Salta i links e vai al contenuto

Una storia complicata (2)

Ciao a tutti ragazzi.. sono nuova e vi scrivo perché mi trovo in una situazione al quanto ingestibile.. premetto che ho conosciuto questo ragazzo due anni fa tramite un amico nostro in comune.. entrambi uscivamo da una storia. Lui di 7anni io di 4. Sin dall’inizio tra di noi ci sono stati sguardi ma mai niente di chissacosa anche perché essendo un donnaiolo in quel periodo nei miei pensieri era assente. Capii un suo interesse dal modo di scrivermi, dalle parole che utilizzava e dagli sguardi. Così uscita dal letargo mi resi conto del suo interesse e cercai di fargli intendere che anche da parte mia ci fosse un po’ di simpatia. Non so come ma si sono capovolte le cose.. io follemente presa da lui e lui stronzo che faceva un passo davanti e due indietro. Nel mio paese sono una ragazza molto corteggiata non solo perché sono una bella ragazza ma anche per la mia serietà.. tant’è vero che ho pochi amici e che hanno un ottimo rapporto anche con i miei genitori. Questo ragazzo spesso viene a casa mia insieme al nostro amico e ha ottimi rapporti con papa.. una sera ci organizzammo per andare a prendere un caffè, ma dai suoi discorsi capii che non voleva niente di impegnativo. Io non essendo una ragazza di una sera e basta.

L'autore ha scritto 7 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

23 commenti

Pagine: 1 2 3

  1. 1
    immacolata -

    cara anonima, è difficile darti un consiglio, visto ke la tua lettera, è scritta a metà: facci sapere qualche cosa in più e poi ti rispondo. Ciao.

  2. 2
    Anonima081 -

    ragazzi continuo qui sotto.. in pratica mi allontanai..e lui quest estate si frequentava con un altra ragazza..ma io avverti un suo avvicinamento nei miei confronti nonosctante uscisse con l altra.. Mi chiedeva di uscire.. Mi incontrava per strada la sera mi contattava.. ma io mi sono sempre dimostrata indifferente anke se avevo le farfalle nello stomaco..ho sempre rifiutato in modo gentile.. un bel giorno la ragazza vedendo che il donnaiolo non era preso da lei s insospetti.. e cosi venne a conoscenza di me.. so per certo che mi odia..so per certo che prende informazioni sul mio conto.. e che mi controlla.. fino al giorno in cui mi chiese di prendere un caffe con lei perche voleva sapere tra me e il tipo che rapporto c era.. Premetto che non avevo nieeente di cui parlare con lei.. 1perche le mie cose non le racconto a lei e 2perche questi miseri litigi non mi appartengono.. mi allontanai anke da lui.. ma T***** avvertendo questo mio distacco volle delle spiegazioni.. Chiaramente gli dissi che ero stata invitata da questa tipa a prendere un caffe ma ke in queste situazioni non mi ci devono mettere.. lui arrabbiatissimo decide di dire alla tipa di lasciarmi stare.. che alle persone che lui ama lei non e autorizzata a intromettersi.. e su questa sua affermazione lei le fa: ecco perche sei distante da me.. vuoi lei! e lui gi risponde SI VOGLIO LEI PERCIO PIANTALA!!! quabdo mi racconto l evento non immaginate la soddisfazio e e la gloria di quell istanteeee. Perche avevo ottenuto senza sforzarmi insomma!!! lui dopo quello si allontanò.. e io pochi giorni fa ho avuto una richiesta importante.. un colloquio che mi avrebbe cambiato vita.. lui ne venne a coboscebza e inizio a tartassarmi di messaggi chiamate dicendomi vediamoci per un caffe e quabt altro.. io sono stata chiara.. gli ho detto ke mi interessa. ma che sono frenata dal fatto ke in passato ha sprecato la sua occasione e ke quindi per me e capitolo chiuso..lui mi dkce che mi pensa.. che un motivo c e .. che una ragazza come me ce ne son poche.. che lui si e allontanato per vedere una mia reazione ma che ha ricevuto indifferenza.. quabdo poi era presebte sempre nei miei pebsieri.. i somma tante cose carine.. una settimana intera ho rifiutato il suo invito.. dicendogli di essere stanca.. di non voler uscire.. solo perche volevo tirarla al sabato.. lui mi telefono pure e rimanemmo ke in serata gli avrei dato una risposta certa anche se si era capito che mi ero decisa.. lo contatto e gli scrivo semplicemen

  3. 3
    Anonima081 -

    un breve sms “wee” aspettando in una sua risposta del tipo “allora????” che si fa???? invece mi risponde con smile e cazzate.. poi si fece una certa ora e ci tolsi pure il pensiero.. Domenica fatalità fece il silenzio… mi rcontatto tardissimo.. quasi il lunedi chiedendomi come mai ancora sveglia.. io indifferente vidi che voleva fare il carino gli augurai buonanotte.. oggi non si era fatto vivo.. mi ha telefonato poco fa.. chiedendomi come stavo e nuovamente di uscire.. a quel punto mi sono comportata un po male.. gli ho detto:eh quindi ho capito che me l hai detto dieci volte e quindi,???” abbiamo avuto una mezza discussione e l ho palesemente liquidato.. Allora ragazzi a me lui piace tantissimo.. ma e un donnaiolo.. non mi fido e non riesco a ignorare il fatto che sabato che mi ha vista propensa al si ui non mi abbia richiesto di vederlo.. lo fa per vedere se sono sempre li ad aspettarlo???? xke si comporta cosi.. una persona presa coglie al volo l occasione .. basta saperci fare.. lui se le fatta scappare..e io nonostante sia pazza di lui non ho voglia di dargliene un altra …! 🙁

  4. 4
    Anonima081 -

    Immacolata perdonami stavo aspettando la pubblicazione per proseguire .. non c entrava tutto nella prima pagina :*

  5. 5
    immacolata -

    cara anonima, è stato un piacere leggerti! Ti sei definita, una ragazza seria, no? Lascia perdere, prima che sia troppo tardi; i donnaioli, non sono per noi! Possono essere anke belli, ma una persona, della bellezza esteriore, ke se ne fa? Passa e kiudi, cara, finkè sei in tempo: auguri!

  6. 6
    Andrea -

    Lascia perdere, continua a fare la seria e a non cedere alle sue avances..

  7. 7
    Anonima081 -

    grazie… grazie davvero e buona giornata ..

  8. 8
    Samuel Bellamy -

    Sono su questi forum da anni, ho raccontato con dovizia di particolari la storia che mi ha assillato, e che è rimasta come un tarlo dentro di me, della mia splendida moglie, che tuttavia ho scoperto aver avuto, seppure prima di incontrarmi, una lunga vicenda con un bellimbusto, stronzo e menefreghista, come quello descritto da Anonima, ma che malgrado le ripetute fregature e disillusioni, non ha mai dimenticato, nè ridimensionato, anzi, negli anni veniva pure informata da un amica comune di come stava quel suo irragiungibile campione.

    Ma io mi chiedo, come sia possibile che donne serie, intelligenti, piacenti e corteggiate amino farsi prendere in giro da questi scombinati. Mi chiedo cosa li affascini di questi buffoni. Amate soffrire? Vi piacciono le situazioni difficili? Vi eccita essere in competizione con “l’altra”? Pensate che un idiota come quello descritto sia così appetibile per farci una storia seria, pensando che SOLO con voi sarà diverso, visto che li definite donnaioli? O semplicemente vi sentite delle nullità per invaghirvi di uno che vi vuole trattare come passatempo e ve lo dimostra ogni momento?

    Non so, non riesco ancora a capirlo. Io sono felice di aver sposato la donna che amo, che è sempre stata seria, intelligente, bella e affascinante, ma quando, anche se molto giovane, la vedo umiliarsi leggendola nelle vicende con quel personaggio, così simile per caratteristiche a quello di Anonima, mi sembra di vedere una stupida.

    Cos’è che vi fa rincretinire di questi buffoni, qualcuna di voi me lo può dire prima di morire? Ve ne sarei grato.

  9. 9
    camy -

    Samuel

    secondo me accade per vari motivi.

    per esempio ci sono donne che credono di non valere nulla. di conseguenza assecondano questo pensiero su loro stesse andando dietro a questi tipi. queste donne sono molto fragili, deboli di autostima, e tra l’altro penso sia il caso di tua moglie. ho letto la tua storia e dici che lei ti ringrazia di averla valorizzata. ecco. lei non si sentiva da sé di valere. ha trovato te che le hai fatto capire di valere. MA lei nel suo intimo resta quella donna fragile che era all’epoca. ecco perché ancora vuol sapere del suo ex, ecco perché ci è andata dietro tanti anni (perdere anni in situazioni deleterie per noi, è molto significativo su quanto noi stessi ci amiamo, cioè zero). dicevo che lei, tua moglie resta quella donna fragile di un tempo perché la sua autostima gliela hai indotta tu, non le è venuta da dentro. quindi non ha fatto un suo percorso personale di crescita. la sua autostima resta legata a te e al tuo amore per lei. è esterna. forse avrebbe potuto fare un percorso psicoterapeutico, forse sarebbe “guarita” senza dunque basarsi sul tuo apprezzamento per lei ma trovando in lei le motivazioni per cui credere in se stessa. non so se la psicoterapia può davvero guarire tutto, comunque il punto è che nessuno può acquisire reale autostima dagli altri (che sia un amico, un partner o altro) perché l’autostima deve svilupparsi lentamente in noi stessi. c’è chi ci nasce con l’autostima buona, beato lui/lei. ma c’è chi non è così. e allora diventa tutto più complicato e le relazioni saranno le prime a risentirne, e si sceglieranno persone sbagliate. ora, tua moglie vedeva in quel tizio probabilmente l’autostima che non aveva lei, così “amava” la sicurezza di lui in se stesso, anche se era una sicurezza presuntuosa e stronza. è questo che colpisce questo tipo di donne. sono attratte da individui che mostrano ciò che a loro manca. anche tu sei un tipo sicuro di te stesso, e per fortuna hai una sicurezza buona e non negativa come l’ex di tua moglie. tua moglie è stata fortunata a trovare te nel suo percorso. ma credo dovrai arrenderti al fatto che lei, purtroppo, non è nata “equipaggiata” di autostima, come te, e resterà sempre così nel suo intimo, per quanto tu possa ad oggi valorizzarla.

    parlo ora di altri casi (continua)….

  10. 10
    camy -

    continua

    poi c’è il caso di donne che hanno avuto rifiuti in una loro prima esperienza sentimentale. questo le rende fragili e in cerca del bellimbusto che ci sa fare perché attraversano una fase in cui vogliono essere viste da qualcuno. questa è una fase passeggera. è una perdita di autostima passeggera. in questa fase ci sono passata per esempio io, e credo sia il caso dell’autrice di questa lettera, che ha avuto una storia di anni ma che è finita male. e ora si sente insicura di sé, per cui è attratta dal figo di turno. però ha già capito che non c’è da ottenere niente da tipi così, è intelligente, ha già capito che è meglio lasciar stare.
    la differenza col caso di prima è appunto che qui non si nasce già prive di autostima, quella la si ha, ma si sta passando un periodo di vita in cui viene a mancare per via di rifiuti, abbandoni ecc… questo è un caso migliore perché se ne esce superando la “fase del figo”, capendo che è da evitare, e si ritrova in breve il proprio amor di sè. ma chi nasce troppo debole purtroppo faticherà molto molto di più a uscire da queste situazioni di dipendenza, proprio perché non equipaggiato nell’affrontarle.

    poi c’è il caso delle “eroine romantiche”, come dreamer che avevamo letto in una lettera. sono donne che semplicemente non rientrano in problemi di autostima, né passeggera né dalla nascita, ma anzi ce l’hanno bella forte (si vede da come parlano di sé, non si mettono mai in dubbio ma sono molto sicure delle loro scelte anche capendo che sono sbagliate, e di quel che dicono), MA semplicemente amano le emozioni (positive e negative), i romanzi, amano romanzarsi la vita. è tutto nella loro testa, non sono davvero coinvolte da questi personaggi, ma li “usano” per appunto dare colore a una vita un po’ piatta (come del resto è la vita normale di qualunque essere umano).

    poi ci sono quelle che sì, sono in competizione col resto del genere femminile, e la loro è una sfida, un voler dimostrare che solo loro saranno in grado di convertire il figo di turno facendolo invaghire con le loro indubbie qualità.

    altro caso ancora è quello delle “crocerossine”, che vogliono salvare il bellimbusto non per competizione con le altre, ma perché si sentono di avere questa missione nel mondo. salvare i deboli, con il loro amore.

    vorrei farti notare, caro Samuel, come in tutti questi casi il lui non è mai oggetto di un vero amore da parte della donna ma solo uno strumento per raggiungere quegli obiettivi personali che ho descritto.

Pagine: 1 2 3

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili