Salta i links e vai al contenuto

Essere lasciati e non riuscire a reagire

Lettere scritte dall'autore  Vittorio
La lettera è pubblicata a Pagina 1

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

1.219 commenti a "Essere lasciati e non riuscire a reagire"

Pagine: 1 2 3 4 5 122

  1. 21
    mary -

    ciao e….come ti capisco!!!sembra la mia storia…è dilaniante stare in attesa, aspettare che lui decida…aspettare che questo brutto periodi passi, ogni giorno si spera, si guarda il cellulare continuamente in attesa di una chiamata!!!
    e intanto ci si illude, si spera che tutto possa tornare come prima, non si riesce a capire il perchè di tutta questa sofferenza, lui non ha un’altra vuole solo stare da solo in questo periodo, non sente la mia mancanza, ma non ha il coraggio di dirmi che è finita per sempre mi chiede di aspettare, ma io sto male mi sveglio con la tachicardia con il suo pensiero fisso in mente, mi scorrono davanti agli occhi tutte le belle cose fatte insieme mi tornano in mente tanti particolari!!mi rendo conto di quanto ero felice…come vorrei tornare indietro nel tempo e non commettere tanti errori!!!
    ma non si può e ogni giorno si sprofonda in una tristezza infinita ci si trascina nella vita di tutti i giorni e si apprezza anche il lavoro perchè non ci fa pensare…ci distrae da quel pensiero fisso!!!
    Da una parte vorrei dimenticarlo dall’altra so che il suo ricordo mi accompagnerà per sempre e ora il solo pensiero che qualcun altro mi possa sfiorare baciare o altro mi fa vomitare!!voglio solo lui!!
    e questo mi fa paura, ho paura che non sarò più in grado di amare nessun altro, dopo 6 anni fantastici come si fa a dimenticare!!!

  2. 22
    Derek -

    questa fase è la peggiore perche si è in bilico tra la vita e la morte. é meglio un no deciso, almeno ci si mette l anima in pace, piuttosto che restare in questo limbo a dannarsi l anima mentre lui o lei… si divertono allegramente… io nn ne posso piu dell indifferenza nn ne posso piu di soffrire inutilmene!!!

  3. 23
    daredevil -

    un po’ di filosofia…
    Noi abbiamo una struttura mentale razionale, cosciente (IO) che riordina le informazioni provenienti dai sensi e dalle esperienze per dare un senso logico agli eventi e quindi fuggire dalla follia. L’amore, che è irrazionale, fa parte di quell’atmosfera di follia poichè non è spiegabile se non con giri di parole bellissime ma inutili a comporne la definizione. Quando ci innamoriamo, proviamo paura e voglia di lasciarci andare verso l’altro. La paura consiste nella paura dell’Io di perdere i suoi confini certi che gli assicurano quella stabilità necessaria a non compromettere la vita razionale quotidiana. La voglia di lasciarci andare verso l’altro, è il richiamo che ci viene da tutto quello che si trova oltre i confini dell’IO che possiamo chiamare “Ignoto”. Noi cerchiamo un senso della nostra vita e lo cerchiamo perchè non è compreso nei nostri confini, quindi nell’ignoto. L’altro rappresenta per noi l’ignoto quindi , inconsciamente, tutte le risposte possibili. Chi è religioso chiama l’ignoto Dio. Quando ci innamoriamo abbiamo la tendenza a idealizzare l’altro per i motivi detti in precedenza poiché lo poniamo come il massimo della risposta alle nostre aspettative.
    Idealizzare è necessario per desiderare e se così non fosse non ci si innamorerebbe. Quando l’idealizzazione trova riscontro nella realtà, l’amore è gratificante e tutto attorno sembra avere senso,
    il cielo è sempre azzurro anche quando piove. La persona amata ci fa conoscere aspetti di noi che non conoscevamo perchè ad essa noi ci siamo aperti con la fiducia rompendo le nostre barriere dell’IO il quale si dissolve per ricomporsi, ad ogni gratifica, in una nuova configurazione. Quando l’idealizzazione non trova riscontro nella realtà e abbiamo aperto le barriere dell’IO nell’attesa di risposte dall’altra parte, entriamo in crisi poiché fatichiamo a ricomporci senza le gratifiche. L’attesa, a differenza della speranza che pone il traguardo al futuro infinito, pone il traguardo in un futuro immediato creando ansie, bruciando il tempo presente che diventa vuoto e insensato dove la concentrazione è tutta rivolta all’orologio. Attendiamo costantemente le risposte che ogni secondo dell’orologio non arrivano. Un’idealizzazione estrema può portare anche al suicidio poiché i sensi del presente e del futuro non sono contemplati ma sembra aver senso solo il passato l’unico pieno di motivi ed emozioni che rimuginiamo come chi è affetto da depressione. L’amore viene per un incantesimo, non per la ragione, non possiamo pretendere l’amore di un’altro. La fine dell’amore è decretata spesso dalla famigliarità dove si è perso il mistero dell’ignoto che ci catturava un tempo, dove si conosce già la pagina successiva prima ancora di averla letta, dove un futuro prescritto rappresenta la noia del presente, dove la dichiarazione d’amore onnipresente sia verbale che nei fatti svuota il desiderio che desidera ciò che non ha, ciò che gli sembra irraggiungibile….continua…

  4. 24
    daredevil -

    ….continua….l’amore non viene se non lo si cerca o non lo si dona attraverso un sguardo, un atteggiamento che possano accendere l’incantesimo. Continuare a cercare facendo tesoro del passato per vedere finalmente il futuro che ci viene in contro dove chissà….un nuovo amore si nasconde nello sguardo di qualcuno. (Speranza: La speranza è lo stato d’animo di chi è fiducioso negli avvenimenti futuri o già accaduti di cui non conosce i contorni precisi e le esatte possibilità di riuscita.)
    Ciao

  5. 25
    mary -

    secondo voi cosa devo pensare se lui mi lascia dopo 6 anni, ma ogni tanto si fa sentire x sapere come sto, mi chiama per uscire a fare un giro e per parlare un pò, mi invita a prendere un aperitivo x festaggiare il suo nuovo lavoro…però io non devo illudermi lui vuole solo rimanermi amico!!
    Io non so cosa fare!!una parte di me vuole continuare ad uscirci xkè mi voglio illudere che lui torni da me!!un’altra parte di me vorrebbe farlo uscire dalla mia vita…vorrebbe allontanarlo x capire cosa vuole realmente…sono molto confusa vorrei un consiglio!!

  6. 26
    deserto -

    secondo me mary,ovviamente ti è legato,è naturale dopo 6 anni….ma non vuole altro che amicizia…dipende tu cosa vuoi…secondo me lui non ha intenzione di tornare con te…molti uomini,e anche donne,quando lasciano..continuano a cercarti …ma non è amore…lo fanno forse per non rompere del tutto i ponti..ma nulla altro..quindi non illuderti…
    cosi x te è doloroso…pensa a prima come era..ed ora…ricordati..se sei innamorata di una persona..non riesci a stare senza..e tutte queste teledonate..ti fanno solo stare male ed illuderti che ritorni..ma non è cosi…
    credimi

  7. 27
    agata R -

    Vittorio, caro, ciò che provi è ciò che provano tutte ql persone che sono state lasciate, ti senti così vuoto e lacerato da credere di non aver più ossigeno …. lo so, tutto qs lo sto provando ormai da un anno e mezzo, da quando mio marito ha deciso di andare via da casa, dopo essere stati insieme tanti tanti anni…. ciò che trafigge non sono solo il dolore e i rimpianti, ma anche (per ciò che mi riguarda)l’essere stati imbrogliati, l’essere stati all’oscuro delle loro trame diaboliche …… Il mio cervello è ormai fuso, è da un anno e mezzo che 24 ore su 24 non riesco a non pensare a lui (per me è anche difficile perchè sono costretta ad avere contatti)….. Dicono che il tempo è il miglior medico, nel frattempo butta fuori tutto il dolore che hai in te, e pensa che non tornerà mai più, perchè illudersi per qualsiasi segnale e sperare per poi, a distanza di tempo, sentirsi dire “non torno più” ti distrugge ancora di più …. mio marito mi ha tenuto nel limbo per un anno, lanciandomi di tanto in tanto, segnali di non chiusura definitiva, e invece sai cosa stava succedendo? oltre ad avermi tradito per staccarsi da me (così dice!!) ha avuto anche la forza di iniziare una relazione con tanto di convivenza…. tutto rigorosamente di nascosto, l’ho dovuto scoprire io, e meno male dico, altrimenti la sua “scena” degna di attore da premio oscar, quanto sarebbe ancora andata avanti??? Scusa se ci ho messo del mio in qs commento, ma credimi, quando le persone su cui ha proiettato la tua vita, si rivelano ad un certo punto tanto ciniche, perdi la bussola della tua vita…. allora pensa alle cose più brutte, considerala una persona che non merita tutto il tuo dolore, piangi, urla, io sto facendo così…. io penso che ad ogni suo schiaffo morale c’è un passo in avanti da parte mia, ad ogni mia implorazione (e ti assicuro che ho raggiunto livelli bassissimi di umiliazione, pur di salvare il matrimonio e la famiglia) snobbata aumenta la purezza della mia coscienza e proporzionalmente aumenta la consapevolezza della sua pochezza, della sua banalità e leggerezza. Un abbraccio

  8. 28
    Leti -

    Vittorio, sto vivendo la tua stessa situazione, dopo 2 anni di relazione così, da un giorno all’altro, sono stata lasciata.. Il motivo? “All’improvviso non sento più quel qualcosa che mi teneva legato a te.. So che ti sto facendo soffrire ma percepisco che è la cosa migliore da fare”.. Il colpo è stato fortissimo, ancora non me ne rendo conto così come i miei amici che tanto ci vedevano legati e complici in ogni cosa.. So perfettamente come ti senti, sto provando le stesse identiche cose e neanche io so come reagire.. Ogni cosa mi ricorda noi due, ripenso agli innumerevoli momenti passati insieme e scoppio a piangere, cerco di rialzarmi ma immediatamente ricado a terra con la convinzione che senza di lui non si può andare avanti.. Cerco di pensare a molte cose, che la sua motivazione è insensata e quindi non ho perso niente, che troverò di meglio, che col tempo passerà.. Ma subito dopo ricado nei ricordi e il dolore diventa ancora più acuto.. Come penso sia capitato a tutti io già facevo piani su di noi, immaginavo tante cose che all’improvviso sono sparite senza troppi complimenti.. Quella maledetta sera prendendomi le mani mi diceva che ci saremmo frequentati ancora, che avrebbe cercato di recuperare quel sentimento perduto, e intanto ultimamente di lui neanche l’ombra.. Quelle cose che mi ha detto mi hanno lasciato da una parte la speranza di riaverlo, dall’altra il terrore di perderlo definitivamente.. Quando veniamo abbandonati, la persona che amiamo lascia un vuoto enorme nella nostra vita, e ciò su cui dobbiamo concentrarci è il riempimento di questo vuoto.. Io per esempio dopodomani ricomincerò a frequentare l’università, tra 2 settimane parto per l’Inghilterra per visitare il mio migliore amico e passare dei momenti divertenti e lontani da qui, troverò uno sport da fare, andrò a qualche concerto.. Immagina di accatastare tutti i ricordi, le immagini, le scene, i profumi, i luoghi e chiuderli dentro un armadio.. Immagina di avere uno spazio immenso e bianco davanti a te che puoi riempire con tutto ciò che vuoi.. Sembra una sciocchezza ma con me a volte funziona.. Certo, nei momenti di depressione nera l’unica cosa che riesco a fare è piangere, piangere, piangere.. E anche questo serve, devi buttare fuori tutta la tua sofferenza.. Dai, come vedi siamo in tanti, ce la faremo tutti quanti!

  9. 29
    deserto -

    secondo me,non bisogna rinchiudersi in se stessi,con mille pensieri..e torture.anche io ho cercato di impostare diversamente la mia vita, per non pensare..mi sono iscritta a pittura,il fine settimana visito altre città..vado alle terme..tutti posti nuovi..gente nuova..e un po ha funzionato..
    all’inizio è stata dura..ma molot dura!!anche io sono stata lasciata…… mi sono anche detta..che non potevo rovinarmi la vita per un uomo..e rischiare di andare giù..(non me lo posso permettere….x vari motivi)mi sono aiutata con tutte le mie forze…al lavoro..ho dovuto fingere…x andare avanti….ho letto tanti libri…materiali..inerenti alla mia dipendenza affettiva..cosi forte!!ora ,sono passati 3 mesi…e mi sembra cosi lontana la cosa…mi sento come se questa persona non fosse mai esistita….non ci siamo più sentiti..tranne due volte..(l’ultima un mese fa)..pirma ero ossessionata..mi svegliavo con lui in testa..fino alla sera…pensavo..tornasse…ma poi dopo due mesi..ho realizzato..che non era cosi….e piano piano l’ho allontanato dalla mia mente….nel senso che non ho più questo vuoto e tristezza che mi accompagnavo…durante la gg.soprattutto il fine settimana…
    forse…è solo un mom….ho un miracolo…..
    ho fatto tutto il mio iter…prima..i sensi di colpa..perchè mi aveva dato tutta la resposabilità a me..poi mi sono resa conto..che non era cosi…ma il contrario..e che effettivamente..non sempre mia veva fatto stare bene..per via del suo carattere difficile…
    e poi ho realizzato che non sarei stata mai felice con lui..
    e quindi sono riucita ad accettare ance che una persona potesse lasciarmi..non riuscivo ad accettarla..la cosa…essere lasciata io….da un uomo??
    ora sto meglio…spero che tutti voi…vi riprendiate…e pensate che nela vita ci sono tante cose..chi ha figli…o altro…e non dobbiamo stare male,x una relazione andata male…ma accettare che è andata cosi….

  10. 30
    mary -

    deserto leggendo la tua lettera mi è sembrato di rivivere la mia storia…solo che io a differenza tua ancora non riesco a togliermelo dalla testa…la mia è una vera e propria dipendenza e vivo tutti i giorni con la speranza che torni da me…ma tua lettera mi ha dato fiducia…fiducia nel futuro, perchè la mia paura è quella di pensare al lui per sempre e quella di non riuscire ad amare nessun altro come amo lui…ciao baci.

Pagine: 1 2 3 4 5 122

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'informativa sulla privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili