Salta i links e vai al contenuto

Se lui è molto più giovane di me…

È da un anno ormai che sto con un ragazzo di 21 anni (io ne ho 34). Mi ha voluta e corteggiata ed io, inizialmente assolutamente restia, ho ceduto! Ma doveva finire dopo poco secondo noi, e invece… eccoci ancora qui. Non è facile vivere questa storia. La gran differenza di età può essere un problema, bisogna essere sinceri. Però ci piacciamo moltissimo e per quanto sappiamo entrambi delle difficoltà che ci sono e soprattutto che verranno, non riusciamo a lasciarci (ci abbiamo provato ma non ci siamo riusciti). Ero la prima a dire di vivere questa storia giorno per giorno, senza razionalità, senza farci influenzare dall’esterno. Ma ora sono proprio io ad avere mille dubbi. Che futuro può esserci per noi? Come possiamo programmare una vita di coppia quando lui è appena uscito dalla pubertà e io sono una donna pronta ad avere un figlio!?! Io conosco il suo mondo, non ha avuto problemi a farmi entrare nella sua vita da subito, mentre da me sono pochissime le persone che sanno di lui (3 o 4 amici). Come posso dire ai miei che sto con un ragazzo di 13 anni meno di me! Anche dirlo al gruppo di amici non è facile, sono tutte persone di 40 anni!! So che il problema è mio, dovrei prendermi la responsabilità delle mie azioni, ma per ora non ce la faccio. Penso che forse è inutile “deludere” i miei o anche stupire con questa notizia quando magari lui mi lascerà per una 20enne da qui a poco!! È facile dire che l’amore non ha età, quando anche solo per programmare una vacanza (lui ibiza e io praga) nasce il problema! Come posso dirgli che tra due o tre anni mi piacerebbe provare la convivenza con lui? Insomma ragazzi, è bello sognare, ma voi pensate davvero che si possa vivere questa favola?

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

52 commenti

Pagine: 1 2 3 6

  1. 1
    Roberta -

    Se ti vergogni di lui non sei innamorata e il problema è solo tuo.Ti fai troppe menate mentali e non vivi serenamente questa storia che magari potrebbe darti molto.La maggior parte delle coppie è concentrata sul futuro invece del presente ( che è quello che conta ) e così al futuro non ci arriverà mai…La vita è TUA,non dei tuoi amici o dei tuoi genitori che hanno già battuto ognuno la propria strada…cerca il tuo sentiero senza avere un navigatore,a volte i luoghi ( e le storie ) senza “mappa” sono quelli più interessanti da scoprire e da approfondire…

  2. 2
    gio -

    Vivitela giorno per giorno,potrebbe anche finire ma che senso avrebbe troncarla per le paure,l’amore ha mille volti,ogni storia è unica e sono proprio le differenze che colorano questo mondo.

  3. 3
    milli73 -

    ciao, posso dirti che conosco una coppia con una differenza di età da parte di lei di 14 anni….
    stanno assieme da dieci convivono e per ora sono felici:-)
    non pensare al futuro pensa a oggi e basta.
    state bene insieme ora?non chiederti altro .
    in bocca al lupo

  4. 4
    Gian -

    Penso che l’età non conta. Si possono incontrare persone a 20 anni molto più mature di altre ce ne hanno magari 40 o più.
    Quello che per contano sono invece la condivisione di valori e le aspettive. L’attrazione è irrazionale, ora invece occorre che vi guardate dentro e capite cosa volete voi dalla vostra vita. Questo vi seve per comprendere se lapersona che hai di fronte a te è quella giusta.Se i valori e le aspettative combaciano allora andate avanti. Se invece avete una scala diversa di valori e di aspettative penso che non sia il caso di andare avanti.
    Ad esempio una donna della tua età suppongo desideri mettere famiglia ed avere dei figli. Un ragazzo di 21 non credo pensi già a questo. Queste sono le tue aspettative. Per prima cosa occorre conoscere bene prima se stessi altrimenti come si fa a confrontarsi?

  5. 5
    libera -

    Dipende quanto lui è maturo. Il mio attuale compagno ha conosciuto la sua ex a 21 anni. Lei ne aveva 35. Sono stati insieme 20 anni, hanno avuto un figlio. La differenza non è mai stata un problema per lui che ha sempre avuto un debole per le donne più grandi. Non so nel tuo caso. Solo il tempo lo dirà.

  6. 6
    particolare -

    Vi ringrazio tutti ragazzi! come dicevo, e come alcuni di voi hanno commentato, il problema forse è più mio che altro! Dovrei imparare a fregarmene del pensiero altrui, ma non è facile ammettere (forse prima di tutto a me stessa) di essermi innamorata di un ragazzo così giovane. Vi è mai capitato di non avere il coraggio di mostrare al mondo una cosa a cui tenete tantissimo? Per ora non ho grandi aspettative, so che dovrò avere molta pazienza perchè lui ha bisogno di crescere e non voglio farlo correre rischiando che perda parti importanti del suo cammino. Ma è chiaro che il pensiero al futuro ci va a volte e non so quanto io possa permettermi di pensarci.
    Inoltre a volte anche lui mi sembra restio ad entrare nel mio mondo. Non so quanto gli piacerebbe uscire con i miei amici, tutti di circa il doppio della sua età. Dovrei chiedergli se gli piacerebbe che gli altri sapessero di lui? So che di casi come il mio è pieno il mondo, ma è la prima volta che mi capita e in più ho sempre (ora ammetto, stupidamente) condannato questi tipi di rapporto, non sapendo quando fantastici siano, quanto ti tirino fuori l’istinto e l’irrazionalità che noi “adulti” a volte dimentichiamo in un angolo del cuore!
    Per Roberta: “le storie senza mappa son quelle più interesanti da scoprire”, una frase che mi resterà nel cuore!
    Continuate a scrivere ragazzi, mi aiutate non sapete quanto!

  7. 7
    toroseduto -

    Ho vissuto un’esperienza simile molti anni fa.
    All’epoca avevo 27 anni, conobbi una ragazza di 17 anni, nacque subito
    un forte sentimento che ci legava. Lei dimostrava più anni, almeno nell’aspetto, rimasi un po’ perplesso quando già ci frequentavamo e lei per caso, mi chiese gli anni, alla mia risposta era sorpresa, disse che non dimostravo più di 25 anni. Venne naturale chiedere la sua età. Capii così che c’eravamo sbagliati tutti e due. Questo non cambiò nulla, eravamo attratti con la stessa intensità, e al momento non lo considerai un problema.
    A distanza di 6 mesi, cominciarono problemi seri.
    Non sono mai stato il tipo di interessarmi ad una ragazza “per un giro
    di giostra”, Aveva tutte le carte in regola per costruire un valido
    rapporto, nel senso che sentivo il suo amore sinceramente.
    Mi chiese di conoscere i suoi, in quanto senza saperlo, conoscevo il fratello e lei si era confidata anche con la madre.
    Da quel momento in poi, ho commesso errori a ripetizione. Pensando alla sua età, dovevo darle fiducia, e conobbi i genitori.
    Non ero abituato a dover dar conto, cominciai a sentirmi in gabbia.
    Saltavano fuori aspettative diverse, il mio lavoro mi portava spesso a
    stare lontano da casa, e ad ogni ritorno, pianti, sospetti e mugugni.
    Anche se ci sentivamo ogni giorno al telefono. Il padre ebbe qualcosa da ridire sul mio lavoro (musicista). Non ho mai sopportato interferenze, in breve, litigai col padre. Gli chiesi un po di tempo per riflettere, avevo un monolocale in affitto a 10 Km, lei sapeva
    dov’era, una sola volta passai a prendere una medicina e lei aspettava in macchina. Si presenta dopo 2 giorni alla porta, lacrime. Uscimmo quasi subito, andammo in un posto tranquillo e parlammo. Decisi tutto su due piedi. Ci lasciammo, si era creata una situazione, data anche la sua giovane età, insostenibile.
    In seguito, ho provato per lunghi anni un senso di colpa, non meritava
    di essere lasciata così.
    La tua situazione è simile.Dipende dalle prospettive. Tue e sue.

  8. 8
    mary -

    cara particolare
    vivo una storia molto simile alla tua…lui 27 io 35 e nn immagini quante domande e quanti pianti per cercare di capire cosa sia + giusto fare…è cominciata così per gioco e ora siamo insieme a combattere difficoltà a e momenti bui da quasi un anno…la maggior parte delle mie amike fan discorsi razionali basati sulla progettualità, i figli e bla bla bla bla…(discorsi ke certamente + + di una volta faccio io a me stessa, probabilmente perkè anke io vorrei una casa, una famiglia, una vita “normale”…ma poi i sentimenti, dove sono i sentimenti?io vivo bene con lui stiamo bene insieme e forse è solo questo ciò ke konta…è difficile lo so perkè pensi sempre ke un giorno lui si girerà a guardare una 20enne e tu sarai per lui una scarpa vekkia, ma quante coppie coetanee ci sono ke cmq nn funzionano e poi ki può dirlo?vivo momenti difficili alle volte ma è assurdo troncare qualcosa ke resiste e ke va oltre le convenzioni e il comune modo di pensare…dai dai dobbiamo avere coraggio e forse tutto si sistemerà…
    per favore non pubblicate il mio indirizzo mail

  9. 9
    Moth_75 -

    Ho appena intrapreso una relazione simile alla tua, 13 anni di differenz (io 34 lui 21).. Ho fatto l’impossible per resistergli ma l’attrazione ha avuto la meglio. Per si più lui é staniero, vedi un pò!! Dalla mia ho il fatto di avere una famiglia molto aperta ma già inizio ad avere mille perplessità, non passa giorno senza che cerchi di lasciarlo.. Siamo diversi in tutto, età, grado culturale, status.. eppure.. vai a capirlo questo cuore!!!

  10. 10
    Pamela -

    Oggi sono 3 mesi che vivo una bellissima storia con il mio ragazzo che ha 4 anni meno di me, io 28 e lui 24.
    Proprio ieri abbiamo discusso sul fatto che lui sa quanto io abbia il desiderio di una famiglia e dei figli da qui ad almeno 3 anni, mentre lui pensa da qui ad almeno 5 o 6 anni. Quindi mi ha chiesto se sono sicura che per me lui sia la persona giusta. Io mi sono risposta che lo amo, che già 3 mesi fa sapevo la sua età ma ho deciso di stare con lui e che con lui sto bene. Abbiamo concluso che forse è meglio se pensiamo meno e viviamo di più la nostra bella storia senza paure. Anche io ho il timore che un giorno possa svegliarsi e non sentirsela più di stare con una donna più grande, ma lui ha il timore che io mi possa svegliare e decidere di non voler stare più con lui perchè voglio un uomo che mi dia a breve una famiglia.
    Io voto per l’amore sempre e comunque e se il mio destino vorrà che io rimanga sola o senza una famiglia, ci sarà sicuramente un motivo.

Pagine: 1 2 3 6

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili