Salta i links e vai al contenuto

Quanto è difficile decidere quale sia la cosa giusta

Ciao,
è la prima volta che partecipo ad un blog, non so nemmeno bene come funzioni, ma sono una persona sola e ho bisogno di confrontarmi con qualcuno, meglio ancora se qualcuno che magari stia vivendo la mia situazione. Ho superato i 20 anni da un po’, ma non ho mai avuto una storia d’amore, nemmeno quelle adolescenziali, quelle cotte che ti fanno toccare il cielo con un dito, almeno così dicono.
Non mi è mai pesata questa situazione, ma da un po’ di anni ne sto soffrendo davvero molto. Per superare questo limite le ho tentate tutte, ma essendo timida e un po’ fuori dal giro, senza amici con cui uscire la sera è stata una delusione dietro l’altra. Probabilmente ho cercato nei posti e nei modi sbagliati. Quello che ho trovato sono solo stati uomini alla ricerca di un’avventura di una notte per divertirsi o per tradire la moglie, ma uomini soli e alla ricerca di una storia zero.
Ho cominciato a confrontarmi con una realtà che pensavo fosse solo leggenda e invece è tristemente vera. Mi sento come se ormai non potessi più avere un futuro in coppia.
Alla fine ho conosciuto un ragazzo, in una maniera un po’ diversa dalle solite, tutte è cominciato scrivendoci lunghe mail.
Sapevo che era impegnato e all’inizio mi stava bene così, non pensavo sarebbe successo altro che uno scambio epistolare.
Ma così non è stato. Io di lui mi sono innamorata davvero e a distanza di tempo sto soffrendo molto perché è una storia che non si concretizza.
Lui ormai è solo coinquilino con la compagna e non è una delle solite scuse, ne ho avuto la conferma da altre persone. Per togliermelo dalla testa ho cercato di convincermi che mi prendeva in giro e a modo mio mi sono messa a fare la detective scoprendo solo che è esattamente la persona di cui mi sono innamorata, ma non ha il coraggio di dare un taglio alla storia perché non vuole creare problemi alla sua lei.
Forse non succederebbe nulla tra noi due, ma la cosa che mi fa più male è che non abbiamo nemmeno la possibilità di provarci. Con tutti gli uomini poco rispettosi delle proprie famiglie che ho incontrato mi sono innamorata dell’unico che lo è.
Continuiamo a fare le cose di nascosto ed è un dolore infinito. Non ci sono né incontri fisici, né baci, né carezze, solo lunghe chiacchierate e confidenze, due amici del cuore, sapendo però che potrebbe esserci dell’altro.
Di recente ho avuto la conferma che lei sta con lui per puro interesse economico e che se riuscirà ad avere un aiuto dal comune lo lascerà perché a quel punto non avrà più bisogno di lui. Lui fa di tutto per lei e per non farle mancare nulla e mi si stringe il cuore a sapere che lo usa così.
Avevo deciso di non dirgli nulla, di lasciare che se la sbrigassero tra loro. Non mi sono mai voluta intromettere, ho sempre comunque rispettato la loro coppia.
Oggi però mi chiedo se sia giusto continuare a tenere la bocca chiusa o se sia meglio dirgli tutto e per una volta mettere me e i miei desideri al primo posto.
Quello che mi spaventa è che lui possa prendersela per il fatto che ho cercato informazioni alle sue spalle e decida di chiudere definitivamente con me prima ancora che con lei.
Vorrei sapere se a qualcuno è successa una situazione analoga ed eventualmente come è riuscito a risolverla e ancora di più mi piacerebbe sapere se toccasse ad uno di voi che un amico scoprisse che il vostro compagno/a vi sta spudoratamente usando vorreste che ve lo dicesse oppure no?
Mi sarebbe davvero di grande conforto avere un’opinione da qualcuno.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Me Stesso

14 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    Almost-Imperfect -

    Prima di tutto dovresti ascoltare te stessa e capire se la posizione dell’amante e della rovina famiglia ti possa stare comoda addosso o meno; ma non per quello che potrebbe dire la gente, semplicemente per te stessa.
    Poi io di tutti questi (ma anche queste ehhh) che restano con il proprio partner solo per pena, mica mi fido tanto…
    Prima di tutto non è che a fingere facciano un piacere a qualcuno e poi in fin dei conti, non sono onesti neanche con se stessi!
    Ma sempre la stessa storia… stanno insieme ma sono come fratelli; non si amano ma continuano a far finta del contrario. Però si tengono anche la riserva pronta perché non si sa mai…
    Riguardo al riferirgli o meno cosa si dica della sua compagna io me ne starei proprio muta… Ma scherzi… Già la tua posizione non mi sembra delle più felici, non mi metterei certo nei panni di quella che vuole fargli aprire gli occhi a tutti i costi.
    Anche forzando la situazione non è detto che lui decida di stare con te, prova un pò a parlarne onestamente e vedi che ti dice

  2. 2
    sarah -

    ” non ha il coraggio di dare un taglio alla storia perché non vuole creare problemi alla sua lei.” bella scusa!
    non ti fidare se uno non vuole più la sua donna la molla,se davvero avesse un interesse per te sceglierebbe te,non fare l’amante e non immischiarti incose che non ti riguardano,se ti fa male digli cosa provi e che se non ci può essere una possibilità,alla luce del sole però,lo lasci stare.Non ti incasinare in queste storie portano solo dolore.

  3. 3
    colam's -

    ciao io penso come te che il problema di fondo è che sei andata “in caccia” nei posti sbagliati e nei modi sbagliati. Non saprei darti molti consigli al riguardo, le mie storie sono nate in modo relativamente naturale (scuola, spiaggia, lavoro..).

    Semmai ti consiglierei , per una prima storia, di non impelagarti in un casino come questo. Mi pare onestamente molto strano che una ragazza venti-equalcosa-enne non trovi un ragazzo pur cercandolo, perciò io lavorerei su questo tuo aspetto, e lascerei perdere questi due con le loro beghe. E’ meglio una storia più sana tra qualche mese che una storia malsana subito, anche se hai “prescia”.

  4. 4
    anaislisa -

    Accetto e rispetto tutte le vostre opinioni, anzi vi ringrazio, è per questo che ho scritto. Ci tengo solo a fare una precisazione, non siamo assolutamente amanti, come giá ho detto sono piú che altro una confidente, parliamo e basta. Anzi finora per quanto possibile l’ho sempre spinto a cercare una soluzione con lei, non ho mai cercato di farli separare. Solo che ho trovato in lui una persona con delle caratteristiche a me affini. Se avessi voluto fare l’amante o avere solo sesso avrei accettato le situazioni che mi si erano presentate precedentemente e che ho rifiutato fin dal nascere.

  5. 5
    realtàdeifatti -

    altra coppia monogamica che sta per sfasciarsi, altro illusorio amore romantico monogamico che sta per nascere, di nuovo le gabbie culturali fanno a pugni con i desideri umani mutabili nel tempo. solita storia già sentita e che puo’ riguardare tutti…qui nn è questione di cattivi o buoni…di moralisi….è questione di istinti naturali, desideri umani….impossibile metterli sotto chiave. Oggi ti piace uno e domani ti piace un’altra. La gente che si sposa a fare? xchè si promette amore x sempre? xchè crede sia possibile che questo resista nel tempo!

  6. 6
    colam's -

    Realta’ dei fatti (scusate il fuori tema) , non ricordo se ci siamo gia’ confrontati su questo: la coppia monogamica patriarcale e’ una istituzione intimamente legata alla procreazione. In altri termini i figli (che suppongo non hai e forse non vuoi avere) hanno bisogno di stabilita’ e di mamma e papa’, e questo non e’ una cappa culturale bensi’ una necessita’ intrinseca del bambino. E te lo dico da padre e da figlio di divorziati.

  7. 7
    realtàdeifatti -

    ciao colam’s. d’accordo su tutto fuorchè su una cosa. i figli hanno bisogno naturalmente della madre anzitutto..e certo di una o più figure maschili di riferimento. Ma precisamente “il padre biologico” secondo me non è indispensabile per natura alla loro crescita

  8. 8
    LUNA -

    anaislisa, quoto ciò che ti ha scritto colam’s. La storia non è iniziata in maniera ‘insolita’, oggidì pare persino ‘banale’, il modo, dico, che molto spesso però è appunto legato a persone che se ne stanno chiuse, consapevolmente o no, a incontri più naturali e nella realtà o che per altre ragioni, anche storie già in atto, stanno in internet. Ciò non significa che due persone, casualmente, non possano incontrarsi in internet come al bar, e che da ciò non possa nascere una conoscenza, relazione che si sposta nella reale quotidianità. Ma molte nascondono situazioni ingarbugliate o comunque restano, per tempi semieterni, appese ad una tastiera e a un monitor, senza evolvere diversamente. Come sta accadendo a te. Che immagini anche ciò che ora non è o che chissà potrebbe essere se. Ma, di fatto, se lui sta nella sua relazione concreta è perché ci vuole stare. E non credo stia aspettando che lo salvi tu. Che tra l’altro non hai un intento filantropico, ma ti impicci con la speranza che lui si pianti per stare con te. Quando questo però, allo stato attuale, lo hai deciso tu. Che l’impedimento è lei, e che lui non sa e non vede, ma se sapesse… Fatti gli affari tuoi. E nel vero senso della parola. Comincia a farteli fuori da un monitor e confrontati con il mondo là fuori. Se poi incontrerai lui, libero, nel mondo là fuori, tanto meglio. Ma quoto, appunto, ciò che dice colam’s. Non sei un’amante, non vuoi farlo, ma se mentre ti scrivi con uno impegnato (responsabile delle sue azioni, parole a sua volta, ndr) e parlate di lei tu vagheggi che lui la lasci e dici che ti interessa converrai che non sei comunque un’amica disinteressata. Tanto che secondo te si devono lasciare. Non è un giudizio. Ma non parli da persona super partes, ne convieni? In qualche modo ti trovi cmq in un triangolo. Emotivo, perlomeno. RDF, per te la sola ragione per cui le persone e relazioni vanno in crisi è una. Che vadano in crisi anche per altre ragioni e non perché è il concetto monogamico il punto ti sfugge. E che certe evoluzioni non siano sempre una causa, ma una conseguenza. A parte che sei in un forum in cui la gente parla di problemi. E dici ‘vedete? Problemi!’. I problemi esistono. Ma vai in un forum diverso e confrontati anche con altre tematiche. Anche positive intendo. Sei come uno che va in un sito in cui si parla di tiro con l’arco e dice ‘guardate! Ecco un altro che tira con l’arco!’

  9. 9
    colam's -

    ah bah, perché secondo per i figli sarebbe necessaria la madre ma non il padre ?

  10. 10
    angela85 -

    Cara amica!sono assolutamente nella tua situazione. Arrivata a27anni ho il peso e la sofferenza di non aver mai avuto un ragazzo.non ho mai provato un bacio e quelle bellissime emozioni.ti capisco come ti senti!ho solo un amica ma non esco mai….ti va di far amicizia?scrivimi angelamaggiore1@Virgilio.it

Pagine: 1 2

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili