Salta i links e vai al contenuto

Quello che le donne vogliono

  

Ho già scritto due lettere, molti di voi forse ricorderanno, sui miei problemi esistenziali.
Ma questa volta non voglio “parlarvi” di questo.

Io voglio un parere da tutti voi su quello che bisogna fare per conquistare una ragazza.
Ammesso che a detta di tutti non sono un brutto ragazzo, anzi, molto carino, sicuramente non bello tipo modello da passerella, ma nemmeno brutto.
Dalla mia ho intelligenza, dolcezza, dei modi innati molto fini ed eleganti, insomma tutto quello che le ragazze mediamente dicono di volere da una persona, e mi è stato confermato anche da loro stesse.

Quello che vi chiedo è il motivo per cui alla fine non piaccio mai a nessuna, perché un ragazzo come me non è mai quello che va bene?
Che siano tutte ipocrite le ragazze che dicono di volere una cosa e invece poi cercano altro?
Che siano tutti ipocriti con me e in realtà non sono così carino, dolce e intelligente?
Aiutatemi a capire cosa non va in me o nel mondo in cui vivo.
Perché al contrario i ragazzi stupidi, che bevono tutti i fine settimana fino a sfondarsi la pancia, rozzi e volgari invece non hanno mai problemi con le ragazze?

Tutti mi dicono di “essere me stesso”, l’ho fatto per anni con il risultato che sono qui a scrivere e con non pochi problemi esistenziali.
E come me tantissimi altri ragazzi vivono questa situazione.

In concreto frequento anche 3 o 4 compagnie diverse ma sono sempre tutti fidanzati, quindi generalmente coppiette, e non si riesce mai a conoscere una ragazza nuova, le amiche che ho promettono sempre serate con altre amiche, con gente nuova, ma poi non si concretizza nulla, mentre invece se lo chiede un elemento tipo quelli descritti sopra fanno di tutto.
Forse non vengo considerato all’altezza?
Eppure si aggrappano tutti a me quando c’è da risolvere un problema o decidere qualcosa.

L'autore ha scritto 4 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

149 commenti a

Quello che le donne vogliono

Pagine: 1 2 3 15

  1. 1
    particolare -

    Bè, io posso dirti cosa vorrei io dal mio uomo, ma non si può generalizzare molto perchè siamo tutte persone diverse.
    Comunque…considera che ho 34 anni e non so se sono troppo giovane o troppo grande per te.
    Quello che mi piace in un uomo: l’aspetto fisico può contare di primo impatto, perde presto di importanza (certo se uno pesa 200kg potrebbe non piacermi!), però è uno strumento importante inizialmente, lo riconosco. Mi piacciono i tipi un pò misteriosi, non troppo sdolcinati ma che sanno guardarti negli occhi. Non mi piace che ostentino la loro cultura o il loro status sociale, ma devono essere galantuomini (senza esagerare, come in tutte le cose). Mi piace che mi dicano che ho torto e che espongano le loro idee. Mi piace che sappiano comportarsi bene a tavola ma che siano di buona forchetta.
    Insomma amico mio, non c’è per niente una regola! considera che dopo 11 anni con un Uomo, ora sto con un ragazzo di 21 anni che mi fa impazzire, in positivo e in negativo.
    Che dire … fai qualche prova! cambia atteggiamento, sii più misterioso, meno disponibile. Prova!
    Ma la regola generale è davvero essere se stessi e attendere la persona che sappia apprezzarti per quello che sei.

    Bacetto!

  2. 2
    Plinio -

    @particolare: ho atteso 24 anni, ho trovato solo una ragazza e mi ha lasciato per un altro che era più “uomo”, parole sue.

    A 24 anni la mia situazione non è normale e penso di avere tutte le caratteristiche caratteriali/culturali per piacere, eppure non è così. L’unico aspetto di me che mi da qualche dubbio è l’aspetto fisico… che possa aver ragione io?

    Le ho provate tutte, ma il risultato è sempre stato lo stesso… il fattore comune in tutto è stato l’aspetto fisico.

    Secondo me la conclusione giusta è: se siete brutti, bruttini, sotto la sufficienza rassegnatevi, a nulla serve la cultura, l’intellligenza e la dolcezza.

  3. 3
    Gian Luigi -

    Caro amico….. semplicemente perchè sei te stesso, ecco perchè non piaci. La donna guarda la bellezza di primo impatto e in seguito guarda quello che puoi offrirgli o meglio quello che rappresenti nella società. Non piangere mai davanti una donna (fallo senza farti vedere) perchè di fronte ai suoi occhi risulterai un debole anche se lei lo nega. Non essere sdolcinato alle donne non piace anche se lo negano. Inventati una maschera iniziale in modo da proteggerti e scopriti piano piano. Mi darai ragione un giorno.

  4. 4
    gio -

    A cosa sevirebbe essere quello che non sei,magari faresti innamorare qualche ragazza ma alla fine dovresti fingere per chissà quanto tempo e illuderesti la persona che hai di fronte senza contare che non saresti apposto con te stesso..vedrai che con il tempo qualcosa si sblocca, arriverà qualcosa si speciale anche per te.

  5. 5
    Plinio -

    @Gian Luigi: quindi mi devo rassegnare, non ho nulla da offrire ad una donna, non sono bello, non ho soldi, non ho una posizione…

    @gio: se qualcosa di speciale doveva arrivare sarebbe già arrivato, ho 24 anni e la mia vita trascorre piatta e senza novità giorno per giorno, per quanto io mi sforzi di uscire, di frequentare sempre nuove persone, tanti amici, ma mai nessuna che si fa avanti, mai nessuna persona nuova, e quelle poche a cui cerco di avvicinarmi mi scansano con faccia e fare schifato.

  6. 6
    Spectre -

    bah… poniti il problema il giusto per farti un mini esame di coscienza sull’eventualmente migliorabile che c’è in te (diciamo le cose eclatanti), ma per il resto lascia stare.

    nn ti dico frasi fatte, tipo quella grandissime cavolate della serie “non hai ancora trovato quella giusta”, perchè sn menate. l’unica cosa che voglio dirti io, è che è meglio tu sia presente a te stesso, nn un fantoccio. almeno, anche se nn piacerai a una donna, nn avrai perso la stima in te stesso.

    le donne molto spesso nn sanno quello che vogliono (cm noi del resto), ma sn sicuramente più “emozionali” di noi. se saprai dar loro l’emozione, avrai fatto un VERO passo in avanti. ovvio, dipende da cosa si fanno emozionare, ma lì sta anche alla maturità di lei. c’è quella che si emoziona per il modo di guardarla, mentre altre per la marca del tuo nuovo giubotto lucido stile “sacchetto della spesa”. il “bello” è che possono definire entrambe le cose, secondo me in palese antitesi, “essere maschio”! te lo dico perchè gliel’ho sentito dire. fa tristezza da una parte, ma molto ridere dall’altra 😀

    mi hai fatto venire in mente una persona. un’amica di qualche mese fa. faceva la profonda, se l’ascoltavo pareva stesse veramente dicendo qualcosa in cui credeva, e mi veniva da annuire perchè aveva la faccia seria. della serie “io d’ora in poi voglio uno tutta sostanza e zero apparenza”. cazzate così… e s’è presa proprio un “tutta apparenza”. sulla sostanza di lui dubito, visto che lo conosco di striscio, ma è un pensiero personale. cosa dovremmo dire di lei? nn diciamo nulla e tiriamo dritto. è meglio 😉

    spesso le donne dicono di volere una cosa, ma poi vanno all’esatto opposto, ma in molti casi è soprattutto un grosso problema/limite loro.

    vivitela meglio che puoi 😉 insomma. sicuramente essere BELLI aiuta molto, perlomeno ad avere tante storie. poi l’amore è un’altra cosa. per quello, per fortuna, non bisogna essere belli

  7. 7
    Lorenzo -

    Leggi “Metafisica della sessualità” di Schopenhauer, è un libretto che costa pochi euro, ma dice tutto quello che c’è da dire. A un certo punto contiene una spiegazione esauriente del problema che ti tormenta, il fatto che “con le donne un uomo stupido, brutto e rozzo ha spesso la meglio su uno colto, intelligente e sensibile”. Te la riassumo. Il presupposto è che la scelta del compagno è, in particolare nelle donne, governata dall’istinto; e quello che l’istinto di una donna desidera è un padre capace di nutrire e proteggere i figli. Tutto il resto è secondario. Per poter svolgere questo compito il maschio non deve essere né colto né dolce né intelligente né carino né istruito ma anzitutto sano e forte; in secondo luogo virile, duro, coraggioso, fiero, autoritario, uno che non si ferma davanti a niente quando si tratta di assicurare il benessere alla sua famiglia, uno che per questo è pronto anche a rubare e uccidere; è risaputo che i criminali piacciono alle donne più degli uomini sensibili e colti. Anche i ricchi possono svolgere molto bene il compito di padri efficienti, grazie al denaro, e pure loro sono preferibili agli uomini colti, nell’ottica femminile. Infine gli uomini più rozzi e stupidi, ma gran lavoratori, sono pure interessanti e attraenti se quantomeno non sono ubriaconi e sono disposti a sacrificarsi per mogle e figli. Insomma, i ragazzi come te vengono all’ultimo posto, non importa quanto siano simpatici e carini. Non danno sicurezza, non ispirano ammirazione né timore, appaiono inconsistenti, le donne sono creature realistiche, vogliono qualcosa di “duro”, in tutti i sensi del termine. Non sanno che farsene dei sognatori e dei timidi. Andare a donne è come andare in guerra: anche lì i sognatori e i timidi non servono a niente, vengono solamente derisi, e finiscono invariabilmente ammazzati. La donna ama il soldato, non il pacifista. Non commento, non giudico: ti sto solo dicendo come, oggettivamente, stanno le cose.

  8. 8
    Lorenzo -

    Vorrei anche dire a Plinio che sbaglia, l’aspetto fisico non conta poi molto, basta che sia “virile” (barba e baffi possono aiutare molto, sia nel senso di nascondere lineamenti sgradevoli, sia in quello di farti sembrare più macho). Serve soprattutto un atteggiamento deciso, che non mostra debolezza o paura. Nulla è più spregevole, per una donna, di un uomo pauroso. Non è la cultura e neanche la bellezza che fa un uomo desiderabile. E’ anzitutto il coraggio. Poi lo spirito di iniziativa. Poi la disposizione a proteggere, a essere paterni. Poi l’essere degni di fiducia: il non ingannare. Poi l senso di giustizia, il disprezzo per la meschinità, per gli intrighi e i ruffianismi (che sono roba da femmine, non da uomini). Infine, buon ultimo, il sapere il fatto proprio a letto. Se hai tutte queste virtù potrai essere brutto come D’Annunzio e averne però centomila ai tuoi piedi.

  9. 9
    glosstar -

    wow…bellissima risposta Lorenzo.

  10. 10
    Leo -

    E’ incredibile come io mi trovi esattamente come te, il fatto è che ho 2 ani in meno di te. Evidentemente non piaccio fisicamente. Ho iparato a fregarmene, se nessuna mi vuole non mi interessa, io mipiaccio cosi per come sono (soprattutto la mia personalità che in pochi hanno). Se devo essere tradito, preso in giro o non accettato non mi interessa. Preferisco stare da solo.. la penso cosi, anche se non è un pensiero ricorrente per un ragazzo di 22 anni.. io guardo la personalità di una persona, e non l’aspetto fisico. di quello non me ne faccio niente. Se riuscirò a trovare lapersona giusta bene, altrimenti sto anche da solo come in questi 22 anni. Non è facile, ma ce la farò. Ciao

Pagine: 1 2 3 15

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili