Salta i links e vai al contenuto

La colpa di non amare più

Non so da che parte cominciare. Mi sono sposata con un uomo meraviglioso, buono, intelligente, gentile e che mi ama da impazzire. Io non l’ho mai amato in questo modo e me ne sono accorta tardi. Io gli voglio un gran bene, tantissimo bene e ho pensato che sarebbe stato sufficiente. Mi sbagliavo. Sono alla perenne ricerca di amore, di amare qualcuno. Ma ormai sono sposata, ho un figlio, ne vorrei tanto un altro, ma mi sento sola. Sola dentro. Vorrei amare mio marito, ci provo, ma non ne sono più attratta fisicamente. Non mi nego mai a lui, non è giusto che paghi per un mio errore, ma è dura a 34 anni avere e pensare una vita così. Lasciarlo? come posso privarlo dell’amore del suo bambino e in fondo del mio, perché lui non sa del vuoto del mio cuore. Sono una persona orribile, brava a mentire evidentemente. Mesi fa ho fatto quello che non avrei mai dovuto fare. L’ho tradito. Una debolezza di una notte con un uomo sposato. Ma il mio vuoto e la mia dipendenza dall’amore mi hanno portato ad innamorarmene. Ora lui dice che ama la sua famiglia, sua moglie, suo figlio e vuole tornare ad essere onesto con loro. E chiede a me solo amicizia. Io non lo odio per questo, pagherei per avere la sua forza e l’amore che ha per la sua famiglia. Io sono stata un errore, un momento di debolezza. Vorrei riuscire a volergli bene davvero e lasciarlo andare ma non è facile, lavoriamo insieme e lo devo vedere ogni giorno. Vi prego datemi parole di conforto. Ditemi che è giusto lasciarlo tornare alla sua famiglia. Rinunciare a questa storia senza futuro. E io? io cosa faccio. Come faccio ad amare di nuovo mio marito? come faccio a rinunciare a 34 all’amore? sono una persona orribile.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

60 commenti a

La colpa di non amare più

Pagine: 1 2 3 6

  1. 1
    Noway -

    Ciao, anche io ho avuto una situazione simile alla tua, e ho rischiato di finire proprio come te..senti..ho avuto una storia durata 10 anni con un ragazzo, credo che lui sia il ragazzo perfetto un uomo da sposare, un VERO UOMO, capace di far sentire la sua donna una principessa etc…ma, in fondo, non mi attraeva fisicamente..e alla lunga questo è saltato fuori, all’inizio non ti pesa, ti senti corteggiata, ti senti la donna più speciale del mondo e ti dici che questo uomo è quello giusto, che il resto non conta..ma quando ho cominciato a capire che forse una vita intera con lui, mi avrebbe pesato (il lato sessuale è importante) mi sono tirata indietro, ho capito che in fondo desideravo un uomo come lui, ma non lui..per fortuna eravamo solo fidanzati senza convivenza ne altro. Quello che hai scritto mi fa troppo sentire come se invece quella scelta non l’avessi presa, ecco, la mia vita sarebbe stata così. Mi ci ritrovo molto.
    Ora ho un uomo che mi piace molto fisicamente, ma forse in fondo in fondo non mi dava quello che mi dava il mio ex, bè morale della storia, credo che tu debba uscire da questa situazione, sai bene che il futuro che ti aspetta non sarà quello che credi, che le insoddisfazioni che senti hanno contorni ben definiti e tu sai cosa vuoi, purtroppo, le decisioni più dolorose sono quelle che non abbiamo il coraggio di fare, e di ammettere, il tuo amante non pensarlo neanche più, la situazione che devi risolvere è quella con tuo marito, capire se effettivamente con lui vuoi ancora un futuro oppure no, so che non se lo merita ma non credi che soffra se si accorge che tu non lo ami? Perchè gli uomini non lo dicono mai ma capiscono le cose.
    Prendi la decisione che ti liberi da questo vuoto, un dolore intrappolato dentro di noi fa soffrire anche chi abbiamo intorno.

  2. 2
    Yourstarlight -

    Le famose due strade che uno può prendere….c’è stato un periodo in cui ero proprio convinta di aver imboccato quella giusta. Ci sono tanti uomini duri, egoisti, che non sanno amare, mio marito è l’opposto. Ha i suoi difetti, ma è la persona migliore che conosco e di cui ho più stima in assoluto. Ma allora perchè non riesco ad amarlo anima e corpo? L’affetto che provo e non l’amore, mi porta ad essere una banderuola che ruota come il vento. Basta poco per farmi dimenticare chi sono, a chi sono legata da un sacramento in cui credo, e cadere nelle braccia di un altro. Credo di avere un problema, forse dovrei farmi aiutare. Non voglio lasciare mio marito, la famiglia è una cosa seria. Devo cambiare io. Ma come? come faccio ora a togliermi dal cuore una persona che vedo ogni giorno e ogni minuto? il famoso distacco necessario per metabolizzare il tutto non lo posso fare…

  3. 3
    rhasya -

    condivido la parte finale di noway..devi poter cambiare la tua vita prima di ogni altra
    scelta.la tua situazione è complicata in quanto nn hai il coraggio di ammettere a te
    stessa che puoi e devi cambiare questo disagio,ma oltre che a te stessa,lo devi
    anche a tuo marito,non può essere all’oscuro di una tale futura svolta.Il non avere il
    coraggio dipende dalla debolezza che c’è dentro di te,cerca invece di essere
    Consapevole e di Fare secondo il giusto per la tranquillità di entrambi.capisco che
    sia un disagio enorme e che sia fonte di sofferenza,ma non è giusto che vada avanti
    così,per nessuno.Parlane con tuo marito,con sincerità e con modi gentili,evitando di
    dirgli che lo hai Già tradito,perchè se no la situazione degenera e si sente preso in
    giro,perchè in fondo è così.non è mentire,ma cercare solo di poter salvare il
    salvabile.mi spiego,se volevi essere onesta fino in fondo,Prima facevi chiarezza e
    parlavi con il tuo compagno,poi a cose risolte,potevi rifarti tutte le relazioni che
    vuoi,perchè ora dal suo punto di vista la cosa sarà che tu,che lo hai tradito,lo vuoi
    lasciare per un altro,inventando la storia che non è colpa sua e che non se lo
    merita.(devi contare che nell’uomo, in certe situazioni,scattano alcuni meccanismi
    dai quali è impossibile toglierli,e così anche per le donne,ma d’istinto hanno
    l’orgoglio,il quale nelle donne è più semplice da plasmare)
    Importante è che non fai passare atro tempo e per quanto riguarda il
    figlio,ovviamente,le cose cambieranno anche per lui,perchè da genitori che soffrono
    non ci possono essere figli felici,quindi,è bene che tu decida cosa fare.non temere di ritrovarti da sola e soffrire,perchè sicuramente sarà così,ma è bene farlo per cercare di interrompere questi meccanismi che possono trasformarsi in ipocrisia.ti auguro immensamente di poter ritrovare la serenità e il giusto distacco per affrontare questo momento della tua vita

  4. 4
    Yourstarlight -

    So di avere sbagliato a tradirlo, e non passa giorno in cui non ne senta il peso. Per il resto, che dire, mi domando quante persone che stanno insieme da 20 anni amano ancora il proprio partner? e per amare intendo proprio amare: attrazione, il cuore che batte, occhi solo per la persona amata, ecc. O comunque qualunque matrimonio è destinato a diventare affezione, intimità e poca passione? Forse sono solo io che idealizzo il matrimonio, e magari se anche lasciassi mio marito e mi mettessi con un uomo che amo alla follia, tra 10 anni mi ritroverei punto a capo….cosa avrei ottenuto? di aver vissuto per un po’ l’amore, a scapito però di tanta sofferenza altrui. E poi mi ritroverei di nuovo qui a scrivere. Sono pensieri in libertà i miei ma forse è così. Se il problema sono io, non è la persona che mi sta accanto che non va, ma il mio cuore. Forse la mia è la mancanza di accettazione che dopo 20 anni l’amore muta in altro, amicizia, affetto, complicità. Forse è così per tutti. Forse sono io che voglio sentirmi sempre innamorata, ogni giorno, ed è sbagliato. Che confusione. L’unica certezza che ho è che nessuno deve pagare per i miei errori, se non la sottoscritta.

  5. 5
    Mari -

    Non sei una xsona orribile, ma…. Infelice.
    Ti capisco a me è successa la stessa cosa.matrimonio, figlio, marito ideale, mancanza d’amore nel mio cuore x lui. Finche’ l’ho lasciato.
    Io mi sono fatta la mia vita , lui la sua.
    Siamo tornati insieme dopo 4 anni, avevamo pure fatto la separazione legale. Lo amo tantissimo e sono felice.
    Io sono una persona molto credente, leggo tanto la bibbia e credo in dio, so che lui è vivente, che ci ascolta e che non aspetta altro che noi apriamo il nostro cuore. Nella bibbia si parla largamente del divorzio, dio odia il divorzio. Il matrimonio è sacro e troppo importante. Nel momento in cui ho deciso di avvicinarmi al signore ho sentito forte dentro di me di riparare al mio errore e cioe’ riunire la mia famiglia x amore di dio. Pero’….io ho bisogno d’amare per stare con una persona allora ho fatto questa semplice preghiera: signore io voglio fare la tua volonta’ e non voglio dispiacerti in nessun modo, so che tu vuoi che io torni con mio marito,ma ti prego metti amore nel mio cuore x lui. Non ho mai amato mio marito come lo amo adesso.apri il tuo cuore gesu’ leggi la bibbia, ti assicuro che lui ti rispondera’ e tu e la tua famiglia non soffrirete piu’.

  6. 6
    Yourstarlight -

    Grazie Mari per le tue parole, mi sento così sola. Farò come dici e spero che Dio ascolti anche le mie di preghiere, come te chiedo solo di mettermi amore nel mio cuore per mio marito, così da vivere fino in fondo quello che il Signore mi ha chiesto il giorno in cui ho detto che avrei amato mio marito nella buona e nella cattiva sorte. Non chiedo altro. Di questi tempi la tua è una voce fuori dal coro, ma è quella che sento più aderente alla mia persona. Ti ringrazio.

  7. 7
    Nikita -

    Sarebbe interessante sapere se Dio ha accolto le tue preghiere.Io penso che se tu non lo abbia mai amato tuo marito è proprio impossibile e non penso rientri nella sua volontà.

  8. 8
    alba43 -

    Lascia perdere quell’ uomo, non è un uomo vero, è solo un galletto che ti ha considerato una facile conquista ed ora ritorna all’ ovile dopo aver offeso moglie e figlio; tu non l’ ho ami come non hai mai amato tuo marito, ami solo te stessa, non t’ interessano nè tuo marito nè tuo figlio, altrimenti non ti saresti fatta attrarre dal tuo collega gallo cedrone ed ancora peggio, proprio nel luogo di lavoro.
    Ferma i tuoi istinti o indirizzali in giusta direzione finchè sei ancora in tempo, altrimenti un giorno ti dovrai pentire amaramente; mi auguro di sbagliare e se ciò è vero, racconta a tuo marito ed ai tuoi parenti la tue avventura extra coniugale, aggiungi pure le tue motivazioni, poi ti renderai conto quante gioie avrai nel resto della tua esistenza.
    Ricordati che in tutti i matrimoni, con gli anni, alla bella addormentata vengono le rughe ed al principe azzurro i capelli grigi accompagnati da altre immancabili defaiance.
    Auguri

  9. 9
    lorenzo -

    mi spiace,ma nonostante tu abbia usato parole belle nei confronti di tuo marito,non riesco a giustificarti.
    sei la solita femmina in preda a bollori sessuali.
    vuoi che io ti spieghi il perchè?
    1)sei ipocrita
    2)bugiarda per convenienza
    3)ti sei scopata uno sposato
    4)non dai la possibilita’ a tuo marito di fifarsi una vita.
    hai scelto la via piu’ comoda,andare a letto con un altro,e colmare il vuoto che hai .
    hai sbagliato ,dovevi parlarne a tuo marito,ma il tuo egoismo,ti ah portata a ragionare con l’utero .

  10. 10
    Elisabetta79 -

    <>

    Qualunque matrimonio prima o poi è destinato a diventare affezione, stima reciproca e complicità. Ad una certa età soprattutto se si arriva a sposarsi (il che dovrebbe significare non essere proprio degli adolescenti!)si dovrebbe essere in grado di riconoscere un sentimento VEro da una semplice attrazione.. E noto con molto rammarico che in molti cascano proprio su questo passaggio sensibilissimo e findamentale credendo che la fine del batticuore sia automaticamente fine di un amore. I miei sono sposati da almeno 34 anni, di certo non fanno piu l’amore, non sentono le famose farfalle nello stomaco come ai primi tempi, ma semplicemente SI AMANO, forse piu di quando provavano quelle strane emozioni iniziali..
    E’ normale che prima o poi la passione si affievolisce, ma a quel punto sta alla maturità di ciascuno di noi capire cosa di veramente importante ci lega all’altra persona, ma, attenzione, è una cosa che riescono a fare in pochissimi…

    Se poi tu sei partita con l’idea che amare comporta SOLO attrazione fisica (oddio, importantissima anche quella!) tralasciando tutto il resto che in fin dei conti ti fa stare bene.. beh mi fa venire dei seri dubbi…

    Rifletti bene, non sarà forse semplice routine?? E in nome di questa “normalissima” routine butteresti all’aria un matrimonio con un uomo che ti ama DAVVERO per rincorrere una passione destinata prima o poi ad avere gli stessi risvolti?
    Fai qualcosa magari per ravvivare il vostro matrimonio, magari coinvolgendo anche lui, giusto per riscoprire quel qualcosa che forse è solo nascosto o sepolto da un pò di cenere e polvere.

    Che strazio, ecco poi che ci si ritrova innamorate pazze di chi ci tratta di merda, vero??

    L’unica cosa che tuttavia mi lascia davvero perplessa è il fatto che se è vero che ti sei innamorata di lui perchè avevi bisogno di amore, allora si, è stato un tuo errore, errore che purtroppo non sei la sola a fare, perchè a volte accade senza che ce ne si accorga.

    A questo punto l’unica cosa che sento di dirti è che forse è tuo marito ad avere diritto di essere davvero amato, e se ad amarlo non puoi o non riesci ad essere tu…devi lasciarlo libero di trovare una donna che lo ami davvero..

    Capisci cosa intendo, vero??

Pagine: 1 2 3 6

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili