Salta i links e vai al contenuto

Noi uomini siamo tutti diversamente vittime di una donna

Vorrei affrontare un discorso scontato quanto palese, ma credo dal punto di vista maschile assolutamente interessante. Premetto che molte donne sia per i commenti (sicuramente alcuni scontati) sia per il contenuti storceranno un pò il naso, mentre altre (spero) ci rideranno tranquillamente sopra.
Noi maschi da quando nasciamo siamo disposti a sottostare, vuoi per motivi di natura sociale o per motivi abitudinari, a sottostare ad un rigido matriarcato, e credo che questo nella maggior parte degli uomini sia il loro grande problema. Ogni essere umano, come la quasi totalità di qualsiasi essere vivente di questa terra, appena nasce e nel crescere memorizza dati tramite una funzione detta inprinting (no, lasciate stare la vostra stampante 😉 . Detti dati fanno e costruiscono una data personalità.
Bene spiegata questa cosa è ovvio arrivare alla conclusione che noi uomini, siamo più soggetti a crearci dei complessi con le donne e spesso ad esserne succubi, o comunque a vivere la nostra vita sociale con l’altro sesso in detto modo. Un altro punto di forza delle donne (non sempre he’) sta nel fatto che le donne vivono con le madri piu un paritario, sopratutto quando priogentite e un maschio come minore. Da questo punto mi viene da pensare che questo e pure il fatto perche’ le donne spesso si sentano libere o almeno piu in dovere (non era la parola che cercavo ma rende l’idea) di farci soffrire.
Ovviamnte questa non vuole essere un analisi sociologica detta a fortificare il puro egocentrismo maschilista in cui noi siamo sempre povere vittime, ma è ovvio che sei “voi Donne” ci trattate da “bastardi” un motivo ci sarà.
Uno spunto a questa riflessione me la da un libro di federico moccia (scusa se ti chiamo amore, rizzoli 2007):
Noi uomini siamo tutti diversamente vittime di una donna. Ma questo ci serve. E sapete perché? Per giustificarci del male che faremo alla prossima.
E’ vero che effettivamente nelle nostre storie affettive diventiamo sempre più impermeabilizzati ai sentimenti, spesso buttandola sul puro fattore fisiologico, ma è ovviamnte una forma di autodifesa dal nostro spiccato senso per l’autolesionismo. E’ ovvio che ci sono soggetti e soggetti, nel senso conosco anche molti amici che vivono storie d’amore perfette ma che non riescono a non tradire le proprie compagne (spero che queste ultime non leggano questo testo), nel senso che si sentono in dovere di penetrare piu vagine possibile e diverse, dicendo addirittura, (scusatemi ma questa mi sembra troppo pure me che sono un uomo e non ragiono in questa maniera), Che per mantenere vivo un rapporto e’ normale tradire perche’ senno’ la solita “fica” gli verrebbe a noia” (scusatemi l’espressione volgare… e anche la prossima)… ma sinceramnte mi sembra un “enorem cazzata mondiale”.
Al che mi domando se queste persone amino davvero!!! Il problema principale di queste persone è che credono…. crediamo… di aver capito le loro (nostre) compagne, nel senso che quando noi uomini appaghiamo sessualmente, ma alla grande, ma parliamo proprio di quell’appagamento alla -“madonnina mia ho bisogno di un idranteee” – non è importante quanto brutti voi siate, quanto facciate male l’amore, o quanto siete scemi, ma finché non chiederete scusa si avra’ in pugno la propria compagna! E quando questo succede, noi ci sentiamo in di gran lunga superiori e in “dovere” di farvi soffire. Ora mettendo sempre per inteso che esistono varie tipologie di uomni e donne e che non tutti agiscono allo stesso modo; infatti il mio punto di vista che un rapporto va parafrasato come una discussione, in cui se qualcuno o l’altro alza di troppo la voce l’altra ne diventa succube, ma sarebbe da capire come si fa ad evitare che cio non accada e soprattutto come avere sempre presente che la nostra compagna debba sempre avere il dovuto rispetto come lo pretendiamo.
Nel senso esiste un manuale dei comportamnti da tenere con una donna? Mi è capitato di scrivere di recente che le donne non sanno quello che vogliono, e quando lo sanno sbagliano! Ma quindi con voi come bisogna comportarsi? come si fa a capire i vostri molteplici lati oscuri che spesso ci spiazzano…. esempio: -” ha’!… secondo te sono grassa? ha, no perché se dici che non sono grassa , significa che non vuoi offendermi e dire che sono grassa e allora ti faccio schifo ecc ecc….” … le donne continueranno comunqe a essere un mistero?

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Riflessioni

42 commenti

Pagine: 1 2 3 5

  1. 1
    cuoretriste -

    In riferimento alla tua ultima frase,sul perchè chiediamo sempre se siamo grasse o meno…credo che non serva un genio per capire che sia semplice insicurezza in se stessi….il bisogno incondizionato di avere delle certezze. Forse la paura nasce anche dagli atteggiamenti che voi assumete,come hai detto ci sono uomini che pur restando con una donna,tradiscono. Il vero dramma è che oggi non esiste più il senso del rispetto e tradire è uguale a bere un bicchier d’acqua. Prima si era spinti da passioni vere,oggi invece vige la regola del collezionare.
    Ad ogni modo,ribadisco che non siamo poi così complicate,l’unica cosa che vogliamo è sentirci sempre al centro delle attenzioni del’uomo che amiamo.
    Naturalmente è un mio personale giudizio.

  2. 2
    kingdomhearts -

    Ebben sara’ la mia solita sfurtuna in casa di amore ma quando mi ipegnavo al massimo delle mie forze per far sentire davvero la donna al centro dell attenzione, anzi come diveva lei, messa su un piedistallo e divinizzata, be indovina un po…. queste scappavano o si chiudevano a riccio. per quanto riguarda il averedubbi o insicurezze non mi riferivo a quello ma piu che mai al fatto che se noi diciamo qualcosa voi tirate fuori una vostra conclusione assurda … cioè con voi vige sempre la regola del si che vuol dire no e viceversa … o sbaglio??

  3. 3
    cuoretriste -

    Lo so hai ragione in questo….non è che voglio darti torto,io in primis sono fatta così,se qualcuno mi fa un complimento penso che lo dica,per gentilezza o per non offendermi. Almeno prima,adesso a forza di sentirmelo dire ho acquistato più conapevolezza. Nonostante questo però a volte non basta. Comunque per quel poco di esperienza che ho,ti posso dire che anche voi uomini scappate se siete messi al centro delle attenzioni,almeno è quello che sto vivendo ora,mi sono dovuta sentir dire che sono morbosa…e neanche posso dargli torto,perchè mi sono trasformata veramente in qualcosa di orribile che non mi appartiene.Non so se ci sono colpe in questa storia,però la paura e i suoi modi mi hanno destabilizzato al punto da essere qualcosa che neanche io vorrei(detto tra noi).Non conosco i tuoi retroscena ma se analizzo me stessa,tutti i torti non glieli posso dare,se vuole scappare da me.

  4. 4
    kingdomhearts -

    (detto tra noi) la mia situazione epraticamnte identica alla tua con le stesso cose rinfacciate (morbosita’ accentuata) …ho imparato una cosa dal piccolo della mia esistenza ‘l’amore ci cambia profondamnte… e non solo quando ci fa soffrire……io di mio mi sono prefisso di trovare il mio equilibrio (impresa mooolto aruda) baci!

  5. 5
    albert -

    kingdomhearts, io la vedo così:
    io mi sono sempre trovato bene con le donne che ragionano come gli uomini, pur avendo un corpo di donna (non fraintendiamo, non sto pensando a qualche trans o a Luxuria! ah ah ah).

    Voglio dire che col tempo ho capito che questo discorso della diversità mentale e comportamentale tra uomini e donne ormai è tutta una scusa, che fa comodo a chi – uomini o donne che siano – hanno problemi a relazionarsi con gli altri.

    La realtà è che uomini e donne ormai pensano e si comportano spesso in modo del tutto simile, e non credo affatto sia un male, perchè rende più facile comunicare e capirsi.

    Quindi le donne contorte, imprevedibili, capricciose, lunatiche, umorali, ecc., ecc. (trova tu gli aggettivi adatti) le lascio perdere perchè ci perdo solo tempo.

    Io preferisco le persone lineari e chiare. Forse qualcuno ora mi dirà che così mi perdo tutto il gioco sottile della seduzione, tattiche e strategie, ecc., ma io dico che non mi interessa.

    Le persone intelligenti sono chiare e lineari, chi è stupido o ha problemi è imprevedibile e incoerente e , ripeto, non mi interessa.

  6. 6
    cuore e attributi -

    non serva un genio per capire che sia semplice insicurezza in se stessi….il bisogno incondizionato di avere delle certezze.
    Ad ogni modo,ribadisco che non siamo poi così complicate,l’unica cosa che vogliamo è sentirci sempre al centro delle attenzioni del’uomo che amiamo.
    quando però ste certezze non ve le dà il vostro uomo non perdete tempo a farvele dare da un’altro.
    poi per alibi vi raccontate che adesso amate questo nuovo tipo…

  7. 7
    Ombra -

    King..
    non ho letto tutto il tuo post perchè mi sono bastate le prime righe per capire quello di cui parli..
    sono cazzate e parlare di TUTTI mi sembra allucinante.
    a casa mia il matriarcato non esiste e nessuna donna mi ha reso la sua vittima… è allucinante quello che scrivi.
    l’inprinting di cui parli lo hai avuto tu proprio perchè a casa tua c’è una madre con le palle ed un padre che le usa solo fuori di casa..
    sarebe stato molto + intelligente da parte tua se ci avessi parlato dei tuoi problemi con le donne al posto di venire qua a dirci che siamo tutti sottomessi!

  8. 8
    Ombra -

    e poi scusa ma pensi che i rapporti tra uomo e donna siano regolamentati da uno statuto!?!? ma cosa vuol dire come ci si deve comportare o cosa bisogna dire.
    devi dire quello che pensi e devi agire come ti senti di agire.. non puoi fingere di essere quello che non sei!
    vivi le tue relazioni con il massimo dell’autenticità e vedrai che prima o poi una giusta per te la trovi.
    ma se parti già in difetto non hai scampo

  9. 9
    mayte -

    mi hai fatto ridere….grazie…ma però seriamente ti dico che per costruire quello che tutti chiamano amore (ed è chiaro che tutti amiamo in maniera differente) …..bisogna conoscere se stessi da soli, amarsi, imparare a dare e ricevere., migliorarsi….e trovare chi ci piace e a cui piacciamo anche fisicamente ….da impazzire…e che ci ami come ci piacerebbe e viceversa….e poi nonostante questo il “capo” dipinge la nostra vita….se abbiamo tutte queste fortune..bene…….ah dimenticavo passione e allegria…..e poi quando ci si fa solo del bene…il resto arriva…..magari con due bei bambini…….ma lasciatemelo dire per me è da considerarsi al giorno d’oggi un privilegio….e io sono privilegiata…..ah un altra cosa un uomo che lascia la propria donna per sesso perchè un altra è magari più “saggia” deve essere una persona vuota di fantasia….il sesso sipuò fare con la stessa persona…e quante cose che si possono fare…tante…

  10. 10
    SPXEVER -

    Sentite, la risposta a tutto questo la potete sentire nella famosa canzone “teorema” di Marco Ferradini!!! Lo sto provando purtroppo sulla mia pelle… quando alla mia ex la trattavo “male” ossia la tenevo un pochino a freno lei mi stava appiccicata come l’attack e questo per 3 anni, poi quando ho iniziato a darle spago e a darle fiducia incondizionata tempo 2 soli mesi e mi ha mollato!!! Non c’è nulla da fare, le donne (non tutte grazie a Dio) sono fatte così… sono belle quanto strane e misteriose e l’uomo purtroppo ci cade come un carciofo, io per primo sto passando le pene dell’inferno perchè nonostante tutto la amo tantissimo e mi manca da morire, me la riprenderei subito…!!!
    Ciao a tutti.

Pagine: 1 2 3 5

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili