Salta i links e vai al contenuto

L’ho lasciato ma mi manca da morire

Ciao a tutti…vorrei un consiglio…Sono stata 9 anni fidanzata con un ragazzo dolcissimo, che mi amava e mi ama veramente. Nonostante lo amassi ho sempre sentito la mancanza di qualcosa, credo dovuta a caratteri molto diversi:pratico,equilibrato e concreto lui, sognatrice, inquieta e con la testa tra le nuvole io…Non mi sentivo veramente capita, nonostante lui ci provasse (dicendomi però alle volte che avevo bisogno dello psicologo)…sempre pieno di certezze non capiva le mie incertezze e i voli della mia mente. Quando credeva di avere ragione non ascoltava ragioni e alle volte mi sentivo sbagliata. Ho pensato che potesse non essere la persona giusta…l’anima gemella…il vero amore…quello di romeo e giulietta…pronto a morire per l’altra persona…a fare di tutto per renderla felice…Così ho preso coraggio e l’ho lasciato e non è stato facile…Gli ho detto che non ero più sicura di amarlo perchè mi sembrava inutile dirgli che c’era qualcosa che non andava. Non avevo niente da rimproverargli solo caratteri diversi e credo che il carattere non si possa cambiare e non è neanche giusto perchè lui cmq ha sempre agito in buona fede. Sono passati due mesi e mi manca da morire…mi chiedo se ho fatto la cosa giusta…se invece non era meglio parlargliene…non riesco a vedere la mia vita senza di lui…a immaginarmi con un altro…è parte di me e lo sarà sempre ma sentivo quel senso di insoddisfazione  e quel dubbio che non mi abbandonava. Mi chiedo se è vero che non era la persona giusta, se devo solo aspettare che il tempo passi oppure se sono io che sono sbagliata…Magari ho una concezione ideale dell’amore o la mia insicurezza mi impedisce di amare veramente…magari so solo essere infelice…non so che pensare…Ho anche conosciuto un ragazzo che sembra l’uomo ideale, quello che ho sempre sognato…ma non faccio che pensare al mio ex e non capisco se è perchè lo amo ancora o perchè è passato poco tempo dalla separazione. E’stato importantissimo per me e non potrò mai dimenticarlo…ma non so se sia giusto tornare insieme…Non so se è amore vero, non so se l’amore basta anche quando senti che manca qualcosa e non so neanche se mancava veramente qualcosa o è colpa mia che magari non riesco ad essere felice e sono sempre insoddisfatta…In pratica…non so niente…sono confusa…soffro e sono in crisi con me stessa…Ho paura di avere sbagliato…ho paura che tornando indietro continuerei a sbagliare…ho paura che non sarò mai felice…

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

561 commenti a

L’ho lasciato ma mi manca da morire

Pagine: 1 2 3 57

  1. 1
    goccia -

    Accade spesso che ad amore finito ci si accorga che c’era un’enorme distanza tra ciò che sembrava e ciò che era in realtà. Il punto è che spesso si pensa all’altro come ad un foglio bianco su cui scrivere tutto ciò che si desidera e ci si dimentica di verificare fino a che punto ci sia corrispondenza tra il modello reale e quello ideale. Ma come scrivo quando intervengo nel forum, è che sono solo ipotesi..
    Non darti pensiero Giulietta, datti fiducia.
    Goccia

    PS Approfitto dello spazio per salutare Andrea

  2. 2
    ragioniera84 -

    il tempo passato dal distacco è veramente poco x capire se hai sbagliato o no. se lui t chiede il vero motivo x cui l’hai lasciato nn vedo perchè devi nasconderglielo, e devo dirti anche che nn credo ke la storia sarebbe andata avanti così tanto se la differenza d caratteri fosse così abissale ma solo tu lo sai e se t sentivi insoddisfatta hai fatto bene a troncare prima ke potesse essere troppo tardi. m sembri confusa sì, ma certamente nn sei disperata, quindi forse è meglio così, meglio mollare la presa, adesso ke la cosa t permette d nn soffrire troppo, perchè arriveresti a soffrire tanto se continuassi la cosa senza motivazione… un saluto. elisa

  3. 3
    giulietta -

    grazie goccia e elisa. Il fatto è che non ricordo più le motivazioni, il perchè, ma solo la sensazione di quella insoddisfazione perchè lui non rispondeva a tutte le mie aspettative e mi chiedo se non sia colpa mia, se non sono una perenne insoddisfatta e se c’erano motivazioni serie. Guardo al mio futuro e vedo solo buio, non credo che riuscirò a formarmi una famiglia, a essere felice, non credo che riuscirò a strapparmelo dal cuore…ho troppi ricordi, troppe cose condivise, troppo il bene che ci siamo voluti. Come si fa a cambiare la persona amata come se fosse un vestito? NOn riesco a immaginarmi con nessun altro, lui fa parte di me e sarà così per sempre…lo so…però ho paura di quel senso di insoddisfazione e mi chiedo se sia giusto tornare indietro. Vorrei tanto abbracciarlo…L’amore non ci deve rendere felici?oppure in nome dell’amore è giusto sopportare anche l’infelicità? e se fossi io stessa a procurarmi infelicità a causa del mio carattere dubbioso? mi vedo già all’ospizio o al manicomio…

  4. 4
    silvana80 -

    è vero, un carattere non lo cambi
    è anche vero però che un sentimento non si cancella con un colpo di spugna dall’oggi al domani
    e si sta parecchio male, essere confusi è legittimo
    il fatto che continui a pensare all’ex è dovuto al fatto che con lui hai avuto la storia e qualcosa ti è rimasto
    ma il passato non torna e se torna torna male
    vivi il presente, vedrai che non apppena becchi il tuo ex insieme a una tipa ti passa tutta la poesia e cominci a vivere
    ci vuole tempo

  5. 5
    lupin -

    salve a tutti, avrei bisogno di un consiglio… non riesco a spiegarmelo ma mi capita di innamorarmi veramente della persona che ho accanto solo quando la storia finisce… e quando ne comincio una nuova penso sempre alla mia ex… (specifico che capita in entrambe le situazioni cioè dopo aver mollato ed essere stato mollato..). Ditemi un vostro parere…Grazie 1000!

  6. 6
    piccolina -

    ciao goccia, leggendo la tua lettera sembrava di leggere della mia storia..che strano! ho inserito nel motore di ricerca…l’ho lasciato ma mi manca da morire e ho trovato sta pagina!Che casualità!
    Ebbene si, ho lasciato il mio ragazzo 2 mesi fa dopo 4 anni e mezzo, adesso sto con un altro che non amo, e col quale non penso durerà a lungo. Sto male sul serio…se penso al motivo che mi ha spinto a lasciarlo non lo conosco…se penso a se ero felice con lui..beh non lo ero e adesso? Adesso neppure! E sto anche iniziando apensare che o non sia capace di amare…a provare quel sentimento pure come lui lo prova per me…goccia, se ti va di parlarne potremo scambiarci gli indirizzi e-mail, visto che entrambe…L’ABBIAMO LASCIATO MA CI MANCA DA MORIRE!
    Non riesco ad immaginarmi la mia vita futura senza di lui…penso che è l’uomo della mia vita…ma forse sarà anche l’uomo che osserverò dal fondo di una chiesa sposarsi con un’altra..un uomo che rivorrrò mio quando capirò che è di un’altra. Però anche un uomo che non mi ha reso felice un uomo che non ha saputo darmi quel poco che volevo…quell’uomo che non ha saputo ascoltarmi troppo preso dagli afari suoi…quell’uomo che ho tradito ma che non se lo meritava…quell’uomo che forse non avrò mai più al mio fianco..quell’uomo per il quale sto piangendo..perchè non so quel che voglio, perchè non so se sto facendo la cosa giusta…lo chiamo di notte per dirgli che mi manca, e allora piango e lui mi chiede il perchè..il perchè tanta sofferenza..se la nostra ffelicità è insieme come dice lui! scusate lo sfogo ma sto male sul serio come goccia immagino e 9 anni sono giusto il doppio di 4 e mezzo!
    goccia, la mia decisione è stata molto sofferta, sono stata male, ho perso 15 kg…immagino la tua!
    Io solo una cosa chiedevo: io volevo essere felice… e ora?

  7. 7
    nasone12 -

    Scusata Giulietta e piccolina, una domanda: Ma quel famoso senso di insoddisfazione che avete attribuito alla vostra relazione, vi ha abbandonato ? è scomparso con lui ?

    Ve lo chiedo perchè io sono stato mollato più o meno con le stesse motivazioni che ha dato Giulietta e però sta cosa non mi ha mai convinto. La mia ex è insoddisfatta per affari suoi e io non c’entro nulla. Vero è semmai che io e il mio carattere abbiamo stimolato e provocato questa insoddisfazione come il sale sulla ferita (ma NON è il sale che ha provocato la ferita).

    Ecco vorrei che onestamente riflettesse su questo. A mio avviso gli ALTRI hanno una scarsissima influenza sul nostrostato d’animo profondo e se siamo perennemente insoddisfatte, distruttive e insicure
    non dobbiamo proiettare sugli ALTRI, ma cercare le motivazioni in noi. Dire al partner “ti lascio perchè non sei la persona giusta per me” non vuol dire nulla. Perchè non è la persona giusta? O ci sono dei motivi oppure stiamo scaricando sulla nostra storia cose del tutto personali.

  8. 8
    Alevip -

    ciao ragazze,
    secondo me la felicita’ va trovate dentro se stessi.
    nn è una singola persona che puo’ fare la felicità!
    la felicita’ è anche scontrarsi con uno sconosciuto e scambiarsi un sorriso, o alzarsi la mattina e scoprire quanto ci si senta vivi.
    troppo facile addossare la responsabilita’ su altri per cercare la nostra felicita’!
    noi donne poi, crechiamo sempre qualcuno che ci somigli e che sia esattamente come noi lo vogliamo………..ma la realta’ è un’altra…………….e le persone sono diverse, noi siamo diverse e allora dobbiamo cercare di godere di tutte le nostre azioni, trovare il bello in ogni cosa che facciamo!
    a volte si puo’ essere felici anche solo passando un pomeriggio in compagnia di un’amica, davanti ad una tazza di tè a raccontarsela!
    ma è del tutto normale sentire la mancanza di una persona che ti ha accompagnato per 9 o 4 o 1 anno, pero’ se questa persona quando si era insieme non ti rendeva felice o meglio tu nn riuscivi a cogliere niente di bello nello stare insieme……allora hai fatto bene a mollare, perchè sicuramente puo’ trovare chi apprezza la sua compagnia e creare con qualcun’altro cio’ che nn è riuscito a creare con te.
    questa è la vita, e dobbiamo cercare di abbandonare l’egoismo che ci fa sentire la mancanza di chi nn amiamo solo per paura di rimanere soli o perchè chi adesso ci accompagna nn ci da nessuna amozione!
    è difficile, tanto difficile…………..
    baci baci a tutti da chi è piu’ confusa di voi

  9. 9
    Andrea -

    Giulietta… pensa anche alla persona che stai illudendo in questo momento. Anche lui ha dei sentimenti, una vita e magari vede in te la cosa più bella che le sia mai capitata… Non è un “tipo” come direbbe qualcuno ma una persona che farai soffrire terribilmente se continui così. Molti dei frequentanti il forum sono convinto abbiano incontrato una come te e ora sono qui…
    E’ evidente che sei una persona che non sa stare da sola. Per potersi re innamorare di un altra persona il cuore deve essere libero e soprattutto guarito dalle ferite; non bisogna colmare il vuoto con un’altra persona e prenderla in giro, non è giusto.

    La tua sofferenza è dovuta anche a questo.

  10. 10
    giulietta -

    Per Andrea…Io non sto illudendo nessuno, il ragazzo che frequento sa benissimo qual è la mia situazione e io, sinceramente, ho pensato che lui potesse essere la persona giusta per me..Quando l’ho conosciuto mi è sembrato l’uomo che ho sempre sognato e per cui avrei fatto follie. Ora sono in crisi:uscire con lui e pensare al mio ex mi fa stare male perchè non ne comprendo il motivo e non capisco se è perchè troppo presto o perchè sono ancora innamorata del mio ex. Non proseguirò questa storia se capirò che non è giusto. MI chiedo:del mio ex ero innamorata ma non era come lo volevo, non riusciva a rendermi felice, ora questo ragazzo può rendermi felice ma non sono innamorata…qual è la soluzione? e poi mi chiedo: l’amore basta?conosco tanta gente innamorata ma infelice perchè non ha accanto la persona giusta e non si sente veramente capita. E’ giusto continuare in nome dell’amore? L’amore non ti deve rendere felice? Può essere solo un bilancio di comodo del tipo:senza quella persona non riesco a vivere per cui anche se non sono completamente felice, meglio che stare soli e sopportare la sofferenza?Penso che ci si possa innamorare anche della persona sbagliata e allora:è giusto continuare?
    Non è vero che non so stare sola…è solo che credo che l’amore sia l’unica cosa che dia veramente senso alla vita, tutto il resto è solo un contorno per sopravvivere.
    Per nasone…E’ vero, ho il dubbio che sia io ad essere sempre insoddisfatta e questo pensiero mi fa stare male…però il senso di insoddisfazione al quale mi riferisco è quello che deriva dall’incomprensione, dall’amare qualcuno che non ti capisce completamente. Spesso non è quello che fa una persona a farci stare male, ma quello che non fa…così senti la mancanza di qualcosa ma non sai bene cosa….non puoi fare un elenco di ipotesi. La persona giusta?Non c’è una definizione. IO credo che debba sentirlo il tuo cuore. E’ quella che ti rende felice perchè ti fa sentire amato per quello che realmente sei, capito nel profondo. Ti alzi la mattina, ti scoppia il cuore e pensi: come sono fortunato, non mi merito una persona così speciale!Penso che il vero amore sia un’unione di anime e questo non può succedere tra persone troppo diverse, quando ci sono incomprensioni, quando l’altro non risponde alle nostre aspettative e senti un senso di insoddisfazione, come se fossi schiavo di un sentimento e per questo, e solo per questo, non riesci a farne a meno. Se l’altro enfatizza, ingigantisce le nostre paure e insicurezze non credo sia la persona giusta.Se bastasse solo l’amore tutte le persone innamorate sarebbero felici, basterebbe il sentimento per alleviare le frustrazioni. E’ vero che se sei insicuro devi lavorare su te stesso, ma l’altro non può fartelo pesare, fartene una colpa, se ti ama ti dovrebbe stare accanto, nel momento in cui non lo fa non è la persona giusta. L’insoddisfazione deriva dal non sentirsi amati e capiti nel profondo ma spesso giudicati.
    Per voi qual è la persona giusta?

Pagine: 1 2 3 57

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili