento un vuoto.. come se davvero mancasse qualcosa..ho una vita della quale sono contenta.. studio per costruirmi un futuro, e studio cose che amo da morire.. ho uno splendido rapporto con mia madre.. ho un fidanzato al mio fianco,da 4 anni, che mi ama follemente e mi fa stare bene, bene sul serio.. sul quale, ne sono consapevole, ripiego quella voglia di protezione tipicamente filiale.
    ma ci sono cose che non posso avere.. e che ogni tanto, solo quando mi fermo realmente a pensarci, mi stringono il cuore..
    la cosa che più mi dipiace, oltre alla mancanza in sè che è ovviamente molto forte, è che mio padre e il mio fidanzato non si potranno mai conoscere.. non so se si sarebbero piaciuti, sarebbero state due persone talmente diverse… sarebbero stati entrambi molto gelosi di me.. ero la principessa dell’uno e lo sono attualmente dell’altro..
    ma mi piace immaginare come sarebbero stati insieme.. come avrebbero guardato la formula uno o parlato di calcio.. e come alla fine magari uno mi avrebbe accompagnato davanti all’altro in una navata.. :° e mi dispiace questo non possa succedere..
    ecco.. ora che sono risucita a versare le mie lacrimucce.. vi lascio 😛
    scusate lo sfogo 🙂

  10. 10
    frattinima -

    Cara lipsia ho una figlia più o meno della tua età,1981. Vive a Milano, noi di Napoli. 3 anni fa ho perso mia moglie. Ha dato la tesi di laurea 6 giorni dopo il triste evento. Coraggio? Non lo so, so che lei fa tutto quello per cui ci siamo prodigati per farla crescere bene. Se riesci a trovare “Dall’alto si vede meglio” che io ho postato circa un mese fa,lei,mia figlia, mi ha risposto senza che io ne ho mai parlato, della solitudine, dello sconforto…Ecco penso che se leggerai questa mia, troverai conforto e serenità nelle parole di quelli che hanno risposto e sopratutto la lettera di mia figlia. Capirai subito qual’è. un abbraccio paterno.

Pagine: 1 2 3 23

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili