Salta i links e vai al contenuto

Ci si può lasciare senza soffrire troppo?

Lettere scritte dall'autore  Chiara.Mente

Ciao a tutti..ecco giunto il mio momento di chiedere consigli e critiche costruttive per risolvere una situazione che purtroppo sta degenerando. Ho passato un bellissimo anno con un ragazzo che mi ha aiutata molto moralmente in un periodo difficile della mia vita con cui tra l’altro avevo già avuto una storia nella quale ero stata io ad andargli parecchio incontro. Adesso sta finendo perchè mi son resa conto che malgrado le sue buone intenzioni e il suo buon cuore ha la tendenza a scaricare i propri problemi sugli altri rendendo oltretutto impossibile aiutarlo. Mi spiego meglio. Lui è senza lavoro e perciò ha grosse difficoltà economiche e, per una serie di eventi, ha dovuto lasciare il posto dove abitava per trasferirsi in un altro alloggio di fortuna. In questo passaggio e durante tutta la nostra storia lui ha avuto comunque la mia piena disponibilità in tutti sensi, dormiva spesso da me- io vivo sola- etc. In cambio lui si rendeva utile nei lavori domestici e nelle piccole riparazioni. Tutto è andato bene finchè io non mi son ripresa dal mio periodo nero, non senza fatica, e tutte le cose che comunque nel frattempo avevo seminato hanno iniziato a dare il loro frutto. Pur molto depressa, sempre col suo appoggio morale, avevo intrapreso varie attività di volontariato e di studio che alla fine hanno occupato gran parte del mio tempo e finalmente mi hanno fatto una proposta di lavoro. Ora io ho necessità di stare più riservata in casa mia per studiare e lavorare e mi viene male ospitare a dormire, proprio quando lui avverte più forte che mai la necessità di stare con me. Gli ho spiegato che purtroppo devo badare anche alla mia vita e che non possiamo più oltretutto comportarci come due piccioncini in luna di miele, che è tempo di prendere la proprie responsabilità e costruire qualcosa, e che inoltre il fatto di vedersi meno non significava assolutamente non sentirsi più. La mia proposta è stata semplice: durante la settimana possiamo sentirci e vederci ma senza dormire assieme perchè ho bisogno della tranquillità in casa per fare le mie cose, e il fine settimana è tutto per noi. All’inizio ha accettato tranquillamente, poi è arrivato a casa mia in mezzo alla settimana e pretendeva di dormire da me perchè secondo lui doveva venire a casa un uomo! Premetto che dormire da lui è impossibile perchè i suoi sono alloggi di fortuna e che io, se non ho la tranquillità di un lavoro e la certezza di quello che faccio, non voglio convivere. Beh, la cosa è degenarata da lì, perchè mi son sentita dire che quando ero io ad avere bisogno di aiuto e sostegno lui è sempre venuto da me mentre ora che è lui ad aver bisogno io mi nego. E’ vero che spesso lo chiamavo per stare con lui e che forse non ero un’ottima compagnia ma è anche vero che l’aiuto è stato reciproco e che io non ho mai pesato inerte su di lui, anzi, pur essendo a terra ho fatto tutto ciò che dovevo fare, consapevole del fatto che ognuno è artefice della propria fortuna, in attesa che i tempi migliorassero e anche se ho pianto e detto che ormai la mia vita era uno schifo non me la sono mai presa con lui quando cercava di tirarmi su. L’unica volta che l’ho fatto è stato quando mi ha detto che forse per stare meglio avevo bisogno di pensare che se non mi passava potevo perderlo(!).E infine il mio malessere è durato due tre mesi, non di più, mentre la sua situazione è di anni e salta sempre fuori quando non gli si da il rimedio materiale ai suoi problemi, mentre personalmente ho sempre cercato da me la soluzione pratica ai problemi pratici, pur con le lacrime agli occhi.
L’ho preso con le buone e non è servito, l’ho preso con le cattive e non è servito, ha iniziato ad accusarmi di volerlo lasciare ma soprattutto di essere insensibile ai suoi problemi dato che ormai ero tranquillla etc. Alla fine ho perso la pazienza, anche perchè non sono mai stata insensibile ai suoi problemi, è sempre stato lui a dire quando me ne interessavo che non potevo capire e che i miei suggerimenti erano stupidi. Non è servito a niente mettergli a disposizione il pc per fare ricerche di lavoro in internet, lui guardava la tv, non è servito informarlo di tutte le iniziative a favore delle persone bisognose della Caritas perchè in passato dice di essersi trovato molto male, non serve ricordargli di andare spesso dai servizi sociali, all’ufficio di collocamento, di fare domanda per la casa, addirittura potrebbe ottenere dei soldi con una domanda e una certificazione e sono quattro mesi che rimanda, dando la colpa a chi deve certificare il suo stato di bisogno perchè irreperibile-gli altri lo trovano sempre. Lui dice che non vuole convivere con me, che non gli interessa casa mia, però di fatto è l’unica soluzione che lui contempla, a mò di dovuto per l’aiuto che mi ha dato. Dopo lunga discussione in cui non faceva che ventilare l’ipotesi di lasciarci, dicendo che io avevo bisogno di un uomo diverso, accusandomi oltretutto di dare baci “falsi”(?), etc etc, mi sono innervosita e gli ho detto: senti, visto che non fai altro che parlare di lasciarci vuol dire che questo non è un buon periodo per vedersi, non vediamoci per un pò, così sei più libero anche tu di sistemare le tue cose per il trasloco, il lavoro etc, e poi vediamo. Peggio che mai. Come per la prima proposta ha detto ok per ricominciare più negativo che mai dicendo che “ormai” era finita etc. Allora ho capito che voleva lasciarmi ma che non aveva il coraggio di dirmelo e l’ho lasciato io. Grande sfuriata, il giorno dopo lui chiede scusa in tutte le lingue, vuole tornare con me, ma io ho un dubbio: possibile che malgrado tutte le cose che dice il suo comportamento sia mirato unicamente a farsi ospitare a dormire finchè non si trova un posto che lo soddisfi? Perchè quando mi scrive non fa altro che dirmi quanto sa male dove sta perchè fa freddo etc? poi dice che gli manco io. Secondo me, in tutta buona fede, lui confonde il piacere di un ambiente familiare comodo e caldo con il bisogno di vedermi e sotto sotto vorrebbe che io lo adottassi, perchè è un fatto che mentre io ho una famiglia che pensa a me lui è solo. A me piange il cuore a dirgli di no quando mi chiede di vedermi o di stare con me a casa però ultimamente mi sta rendendo la vita impossibile con ricatti affettivi e morali non indifferenti, perciò alla fina ho deciso di non tornare indietro sui miei passi e non vederlo più. Sento che molte cose che prima passavano in secondo piano per via della gratitudine che sentivo, e che sento tutt’ora per lui, ora pesano di più, come il suo voler fare per forza a modo suo anche quando le cose riguardano entrambi o me addirittura. E’ il genere di persona che si fa amare per la suà lealtà e il suo buon cuore ma che vuole sempre comandare e che poi nega l’evidenza. Ovviamente quando stavo giù non stavo a badare tutte le piccole cose in cui si manifestava ma adesso che inizio ad avere una volontà mia e anche bella forte perchè NON VOGLIO CONVIVERE in questa situazione, non ora e non per necessità sua, inevitabilmente ci scontriamo e lui ha ripreso, come un tempo, a dirmi parolacce. Adesso vuole vedermi lunedi perchè per l’ennesima volta si è pentito di avermi mancato di rispetto e perchè gli manco ed io non ho avuto cuore di negargli l’incontro anche perchè dice che del perchè ci siamo lasciati non ha capito molto. Forse è una scusa o forse no, forse era davvero solo e disperato e ha bisogno di sapere che non lo odio ( per lui è molto importante pensare che in ogni caso lo penso con affetto e che potremmo anche rivederci come amici, ovviamente non subito ma come futura possibilità) in ogni caso ho tenuto a precisare che il fatto che lo incontravo non significava che sarei tornata sulle mie decisioni e anche qui, a parole, ha detto che lui non vuole questo ma solo vedermi e parlarmi. Io non ci credo ma lo spero perchè ormai sono stanca e ho perso la pazienza, anche se continuo a sentirmi in colpa come una stupida perchè lui è più sfortunato di me e non ha nessuno. E poi quando mi dice che lui al posto mio non sarebbe mai stato così crudele da lasciarmi senza un posto dove stare io sinceramente mi infurio perchè gioca sui miei sensi di colpa sapendo che per lui ho già fatto abbastanza. La prima volta che siamo stati assieme l’ho ospitato un anno e mezzo e non è servito a niente perchè oltre a non sistemarsi mi ha distrutto la casa, adesso sento che dovrebbe trovarsene una sua e caso mai dimostrare coi fatti tutto ciò che dice sempre a parole. Anche perchè ripeto, qualunque aiuto, morale o materiale, per lui non è mai abbastanza. Se gli dai un dito vuole il braccio. Ditemi voi quanto e dove sto sbagliando. E se davvero il fatto che non sono disposta a convivere per riparare al suo bisogno sia assenza di amore. Grazie a tutti

L'autore ha scritto 4 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Condividi su Facebook: Ci si può lasciare senza soffrire troppo?

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

42 commenti

Pagine: 1 2 3 5

  1. 1
    micione72 -

    Mamma mia, Chiara.Mente e quanto è lunga sta lettera!
    Comunque, credo che lui parli da innamorato orgoglioso!
    CREDO, ed è una mia impressione, che lui sia realmente innamorato di te!
    Certo, fatica a dimostrartelo,pero’, credo, ti Ami!
    Tu, invece NON LO AMI!
    Gli vuoi bene, gli sei grata per l’aiuto morale che ti ha dato in certi momenti, PERO’ NON LO AMI!
    Lui, effettivamente ha un atteggiamento infantile, è sicuramente poco maturo come uomo, ma TI AMA!
    Ho ripetuto piu’ volte lo stesso concetto, perchè vorrei fosse chiara la mia riflessione!
    Rasta, comunque, mia e puo’ , tranquillamente, essere non condivisa!
    Ti saluto chiara.mente

  2. 2
    Isis -

    Ciao Chiaramente…onetsamente questo ha trovato l America in te e nel tuo buon cuore….come forse sta succedendo a me….

  3. 3
    Isis -

    Sei stata troppo buona, troppo disponibile e sei di gran cuore…e a lui serve una persona da sottomettere ai suoi voleri, una persona che lo faccia stare come lui vuole…una bella lezione sarebbe lasciarlo e nons entirlo più…forse imparerà…però..anche io come te avrei grandi problemi a fare così….

  4. 4
    guerriero -

    mi sa che ti sei appoggiata ad uno solo per uscire dalla tua situazione.

  5. 5
    ildebrando -

    Chiara.Mente (anche troppo), questa è una vecchia storia. Non bisognerebbe mai mettersi con una persona depressa (mi riferisco a te quando lo eri). E’ un errore gravissimo e credo che a lui, oramai, rimanga solo la ‘legge del Menga’. Scusa la volgarità ma non ho altro. La depressione si trasferisce, secondo la legge del trapasso (hai presente Il Miglio Verde, lo hai visto?). Quando tu eri giù lui avrebbe dovuto usarti (ammesso che non lo abbia fatto, non so le cose) o darti il colpo mortale e stecchirti. Ora il gioco è fatto. Auguri. Ildebrando

  6. 6
    luce -

    Nn m piace questo ragazzo,vuole la vita comoda ma senza sudare x guadagnarsela…tu sei stata male e lui t è stato vicino e quando è capitato il contrario tu hai fatto lo stesso x lui.Siete pari ma ora è il momento ke si rimbocchi le maniche al di la di te,al di la del vostro rapporto…allontanalo x un pò…magari si da da fare…io nn credo ke tu voglia avere affianco uno ke nn è minimamente padrone della sua vita.Da quello ke hai scritto sembra proprio uno senza palle…scusa la franchezza ma a volte siamo veramente troppo crocerossine…..

  7. 7
    confusione84 -

    chiaramente io credo che lui in te abbia trovato un riferimento…una sicurezza…cosa che forse tu non puoi dire.lo so non è facile sentirsi dire simili cattiverie specie quando sai di aver dato il possibile ed oltre per una persona….sai io non ho mai tollerato granchè il vittimismo,specie se a servirsene sono gli uomini.condivido il tuo pensiero quando dici che è tempo di prendersi le proprie responsabilità…lui quando vuole crescere?crede di poter vivere così in eterno sulle tue spalle…a mò di PARASSITA?secondo quello che posso capirne,io credo che tu abbia fatto la scelta più giusta che mai..per te e per lui…magari senza il calore della tua casa e del tuo cuore sempre disponibile si scorcerà le maniche e si cercherà una occupazione COME TUTTE LE PERSONE NORMALI…non è che chi lavora è un fesso e chi non lo fa un grande!e poi se lui pensa di esserti stato d’aiuto in senso morale quando tu eri depressa,dovresti pensare che infondo “quell’aiuto” disinteressato che lui ti ha dato è stato abbondantemente ricambiato perchè tu “in cambio” gli hai offerto la tua fiducia,il tuo affetto.la tua casa…non sentirti in colpa…se questa è la tua decisione(io credo sia GIUSTISSIMA!) non permettergli di sfruttare i tuoi punti deboli,di ricattarti moralmente per parassitare ancora un pò a tue “spese”…fallo crescere!se lo fai,forse ora ti odierà ma un giorno potrebbe capire che l’hai fatto per il tuo ma anche per il suo bene..solo non avendo quelle certezze che tu gli dai,lui si sentirà costretto a cercare un lavoro,una stabilità…altrimenti finchè ci sarai tu che “paghi”le sue giornate e non sis entirà nella necessità di reagire,lui mai reagirà.non ti sto consigliando di abbandonarlo,ma di farlo crescere e mantenere la tua decisione..è solo la mia opinione.scusa i toni forti in alcuni casi!IN BOCCA AL LUPO……

  8. 8
    Ari -

    … e non puoi neanche portarlo al canile.

  9. 9
    Monk -

    Concordo con confusione84: questo è un parassita, vuole solo sfruttarti, ti ha solo sfruttata. Certo, non credo, da quanto scrivi, che tu sinceramente lo abbia mai amato, ed allora qui ha ragione guerriero secondo me, quando ti ha detto che ti sei attaccata a quest’omino per altri motivi ma non per vero amore.

    Ad ogni modo, digli di cercarsi un lavoro e di non importunare più, minacciandolo di spruzzargli un po’ di Advantix addosso se non la finisce.

  10. 10
    micione72 -

    Chiedo scusa per la “confusione” intrinseca al mio post!
    Penso che tra tutti i posts giunti in risposta alla lettera di chiara.mente, il piu’ logico e sensato sia quello di LUCE!
    Lui ha dato a te, cara chiara, e tu hai dato a lui!
    Sono sempre convint,pero’, che lui ti Ami e che tu a lui vuoi “solo”!
    Perfavore, non illuderlo, per quanto fannullone possa essere! Digli che non provi piu’ amore per lui e mandalo via!
    Probabilmete cosi’ crescerà come uomo!
    Dopo pero’, da parte tue, anche quando ti troverai giu’,giu’., giu’, NON DOVRANNO PI’ ESSERCI DEI RIPENSAMENTI!
    Certo che ci si puo’ lasciare senza soffrire troppo!
    CHI LASCIA NON SOFFRE PER NULLA, O QUASI! FIGURATI!
    Ma verra’ il tempo………
    Ti saluto

Pagine: 1 2 3 5

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili