Salta i links e vai al contenuto

Consiglio per riconquistare ex ragazza

Lettere scritte dall'autore  

Salve a tutti,
mi chiamo Daniele e scrivo per un consiglio per riconquistare la mia ex ragazza. Premetto che ho letto davvero tanto sull’argomento e vorrei un consiglio da chi può davvero darmelo… non vorrei frasi dette tanto per… Vi chiedo di evitare quindi commenti del tipo “il mare è pieno di pesci”… “lascia perdere”, etc etc.
Poco meno di 3 mesi fa sono stato lasciato dalla mia ex dopo 9 anni di fidanzamento (entrambi trentenni). Le motivazioni reali sono state che non le ho dato certezze e lei si è stancata dei pochi passi fatti in avanti (nessuna convivenza, nessun matrimonio, cose che entrambi volevamo ma io non avevo un lavoro stabile e non volevo darle una vita di stenti). Si è disinnamorata e mi ha gettato questa granata una sera di febbraio, dandomi pochissimi segnali (che non avevo colto) in precedenza.
Dopo un mese di forte depressione in cui sono andato anche dallo psicologo, ho iniziato a lavorare molto su me stesso. Ho tagliato tutti i contatti con lei, sono andato a vivere da solo (prima vivevo con i miei), ho trovato un lavoro che adoro, ho sfruttato i 15 chili persi per costruirmi un “bel fisico”, ho cambiato il mio look passando dal molto casual a uomo che veste in giacca e camicia. Ho avuto un’enorme crescita personale e sono diventato molto sicuro di me stesso. So bene quello che voglio: voglio tornare con lei per costruire una storia nuova. Non sono più l’innamorato disperato che ero nel post-rottura. So che è lei la persona con la quale voglio passare i miei prossimi anni e sono pronto a fare ciò che dev’essere fatto per riconquistarla (non riaccendere emozioni e passioni… quello solo in un secondo momento.)
Così, forte di questa crescita, una decina di giorni fa mi sono presentato a casa della mia ex senza preavviso (lei aveva paura persino di incontrarmi per strada (non ci siamo lasciati male… semplicemente ci siamo lasciati) perché avevo il sentore che potesse non rispondermi al telefono. Mi ha accolto con naturalezza. Sono stato circa 3 ore da lei durante le quali abbiamo parlato molto del più e del meno, aggiornandoci sulla nostra vita presente. Lei ha notato quanto fossi sicuro di me. Circa a metà del nostro incontro le ho chiesto di sposarmi con un anello bellissimo (non che pensassi che potesse dirmi di si, ma perché volevo dimostrare a lei e a me stesso di “avere le palle”, di non essere il ragazzino che ha lasciato). E’ rimasta stupita dalla mia reazione al suo rifiuto: calma, pacata e decisamente sicuro di me. Le ho proposto un’uscita alla quale lei ha detto che ci avrebbe dovuto pensare.
Lo scorso sabato, dopo una settimana, l’ho chiamata e le ho proposto un aperitivo. Leggermente titubante, ha accettato. Si è presentata vestita casual ma ben truccata. Abbiamo passato un paio d’ore piacevoli. Quando ci stavamo salutando le ho chiesto che programmi avesse per la serata e, scoprendo che sarebbe andata a casa a fare la lavatrice (ha poca vita sociale visto che la comitiva in cui uscivamo era la mia e lei è rimasta un po’ sola) le ho proposto di andare in un locale dove c’era musica ma ha declinato l’invito. Non ho insistito e l’ho salutata dicendole “Sono stato bene, ci sentiamo”. Durante la serata ho cercato un po’ di contatto fisico casuale al quale lei non ricambiava ma non sembrava troppo infastidita. Gli altri segnali del corpo che mi dava durante la serata mi facevano capire che era interessata, senza però sbilanciarsi (rideva, mi guardava fissa negli occhi, giocava con oggetti sul tavolo, le tette erano spesso puntate verso di me, etc). Il suo contatto fisico nei miei riguardi per era totalmente assente.
Dopo il nostro incontro, lei ha ribadito alle amiche in comune ciò che aveva detto anche a me dopo che le ho chiesto di sposarmi, cioè che non mi ha lasciato per darmi un input per crescere ma perché non ha più il sentimento. Questo lo so bene ed infatti come ho detto non voglio più far leva su alcuna precedente emozione ma voglio riconquistarla dall’inizio. Preciso anche che son convinto che lei parli alle mie amiche non per confidarsi realmente ma perché è sicura che poi mi riferiranno le sue parole, sempre dure. Son convinto di questo perché so che non si fida totalmente di loro.
La mia ex è una persona forte e decisa della sua scelta di lasciarmi ma so che oggi ho le carte giuste per riconquistarla. Però non mi lascia reali possibilità.
Le ho scritto su whatsapp dopo 3 giorni dal nostro incontro inviandole la garanzia del suo cell che conservavo io e che mi aveva chiesto di farle recapitare per portarlo all’assistenza. La sua risposta è stata “Buongiorno, grazie mille.” Molto fredda insomma. Ho cercato di suscitarle in lei un po’ di interesse con un altra domanda alla quale mi ha risposto in maniera fredda ed io ho chiuso la conversazione augurandole una buona giornata.
Sono abbastanza sicuro che se le proponessi una cena o un secondo appuntamento rifiuterebbe perché vuole mantenere fede alla sua determinazione.
Credo che l’unico modo per smuoverla sarebbe che si ricreassero le fasi iniziali della nostra storia nove anni fa, dov’era lei a cercarmi: la sua fase di corteggiamento è durata circa un mese nel quale, diciamo, me la tiravo un po’. So che ora però non funzionerebbe (la prova è il fatto che sono sparito per 3 mesi e lei non mi ha mandato neanche un sms per chiedermi come me la passassi (si è giustificata dicendo che “Non è che non mi importasse della tua vita… chiedevo agli altri… però so che scrivendoti ti avrei fatto più male”)).
Come posso agire? Se potessi agire come vorrei, sparirei per un’altra settimana e poi le proporrei di vedere insieme il primo episodio di Gomorra martedì prossimo, serie della quale entrambe siamo innamorati… ma si presuppone che dovremmo stare o a casa mia o a casa sua e non credo possa prenderla in considerazione come idea, non in questo momento almeno.
So che dovrei andarci piano altrimenti si chiuderebbe come un riccio ma devo agire in qualche modo. Ho studiato tutte le tecniche di seduzione ma finché tiene il muro alzato non posso far nulla. Non voglio e non posso permettermi di fare lo zerbino (cosa che forse ero diventato nella parte finale della nostra relazione) ma non fare nulla potrebbe avere l’effetto contrario.
Ultima precisazione, appena lasciato la cancellai da Facebook ed ancora non l’ho aggiunta. Ora ho reso il mio profilo pubblico e, per provare a farla ingelosire, è capitato nell’ultimo periodo di farmi taggare o commentare da qualche amica (carina) che lei non conosce. Non so però se lei vada o meno sul mio profilo… A giudicare da ciò che dice alle amiche in comune, non si sospetta nulla di queste ragazze.
Sono determinato e la pazienza non mi manca. Lei è una tipa tosta ma io lo sono di più!

Datemi un consiglio reale, per favore. 
Grazie.
Daniele

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

22 commenti

Pagine: 1 2 3

  1. 1
    gimmy -

    Se sei convinto che lei è la donna giusta per te è vuoi seriamente costruire il tuo futuro con lei allora armati di pazienza e comincia a corteggiarla. Falla sentire il tuo mondo, imparando a dirle attraverso le parole e i fatti quello che provi per lei, riconoscendo i tuoi errori, mettendola nelle condizioni di donna desiderata, voluta, cercata e di non esasperarla solo perche tu adesso ti trovi dall’altra parte della staccionata con i tuoi sentìti sentimenti, riscoperti solo dopo il suo allontanamento.
    Non tentare di farla ingelosire fingendo flirt con altre ragazze, risulteresti stupido e patetico ai suoi occhi se realmente è disincantata dall’amore nei tuoi confronti. Sii semplicemente te stesso, mostrando che sei pronto a impegnarti con volontà e che forse avevi bisogno di questa scossa per capire che lei è la persona con cui vuoi condividere la tua vita se ti vedi nell’avvenire con un progetto di famiglia insieme a lei. Dai tempo al tempo, e se non dovesse essere più propensa perche gli sei caduto dal cuore, allora fattene una ragione. Auguri 🙂

  2. 2
    I.D.86 -

    Inizio dicendo che la pazienza non mi manca. So che con la fretta non si recuperano queste situazioni delicate. Se una donna di 30 anni decide di lasciare il suo uomo con il quale stava progettando un futuro (casa, matrimonio, figli), so che non si risolve tutto con una chiaccherata ma bisogna davvero lavorarci su. Lei ha maturato questa decisione in un paio di mesi prima di comunicarmela.
    In nove anni l’ho sempre fatta sentire desiderata (inizio a pensare che anche questo sia stato un errore). Non ho avuto mai problemi a dirle e dimostrarle ciò che provavo, non le ho mai nascosto miei sentimenti e le intenzioni di vita futura che entrambi desideravamo. So che conosce molto bene quello che rappresenta per me anche dopo 3 mesi di assenza. Ma come ha detto lei stessa, non mi ha lasciato per darmi un input a crescere. Purtroppo c’è stato un suo disinnamoramento.
    Io la corteggerei anche, ma ha alzato un muro di sentimenti. Non c’è rabbia o rancore, non ci siamo lasciati male. Si è spento (da parte sua) quel qualcosa. Non ha grossi problemi a parlarmi (ecco perché ha accettato l’invito per l’aperitivo) ma in questo momento non vuole che faccia parte della sua vita.
    E’ il tipo di ragazza che più le ripeti le cose, più si convince del contrario. E’ stata sempre così, anche quando stavamo insieme.
    Mi servirebbe attuare una strategia, una serie di mosse con le quali sia lei a cercare un riavvicinamento…
    Io in questi tre mesi ho ripreso il controllo della mia vita, sono davvero maturato e diventato uomo. Non sono il ragazzino che ha lasciato e di questo lei se ne è accorta. Avevo anche deciso di superare la rottura e dimenticarla una volta per tutte. Ce l’avevo quasi fatta quando poi, una volta che non sono stato più scontento (possiamo dire quasi felice) della mia vita senza lei, ho capito che è proprio lei la persona che voglio al mio fianco.
    Forse è stato proprio il rivederla con occhi diversi (da uomo che non ha paura di impegnarsi sul serio) a farmi ricadere in questo baratro, avendo trovato di fronte una persona a cui, in questo momento, non interesso più…

  3. 3
    Antimatter -

    Per quanto riguarda la fine del rapporto condivido molto della tua esperienza e i motivi della rottura sono stati gli stessi. Ma anche se lasciato, è stata lei a ritentare un approccio, che ho immediatamente stroncato sul nascere, perché, anche se tutt’oggi provo ancora dei sentimenti, la situazione mi avrebbe portato in una posizione di debolezza, e non volevo farmi del male dandole questo potere di decidere se tornare con me, quando tornare o usarmi a piacimento. Se analizzi bene il tutto capirai che qualcosa irrimediabilmente si è rotto, e le possibilità di rimediare sono poche. Se riuscirai nel tuo intento sappi che lei è già riuscita a lasciarti e nella sua testa, e in questo le donne sono molto più calcolatrici e fredde, ha già progettato la sua vita senza di te, sei tu che non ci sei riuscito. Dici che vale la pena ritentare? Io ti consiglio di andare avanti e di sfruttare questa nuova energia non per riconquistare lei, ma per te stesso. La vita comincia ogni giorno.

  4. 4
    J.J Bad -

    Per esperienza devo concordare con Antimatter.
    Le cose stanno esattamente come dice lui.

    Io non so se tutte le donne siano fatte così, non credo e voglio sperare di no, ma caro ID86 sappi che hai sotto gli occhi tutti gli elementi per capire che lei NON E’ affatto la donna per te. La donna per te non avrebbe adottato i classici comportamenti da persona viziata e immatura del nuovo millenio. Che ti lascia dopo mille anni “perchè non ti ama più”.
    La tua ex è solo una delle tante donne viziate di oggi. Mettiamoci in testa che Amare non è un lavoro, uno stress. Non deve esserlo. Amare è soltanto essere se stessi. E se lei ora si è comportata in questo modo signica che le bastavi più. Che si era stancata di te. Che non ti amava veramente.
    E quindi cerca qualcuno che sia migliore di te, secondo lei.
    Con questo non voglio dire che la fuori ci sia qualcuno di oggettivamente migliore di te. Bensì è lei che è peggiore di te. Questo è il punto!

    Posso solo consigliarti di mandarla dove immagini, e di cercare di rivoluzionare la tua vita e le tue esigenze. Per te.
    Perchè finora ti sei completamente prostrato a lei. Ed è stata questa la tua colpa principale. Devi ammetterlo, sicuramente lei in tutti questi 9 anni ti ha dato altri segni di forte egoismo. Ne sono certo.
    Fermo restando che se lei era una tipa egoista e viziata, tu potevi essere anche perfetto, con un lavoro da miliardario, potevi essere anche Brad Pitt, che lei prima o poi si sarebbe stancata credimi. E con una scusa da manuale ti avrebbe scaricato. Dopo nove anni sì. Succede purtoppo. E nemmeno di rado.
    Mi chiedo come sia possibile aspettare tanti anni per decidere poi di non amare più il tuo partner. Senza che ci siano tradimenti, violenze, mancanze di rispetto. Me lo chiedo sempre. Mi chiedo che ca**o abbia in testa la gente oggi. Mi chiedo come si possa non pesare nel modo giusto la responsabilità di tali decisioni, in simili casi. Mi chiedo come mai si parli solo di femminicidi ma mai di epidemia di str**ze.
    Eppure oggi ce ne sono tante di donne che fanno così. Troppe.

  5. 5
    I.D.86 -

    Antimatter, dopo quanto tempo ha provato a tornare sui suoi passi? E quale è stato il tuo comportamento da quando vi siete lasciati fino a quel giorno?
    So per certo che lei ha riprogettato la sua vita senza di me. Ha cambiato casa e auto da quando ci siamo lasciati. Ha cambiato anche giro di amicizie dato che la comitiva con cui uscivamo era la mia ed in massa hanno scelto me, non lei. Anche perché lei disse a tutti che non voleva avere legami con loro, così affezionati a me. Ora lei esce con colleghi e colleghe di lavoro (non ha attualmente storie in corso con nessuno, su questo ho la certezza da fonti sicure).
    Vero è però, che anche io ho cambiato casa, look, parte delle amicizie, ho trovato un lavoro che adoro, e fortificato il carattere… Cambiamenti ne ho fatti abbastanza. Non riesco (o meglio, non voglio) però fare quello più importante e superarla…

  6. 6
    Rossella -

    Talvolta ci si lascia perche’ si teme di andare incontro ad una stagione della vita in cui le cose che si vogliono sono talmente diverse da accrescere quella sensazione di solitudine che si lega alla paura di perdersi o di sentirsi persi. Forse basterebbe parlarne… da questo punto di vista il fatto di essere persone “tutte d’un pezzo” renderebbe necessaria una qualche forma di mediazione. In questi anni mi e’ capitato di conoscere una coppia che, piu’ o meno, ha vissuto un’esperienza simile alla vostra. Spero che possano riuscire a ritrovarsi. Lo spero con tutto il cuore perche’ il marito di questa signora mi e’ sembrato fin da subito un uomo molto buono. Non che lei sia da meno. Lui mi ha colpito perche’ ha un modo di fare che tradisce una grande umanita’. E’ paziente, sincero e generoso. Che dire? Ti consiglio di aspettare. Se le cose nel giro di qualche tempo non dovessero cambiare potresti prendere in considerazione l’idea di cambiare ambiente. Per il resto penso che sia importante munirsi di grande ottimismo per continuare ad andare avanti e per apprezzare le cose belle che la vita ci riserva. Queste potrebbero sembrare davvero molto poche, me ne rendo conto. Bisogna crederci. Ma forse, piu’ di tutto, bisogna illudersi senza ingannarsi. Le illusioni servono a colorare il tempo e a coltivare la speranza. Un caro saluto 🙂

  7. 7
    Yog -

    Io ho un consiglio che vale sempre: offri alla tua ex una boccia di narda e ve la sgargarizzate assieme. Successo assicurato (sì: ai Lloyd, per esclusione rivalsa su guida in stato di ebbrezza).

  8. 8
    Gaudente -

    quote “sono diventato molto sicuro di me stesso. So bene quello che voglio: voglio tornare con lei”
    questa vince il campionato mondiale degli ossimori !
    sei tanto sicuro di te stesso che non hai il coraggio di corteggiare un’altra zo....a ma sei capace solo di tornare dalla tua vecchia carampana.
    Ma va ad autoinfliggerti un’altra delle tue diete punitive , chissa’ che un po’ di fame non ti schiarisca la nebbia dal cervello , io nel frattempo continuo ad ingozzarmi di formaggi mentre una zo....a mi fa un pompino.

  9. 9
    Harlock -

    Quello che di te francamente mi allibisce, caro I.D. 86, è che più che un innamorato mi sembri un calcolatore automatico. Sembri pianificare con non so quale euristica il comportamento migliore da mettere in atto perchè lei cada nuovamente ai tuoi piedi come all’inizio. Dai un’importanza quasi ossessiva ad ogni singolo “segnale”, sei più focalizzato a cercare conferme/disconferme delle tue ipotesi riguardo al suo eventuale coinvolgimento piuttosto che a lasciarti semplicemente andare al sentimento e viverti il momento così come viene, senza necessità di “pianificare la prossima mossa”. Mi spiace, ma tutto questo denota una notevole immaturità affettiva e, al contrario di come tu ci ripeti quasi ossessivamente (altra cosa che francamente puzza), pochissima sicurezza in te stesso.

    La faccenda è semplice in realtà: in nove anni tu hai fatto mancare a lei, come tu stesso hai osservato, una serie di sicurezze che per una ragazza sono fondamentali, e lei ha voltato pagina. Punto.

    Non sei cambiato. Puoi ripetermi allo sfinimento che “sei cambiato e diventato uomo” ma non è così, dietro un pò di mutazione di superficie sei ancora il ragazzino insicuro di prima, e si vede lontano un miglio da come imposti questo momento del rapporto a “cacciatore-preda” mediante investigazioni degne del miglior tenente Colombo.

    Sei andato dallo psicologo un mese? E’ niente. Il lavoro su sè stessi richiede anni, costanza e pazienza, quella che sperimenti ora è solo l’ebbrezza di aver visto una strada nuova e ti stai preparando per il viaggio, ma il viaggio lo devi ancora fare tutto, lo devi ancora iniziare in effetti.

    Vuoi il consiglio non banale? Ritorna dallo psicologo, lavora DAVVERO su te stesso e per ora lascia stare l’idea del matrimonio e di un rapporto stabile, sei affettivamente troppo lontano dalla maturità per poterlo mettere in atto.

    In bocca al lupo.

  10. 10
    rossana -

    I.D.86,
    se pensi che questa donna sia così importante per te, fai benissimo a mettere in atto tutte le iniziative che possono avere una qualche probabilità di riconquistarla, in modo da evitare futuri rimpianti.

    tuttavia, quando una donna lascia in questo modo, è facilmente ipotizzabile che non abbia mai amato nel senso più concreto della parola. d’altronde oggi i sentimenti amorosi profondi sono sempre più rari. è consuetudine stare insieme e sperimentare rapporti di coppia senza attendere di essere maturi o pienamente coinvolti. non c’è da stupire, quindi, se selezioni superficiali non possano avere lunghe durate.

    siete entrambi molto giovani e… apparentemente… non coinvolti più di tanto…

Pagine: 1 2 3

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili