Salta i links e vai al contenuto

Scambismo e relazioni clandestine sono sullo stesso piano

Lettere scritte dall'autore  

Vorrei la vostra opinione su un argomento d’attualità.
Secondo voi con che coerenza un individuo (di cui non faccio nome, tanto si sa chi è) che ce l’ha a morte con le relazioni extraconiugali clandestine (comunemente dette:tradimento o adulterio) può sostenere con entusiasmo lo scambismo?

Premetto subito che per quanto mi riguarda io non condanno né l’una, né l’altra pratica sessuale.
Io parto dal presupposto che quello che fanno della loro sessualità degli adulti consenzienti è affare loro, sono libere scelte di ciascuno, che ciascuno di noi è tenuto a rispettare. Io non ho mai sopportato chi si permette di giudicare le persone per quello che fanno tra le loro lenzuola. L’importante è che non commettano reati o violenze, o coinvolgano bambini.
Quindi io rispetto chi è gay, trans, chi pratica lo scambio, il fisting, il pissing, il bondage, il sadomaso, lo spanking, chi ha relazioni extraconiugali, ecc., perché ciascuna scelta sessuale è ugualmente rispettabile, e spesso frutto di decisioni lungamente meditate e situazioni non sempre facili. Bisognerebbe mettersi nei panni altrui per giudicare.
Però mi fa morire dal ridere, perché è il massimo dell’incoerenza e della bigotteria ipocrita, leggere di persone che lapiderebbero chi ha relazioni extraconiugali all’insaputa del partner, mentre nel contempo, per lavarsi la coscienza e togliersi i molti rimorsi esaltano lo scambio di coppia, che è comunque e pur sempre una relazione extraconiugale.
Perché? Cosa credi, che quando ti scopi una persona sotto gli occhi del partner non lo stia tradendo?
Qualcuno dirà: “Eh no! Perché lo facciamo lealmente alla luce del sole, niente sotterfugi, siamo tutti e due d’accordo!”
A parte il fatto che bisognerebbe vedere quanto e se è sempre d’accordo il coniuge/partner in uno scambio di coppia. Ci sono molti casi in cui una coppia è saltata o entrata in crisi dopo uno scambio di coppia, magari non subito, magari la cosa ha fatto nascere tensioni e dinamiche che poi alla lunga hanno fatto esplodere la coppia. A volte uno dei due ha accettato lo scambio controvoglia, “obtorto collo” e solo per amore del partner.
Non a caso molti sessuologi come Willy Pasini, o George Abraham, o Linda Rossi, ecc. consigliano di praticare lo scambismo solo a coppie molto affiatate e mature e che hanno già chiarito a fondo i rispettivi problemi.
Ma anche nel caso in cui due partners pratichino lo scambismo da anni e senza difficoltà, e siano pienamente d’accordo, DI FATTO E IN SOSTANZA, in uno scambio di coppia hanno avuto una relazione extraconiugale, quindi hanno tradito fisicamente il partner, né più, né meno di chi lo ha fatto di nascosto.
Non erano 4 o più singles che si sono conosciuti la prima volta a un party e un po’ euforici hanno fatto “un’ammucchiata” (succede anche questo). Erano due coppie, 2 persone legate da vincoli affettivi, o addirittura giuridici (sposi), che hanno fatto sesso con altre 2 persone ugualmente legate tra loro.

E da questo tradimento “palese” potrebbe succedere di tutto, né più ne meno di un tradimento occulto: potrebbe esserci una gravidanza indesiderata (se non sono state prese sufficienti precauzioni), si potrebbe contrarre una malattia (se uno dei nuovi partners sessuali è malato), qualcuno potrebbe “innamorarsi” di uno dei nuovi partners sessuali e far saltare la vecchia coppia, ecc. Quindi non nascondiamoci dietro un dito, né usiamo alibi da 4 soldi.
Se poi ci sono persone che per lavarsi la coscienza, togliersi i rimorsi e poter finalmente avere rapporti con una persona diversa da quella con cui sono legati solitamente esaltano lo scambismo, è il caso di dire loro chiaramente che non sono santerellini con l’aureola, né chi ha relazioni segrete è un diavolo col forcone. Moralmente siete sullo stesso piano, avete cercato e ottenuto relazioni carnali con una persona diversa dal vostro partner, e se permettete è ben diverso dalle coppie che vivono un rapporto a due “chiuso”, fondato sulla reciproca fedeltà.
Ripeto, non siamo qui per dire che una pratica è “meglio” e l’altra peggio, sono affari vostri, e nessuno ha il diritto di giudicarvi. Però così come mi darebbe fastidio se una coppia noiosamente “fedele” si sentisse moralmente “superiore” a chi ha fatto scelte sessuali diverse dalle sue, mi fa scompiscerare dalle risate chi pratica lo scambismo e si sente moralmente superiore a chi ha relazioni extraconiugali clandestine.
Questa è una nuova odiosa forma di bigotteria altrettanto ottusa e ripugnante di quella di chi un tempo da sposato condannava e magari discriminava i separati, i divorziati, i conviventi, i gay, ecc. E’ come vedere il bue che dà del cornuto all’asino, tanto per intenderci, e non c’è bisogno di scomodare un prete, o un teologo, o un filosofo moralista per capire che relazione clandestina o scambismo nella sostanza sono la stessa cosa. Sono entrambe relazioni extraconiugali (o extracoppia).Anche un laico lo capisce.

L'autore ha scritto 26 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria:   - Sesso

65 commenti

Pagine: 1 2 3 7

  1. 1
    leoM -

    mi attengo stretamente alla questione senza entrare nel merito dell’introduzione sull’etica sessuale, perché, oltre a non essere affatto d’accordo sul “tutto è lecito”, in quanto esiste una linea guida generale rispetto alla quale le digressioni il più delle volte non sono per nulla naturali bensì socialmente indotte, la discussione sarebbe lunga e porterebbe fuori tema.
    allora, la domanda posta mi pare quasi retorica.
    è ovvio che adulterio e scambismo sono la stessa cosa; infatti sempre sesso extra-coppia è.
    voler fare una differenza solo per via della consensualità non modifica la faccenda, ma solo il modo in cui le corna sono prese: nel caso occulto con “disappunto”, nel caso palese con indifferenza ove non con divertimento trasgressivo.
    ne segue che la persona citata implicitamente ha la vocazione neanche troppo occulta del pappa, detto anche sfruttatore, in quanto si procura piacere consentendo ad altri di godere della propria femmina, cosa che personalmente mi guarderei bene dal fare anche se tenessi alla mia donna meno che fraternamente.
    quanto alla femmina, al contrario della pittura diabolica e corrotta che ne ha sempre dato la chiesa cattolica – salvo quando si sublimi nella copula celeste – essa, se non è vittima, segue di solito le perversioni del maschio, essendo più merce di scambio che soggetto attivo o, come si pretende, alla pari.

  2. 2
    ponale -

    ESATTO ALBERT, chi pratica lo scambismo, non deve ritenere quasta pratica superiore.Infatti anche lo scambismo è un tradimento vero e proprio. Magari per queste persone è eccitante vedere il proprio partner maschio o femmina fare sesso con un estraneo alla coppia, ma poi siamo sicuri che per loro non cambia nulla poi, che qualcosa non si laceri nella loro relazione? PUO’ darsi che a una minoranza esigua di persone non dia noia vedere la persona di cui sono innamorate fare sesso con un’altra. Ma sono veramente poche penso. A volte quando si arriva a fare SCAMBISMO lo si fa perchè si è spento l’amore, l’infatuazione.

  3. 3
    albert -

    Ringrazio sia Ponale che leoM perchè hanno risposto in modo garbato, senza insulti o polemiche personali, ma introducendo spunti nuovi. Speriamo si vada avanti così, perchè non serve a nessuno insultarsi anzichè ragionare.

    LeoM introduce un punto interessante:la sua critica al ” tutto è lecito”.
    Merita un chiarimento: io dicevo solo che all’interno di una coppia è difficile giudicare le preferenze personali, dato che la sessualità è un fatto estremamente personale.

    E non a caso solo quando si cade nella violenza (fisica o psicologica) o vengono coinvolte persone minori di 14 anni, o in stato di inferiorità psichica, la cosa diviene penalmente perseguibile.

    Per quanto riguarda il “tradimento”, o relazione clandestina, ho già detto che non voglio assolutamente sostenerlo (anche se in qualche post polemizzavo con chi si sposa x avere una stiracamicie, o un uomo ricco, ecc.) ma mi limitavo a prendere atto che a volte, in una coppia in cui ci si vuole ancora bene, ma la sessualità si è spenta, sarebbe peggio distruggere tutto, e dunque si può comprendere chi cerca uno sfogo in modo discreto e saltuario.

    E sempre a proposito di sfogo, ho più volte detto di essere molto contrario alle relazioni (extra-coppia o meno) MERCENARIE.

    Andare con una prostituta significa nel 98% dei casi contribuire a schiavizzare una poveretta, e alimentare organizzazioni criminali spietate.
    Quindi non dico: “tutto è lecito”, dico che lo scambismo ad esempio può essere una pratica che per alcune coppie molto libere, affiatate e mature, può contribuire a ravvivare un’unione che dal punto di vista sessuale è finita nella routine.
    E senz’altro è più leale discutere e decidere assieme di fare sesso con altre persone.
    Però se chiediamo al 95% delle coppie “medie” se farebbero scambio, ti rispondono no, per pudore o vergogna o perchè lo considerano comunque un tradimento.

    Non sono molto d’accordo con leoM quando paragona l’uomo che fa scambio con un pappa. Sarebbe così se ci fosse denaro e prostituzione di mezzo. Ma gli scambisti normalmente praticano il sesso con altre coppie che liberamente e senza scopo di lucro fanno la stessa cosa.

    A Ponale direi che sono d’accordo sul fatto che quando si arriva allo scambio spesso si è spento l’interesse.
    Spesso, ma non sempre. So di coppie molto libere che hanno iniziato a praticarlo per curiosità, per scoprire nuove emozioni.
    Comunque, c’è tutto un forum molto frequentato da “fedelissimi” dedicato all’argomento, e sarebbe superfluo aprirne un altro.

    Io mi limitavo a dire che non ci dovrebbero essere atteggiamenti di condanna o superiorità da parte di chi fa scambio verso chi ha scelto invece una relazione clandestina.
    Come si può condannare un uomo che, ad esempio, ogni tanto cerca una soddisfazione sessuale se la moglie dopo 20 o 30 anni di matrimonio non è più interessata al sesso? Cosa dovrebbe fare? Dirle vattene anche se a parte il sesso le vuole ancora bene?
    Mi pare un “rimedio” peggiore del male.

  4. 4
    albert -

    Anche perchè c’è una differenza fondamentale tra le relazioni clandestine e lo scambismo: nello scambismo c’è un forte interesse sessuale per ENTRAMBI nella coppia. Si fa sesso insieme con altre persone, perchè il sesso interessa molto sia lei che lui.

    Nelle relazioni clandestine, quasi sempre uno dei due ha perso interesse al sesso, o dice di averlo perso, o ha problemi, malattie, preoccupazioni, rispetto a prima.
    Che senso avrebbe proporre ad esempio a una moglie di mezza età, che magari anche da giovane non aveva molto interesse x il sesso, uno scambio di coppia?

    Ma come? Già quella trova quasi eccessivo fare sesso col marito più di una volta a settimana e sempre nella stessa posizione, e magari rifiuta drasticamente anche certi giochi o posizioni, e tu vai a proporle di fare scambio di coppia?
    Come minimo di metterebbe a urlare!

    Io (e non solo io) credo che dietro molte relazioni clandestine ci sia una grande diversità nell’interesse per il sesso tra i due all’interno della coppia.

    Un esempio notissimo: avevo letto da qualche parte che le ragioni dei molteplici tradimenti di Bill Clinton verso la moglie Hillary erano dovuti alla rigidità e tiepidezza con cui lei viveva il sesso, fino a rifiutare al marito i rapporti orali, da lei ritenuti disgustosi, mentre lui li apprezzava moltissimo (è noto quel che fece con la stagista alla Casa Bianca).

    Parliamoci chiaro: io credo che quando in una coppia da parte dell’uno o dell’altro ci sono inibizioni e tabù, poi è abbastanza facile che ci sia insoddisfazione e poi si cada nella relazione extra-coppia, perlomeno quando tra i due c’è comunque un forte affetto al di là del sesso.

    Se invece due stanno insieme solo per il sesso, è facile se ci sono disaccordi dirsi ciao e lasciarsi.

    Quindi i problemi nascono se tra due c’è amore e stima, ma c’è un modo diverso di vedere e vivere la sessualità.

  5. 5
    leoM -

    “Non sono molto d’accordo con leoM quando paragona l’uomo che fa scambio con un pappa. Sarebbe così se ci fosse denaro e prostituzione di mezzo. Ma gli scambisti normalmente praticano il sesso con altre coppie che liberamente e senza scopo di lucro fanno la stessa cosa.”

    un pappa trae piacere dal denaro ottenuto col cedere la “sua” femmina ad altri.
    lo scambista prende un’altra femmina in cambio anziché denaro.
    compravendita in natura insomma.
    resta dunque dimostrato che il maschio che cede la propria femmina per trarre da ciò piacere “trasgressivo” fa esattamente ciò che fa un pappa, il quale trasgredisce a sua volta una regola fondamentale del vivere civile, ossia che nessuno ha il diritto di sfruttare un’altra persona, men che meno una femmina.
    trasgressori entrambi, ma io aggiungerei anche, a titolo personale, gente senza alcun senso dell’onore.
    puah!

  6. 6
    albert -

    L’onore, il sangue, la verginità, ecc., sono concetti di società arcaiche, in cui uomo e donna non avevano gli stessi diritti e gli stessi doveri, e che spesso hanno portato a cose aberranti, come il “delitto d’onore”, in cui se un uomo tradiva 1000 volte la moglie poteva farlo liberamente, mentre se lo faceva la donna, l’uomo poteva ammazzarla e venire punito con una pena ridotta, fino a 5 anni massimi.

    Per fortuna un abominio simile è stato tolto da decenni dal codice penale.

    Ripeto, non vedo analogie tra lo scambismo e la prostituzione.
    Semmai si potrebbe dire che l’uomo che gode vedendo la compagna fare sesso con altri è un po’ voyeur, si eccita guardando, però al tempo stesso si guarda e si agisce, mentre i guardoni si eccitano guardando senza praticare.

    La realtà è che la sessualità è una cosa complessa, in cui i gusti sono gusti, e ciò che piace a uno può essere detestabile per un altro.
    Io ho fatto l’esempio delle donne che non amano il sesso orale. Vuoi convincerle? Vuoi forzarle? Ovviamente no. Non resta che avere rispetto per chi la pensa diversamente, e cercare le persone con cui c’è un vero affiatamento.

  7. 7
    ponale -

    Credo che la maggior parte delle persono, almeno il 95% non riuscirebbe ad amare un-a partner che coinvolge in pratiche di scambismo. Tuttavia una percentuale molto bassa secondo me è in grado di provare amore e di vivere un vero e proprio bel rapporto con un-a partner che coinvolge nell SCAMBISMO. Lo so che è difficile per la maggior parte di persone immedesimarsi in questa piccola percentuale, ma esiste questa minoranza.Infatti è tipico di tutte le persone non riuscirsi a immedesimare in SCHEMI MENTALI da loro molto distanti e di credere che non possano esistere tali schemi fino a che non nè abbiano la notizia o la confessione da qualcuno che esistano TALI SCHEMI. Provate a immaginare: se tramite i mezzi di comunicazione quali internet, giornali, tv, o tramite persone che lo confesano o riferiscono, NON avesimo mai appreso che esistano pratiche FETICISTE probabilmente quasi nessuno si potrebbe immaginare che cè qualcuno a cui piace tale pratica. INSOMMA quello che voglio dire è che poichè esistono schemi mentali molto ECCENTRICI in ogni settore e anche in quello sessuale, non cè da stupirsi SE ALCUNI RIESCANO A AMARE un-a partner che coinvolgono nello scambismo. SEI DACCORDO ALBERT?

  8. 8
    albert -

    In effetti c’è stato un cambiamento notevole nei consumi e nella mentalità, negli ultimi 50 anni. Negli anni 50 una coppia che conviveva era considerata scandalosa, li chiamavano “concubini”, oggi è una cosa comune.
    Poi ancora fino a una ventina d’anni fa l’omosessualità era vista dalla media delle persone come una malattia mentale o una perversione inaccettabile: oggi molti gay lo ammettono apertamente, e pochi la considerano una malattia (anche se c’è chi discrimina ancora oggi), anche perchè l’OMS (l’Organizzazione Mondiale della Sanità) non la ritiene più tale da inizio degli anni 90.

    Oggi una coppia anche non sposata può prenotare liberamente una camera d’albergo, fino agli inizi anni ’80 moltissimi alberghi rifiutavano le camere alle coppie non sposate!
    Fino agli anni ’80 una donna che scopriva il seno in spiaggia rischiava un processo per oltraggio al pudore, oggi un seno in spiaggia non stupisce nessuno.

    E così via.
    Sicuramente internet ha contribuito a modificare altre abitudini sessuali, soprattutto tra i più giovani.
    Oggi la stragrande maggioranza delle coppie pratica normalmente il sesso orale, e una buona parte anche quello anale, ad esempio, ma ci sono libri sulla sessualità scritti negli anni ’70 che ritenevano inaccettabili tali pratiche.
    Lo scambismo probabilmente diverrà più accettato nel corso degli anni.

  9. 9
    aldebaran -

    Scusate l’intrusione…ma l’argomento scambismo è oggetto di quasi 1200 post sotto il titolo “scambio di coppia, il gran ritorno” .. sarebbe utile che anche le vostre riflessioni fossero spostate là…dove ci sono decine e decine di altri che esprimono il loro pensiero in merito..ci sono scambisti e non scambisti che da ben più di un anno discutono del tema… Albert, ponale, leoM..vi invito anche a leggere qualche pagina
    ciao

  10. 10
    ponale -

    Sì concordo, lo SCAMBISMO diventerà piu’ accettato. Ma non cè il rischio che con tale cultura di accettazione aumenti il numero di chi pratica scambismo , o si verificherebbe solo un aumento del numero di chi lo dichiara? Capisci cosa voglio dire? E poi, un’ altra domanda che mi sorge:se tale pratica verrà accettata in grado maggiore di oggi, aumenterà la percentuale di persone che riescono a coinvolgere nello scambismo le persone che amano? ALBERT, rispondi a queste 3 domande in ordine e in modo preciso, sono curioso di sapere le tue opinioni a riguardo.

Pagine: 1 2 3 7

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili