Salta i links e vai al contenuto

I miei genitori non accettano il mio ragazzo. Sono disperata

Lettere scritte dall'autore  

Buongiorno a tutti. Scrivo un pò per sfogarmi e un pò per avere consigli da voi. Cinque anni fa ho conosciuto in chat un ragazzo e dopo avere chattato per un anno ci siamo affezionati, conosciuti e innamorati. Avevo 23 anni, lui 33, la mia prima storia d’amore, corsi da mia mamma a raccontarglielo ma quando seppe della differenza di età reagì malissimo. Mi stava continuamente con il fiato sul collo (all’epoca studiavo all’università), mi tempestava di domande e mi diceva di non frequentarlo perchè era troppo grande per me. Ma io ero innamorata e così ho iniziato a frequentarlo di nascosto per quattro anni. Adesso che ho 28 anni e che sono indipendente economicamente ho deciso di riparlargliene. All’inizio mia madre non ha fatto una piega, poi ha ricomnciato con le paranoie, dicendo che è troppo grande per me, che vive lontano (io Milano lui Torino), che non sanno a che famiglia appartiene, che è già sbagliato che lo avessi conosciuto in internet (purtroppo era venuta a saperlo), insomma non va bene niente. Decisa a non nascondermi ne ho parlato con mio padre ma anche lui mi ha detto che non è d’accordo soprattutto per la distanza e la differenza di età. I miei non lo vogliono neanche conoscere e io ci soffro moltissimo perchè lo amo e con lui sono felice. Potrei fregarmene ma sono molto attaccata ai miei vorrei mantenere un rapporto civile con loro anche se ovviamente amo il mio ragazzo. Loro continuano a ripetermi che non fa per me (senza neanche conoscerlo) e mi tengono il muso o continuano a dirmi di lasciarlo, sono disperata la situazione è difficilissima. Accetto consigli. Grazie. Ely.

L'autore ha scritto 4 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Famiglia

150 commenti

Pagine: 1 2 3 15

  1. 1
    micione72 -

    cara Ely80, tu sei proprio innamorata di quest’uomo!
    Brava! E sai perche’?
    Perchè per Amore saresti capace di lottare anche contro i tuoi genitori!
    Sei una donna forte e mi complimento con te!
    Tuttavia, chiedi ai tuoi genitori se il loro disappunto verte esclusivamente sulla differenza d’eta’, o c’e’ qualche altro motivo per cui a loro, quest’ uomo, non piace!
    Dai, sta tranquilla!
    E ti dico un’altra cosa: avesse lottato la mia ex per me, come tu stai facendo per il tuo amato!
    Sei una VERA DONNA.

  2. 2
    Cantautore -

    Secondo me, ai tuoi genitori dovrebbe importare solo una cosa: il bene della loro figlia! Quindi se tu sei davvero felice con questo ragazzo, anche se lo hai conosciuto su internet e anche se è più grande di te di dieci anni, anche loro dovrebbero esserlo; il resto sono solo chiacchiere! Io la penso così.
    Ah questi genitori, e quando la smetteranno di contrastare le storie d’amore dei loro figli?
    Tanti auguri.
    Un caro saluto.

  3. 3
    confusione84 -

    ciao ely…io sono di5anni più piccola di te ma ho vissuto la stessa situazione ed avevo solo 19 anni all’epoca.prima di darti il mio consiglio però è d’obbligo una premessa..mia madre per 2 anni su 3 di storia d’amore non ha accettato il mio ex perchè diceva che eravamo di 2 mondi troppo diversi e che lui non faceva per me perchè non ci saremmo mai potuti capire.dopo 1 anno e mezzo dalla fine della mia storia guardo tutto con occhi distaccati e mi rendo conto che lei vedeva giusto perchè la storia è durata fino a quando l’ho trascinata avanti io ritornando sempre sui miei passi:quando è toccato farlo a lui,ahimè la storia è finita.fatta questa premessa ti dico che i miei genitori per i primi 2 anni non mi parlavano in casa…sai cosa significa che non mi rivolgevano la parola mai?la vita per me era1 inferno ma quando vedevo lui,pure con le nostre discussioni,vivevo quell’ora di paradiso che mi dava la ragione,l’unica ragione per andare avanti.e sono andata avanti per due anni circa,finchè un giorno è stata mia mamma stessa(esasperata)a chiedermi:”hai deciso che lui è l’uomo per te?” ed io le spiegai che si,lui era quello giusto per me e che per amor suo io avrei accettato il loro silenzio anche tutta la vita.e lei mi rispose”tu sei mia figlia ed io non posso perderti per una scelta che infine tu sei liberissima di fare.se lui ti rende felice,così sia”…da quel giorno mia madre si aprì con lui anche se poi fu lui a chiudersi….ed il resto è storia che molti già conoscono.il mio consiglio è quello di lottare per il tuo amore.i tuoi genitori di sicuro parlano per il tuo bene ma nessuno può scegliere cosa sia giusto o sbagliato la vita di1altro,nenche se lo fa a fin di bene.prima o poi capiranno credimi..ma tu devi mostrarti sempre forte e decisa nella tua scelta.devi andare come un treno in corsa e anche loro capiranno quanto conta lui per te!non è facile ma per l’amore della tua vita puoi farcela..

  4. 4
    roberto44 -

    bella questa storia e bella (dentro) sarai sicuramente tu e il tuo amato.
    nessuno può fermare un amore vero, neanche i genitori che ti posso assicurare per quanto dicano o faccaino vogliono sempre la felicità dei propri figli.
    certo razionalmente loro tentano di scoraggiarti, differenza di età, lontananza ecc ecc, ma se “vedono” il vs amore non potranno che esserne contenti.
    cosa fanno i tuoi di mestiere? e il tuo lui? perchè non pensi ad una bella sorpresa? prepara un incontro, potrebbe essere una buona idea.
    sei una persona con dei valori e dei principi, un’altra donna di oggi sarebbe corsa da lui, fregandosene dei genitori. brava, ma continua a lottare per fare trionfare il vs amore. ciao

  5. 5
    ChiaraMente -

    I miei complimenti a te che per cinque anni hai curato questo rapporto a dispetto delle critiche, credo che nessuno possa dire ormai che si tratta di una cosa superficiale da parte tua- lui non lo conosco. Detto questo credo che i tuoi genitori stiano facendo la cosa più stupida del mondo perchè col loro rifiuto e la loro ostinazione e i loro ricatti e le loro ingiunzioni su cose che non li riguardano- sbagliatissimi da un punto di vista educativo e dovrebbero saperlo- non facciano altro che alimentare il vostro rapporto. Da che mondo è mondo se i genitori ti dicono di NON frequentare QUEL ragazzzo quel ragazzo sarà l’unico che vorrai, come Giulietta e Romeo.Sul fatto che poi possano aver ragione sui contenuti non è questione che possiamo redimere noi ma è certo che un concetto, un parere, si esprime una volta e chi ha orecchi per intendere intenda, non si assillano le persone rendendo la vita domestica un inferno. Di questo passo i tuoi otterranno solo che tu ormai adulta -28 anni non sono uno scherzo in fatto di autonomia, non scordarlo. O ti senti ancora una bambina?- tu te ne andrai a vivere con lui prima del tempo concretizzando ogni paura dei tuoi. E a che sarà servito loro avere ragione? Parla ai tuoi come una persona matura e adulta senza paura ma con rispetto e fai presente che loro non possono scegliere per te in ogni caso. Se non capiscono di loro che anche sbagliare è un tuo diritto. Se vogliono starti vicino ugualmente bene, se non lo vogliono fare avranno perso una figlia, che sarà sempre civile verso di loro ma on certo affezionata visto che loro non rispettano neppure la tua individualità. Se avessero voluto una figlia che fa scelte sempre in sintonia con loro avrebbero dovuto comprare un robottino De Longhi o qualcosa del genere..

  6. 6
    Leilaluna -

    continua così, poniti degli obiettivi, e accorciate le distanze.

  7. 7
    Ari -

    Senti un pò, ma lui cosa fa?
    Accetta che i tuoi lo respingano senza conoscerlo?
    Perchè non si presenta a casa tua con un bel mazzo di fiori per tua madre, spiegando che è una persona per bene e che ti ama?
    Cos’ha da nascondere?

  8. 8
    ChiaraMente -

    Cara Ari, le tue angolature sono davvero insostituibili! E invero, dopo aver letto il tuo post, non posso fare a meno di associarmi alla domanda, più che lecita. Che fa lui? Perchè i tuoi lo considerano male? Senza nulla togliere al fatto che il fidanzato è il tuo, anche mettersi nei panni dei genitori non è affatto trascurabile…Grande Ari.

  9. 9
    psYco -

    Ciao,
    da un lato verissimo quello che dice Ari, se tu lo vedi come l’uomo della tua vita avrà delle qualità no? Parlane con lui, se ci tiene a te dovreste fare un tentativo per incontrare i tuoi e per lui per farsi conoscere, d’altronde forse parlano così proprio perché non lo conoscono; e poi tu puoi dire che tutti quelli che conosci della tua età ti sembrano immaturi (il che forse è vero)…
    D’altronde è tipico delle famiglie italiane educare male i figli (non mi riferisco a te ma in generale) e continuare a voler decidere per loro non accettando quello che vogliono: ma non te le hanno date le basi per farti una vita tua? Il non accettare le tue scelte a VENTOTTO ANNI è da paura… preferiscono vederti da sola? Per dirti io adesso sto uscendo assieme ad una ragazza che ha vent’anni meno di me: lei sta bene, io pure, che problema c’è? Sicuramente andrà bene finché mia moglie e sua madre non sanno nulla… (sto scherzando ovviamente, sono solo 19…) =:-|

  10. 10
    Ely80 -

    Sto lottando e grazie anche a voi perchè leggere le vostre parole mi dà tanta forza. Ho parlato per l’ennesima volta con mia mamma con il cuore in mano e sembra che lei stia iniziando a capire quanto ci tengo a questo ragazzo, almeno così mi pare. Così stasera ne ha riparlato con mio padre e lui si è messo a urlare che non è d’accordo perchè io ho un lavoro a Milano e cosa ci faccio con uno di Torino, perchè devono prendere informazioni sulla famiglia (ma come e anche a voi è capitato?). Ho chiesto loro di conoscerlo ma non se la sentono ancora. Ari lui non ha niente da nascondere non si presenta a casa mia solo perchè i miei hanno detto che per ora non vogliono conoscerlo e non vorremmo peggiorare la situazione. Lui è un ragazzo normale con un lavoro normale e una famiglia normale ma finchè non lo vorranno conoscere i miei non potranno mai saperlo. Stasera sto di nuovo male perchè sembrava ci fosse uno spiraglio in mia madre e ora c’è l’ostacolo mio padre che non fa altro che alimentare le paure già insite in mia madre. Non so più come comportarmi oltre che dirgli che lo amo, che sono felice con lui, che è disposto a conoscerli non so più che dire. Ora siamo nella fase che devono prendere informazioni sulla famiglia ma vi sembra normale un atteggiamento del genere e in che modo possono farlo?
    Grazie ancora. Ely.

Pagine: 1 2 3 15

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili