Salta i links e vai al contenuto

Pochissimo sesso

Buongiorno. La mia è una storia trita e ritrita a quanto pare, leggendo le varie esperienze su internet.
Sono una ragazza di 31 anni, il mio ragazzo ne ha 36. Siamo insieme relativamente da “poco”, un anno e mezzo, ma abbiamo cominciato a convivere da pochi mesi. Avevamo una relazione a distanza e il sesso è sempre stato giocoso, non mancava. Ogni tanto notavo che magari lui non aveva proprio tanta voglia ma si faceva lo stesso, anche perchè non ci si vedeva spesso.
Metto le mani avanti premettendo che il sesso per me è parte integrante nella coppia, una cosa normale,che segue i suoi momenti ma che fondamentalmente fa da collante fisica. Non mi sono mai messa a pressare il compagno, e non ho solo quello in testa. Lo premetto perché sti discorsi ho sentito che vengono fuori spesso.
Se si fa regolarmente non ci si accorge, ma quando manca… e me ne sono accorta.
Quindi, l’ Amore non manca,lo sento io per lui e sento il suo, e come i suoi amici mi continuano a ripetere che da anni non lo vedevamo così. Abbiamo progetti, siamo attivi.. insomma, la vita va.
Ma con la convivenza il sesso è andato a scemare. Una volta a settimana se mi avvicinavo io, sennó per lui poteva anche rimanere così. Questi episodi si erano fatti sentire anche prima della convivenza e ne abbiamo parlato, ma mi ha sempre detto che semplicemente non ne aveva voglia o era stress per lavoro (ha una sua azienda che non sta andando bene).
La cosa mi ha corroso dentro in questi due mesi perché non è il sesso in sè, ma L essere cercata, desiderata. Mi son data la colpa, Che ormai aveva perso la passione per me in poco tempo, che non le sono mai piaciuta veramente etc. I pianti che mi sono fatta da sola, in camera, perché pensavo di fare davvero schifo ai suoi occhi…con il suo passato pieno di donne. Minandomi l’autostima, avevo cominciato a paragonarmi anche alle ex (mezze ragazze immagine o comunque dell’ambiente, anche se razionalmente so che non ho nulla da invidiare loro).
Lui a parte il sesso non mi fa mancare nulla davvero, anzi, un uomo così me lo sognavo, e questo non faceva che farmi sentire in colpa per lamentarmi di questo mio bisogno.
Tuttavia stavo male, è lungi da me dal maltrattarmi ulteriormente.
Dopo un ennesimo blando e goffo rifiuto sono scoppiata e abbiamo discusso. Gli ho per favore chiesto solo di essere franco con me e dirmi se il problema ero io o se sbagliavo qualcosa. Che non ci sarebbe stato problema, davvero, ma che mi desse una risposta.
Mi ha ripetuto le stesse cose, il lavoro, che il sesso non era in cima alle sue priorità come coppia.
La situazione adesso è che magari dimostra più di prima di cercarmi per quello ma dentro di me si è spento qualcosa. Mi chiedo sempre come era con le sue ex, o se sotto sotto sul serio non gli piaccio ma non se lo vuole ammettere perché sta bene. Ma non mi parla volentieri del suo passato, un po’ si chiude a riccio.
Non mi tradisce perché bene o male son abbastanza intuitiva e anche il suo migliore amico (che gli ha fatto il cazziatone tra L altro) L ha confermato.

Ora io non lo cerco più, e se mi cerca lui ho paura di essere solo una -perdonate il termine, ma rende L idea- svuotapalle perché fisiologicamente ne ha bisogno. Eppure L amore me lo dimostra in mille e più modi. Non lo lascio ne tradisco, per carità, ma sento che così andando avanti quella che ci rimette proprio in salute sarò io…consigli?

Scusate se la mia sintassi fa un po’ schifo, effetto sfogo

L'autore ha scritto 8 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Sesso

21 commenti

Pagine: 1 2 3

  1. 1
    Angwhy -

    Non so che dire se non che,in quanto uomo,ho il problema opposto.sicuramente c’è qualcosa che non va e posso dirle,e me ne dolgo,che le cose col tempo difficilmente migliorano,anzi.
    fonte,esperienza personale.

  2. 2
    white knight -

    È difficile rispondere… è comprensibile la tua posizione (io dico sempre “passion first”) ma è comprensibile anche la sua. Di questi tempi non è facile avere un’attività propria… Chi ce l’ha è oberato di pensieri e problemi, perché è di fatto circondato da nemici: lo stato con le tasse e la burocrazia, la concorrenza spietata, l’innovazione sempre più invadente e veloce, dipendenti sempre pronti a sindacare… a fronte di aziende piccole e sottocapitalizzate (in Italia sono circa il 90/95%). infatti molti vendono e si riciclano come dipendenti, proprio perché ad un certo punto un imprenditore dice: “non ne vale più la pena”.Però l’introito che portano in casa “non è più quello di una volta”, e la lifestyle della coppia ne risente. Ed ecco che spesso le mogli/fidanzate iniziano a lamentarsi di ciò e a far pesare ai propri uomini i paragoni con la coppia di amici che la spassa. Da lì spesso nascono crisi di coppia dove lei lo lascia per uno più facoltoso. È un copione trito. Non dico che sia il tuo caso eh, ma questa potrebbe essere una paura inconscia del tuo uomo. Se gliene parli magari farai un po’ di casino ma poi la situazione migliorerà. Sentirà il tuo calore che lo riaccenderà di nuovo. In bocca al lupo.

  3. 3
    Yog -

    A parte il sesso non ti fa mancare nulla davvero…

    Che dirti? Potresti sistemarti con 200 cc di narda al dì, assunta con regolarità alle 22:30 a digiuno, ma i costi non sarebbero affatto trascurabili (è un salvavita).
    Come fate a trascinare delle vite così squallidamente vuote? Per me è un grosso interrogativo.

  4. 4
    Rdf -

    Beh ma dai ..pensa un po’ te quante paranoie parton nella testa di una donna

    A questo semplicemente non gli va di scopare tutti i giorni , ci sta
    D altronde le relazioni dovrebbero fondarsi anzitutto sull affetto e rispetto reciproco , mica su questo

    È bello fare L amore ma mica deve diventare un obbligo altrimenti te credo che a uno je passa la voglia

    Deve essere una cosa spontanea e non conteggiata con L abaco. È normale che la frequenza diminuisca nel tempo, ma pure i baci etc.

    Semplicemente non gli va di trombare, ci sta. Non sono mica per forza tutti perennemente allupati. Oppure magari ha una prostatite cronicizzata o chissà …che non dipende quindi dal tuo aspetto

    comunque sia non devi farti ste pare, la dovete piantare di ragionare così : scopare = amare
    Gli uomini amano a prescindere dal sesso, non siamo come voi che non sapete per natura andare oltre questa equazione
    Sono diversi da voi nei meccanismi fisiologici e psicologici, lo volete capire ???!!

    Se invece sei tu a non poterne fare a meno diglielo o cerca di provocarlo maggiormente, ovviamente capendo cosa lo attizza di + (se un particolare abbigliamento o pratica o atteggiamento )

  5. 5
    Bottex -

    Dunque: posso capire benissimo il fatto che lo stress lavorativo riduca drasticamente il suo appetito sessuale. Purtroppo è una cosa molto frequente di questi tempi. Se si ha la testa da un’altra parte non si ha voglia di fare sesso e si finisce per trascurare (ingiustamente) il partner. Vero poi che il sesso da solo non è mai sufficiente a tenere insieme una relazione, ma per me è una componente fondamentale, una specie di collante.
    Quindi, anche se lo capisco per il lavoro, se non ti desidera e afferma addirittura che per lui il sesso non è così importante nella coppia, sospetto che ci sia sotto dell’altro. Ma anche se non ci fosse, questo non toglie che tu hai tutto il diritto di sentirti non apprezzata. Per me questa è una mancanza molto grave e può essere un chiaro indice di incompatibilità. A nessuna donna di certo piacerebbe pensare di essere una svuotapalle.
    Dagli quindi un po’ di tempo per risolvere la sua situazione col lavoro, magari cerca di indurlo a trovare un’altra professione meno stressante, visto che tieni così tanto a lui. Ma se col tempo la situazione non migliora, credo che purtroppo dovresti lasciarlo. Saluti.

  6. 6
    DivisioneGioiosa -

    Voglio ringraziare tutti per le risposte. Leggervi è stato un po’ rassicurante.
    Bottex ha riassunto bene proprio ció che provo e mi dispiace Rdf, pur apprezzando la tua risposta, a frasi come “gli uomini amano a prescindere dal sesso”, un po’ come se fosse dissociato l’atto con la compagna o con altre. Ti dico che si può fare sesso senza amore, ma non c è amore senza sesso. È più logico pensare che i bioritmi dei due siano diversi ma non ci vuole un sessuologo per capire che se manca il sesso nella coppia ci sono problemi. Chi dice di no spesso sono proprio quelle persone che vivono la sessualità come una responsabilità o come una noia (ma è comunque un problema loro che poi fatalità và a minare il rapporto col partner di turno). Ed è apposta che avevo fatto la premessa che non sono una malata di sesso. Ma va bene anche una volta la settimana. Ma ci deve essere! Perché pure lui lo dice che dopo sta meglio o il legame si rinnova.
    Comprendo come lui a causa dello stress possa non essere così rilassato, tuttavia anche in vacanza o nei giorni in cui si capisce benissimo che non sta pensando al lavoro è iposessuale…
    Se ne parlo qui è perché non è una cosa da pochi giorni ma da un po’ che va avanti. Vediamo come va.

  7. 7
    Suzanne -

    DivisioneGioiosa, secondo me l’aspetto fondamentale è l’equilibrio e la condivisione di vedute in una coppia. Per me, il sesso rappresenta una forma di comunicazione e unione molto più diretta e incisiva rispetto a tanti discorsi verbali; per questo è un aspetto fondamentale dell’amarsi. Ci sono coppie però che trovano il loro equilibio e il benessere attraverso altre modalità, escludendo del tutto o quasi la componente sessuale. Non credo siano coppie meno sane, semplicemente “funzionano” in modo diverso. Ciò che risulta molto difficile però è trovare un punto d’incontro tra due visioni dello stare insieme cosí diverse; esistono persone che non hanno desiderio sessuale, ed è assolutamente lecito, ma per il partner può diventare estremamente frustrante. Bisogna capire se il tuo compagno è sempre stato così o ci sono motivazioni contingenti…

  8. 8
    rossana -

    DivisioneAmorosa:
    concordo: “non c è amore senza sesso.” o meglio: il sesso dovrebbe essere la parte più spontanea, proprio come un collante fisico, fra l’altro fonte d’unione e caratterizzante del SOLO rapporto di coppia.

    ovvio che l’entità del bisogno varia da persona a persona, e che, purtroppo, tende spesso a diminuire sia con la convivenza che con i vari problemi che possono minacciare la quotidianità a due.

    lascia passare un po’ di tempo, senza tornare sull’argomento; prova a “rivitalizzare” il suo desiderio con le modalità che sai essergli gradite; infine, parlane ancora, con calma e serenità…

    poi, decidi per te stessa, evitando inutili pressioni, tenendo conto di quanto potresti perdere allontanandoti e se non valga, invece, la pena “accontentarsi”, rinunciando a esigere quanto il partner non ti può dare.

  9. 9
    Easty -

    Per dare risposte precise bisogna conoscere ovviamene la persona, ma ti posso dire dal tuo racconto ciò che mi sembra, perchè io ho vissuto la stessa cosa. Io la mia ex fidanzata c’è stato un periodo che la cercavo poco, ma ti rassicuro su una cosa il problema non sei tu, il vostro corpo ci piace, vi desideriamo, ma magari caratterialmente (lui come me) quando siamo sotto pressione (io dovevo scegliere il mio futuro, avevo problemi a lavoro, stessa cosa insomma) esterniamo così, ognuno ha il suo, c’è chi invece è l’esatto opposto, magari l’intimità è l’unico campo dove si sfoga quando sotto pressione e quindi da il meglio di se, ognuno ha il suo modo. C’è da dire una cosa però, come ti hanno detto non cambierà, ora e tra 10 anni, quando è sotto pressione ti cercherà poco e se vuoi passare con lui tutta la vita, a questo devi esser pronta, ma lo devi esser davvero non di facciata per non perderlo, perchè così altrimenti senza accorgervene vi starete solo allontanando.

  10. 10
    beetlejuice -

    Ciao DivisioneGioiosa, da come hai descritto il vostro rapporto, penso che abbiate trovato un’ottima intesa, sarebbe un peccato andasse tutto a rotoli. Solitamente il problema è inverso (le donne hanno un desiderio meno frequente e i compagni ne soffrono) per cui il tuo compagno é sicuramente fortunato. Nelle analisi di queste problematiche si incorre però in errori banali.
    Anche a noi uomini piace sentirci desiderati e provocati, non è solo una necessità femminile.
    Anche noi uomini possiamo avere problemi che influenzano l’aspetto sessuale, non tutti sono macchine che scattano a comando. Questo può disorientare però le compagne, perché se voi non avete voglia è lecito, se capita a noi è “un problema”.
    L’aspetto sessuale è importante in una coppia e a mio avviso è un mix di fattori..sentimento, gioco, istinto, passione. Il tuo compagno è stressato per il lavoro, lo capisco, però questo rischia di rovinare lentamente il vostro legame, dovete cercare di parlarne, senza aggredirvi.

Pagine: 1 2 3

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili