Salta i links e vai al contenuto

Mi manchi papà..

Lettere scritte dall'autore  PATTY1982
La lettera è pubblicata a Pagina 1

L'autore ha scritto 12 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

229 commenti

Pagine: 1 2 3 4 5 23

  1. 21
    loredana -

    solo ora posso capire tutti voi,la perdita di mio padre anche se temuta perchè ammalato da mesi,mi ha destabilizzata profondamente,il dolore profondo e continuo non mi fa respirare…

  2. 22
    loredana -

    ditemi solo se ci si abitua a questo dolore sordo…..

  3. 23
    mattia -

    la perdita di nonno luigi mi fa tanto male,e posso capire quanto possa essere dolorosa la perdita dei vostri papà,io a mio nonno ero molto affezionato…..mi manchi nonno.

  4. 24
    piccola89 -

    sono solamente una ragazza di 19 anni ke ha perso la sua dolce metà(mio padre) sono passati 11 maledetissimi anni ke lui nn c’è più….tutti dicono che il dolore passa ma non è cosi il dolere aumenta giorno per giorno ore per ore minuto per minuto secondo per secondo è incancellabile quel dolore… mi manca… mi manca la voce che mi sussurava all’orecchio,il suo respiro……mi mancano le sue mani i suoi baffi:)mi manca tutto di lui….dico io perche è capitato odio il mio compleanno odio quel giorno quel 15 settembre per me quel giorno era il piu bello visto che era il mio compleanno ma ora lo odio vorrei ke nn esistesse perchè quel giorno ho perso la persona che ho amato e che amerò per sempre…mi manchi torna da me io ti aspetto ti amo baci la tua piccola

  5. 25
    wendy -

    piango leggendo le vostre risposte, piango perchè è quello che ho provato e provo tuttora.. nonostante siano passati già (solo) 2 anni…
    mio padre è morto per un infarto fulminante. domenica sera giocavamo insieme felici a carte e il lunedi mattina alle 9.14 sono entrata al pronto soccorso e guardando in faccia mia mamma ho subito capito. lui non c’era più…
    sono passati 2 anni, ma in me il dolore persiste ancora, ho imparato a conviverci ma quando (come adesso) mi fermo e penso, ricordo, immagino il mio cuore, che tanto ho faticato e sto faticando a ricostruire, si distrugge.
    ho 18 anni e sto facendo le guide, e sento la mancanza di lui, mi sarebbe piaciuto che lui mi aiutasse, che conoscesse i miei ragazzi, i miei amici.
    mi sento sola senza di lui.
    sto male, e non so se quello che ho scritto ha un senso.. sono confusa scrivo ciò che provo.. ma non riesco a smettere di scrivere.
    ormai non ne parlo più con nessuno del dolore che ho dentro. a tutti dico che si è un pò alleviato.
    l’ultima sera passata con lui, dentro sentivo un presentimento, brutto, pesante… allora pensai fosse successo qualcosa al mio ragazzo. e lo chiamai.. ma lui stava bene, eppure quel presentimento non spariva..
    dicono che quando stai per perdere una persona importante lo senti.. e io l’ho percepito, e se solo avessi capito, quella notte non lo avrei lasciato andare a dormire, lo avrei portato dai medici, o avrei passato più tempo con lui..
    mi manca terribilmente.da quando se ne andato sono diventata apparentemente + dura, ma in fondo sono fragile come un cristallo.. ho continuamente paura di essere abbandonata, e giustifico le mie scelte e i miei comportamenti sbagliati con la sua morte
    sono solo una stupida. se lui fosse qui mi darebbe 4 schiaffi.. non vorrebbe che la droga (leggera) fosse nella mia vita quotidiana.
    ma da quando lui se ne è andato io sono entrata in un tunnel, mi sono persa, e non so come uscirne..

  6. 26
    katia82 -

    ciao a tutti, posso comprendere il vostro stato d’animo perche è anche il mio..dal 25 luglio 2008 tutto è cambiato nella mia vita, se ne è andato il mio caro e dolce papà, all’improvviso e pensare che la sera prima eravamo a ridere e scherzare come sempre..aveva 59 anni e ancora avremmo potuto fare talmente tante cose insieme!! a volte mi manca così tanto che quasi faccio fatica a respirare ma non posso fare a meno di pensare a lui..io alterno dei momenti di disperazione, pianti e rabbia ad altri in cui trovo una forza inaspettata per alzarmi la mattina e andare a lavorare ed affrontare le difficoltà di ogni giorno (e non sono poche lo assicuro!!)..a tutto questo l’unica spiegazione è che papà ora è il mio angelo invisibile, è la mia guida ed è per lui che io devo continuare a vivere..mi sono imposta un compito: papà continuerà a guardare attraverso i miei occhi e vivrà per sempre in me..perchè la sua essenza, il suo spirito dimorano nel mio cuore e l’amore infinito che ci lega non può essere spezzato dall’assenza fisica..è qualcosa che va ben oltre..lo so direte che sono solo parole ma se sto cercando di convivere con questo dolore immenso è solo perchè spero che esista qualcosa che la nostra mente limitata non può capire e neanche immaginare, qualcuno più grande di noi, un piano divino..altrimenti che senso avrebbe tutta questa sofferenza e la vita in genere?? nei momenti di sconforto più profondo leggo le poesie di sant’agostino (se mi ami non piangere – la morte non è niente)e allora penso che quando la vita ci mette di fronte a così tanto dolore l’unica fonte di sopravvivenza sia la fede, in qualunque modo la si voglia vivere ed esprimere…non riesco a credere che tutto possa finire così..che papà non esiste più e basta..no,io credo che lui c’è, in una forma che sfugge ai miei occhi ma non al mio cuore, alla mia anima ed io continuerò a vivere per lui e con lui con tutto l’amore di sempre e per sempre..un abbraccio affettuso a tutti coloro che stanno soffrendo per la perdita di una persona cara…

  7. 27
    luca -

    mio padre se ne è andato da casa quando avevo 5 anni…potete comprendere benisimo che è difficle per un bambino di cinque anni prendersi sulle spalle una mamma che si ritrova sola e cn un’altra figlia da crescere.Purtroppo ci sono state delle ripercussioni nella mia vita causate dalla separazione,intendo dire paure e insicurezze che solo un padre può togliere.è davvero difficile però bisogna crederci la vita è dura e ci pone davanti ostacoli apparentemente impossibili.Ma nonostante tutto io credo che tutto si possa aggiustare nella vita.Non so quanto tempo ci voglia perchè anche io a distanza di otto anni avverto la mancanza di mio padre ancora forte,come se quell’avvenimento fosse avvenuto ieri e credete anche io mi sento triste e vi posso comprendere benissimo.questo è quello che penso.attendo risposte.grazie

  8. 28
    Maria D. -

    Io ho perso quello che era la mia vita il mio papà quel maledetto 21 novembre 2008….papà il mio angelo,senza di lui non vivo piu all’improvviso il mio sorriso si è spento ,tutto non ha piu senso ,la casa è vuota.Non sentire piu che ritorna dal lavoro ,i suoi baci le sue carezze ,la sua voglia di vivere ,quell’allegria che solo lui aveva ,la sua voce che riempivano le mie giornate secondo per secondo è straziante.Io continuo a vivere e lo faccio solo per lui,perchè so che vuole vedermi sorridere so che papà mi vuole felice e lo faccio perchè lui vive dentro di me.Amore mio papà tu eri e sei tutta la mia vita dammi ti prego la forza di andare avanti,quando la mattina mi alzo per andare a scuola tu non ci sei e quindi aiutami a vivere perchè il tuo pensiero è piu forte di ogni altra cosa e quindi aiutami!Mi manchi io ti voglio rivoglio averti torna da me e saremo dinuovo tutti felici come lo eravamo prima ,ma come faccio io senza di te come faccio dimmelo tu!Tu babbino sei l’angelo piu meraviglioso e bello di e nessuno è e potrà mai essere come te !Ma mi chiedo qualcuno sa perchè il Signore ha voluto questo?tutto questo male questo dolore perchè?Mi sforzerò di sorridere per te Papà!Ti amo da morire

  9. 29
    Rocco -

    sono un padre di due ragazzi, ho 43 anni, ho letto la vostra storia, credetimi ho un nodo alla gola, ragazzi quanto vorrei che tutto sia solo un sogno, purtoppo non è così, ma da quello che ho letto siete veramente dei dolci figli cari e affettuosi, coraggio, quello che avete scritto per ogni storia sicuramente vostro padre da lasù le leggernno e vi starnno vicino più di quanto lo siano stati da vivi, vi proteggernno, e voi dovete essere più forti e coraggiosi così farete stare contenti anche loro, mi dispiace vorrei abbracciarvi ma coraggio andate avanti perchè accanto a voi c’è sempre il vostro papà. Che il Signore vi benedica. Rocco Indino

  10. 30
    maria72 -

    a patty 62,ciao hai scritto una lettera stupenda e ho pianto nel leggerla,però ci sono rimasta davvero male quando dici perchè proprio il mio papà,sai il 20 aprile i miei genitori dovevano festeggiare il loro quarantacinquesimo anniversario ma non sono riuscita a fargli gli auguri ho fatto appena in tempo a portare mio padre al pronto soccorso per poi vederlo morire!e sono arrabbiata con il san giovanni bosco di napoli,con me perchè non gli ho mai detto ti voglio bene,e paradossalmente con mio padre perchè non mi ha salutato.mi manca tanto a volte credo di impazzire ma guardo chi sta peggio di me e ringrazio dio perchè perlomeno lo conosciuto.ciao e sappi che loro ci sono vicino.maria

Pagine: 1 2 3 4 5 23

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili