Salta i links e vai al contenuto

Destinato alla solitudine per colpa di un difetto fisico

Lettere scritte dall'autore  

Ciao a tutti,

sono un ragazzo di 37 anni e per colpa di un brutto difetto fisico, che non rivelerò, sono una persona sola. O meglio, fortunatamente ho degli amici (pochi) , ma per l’altro sesso sono sostanzialmente invisibile e non c’è mai stata nessuna donna nella mia vita. Il mio difetto fisico non è immaginabile quando sono vestito, il che mi consente di vivere una vita apparentemente normale. Dico solo apparentemente normale, perché in realtà è una vita fatta di molte (troppe) rinunce: non sono mai andato al mare (dovendo quindi rinunciare alle vacanze con gli amici oramai da sempre) , non faccio sport per il timore di dovere indossare una maglietta e, soprattutto, ho ormai dovuto rinunciare alla cosa che più amo nella vita, le donne. Sarà che oramai, dopo 37 anni di solitudine, forse ho finito per idealizzarle, ma confesso di adorarle: amo il loro viso, il loro profumo, mi mette di buon umore vedere il loro sorriso, ognuna è speciale per me, ognuna è diversa eppure ognuna ha un posto nel mio pensiero. Purtroppo non sono un esemplare di bellezza maschile (neppure da buttare via però) e se a questo uniamo il mio brutto difetto e la mia timidezza esce fuori un cocktail micidiale. Sono l’opposto di quello che cercano le ragazze e d’altra parte alla fine, tristemente, è forse meglio così: non riuscirei mai e poi mai a rivelare il mio difetto a nessuno, figuriamoci se vorrei mai sconvolgere e spaventare una ragazza.
Spesso però mi domando se tutto ciò sia giusto. Perché proprio io? Anno dopo anno vedo i miei amici sposarsi, fare figli, vivere bellissime storie con le loro ragazze e mogli, percorrere con loro un cammino felice e dare così un senso alla vita, che da soli (almeno per me) di senso ne ha davvero poco. Tutto è incolore e insapore, se non puoi condividerlo con la persona che ami… purtroppo io la penso così.
A volte mi chiedo quanto si debba essere fortunati a conoscere la sensazione di un bacio, di una carezza, di camminare mano nella mano con la propria compagna, tutte cose che purtroppo non ho mai provato e non credo proverò mai: il mio difetto fisico mi condiziona troppo e, soprattutto nella società di oggi, è inaccettabile.

Spero tanto che le cose cambino, ma dopo 37 anni comincio ad abbandonare le speranze.

Molti di voi mi diranno che il mio atteggiamento è sbagliato, che ci sono cose peggiori nella vita e che con un po’ di ottimismo in più le cose potrebbero andare molto meglio.
Accetterò questo tipo di commenti solo da chi conosce cosa voglia dire vivere al giorno d’oggi con un brutto difetto fisico (e non parlo di una cicatrice o dell’acne) .

Ciao

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

32 commenti

Pagine: 1 2 3 4

  1. 1
    Clara -

    Perdonami la schiettezza, ma se non ci dici qual è il tuo problema, se non ci parli del tuo difetto fisico, come possiamo aiutarti? Dici che non puoi metterti una maglietta, cos’hai, una “voglia” sul petto? Hai tre capezzoli? Non lo so, non sentirti offeso, sto facendo delle ipotesi. La maggior parte delle persone che scrivono qui sono dotate di sensibilità. Comunque, quello che ti posso dire senza sapere ciò che realmente hai, è che prima o poi troverai una persona di cui ti fiderai a tal punto che le confesserai il tuo problema. So che suona scontato, ma non ti sei sbottonato più di tanto. Se sapessimo il tuo problema potremmo aiutarti in una maniera più personalizzata… Anche con gli amici, se sono tali, non dovresti avere grossi problemi: un amico ti accetta per come sei e se non lo fa, non è un vero amico!

    Ti abbraccio forte!!

    Clara

  2. 2
    Io -

    La tua lettera mi desta molta curiosità…e ti spiego subito il perchè: soffro anche io di un difetto fisico che mi condiziona in molto di quello che hai detto tu.
    So cosa si prova a rifiutare tutti gi inviti al mare (anche se di tanto in tanto mi tocca andarci), so cosa si prova a sentirsi osservato in uno spogliatoio maschile di una palestra dove si insegue la belleza del corpo e dove tutti si guardano allo specchio ad ogni fine allenamento per vedere quanto sono “cresciuti” (come se si crescesse da un momento all’altro del resto :-\ ).
    Come si può capire però da ciò che ho scritto, io però, anche se con difficoltà, cerco di non rinunciare a ciò che mi piace…dovresti farlo anche tu.
    Vuoi sapere qual è il mio “difetto”? 🙂
    Petto scavato.
    Magari sarà anche il tuo….ki lo sa, ma non ha importanza.
    Voglio assumere un atteggiamento totalmente opposto al tuo e dirlo a tutti…almeno QUI, nella vita sono molto, ma molto, + riservato.
    Starai/starete pensando: “…bel coraggio…”
    Bhè in effetti nulla di eccezionale il mio atto ma lo voglio fare lo stesso.
    Invito tutti i signori/signore, ragazzi e ragazze che leggeranno questo mio commento di informarsi su questo “difetto”: il petto scavato.
    Uno volta lessi su un blog un commento di una ragazza che mi rimarrà a vita dentro.
    “…vorrei che la gente fosse più informata su questa malformità, così forse la smetterebbero di guardarmi come fossi un extra-terrestre…”
    Bellissime parole che esprimono tutto il “nostro” disagio.
    Per questo, ripeto, cercate, leggete e informatevi di questo “difetto” e se un giorno vi capiterà di incontrarne uno (kissà magari sarò io) non puntategi gli occhi inquisitori addosso, non mortificatelo in presenza di altri con domande invadenti, commentini o peggio ancora battutine varie (come capita anche a me).
    “…l’ignoranza uccide…”
    a volte non solo il diretto interessato…e a volte non fisicamente…

    Cmq fatti forza, capisco ciò che provi, credimi, lo capisco sul serio…
    P.S.
    se ti può in qualche modo “aiutare” io sono nato anche con il labbro leporino…e il mio setto nasale è deviato…ma ciò non mi ha impedito di avere le mie ragazze.
    Si, forse poche…ma vabbè, si fa quel che si può con quello che si ha. 🙂
    P.P.S.
    Se per qualche strana coincidenza anche tu soffri di petto scavato, o se magari questa informazione può essere utili ad altri, voglio sottopormi a visita e vedere se ci sono le possibilità di operarmi per il petto scavato anche se oramai non sono + giovanissimo….purtroppo. 🙁
    P.P.P.S.
    Ma ci hai mai pensato che il tuo “difetto” fisico può rappresentare magari anche la tua forza sotto altri punti di vista? Personalmente credo che se sono (anche se non sta a me dirlo certo) umile, non arrogante e ne perfido con gli altri…bhè si, lo devo in parte anche al mio difetto.Poi certo, provo anche io invidia quando vedo un bel ragazzo e penso la cosa più banale di questo mondo:”…perchè io no?!?…”, ma come sarei stato io “da bello”?…magari un viscido..ki lo sa

  3. 3
    Io -

    (giusto altre 4 parole per completare il pensiero lasciato in sospeso precedentemente)

    Con quello scritto non voglio certo dire che tutti i belli e belle sono delle persone orrende, fortunatamente no !!!
    Solo volevo far capire al nostro amico che magari tutte le “difficoltà sociali” che questi nostri difetti ci impongono ci torneranno utili sotto altre forme.
    Magari un giorno scopriremo di avere una marcia in più rispetto a persone che non hanno dovuto soffrire battutine, umiliazioni varie di fronte ad altri, perchè noi abbiamo fatto esperienze che altri non immaginano nemmeno.
    Non so tu, ma quante volte avrò pianto perchè non riuscivo neanche ad immaginare che avrei mai avuto quello che desideravo.
    Quante vole mi sono odiato…e quante altre volte mi guarderò allo specchio odiandomi…probabilmente non finirò mai di torturami…però , magari, con la giusta chiave di lettura si può trarre anche un insegnamento da queste cose…magari si può tirare fuori anche energia positiva e non solo invidia e rabbia verso altri?
    Io so quanto è difficile…ahi me…a volte sono così in disagio col contatto fisico che mi vengono i brivid quando una persona si avvicina troppo…e io appena posso mi allontano 🙂
    Non sto poi qui a raccontarti (e invece lo faccio :P) della mia prima lezione di teatro quando l’insegnante ci ha fatto fare un esercizio “shock” contro la timidezza in cui gli altri ti toccavano ovunque essi volevano…non ti sto a dire che bruttissime sensazioni ho provato quando persone che non conoscevo affatto mi hanno toccato in petto…come mmi sono sentito male e umiliato…ma dai si sopravvive !!! 🙂
    Trasforma tutto questo in energia positiva…scoprirai di avere risorse interiori che altri (persone belissime che magari come me invidi un pochino) se le sognagno!!!
    Spero di essermi spiegato e di esserti stato di aiuto.
    CIAOOOOOO

  4. 4
    Mario -

    Ciao Mimmo

    Io ho 40 anni e da circa 20 ho sofferto di acne di media severità sul viso, è inutile dire che questa cosa ti condiziona i rapporti sociali e affettivi ma ad un certo punto devi affrontare la situazione. Ho fatto del mio meglio per risolvere con medici, psicologi ma alla fine la vita va vissuta. Non so quale sia il tuo problema ma capisco molto bene ciò che provi, il desiderio di essere accettato ed amato è un bisogno insopprimibile dell’uomo, è quello che da significato alla vita. La mia impressione è che tu per primo non abbia accettato questo “difetto” è evidente che vorremmo tutti essere in buona salute, belli ed atletici ma la vita non è sempre cosi e allora che facciamo ? ci richiudiamo in casa vivendo di malinconie e sognando il sorriso di una donna che porti un raggio di sole nella nostra solitudine ? La verità è che se non ci muoviamo noi non verrà nessuno.. L’emancipazione femminile ha fatto si che molti difetti che prima erano di pertinenza maschile oggi li abbiano anche le donne e non è difficile trovare persone che illudendoti alla fine ti usano soltanto.
    Io non ho risolto tutto ma cerco di vivere la mia vita come meglio riesco, vado al lido anche da solo per esempio, in biblioteca o nei locali, me ne frego anche se a volte mi sento a disagio fra la gente. Ho vissuto qualche storia d’amore in cui ho dato tutto me stesso per poi sentirmi dire che non vado bene, pazienza, domani è un’altro giorno. Conosco bene purtroppo quello che si prova ad essere completamente invisibili agli occhi di una donna, e quanto sia frustrante e quanto faccia male il cuore. E magari vedere il capellone di turno che non sa mettere due congiuntivi in fila solo perchè ha un bel viso o un bel fisico ha molto successo con le donne. Se posso darti qualche consiglio fatti aiutare da uno psicologo ad affrontare la cosa, fatti aiutare dalla medicina se può fare qualcosa dopo di che cerca di vivere comunque la tua vita. I rifiuti ci saranno, ogni uomo puo essere rifiutato ma negarsi anche la minima possibilità di amare sarebbe una cosa molto triste non credi ?

    Coraggio

  5. 5
    cassandra8 -

    Nulla da aggiungere ai post precedenti…

  6. 6
    SAM -

    Perchè non dirci qual’è il tuo difetto? Dopotutto nessuno può vederti…e anzi forse possiamo aiutarti, magari qualcuno sa o potrebbe dirti cose che vorresti o dovresti sapere…

    Se’ un anonimo come tanti altri…e nessuno può additarti…

  7. 7
    Stefano614 -

    Il fatto che neppure in un forum in forma anonima tu riesca ad esternare il problema che ti affligge in maniera cosi invalidante, dal tuo punto di vista almeno, lascia intuire che tu identifichi la tua persona con il tuo difetto. E così non può essere.. Fatti aiutare a trovare innanzitutto il tuo equilibrio personale, dopo di che potrai vedere il mondo come un’opportunità di crescere piuttosto di una prigione. Ci sono persone che per malattie o incidenti perdono un braccio o una gamba. Persone che devono convivere con dolori cronici, e tante di quelle disabilità che tu non puoi neppure immaginare.
    Nessuno è quì a sostenere che la vita sia sempre una passeggiata, ma è necessità di ogni individuo trovare un significato e condividete i sentimenti, comincia a lasciarti andare, è il primo passo..

    Auguri

  8. 8
    mimmo74 -

    Grazie a tutti per i commenti. Effettivamente l’anonimato mi consente di rivelare il mio problema, che e’ ben più grave di un acne di media severità (senza nulla togliere ai problemi di altri), anche se confesso che ho estremo disagio soltanto a scriverlo: all’eta’ di 14 anni ho subito delle gravi ustioni in un incendio, che mi hanno portato delle orrende cicatrici su buona parte del corpo. Grazie al cielo le mani e il viso sono stati risparmiati.

    E ora che sapete, credo vi sara’ più chiaro il senso del mio primo post.

    Ciao

  9. 9
    Piergiorgio -

    L’unica cosa che mi sento di dirti è di tenere aperto il cuore, donne ce ne sono per tutti, vedrai che anche tu troverai la tua. Ciao

  10. 10
    Mario -

    Posso immaginare che sia più grave, ma il viso è una zona fondamentale nei rapporti umani. Non a caso le assicurazioni ti pagano 10 volte tanto se una cicatrice ti rimane sul viso piuttosto che su altre parti del corpo. Non mi aspettavo che capissi, alla fine ognuno sente il proprio male..

Pagine: 1 2 3 4

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili