Salta i links e vai al contenuto

La colpa di non amare più

Lettere scritte dall'autore  Yourstarlight
La lettera è pubblicata a Pagina 1

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

71 commenti

Pagine: 1 2 3 4 5 6 8

  1. 31
    John -

    MA cosa ti aspetti dopo???
    di trovare il vero amore?

    dopo 3 mesi sei punto e a capo.

    Valorizziamo ciò che abbiamo x non perdere tutto.
    abbiamo tutti dei lati positivie negativi.
    non si scappa.

    Comunque lasciarsi si può, mica è impossibile. ma è bene aver presente le comseguenze.

    Io x esemio guardo avanti con meno fiducia ma guardo avanti x i miei figli. Lei invece è di nuovo nella stessa situazione.

    Se sei un infelice cronica, scusa la franchezza, prima di mandare a ramengo tutto cerca di capire se il propblema sei TU o siete VOI.

    Se il problema sei TU non hai il diritto di contagiare gli altri con la tua infelicità.

    Io sono stato lasciato dopo un lungo logorio che ha solo portato tristezza a tutti e lei è rimasta UGUALE.

    ciao

  2. 32
    marinella -

    Ciao Prima o poi… Io mi sento di consigliarti un serio lavoro su te stessa, credo che il problema non sia tanto quello superficiale che ti si presenta, ma come suggeriscono altri utenti credo ci sia un problema molto più profondo…. E finche non lo risolvi e lo riconosci non potrai essere felice in ogni caso 🙁 in bocca al lupo..

  3. 33
    prima o poi -

    Io non so se mi sono spiegata bene, lavorare su se stessi sempre, ma fidanzarsi a 14 e dopo 15 anni di una storia che non va più da tempo pensare che la persona con cui stai non ti fa star bene e probabilmente non la ami più e pensi ad altro costantemente credete sia un problema mio? sono qui per provare a mettermi in discussione.

  4. 34
    marinella -

    Prima o poi.. Non so nello specifico, ma ti sento troppo indecisa e in uno stato di ‘sbandamento’… In pratica voglio dire che sembra tu nn sappia cosa vuoi… Credo che una persona che sa davvero cosa vuole non ha bisogno di pensarci cosi tanto su… Il problema credo sia dare un nome alle cose… Amore non corrisponde ad attrazione, almeno non sempre… Probabilmente hai bisogno di capire come vuoi vivere la tua vita, cosa desideri davvero! E lo dico indipendentemente dal compagno attuale e l’altro.. Per questo parlavo di un percorso tutto per te. Ho la sensazione che questi ‘problemi di cuore’ (scusa, non voglio sminuire i tuoi sentimenti ma é per semplificare)siano la spia di un’insoddisfazione esistenziale. Cioè voglio dire, se non si é felici con se stesse, le relazioni amorose diventano uno schifo in ogni caso..cioè probabilmente ti sarebbe utile chiederti cosa ti impedisce di lasciare il tuo compagno, forse non sei autosufficiente dal punto di vista economico? O temi il giudizio della famiglia e della gente? La situazione che descrivi, dall’idea che mi sono fatta, sembra piu una scusa che cerchi per giustificarti con te stessa e col mondo… Ma in realtà sembra quasi che nemmeno tu sappia cosa vuoi davvero… Vorrei chiederti se nella tua vita ti senti realizzata? Potresti provvedere da sola a te stessa? Non so la tua situazione, ma se questo uomo su cui fantastichi non avesse comunque le tue stesse intenzioni? Credo che se per finire una storia si senta per forza il bisogno di buttarsi subito in un’altra relazione ci sia qualcosa che non quadra… Naturalmente io non conosco i dettagli, con i miei pensieri e le mie sensazioni volevo solo offrirti degli spunti di riflessione… Un caro saluto

  5. 35
    rossana -

    Prima o poi,
    tutti i commenti finora pubblicati hanno una loro validità. in particolare Marinella si è sforzata di immedesimarsi e di darti un contributo “al femminile” più approfondito, che condivido.

    sembri davvero parecchio confusa, e su questa piattaforma di base è difficile prendere decisioni ponderate, da ricercarsi soprattutto quando coinvolgono figli. sforzati di far chiarezza in te e di esaminare con attenzione le possibili evoluzioni di un’eventuale rottura degli attuali equilibri, per te insoddisfacenti.

    se non hai la possibilità di reggerti da sola, sia emotivamente che economicamente, potrebbe essere utile non finire con il peggiorare la situazione per tutti. sei sicura che, con un po’ di pazienza e di buona volontà da entrambe le parti, non si possa trovare una sufficiente armonia per cementare l’unione in famiglia? quando i problemi non sono seri, a volte basta volere perché tutto l’insieme migliori… vale comunque la pena di provarci prima di distruggere quello che c’è alla ricerca di qualcosa di diverso che non è stato mai tanto forte da essere prevalente.

    un abbraccio.

  6. 36
    Alexandre -

    Per l’autrice della lettera. Confermo, sei una persona orribile che non merita suo marito.

  7. 37
    prima o poi -

    intanto grazie per il vostro tempo ed interesse,certo io sono stata molto sintetica e superficiale, allora i motivi per cui non lo lascio credo siano intanto perché purtroppo non ho mai avuto una situazione familiare positiva e ho cercato di trovarla con questo attuale compagno, poi no economicamente adesso non potrei molto ma avrei cmq degli appoggi, la cosa che più me lo rende difficile e pensare di arrecare dolore, di togliere la serenità familiare a mia figlia, cambiare casa non aver più insieme mamma e papà, dato che è molto piccola.per il resto cmq no non mi sento molto appagata , diciamo che mi sono completamente dedicata alla mia bimba avrei voluto anche allargare ancora ma con il mio compagno le cose non vanno più da troppo.riguardo all altra situazione lui dice che mi ama e vorrebbe una famiglia insieme, sono molto tentata da lui, e assolutamente non credo che chiusa una storia ci si debba buttare in un altra e ho cercato d evitarlo respingere in tutti i modi, ma riesce a coinvolgermi seppur sono riuscita ad evitare un coinvolgimento fisico, per rispetto di lui e forse anche timore di combinare un casino.sono d’accordo sul discorso che non si può star anni così.non si può davvero.si sta male tutti.cmq il mio compagno attuale è diventato per me immaturo e spesso lo guardo con quasi disprezzo.non so se ho dato qualche chiarimento in più.non è semplice sintetizzare una vita.

  8. 38
    Marius -

    @prima o poi come mai ora disprezzi il tuo compagno e lo vedi immaturo?Forse non ti mantiene abbastanza bene? Speri che l’altro sia meglio eh?

  9. 39
    marinella -

    Ciao Prima o poi.. non so, così a pelle non farei troppo affidamento sulle parole dell’altro.. Anche perchè il fatto di volersi fare una famiglia, se davvero vuoi riprenderti la TUA PROPRIA vita (mantenerti da sola e non dipendere da NESSUN uomo, è economicamente nè emotivamente, come fa notare Rossana) non dovrebbe farti fantasticare cose che non esistono e restano solo appunto fantasie, e mi pare, uno specchietto delle allodole dell’altro per convincerti a cedere alle sue lusinghe. Si sente che sei molto coinvolta e sei anche esasperata perchè ti senti infelice e addossi il motivo alla tua storia presente… Credo che questo sia un mix letale, nel senso che non ti fa ragionare lucidamente! Se ci pensi quell’altro non lo conosci per nulla.. E non mi sembra si stia comportando benissimo.. Fossi in te non mi fiderei proprio, se ancora non siete stati a letto insieme potrebbe essere su di giri per questo… Gli uomini funzionano diversamente da noi, dopo aver ottenuto quel che desiderano riacquistano lucidità e potrebbe rimangiarsi tutti i “progetti” e le “promesse” a cui ti sta facendo credere. Diciamo che questa persona non sembra così trasparente,magari per lui sei una sfida. Da fuori, da persona che non ti conosce e che vede le cose più lucidamente, mi sento di dirti di ragionare per lasciare il tuo compagno, ma di puntare a diventare autosufficiente con un lavoro che ti permetta di vivere in modo dignitoso e occuparti della tua creatura. E’ chiaro che se il papà contribuisce poi riusciresti benissimo a vivere. Ci vuole tanto coraggio, lo posso solo immaginare. Se è la tua storia che ti rende infelice, allora resta sola senza nessuno dei due. Paradossalmente proprio perchè la bimba è piccola sarà più facile. Lavoro con i bambini e vedo queste situazioni molto frequentemente. Più sono grandi, peggio stanno 🙁 inoltre trovo molto destabilizzante quando i bambini devono subirsi il nuovo compagno/a del genitore che ce li ha in affido: un trauma in più.

  10. 40
    marinella -

    Mi sembra un’imposizione molto egoista da parte dei genitori… Non dico che un genitore non debba più avere una vita sentimentale, ma che se la faccia fuori dalla famiglia e senza coinvolgere i bambini (penso io). Di questo sono convinta! Come sono convinta che i figli non sono una condanna, si possono allargare i propri orizzonti anche con i figli al seguito 🙂 🙂 Non amare più non è una colpa, ma dipendere emotivamente dagli uomini può portarti solo infelicità, e in ogni momento hai la possibilità di scegliere cosa vuoi davvero per te stessa, indipendentemente da quello che vogliono gli altri intorno a te… un abbraccio

Pagine: 1 2 3 4 5 6 8

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili