Salta i links e vai al contenuto

Ossessionato dal mio aspetto fisico

Lettere scritte dall'autore  

Salve, mi presento. Sono un ragazzo di 23 anni e ho un’ossessione invalidante per il mio aspetto fisico.
Questa preoccupazione mi accompagna fedelmente da quasi 5 anni ormai, da quando a 18 anni cominciai a scaraventare tutte le colpe sul perché al liceo mi emarginassero, sul perché non riuscissi mai a sentirmi a mio agio col mio aspetto fisico. Sicuramente, a 18 anni non ero un bel tipo: Timido, stravagante e fortemente obeso, con gli occhi piccoli e il naso grande.
Ogni giorno era una lotta davanti allo specchio: Un senso di disgusto si appropriava di me e reagivo con pianti isterici, nervosismo e mal umore protratto anche per giornate intere. E pensare che a 18 anni avrei dovuto solo essere felice…
Sin da subito, ho cercato conforto e speranza nei miei amici e nei miei genitori: Tutti mi dicevano che questo mostro che io vedevo allo specchio non esisteva e, i più sinceri, mi facevano notare che il mio sovrappeso era parecchio grave, e che se ci tenevo così tanto all’aspetto, avrei dovuto porvi rimedio con una buona dieta.
Gli anni sono passati, grazie all’università ho conosciuto nuove persone e fatto le prime esperienze (anche sessuali), ma nulla mi ha tolto di testa questo groviglio. Ed è così che mi sono deciso a prendere la vita in mano e mettermi a dieta: Ed eccomi qua, 25 kg dopo, in un corpo totalmente diverso. Ovviamente, ciò che pensavo di me non è cambiato assolutamente: Mi vedo ancora un mostro, mi vedo ancora grasso, mi vedi ancora orribile. La nutrizionista che mi ha seguito, così come una fetta dei miei amici, sostiene addirittura io stia costeggiando l’anoressia: Tra l’altro, L’intero periodo della dieta io l’ho vissuto come una punizione, con una serietà senza precedenti, aggrappandomi a quell’unica speranza che avevo per vedermi, finalmente, con occhi nuovi. Ma nulla! Ogni giorno continua ad essere una lotta contro lo specchio, trovo ogni giorno un nuovo difetto che mi porta a disgustarmi. Odio il mio fisico e il mio volto e non c’è nulla che riesca a farmi stare meglio.
In realtà, questa mia ossessione è anche fomentata dalle mie, sfortunate, esperienze sentimentali: Ne ho avute tante, ma tutte brevi e tutti sono spariti dopo il sesso, lasciandomi nel dubbio se mi avessero preso perché carino o solo perché disponibile. Inoltre, un mio vecchio amico, fortemente tossico, non perdeva a punzecchiarmi dicendomi quanto fossi grasso e orribile, colto com’era da una strane gelosia nei miei confronti. Ma anche in altre occasioni certe persone mi hanno fatto capire d’essere grasso, nonostante da un punto di vista medico io, ormai, sia in assoluto normopeso! Svariate persone, senza essere sollecitate, mi hanno detto che sono bello e che ho un fisico normale, però purtroppo la mia percezione mi fa istintivamente credere che me lo dicano o per carineria o per prendermi in giro, e puntualmente riesco a credere solo alle parole maligne di chi vuole solo ferirmi, magari solo per invidia. Allo stesso modo, mi dico che se fossi davvero bello, ormai lo saprei da un pezzo: Più gente mi guarderebbe in mezzo alla strada, magari più gente si approccerebbe a me, e magari le mie esperienze sentimentali sarebbe andate diversamente . Sì, lo so che è un discorso di una superficialità disarmante, però parte di tutto ciò è motivato da una repulsione così profonda verso me stesso che ho il disperato bisogno di conferme dal mondo esterno.
Durante questi anni, ho ovviamente chiesto aiuto ad uno psicologo: Non si è mai spinto a diagnosticarmi una dismorfofobia, però questa parola più e più volte è venuta fuori. Anche lui sosteneva che nel mio aspetto non ci fosse nulla che non andasse, però anche in quest’occasione non riesco a credergli, pensando voglia darmi solo dei contentini, che la realtà, per quanto dolorosa, sia che io sia brutto e che nessuno abbia il coraggio di dirmelo.
Mi rendo conto di aver scritto un bel “wall of text”, per dirla all’inglese, e chiedo scusa se risulto eccessivamente pedante o prolisso. Volevo chiedervi di raccontarmi le vostre esperienze: Qualcuno di voi ha avuto la mia stessa ossessione? Ne siete usciti fuori? Avete appurato che era la vostra percezione ad essere distorta? Come magari si intuisce dalle mie parole, per me questa è una fonte costante di sofferenza e vivere in un corpo che mi soddisfi sembra una prospettiva tanto allettante quanto utopistica.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

4 commenti

  1. 1
    Gabriele -

    Ti capisco benissimo. Anche io alle scuole medie, ero bersagliato in continuazione per il mio essere in sovrappeso, grave. Anche i primi due anni di superiori, ma nessuno mi bullizzava tanto quanto alle medie. Poi ho cominciato a dimagrire, a farmi il fisico. Sono stato notato da una signora, che per la forma aurea del mio viso mi ha voluto come modello per il suo negozio di sartoria. Ci sono rimasto di m***a. Io non penso di essere il più figo della terra, anche se ora tutti mi dicono che sono bello, anche oggettivamente parlando: capelli neri ed occhi azzurri… Quale donna può resistermi? Fisico curato, non definito al top, ma comunque che si lascia guardare.
    E si ho fatto il modello. È ancora mi chiamano, le sartorie, a Napoli, la signora che per prima mi ha notato ( per cui lo faccio gratis per principio) ed altre a Roma, Milano, Venezia. Nulla di che per carità, non sono un modello professionale, come quelli di Dior, ma questa esperienza ha accresciuto la mia autostima. Ed anche per me è difficile dimenticare quel ragazzino, che piangeva Perchè lo prendevano in giro per via del peso.
    La verità è che tu hai un margine molto ampio per diventare chi vuoi. Quelli che ti prendono in giro invece rimarranno sempre

  2. 2
    Gabriele -

    …sempre uguali a come li ricordi: piccoli, insensibili ed insignificanti. Lo so, Perchè ne ho incontrato uno, che si è meravigliato del cambiamento radicale, nel mio aspetto e nel carattere, mentre lui era rimasto a come era alle medie, se non peggio. Non mi ha riconosciuto tanto è stato il cambiamento fisico. La dieta la devi fare per migliorare te stesso, per sentirti bello tu e non Perchè gli altri debbano accertarti e basta.

  3. 3
    Angwhy -

    “lo so che è un discorso di una superficialità disarmante” e allora che lo pensi a fare?
    ciò che conta veramente è la personalità, altrimenti saremmo tutti solamente degli involucri

  4. 4
    Yog -

    Oggettivizza! Fai il quadrato dell’altezza in cm e dividilo per il peso in kg.
    Se il risultato supera 25 sei ancora sboldro, oltre i 30 sei sboldrone, se invece sta sotto il 25 sei a posto e finita lì.
    Per gli occhi piccoli non c’è granché da fare, però puoi lavorare di rimmel.

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili