Salta i links e vai al contenuto

Il potere del possibile: 9 mesi dalla fine della mia storia

Lettere scritte dall'autore  
La lettera è pubblicata a Pagina 1

L'autore ha scritto 4 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

19 commenti

Pagine: 1 2

  1. 11
    Ambra -

    Ehi è rincuorante sentire tanta positività. Nel leggere la tua storia mi sono perfettamente resa conto che anche io ero come te, “succube” e bisognosa d’affetto, troppe volte nemmeno sincero. La mia storia è finita da pochissimo scatenando in me un miliardo di paure, ma anche la voglia di mettermi in discussione per la prima volta nella vita. Stavamo progettando una famigia (mio grande desiderio) ma questo non è più possibile. Quando mi ha lasciato mi ha detto un sacco di cattiverie che SO DI NON MERITARE. Ed inizio a vedere lui per quello che è, non per quello che volevo di vedere (e mi fa anche un po’ pena lì tutto solo sul suo piedistallo pronto a sputar sentenze su chiunque, con la convinzione di essere il migliore). Ho provato a fargli capire dove sbaglia secondo me, ma il risultato sono stati solo un sacco di insulti. Certo le lacrime, il cuore che a volte batte forte mentre in certi momenti sembra si voglia fermare, la voglia di non mangiare e la innegabile mancanza complicano di più le cose. Però io non mollo. Adesso sto iniziando un percorso di crescita personale, dove certi difetti andranno modificati e una buona dose di ottimismo e serenità entrerà nel mio cuore. Ma non per lui, SOLO PER ME, per il mio bene. Mi sono sentita fallita per la fine di questo rapporto, però nella vita capita di dover ricominciare. So che arriverà qualcuno che mi amerà per come sono e il mio sogno di condividere la mia vita con qualcuno si realizzerà. So che valgo molto di più di quello che ha voluto farmi credere durante la nostra storia. E questo è l’errore NON MI SENTO MAI ABBASTANZA! Mi sono nascosta e ho abbassato la testa mille volte per farla funzionare, mi sono negata e peggior cosa ANNULLATA..e per cosa…MAI PIU’ per nessuno. In più ho scoperto che ho tante persone vicino che mi vogliono bene per come sono e mi stanno aiutando a ricordarlo (ovviamente avevo dovuto rinunciare anche a loro). FORZA anche se sarà difficile ce la possiamo fare! Lo dobbiamo a noi stessi, amiamoci per quello che siamo e non per quello che vorrebbero gli altri. Noi siamo speciali!!!!!!! Ciao ciao a tutti

  2. 12
    amica76 -

    @ Andrea: complimenti per le parole pregne di significato anche se credo che siano perle ai porci. E’ necessario accettare la gente per quella che è e tenersi alla larga da chi non ci piace. Comunque se vuoi lasciarmi il tuo indirizzo mail ti scrivo volentieri anche dei libri che mi hanno aiutato tantissimo in questi mesi e che ancora mi aiutano. Perchè il lavoro su noi stessi non finisce mai.
    @dani: grazie, sono indipendente e ho imparato adesso a capire cosa vuol dire volersi bene. E nel mio volermi bene ovviamente c’è la voglia di innamorarmi e costruirmi una famiglia, non sono la donna in carriera o quella che non ha bisogno di nessuno. Quindi la mia casa è solo un’altra tappa della mia vita in cui spero di poter aver presto il mio uomo accanto, con magari un paio di bimbi (anche se è troppo piccola per un progetto così grande….)
    @ sara86: volere è potere, devi volere stare meglio. nessuno può fare nulla, la tua felicità è responsaibilità solo tua. Ma sei giovane e la vita di aiuterà a capire come fare e a trovare da sola la tua strada e questa consapevolezza che io fino a pochi mesi fa non avevo nemmeno mai lontanamente immagino. NIENTE CAMBIA FINCHE’ NOI NON CAMBIAMO.

  3. 13
    andy -

    ora è arrivato anche il santone che crede di fare scuola a me.
    questo vuole fare scuola a me.
    evidentemente non ha capito niente di quello che dico e parla come le femmine: “sei un frustrato trallallero trallallè“.
    ah bello io bombo: lo volete capire che ho perso il conto delle femmine che mi son bombato?
    qui il discorso che non vi entra in testa è che costruite un castello di acciaio su una base logica di sabbia e appena arriva una folata di vento.. fiuuu, se lo porta via.

    la base logica della questione non dipende dal fatto che l’uomo sbava, perchè l’uomo sbava dalla notte dei tempi.
    il problema rimane “solamente” che una femmina oramai vive: la casa delle libbbbertà (nessun impedimento a fare come pare a loro), spudoratizzazione (non si fanno più alcun problema nel divenire meretrici perché invece di vergognarsene se ne vantano) e promiscuità (uomini e femmine hanno contatti ovunque dal lavoro alla palestra, dalla scuola alla cassa del supermercato e quindi hanno sempre spazio alla pacchia-novità per loro, visto che sono sempre gli uomini quelli che fanno di tutto per conoscerle, mentre stanno ferme e scelgono): è stato dato loro un potere che non possono amministrare, non è cosa loro; la femmina nel 90% dei casi è fatta per l’accudimento della casa e della prole, altro non è cosa sua.. è sentenza della storia dell’uomo, oltre che della natura.

    quindi qui il problema non è se gli uomini fanno o meno la pacchia, il punto è IMPEDIRE alle femmine di fare la pacchia, perchè hanno rovinato la società, bisogna riportarle al loro RUOLO dettato dalla natura, bisogna impedir loro di trattare le persone come oggetti, come per millenni è stato.
    purtroppo quarantanni di lavaggio del cervello ci hanno portato fin qui: femmine che fanno la pacchia e gente come te che vuole spiegare a me senza averci capito nulla.

    e dico alle femmine che ripetono a pappagallo dalla televisione:
    ”le Donne (quelle vere) erano umiliate e maltrattate, ora finalmente siamo libere”.. certo libere di fare le meretrici sculettando ovunque e usando il corpo per ricattare gli uomini:
    NON OSATE mettere in bocca le vostre zozze parole di femmine inette alle nostre splendidi Mamme e Nonne che si vergognano di aver concepito esseri viziati come voi che guarda caso sono così felici che si riempiono di lexotan, mentre vedono i propri figli la mattina andare in discoteca impasticcati invece di fare la seconda media!

    come vedi cavalier servente, il tuo discorso non c’entra niente con il mio.

    comunque siccome questo è un caso dove la femmina è stata lasciata..
    voglio dirti che in questo caso mi dispiace e lo so che l’inverno è arrivato a vedere la tua data di nascita..
    però perchè non ci parli del tuo passato.. ad esempio questo soggetto è il tuo primo uomo.. il secondo, il terzo?
    se ne hai avuto altri: chi ha lasciato chi?
    così cominciamo a fare il punto della situazione.
    sai com’è.. ne è pieno di femmine che blaterano e poi vai a sapere dove sta la verità NEI FATTI..

  4. 14
    Amica76 -

    1.l’inverno e’ quello che c’e’ nel tuo piccolo cervello arrogante.
    2. ho avuto 4 uomini nella mia vita e li ho amati tutti, sempre stata lasciata. Se avessi il cervello piccolo come il tuo cosa ne dovrei dedurre che siete tutti stronzi? No! E’ la vita!
    3. tu bomberai tutte le zoccolette di cui hai scritto, vedo che ne conosci bene le dinamiche da vicino.
    4. Viziato ragazzino, te lo ripeto, porta rispetto. E ricorda che tutto torna nella vita….ma proprio tutto….

  5. 15
    Andrea -

    Andy quello che parla da santone sembri proprio tu..anzi piuttosto sembri una sorta di uomo politico..un politologo della patata :-), non saprei come meglio definirti. Mi risulta difficile pensare che tu stia tutto il giorno a “bombare” ma diamotela buona..In questo caso però cadi in contraddizione e il tuo verbo perde significato. Predichi il ritorno al focolare della donna, la fine forzata della loro pacchia e che dovrebbero smetterla di fare le meretrici e poi tu cosa fai? Te le trombi tutte? Ma scusa ti lamenti della loro promiscuità e poi ci dai dentro come un mandrillo con tutte quelle che ti capitano a tiro? Ma allora sputi nei piatto in cui mangi, bell’ipocrita! E’ come dire che vorresti essere onesto ma dato che tutti rubano rubi anche tu. Se dici che loro si comportano da zoccole e poi sei tu il primo a trattarle come tali con che coraggio hai poi di fare la morale agli altri?
    Mi sa che quello che ha le idee più confuse di tutti sei tu..
    Amica la mia mail è andreamail1234@yahoo.it, se mi scriverai mi farà piacere 🙂

  6. 16
    andy -

    ah fenomeno ma falla finita.
    e continua ad azzerbinarti qui sopra.

    quello che faccio io è l’unica cosa fattibile per non piegarsi all’opportunismo delle femmine, selvaggio ed ormai giustificato e sostenuto dal politically correct.
    fin quando non ci saranno leggi e un sistema mediatico che torneranno ad imporre il RUOLO femminile, l’uomo HA SEMMAI IL DOVERE di comportarsi come dico, altro che ipocrita.

    sei ancora all’abc come un certo zerbinissandro (non mi meraviglierebbe che sei sempre tu ovviamente), continua a chiedere e-mail, cucca qualcosa e preparati a tornare qui a darmi ragione fra qualche tempo.

    per il resto mi rifiuto persino di passare ai verbi con un uomo che non ha capito niente mano dell’alfabeto.

  7. 17
    Van Helsing -

    Sai Andy; nella vita esistono anche altre cose oltre che il “bombare”. Quando ti accusano di essere un frustrato non si riferiscono al fatto che tu non “bombi”, ma al fatto che tu non riesca a interagire con nessuna donna in modo dolce, affettuoso ed emotivamente coinvolgente. La tua visione della vita (e dei rapporti fra uomini e donne) è di uno squallore e di una tristezza infiniti. Non credo che tu pensi veramente tutto quello che dici. Probabilmente ti atteggi a cinico e a misogino come strategia per affrontare la vita.

  8. 18
    Pippo 8 -

    ciao, quanti proverbi si potrebbero citare ma ritengo che essere saggi dipenda dalla propria esperienza, dall’aver sofferto realmente e dal tirarsi su ed andare avanti, considerando sempre il rispetto, reciproco, la sincerità e la comprensione senza incolpare più di tanto, ma accettando e ricercando sempre chi merita…per fortuna siamo ancora in tantissimi/e a meritare, buon cammino a tutti, pippo 8

  9. 19
    Leo -

    Ciao, com’è andata a finire? So che è passato tanto tempo ma mi piacerebbe saperlo, sono in una situazione simile alla tua…

Pagine: 1 2

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili