Salta i links e vai al contenuto

Vorrei raccontare la mia complicata storia

Salve a tutti. Vorrei raccontare la mia complicata storia e vorrei dei vostri pareri a riguardo.

Tutto ebbe inizio due anni e 5 mesi fa, quando mi trovai in una chat e conobbi quella che sarebbe stata la mia lei. Mi ero lasciata da poco con la mia ex e non pensavo proprio di ricominciare una nuova relazione, soprattutto a distanza. Ci separano più di 700 km, io siciliana e lei campana (15 anni io e lei 14 ai tempi). Inoltre bisogna dire che siamo due ragazze e questo ci ha creato non pochi problemi. Lei si è dimostrata interessata sin dall’inizio a me mentre io ero abbastanza titubante. Dopo poco ci scambiammo i numeri di cellulare e il contatto MSN. Parlavamo a lungo al telefono e io mi sentivo libera di aprirmi con lei. Mi faceva ridere, mi faceva sfogare, era ciò di cui avevo bisogno in quel brutto periodo. Dopo qualche mese mi accorsi che mi ero innamorata, glielo dissi dunque e lei mi rispose che ricambiava i miei sentimenti. Ci mettemmo insieme e io mi sentii di nuovo felice e completa.

Poi iniziò l’inferno perché la madre ci scoprì e mi minacciò chiamandomi a casa di dire tutto ai miei se non avessi lasciato in pace la figlia. Io ero sconvolta ma nonostante tutto decisi di farmi un contatto nuovo sotto il nome di un ragazzo e così continuammo a sentirci. Le chiamate e gli sms non erano più frequenti come prima infatti penso che l’intervento della madre ha influito sulla nostra relazione. Un giorno la mia lei mi disse che un ragazzo che conosceva da poco le aveva chiesto di fare un giro in motorino con lui e lei accettò. Fin lì andava tutto bene ma poi lei mi confessò che lui l’aveva baciata anche se non c’era stato un contraccambio da parte sua. Io persi comunque la testa e pazza di gelosia la lasciai (si sono stata esagerata, lo ammetto). Lei mi cercava ugualmente ed era davvero dispiaciuta per la mia decisione. In quel periodo ci sentivamo poco e inoltre mi confessò che era uscita con un altro tipo. Questi piccoli tradimenti mi ferirono e per questo mi staccai da lei per un po’ di mesi. Lei ci stava male e io mi accorsi che stavo facendo un grandissimo errore (e mi maledico anche adesso) così pian piano mi riavvicinai, dimenticando in parte il passato.

Tutto andava per il meglio anche perché dopo un anno avremmo avuto la possibilità di vederci! Così nel luglio dell’anno scorso la vidi e mi innamorai ancor di più di lei. Purtroppo dopo qualche mese lei iniziò a cambiare, fino a diventare ciò che è adesso. Era sempre impegnata tra studio, lavoro, corsi scolastici, lezioni di chitarra e palestra. Insomma aveva poco tempo per me, era diventata più fredda e distaccata. Lo so, la distanza porta a questo ma il suo comportamento è andato sempre più a peggiorare, facendomi convincere che poi non mi amava e ama come diceva.

Comunque sia quest’anno ci siamo riviste grazie a un viaggio scolastico però in una città che non era la mia. Dunque presi il pullman per raggiungerla, ovviamente non dicendo nulla ai miei e rischiando molto. Passammo una giornata stupenda e lei si mostrò diversa rispetto ai mesi precedenti, era tornata ad essere la persona di cui mi ero innamorata anni fa. Purtroppo dopo qualche giorno il nostro incontro, mi confessò che non voleva vivere senza condizionamenti e voleva vivere la sua vita. Insomma voleva farsi le sue esperienze e non buttare via i suoi anni migliori! Però non ce la faceva a lasciarmi perché diceva di amarmi e che il suo futuro lo vedeva insieme a me. Da questo avvenimento anch’io cambiai. Nonostante continuassimo a sentirci, diventai molto insicura, non mi fidavo più di lei e temevo ogni suo possibile cambiamento. Anche se non mi facevo sentire per molto tempo durante la giornata, lei si faceva comunque sentire. Io l’amavo e l’amo troppo e per questo decisi di riavvicinarmi anche se ciò che mi disse non l’ho potuto dimenticare e ci penso tuttora. Questo Agosto ci siamo viste ancora perché lei è venuta in vacanza in Sicilia con i suoi. L’ho raggiunta viaggiando in treno per ben 4 volte (i miei ovviamente non sapevano nulla!). Sono stati dei giorni fantastici anche se suo padre ci ha viste ma non è successo nulla perché sono riuscita a scappare a gambe levate xD. Dopo pochi giorni tornò in Campania con grande tristezza sia mia che sua.

Per la distanza assunse di nuovo il comportamento di prima nonostante non le avessi fatto nulla di male. Mi dice che da una parte lei non sa cosa vuole e che vorrebbe lasciarmi per non farmi soffrire ma un’altra parte di lei la trattiene. Tutto questo mi ha lasciata allibita, ho anche incolpato me stessa e ho cercato di formulare mille teorie ma ero e sono più confusa che altro. Non mi sento più rispettata e mi sembra che mi stia prendendo proprio per il c..o.

Ho provato a staccarmi ma le cose peggiorano, ho anche provato a starle vicino ma è gelida e indifferente. Non la biasimo, anch’io soffro per la distanza e ho dei dubbi ma so di non riuscire a stare senza lei. Vorrei una vostra opinione e magari parlarne insieme perché ho davvero bisogno di sfogarmi. Grazie di aver letto se lo avete fatto : ]

Ps: Scusate la lunghezza ma esternare tutto questo mi ha già aiutata.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Gay - Me Stesso

4 commenti

  1. 1
    maurizius -

    Sei ancora minorenne, ma certamente sai che “nella guerra d’amor vince chi fugge”.

  2. 2
    JohnR4 -

    Cara tearsdrop, ti do lo stesso identico consiglio che darei ad un ragazzo nella medesima situazione, visto che non cambia per niente: lasciala perdere! Lei é giovane e si sente di dover fare esperienze, tu sei giovane ed hai tutta la vita per trovartene altre.
    Quello che devi fare é voltare pagina, devi far conto non esista! Ignora le sue chiamate, i suoi SMS e i suoi messaggi di chat! Bloccala e cancellala da tutto, ma prima di questo ovviamente la lascerai definitivamente.

    Ah un’ultima cosa: quando tra qualche mese sará lei. Cercarti, anche con la
    scusa più banale, evitala!

  3. 3
    pimpacherry -

    Ahi ahi, temo proprio che la tua lei sia un pochino confusa, non solo nei tuoi confronti, ma forse anche relativamente alla sua sessualità.
    Da quello che ho potuto cogliere, te ne sei innamorata. Lo comprova il fatto che sei ossessionata da lei da diverso tempo e, soprattutto, che per lei sei stata disposta a soffrire, esserne gelosa, perdonare, amettere colpe (vere o presunte) e ritornare sui tuoi passi..se non è amore questo! Il tuo sentimento ha saputo superare disagi (famiglie, lontananza, ecc) ed è rimasto incondizionatamente vivo, seppur doloroso.
    Lei però appare un pò lunatica, forse è semplicemente incerta. Lei sente di avere la necessità di fare esperienze: ovviamente, tu lo vivi come un tradimento, in quanto questo presuppone la presenza di terzi tra di voi: ma questi terzi non mi è chiaro, sono maschi o femmine? (è uscita con ragazzi, maschi?!) Se io fossi attratta da ragazze, sarebbe logico uscire con loro e non con maschi, ovviamente accantonando un attimo il discorso “amicizia” o surrogati di essa.
    Le domande che dovresti porti secondo me sono queste:
    1) lei è davvero sicura di essere lesbica (indipendentemente da te!)?
    2) non è possibile che da parte sua sia una forma di ribellione (anche da se stessa), di evasione o di anticonformismo?
    3) una volta certa delle sue tendenze non etere, riesce a prenderne coscienza SERENAMENTE e viverla con naturalità? (tu sei scappata, presumo per lei, quando suo padre vi ha visti: te lo avrebbe chiesto anche se fosse in dolce compagnia di un suo coetaneo maschio?).
    Ok, facendo un passo a ritroso ti pongo un altro interrogativo: come hai fatto ad INNAMORARTI di lei senza averla mai vista? non intendo in foto, parlo di espessioni, sorrisi, sguardi, voce, carezze, abbracci.. piccoli gesti di cui l’amore si nutre quotidianamente.
    Non vorrei turbarti, ma credo che sia fondamentale per te cercare delle risposte (tieni presente che tutto è sempre opinabile e può subire metamorfosi da un momento all’altro).
    Auguri

  4. 4
    mik -

    è un amore sbagliato per natura

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili