Salta i links e vai al contenuto

Analizziamo il caso

  

Ho voluto una lettera a parte seppur possa essere uno dei casi descritti in ” follia imperante” per confermare quanto io dica sul maschile non mio coetaneo ma di ogni età. SPECIFICO CHE CHIUNQUE VOGLIA UN CONTATTO EMAIL PER UN SECOLO NON ME LO CHIEDA. In ordine un 40 enne poi 50 ed oggi 25enne mi confermano che i maschi sono aggressivi e che trovare un uomo di ogni età SANO sia utopico o quasi. Non faccio il nick ma potete leggerlo su Elementi d’amore. Mi chiede email, gli dico di leggere Follia imperante e poi se fosse dello stesso avviso continuare. Mi dice che proprio dopo aver letto, aveva voluto chiederla. Oggi in tempo reale (l’esperimento doveva essere fatto cosi, seppur per me, un essere umano non è mai da “studiare” se non si pone come idiota oggetto di studio). Scambio di email in cui mi chiede di non considerare l’età in quanto maturo per circostanze di vita. Che vuole capire se io attiri uomini problematici (rido mentre lo scrivo e capirete dopo) o mi capitino mio malgrado. Che lui è tranquillo. Ci troviamo incredibilmente a piu o meno 10 km di distanza e scatta l’invito. Per un bel po gli dico che non me la sento a prescindere dall’eta ma perche non ho la forza emotiva per una delusione umana. Dico che non metto in conto nulla di sentimentale (lui non esclude in qto attratto da intelligenza e profondita che non trova nelle coetanee). Dice che gli basterebbe pure un’amica per uscire o fare chiacchiere costruttive. Mi dice di essere permaloso ma non di chi non accetta la verita ma di chi con dolo vuole fargli male , reitera certi agiti scorretti e allora li si stranisce e chiude. Lui a suo modo tenta piu volte di convincermi, io dopo aver riflettuto,sento il recupero emotivo di poter uscire, vederlo e se fosse pure lui un “folle” di fronteggiare la constatazione. Molte ore dopo , esattamente alle 1745 di oggi ci vediamo. Nessuno si era visto. Non so lui ma non avevo aspettative, tuttavia se devo darmi un feedback non è il mio tipo. Magari neppure io il suo ma ripeto non mi tange. Tuttavia a 25 come a 50 se 2 si vedono, non so voi ma ci si guarda negli occhi. Elemento che non ha un’eta ma solo un buon senso e rispetto. Sfugge lo sguardo e per allentare timidezza ma pure segnalarlo, scherzando gli chiedo se è timido o non gli piaccio. Lui dice che gli è stato detto, un po è timido.Dopo un po fermi, il maturo definitosi pure a 25anni potrebbe/dovrebbe dire di bere qualcosa o sederci. Vuole camminare ma se mi pesasse farlo ci possiamo sedere. Lui pure nel passo è veloce, di chi si sente a disagio o non so. Gli ricordo che ho i tacchi e di non correre. E lui si giustifica in difensiva, ossia..sto sempre seduto devo camminare. (Che c’entra mi verrebbe da dire? Se si è in 2 si segue un passo intermedio o della donna se non si becerini o beceroni). Iniziamo a parlare di un ultimo incontro mio e mi chiede di lui come fosse andata…ad uba certa essendoci la panchina, mi dice se volevo sedermi ed accetto. Pronti? Sta per iniziare lo show…gli parlo e lui guarda dritto, passi quando cammini, passi all’inizio ma pure un cieco si gira a favore del suo interlocutore. Al che satura di cafonaggine e nel pieno dell’esperimento, gli dico se gli sembrasse normale fare cosi. Mi replica e non saprei se girandosi o con sgusrdo dritto *ridicolo”  che lui mi ascoltava, che se si fosse girato avrebbe avuto mal di collo. Gli ridico che la motivazione era assurda e che il minimo tra 2 che parlano è guardarsi negli occhi. E lui aggressivo a dire che non gli piace essere criticato. MA COME NON ERA NON PERMALOSO DA CRITICHE?  – ti sento- non ci sta bisogno di guardare, non mi piace questa cosa, non ti devi fissare. Replico che non è una fissa ma sollevare un fastidio e che si sta mostrando da come si racconta. Che fa? Gioca col cell ed intuisco andra via. Gli dico che sta facendo un susseguirsi di cose strane, solo per avergli detto che parlare mentre l’altro guarda altrove, non è carino. Al che si alza e con tono alto e a molti metri mi ridice che ho un brutto modo di fare, che lo sto allontanando. Non sapendo se ridere poi decido per il serio,gli dico che fa tutto da solo e che di urlare non è il caso. Insiste e ridice che il mio modo è sbagliato perche lho criticato e lui non esce con una per innervosirsi e mentre gli rispondo, tento di farlo, dicendo che traduce in pieno pure lui, i maschi da cui si affranca e che non ho mai visto uno che parli anzi , alzi la voce a distanza in un modo cosi surreale. Mi dice che se vuole stare in piedi, sta in piedi e se non vuole guardare non guarda e non vuole lo si riprenda e che cosi non gli va di restare. Non ricordo se gli ho fatto i complimenti per il ragazzino che aveva fatto, ricordo che mi comunica che non gli andava piu di restare e per salutarmi mi ha allungato la mano ma con una strafottenza unica. Mano che non gli ho dato, al che da cafone se ne è andato e l’ho mandato io con un tono di voce sostenuto a quel paese. Il tipo se dovesse leggermi,può anche replicare ma seppur non serva, sono pronta a sostenere il nulla che avra da dire. Anche lui mi dara dell’aggressiva e sapete cosa è per i soggetti aggressivita? Essere sincere. Se tacevo davanti alla sua passiva, di non guardarmi in faccia, allora tutto sarebbe filato liscio. Ma se rivedico rispetto ed educazione sono Aggressiva. Loro non tollerano e si danno. Stesso copione a 25/45/ ecc ecc. Ma capite l’assurdo? Il tipo ha anche una parente stretta psicologa, forse non gli ha insegnato molto. E dice che le coetanee sono superficiali e limitate..lui invece!!!! NB. Se diceste che i canali per conoscere sono errati, vi replico che lui ad es studia e se io fossi sua coetanea e l’avessi conosciuto in aula, lui se problematico ed aggressivo lo resterebbe  ovunque. Bene chiuso il cerchio delle occasioni in eta diverse. Da oggi mi comprero un cane per stare meno sola. Loro se sono educati bene, ridanno amore e rispetto. Certi/molti uomini dovrebbero essere riproggammati.

L'autore ha scritto 9 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Relazioni

171 commenti a

Analizziamo il caso

Pagine: 1 2 3 18

  1. 1
    Sarah -

    Esse questo voleva vedere se potevi piacergli per portarti a letto, è un classico, probabilmente non eri il suo tipo e non è stato capace di nasconderlo. Anche io prima di mio marito ho avuto brutte sorprese come le tue, quindi fai bene a non dare più contatti, oppure se lo farai ti consiglio di aspettare prima di incontrare qualcuno, chi ha fretta è meglio perderlo.

    p.s. ho capito di chi parli

  2. 2
    Rossella -

    E’ anche vero che dipende da come ti poni, diciamo che i meno coraggiosi non ci provano… questo fa parte dell’ ordine naturale delle cose. Che uno solo non ci provi è sempre una gran rogna, siamo franche… boh, peggio per lui! Adesso che ci penso, infondo è proprio quando non ci provano che tendono ad essere aggressivi… allora sono veramente aggressivi! Negli altri casi diventano aggressivi perché s’instaura un rapporto troppo paritario e pensano di potersi permettere certe confidenze… ma questo lo fanno anche le donne quando, ad esempio, parlano male della suocera finanche con il figlio! Quando lo fanno gli uomini diventano semplicemente ridicoli, della donna si dirà che è maleducata e ti assicuro che alcune convivono bene con questi epiteti… voglio dire: pur di sbolognarsi la suocera! Capisci? Il ragazzo alle prime armi vuole stare comodo ma poi ne cerca un’altra per essere accomodante: questa è la sua natura! Ci sta che all’inizio sia timido, per questa ragione non bisogna metterlo a proprio agio… non dobbiamo essere la valvola di sfogo della sua frustrazione!

  3. 3
    rossana -

    Sarah,
    concordo con il tuo post 1. francamente, una donna di 43 anni cosa altro si può aspettare da un giovane di 25, che pur si dichiara maturo?

    buona domenica!

  4. 4
    mic -

    fai bene a prenderti un cane e se rileggi la tua lettera a dir poco sconclusionata, forse lo capisci.
    idem per i 2 commenti sopra :
    psichiatra, anche se forse non potrà far nulla

  5. 5
    Master-and-Commander -

    Cara Esse,

    ho letto con dispiacere quest’ultima disavventura. Temo che verrai attaccata, il mio pacato invito è quello di rispondere a chi vorrà azzannarti con calma e ponderazione, mi spiacerebbe saperti irritata e spazientita perché sei una donna che ha tanto cervello.

    Spero che nella tua città splenda il sole e che tu possa godere una domenica serena.

    A bien tout!

  6. 6
    Esse -

    Mic…vuoi caramelle per l’inutilita del commento e di conseguenza della tua persona? Comunque possiamo andare dal tuo..ops no. Visto ciò che scrivi non l’hai trovato.
    Sarah e Rossana (che come al solito vuoi creare zizzania) io non ho parlato di intenti. Non ho parlato di aspettative. Non ho detto che l’esperimento fosse su una risposta in ambito sessuale di un 25enne ma SUL LIVELLO COMPORTAMENTALE. Sto riportandovi solo casi di aggressivita maschile reiterata a prescindere dalle età e di come si raccontano. Ci sono lettere in cui si parla di amori tra donne piu grandi dei loro partners e di molto. A me lui non è piaciuto ma per parlare 10 min non serve ciò. Al limite vi è la scusa dopo 3 sec di dire scusa ma ho scordato un impegno. Se mi proponi di camminare e poi di sederci…quello che un 25enne vuole da una 43enne non CI AZZECCA NULLA. Per guardare negli occhi, per restare seduti e dialogare o chiarire un fraintendimento..e non alzarsi a 3 metri dalla panchina…il sesso che c’entra? Io non credo e in passato l’ho verificato, che tutti i 25enni che vogliano o no portarsi a letto una, abbiano modi di fare da troglodita o piuttosto patologici. Rispondere ti sento, posso ripeterti tutto ma se mi giro mi viene il torcicollo È PATOLOGICO O DA BARZELLETTA. Voi se vi sedete su un divano o panchina non vi girate a favore di chi avete vicino? Voi vi alzate e state a 3 m con tono alto a dire che non doveva essere criticato. Potete se pensate di aver ragione, farlo li. Poi se il tipo vogliamo ritenerlo tanto intelligente quanto subdolo da attivare un agito che mi avrebbe fatto dire ciò che ho detto: – scusa ti sto parlando, credo che dovresti guardarmi- e trovare una scusa per la sua suscettibilitá….comunque sia non lo giustifica nel suo fare disadattato. Sul suo raccontarsi diverso dagli altri e dimostrare il contrario. Nei miei casi non commento gli scopi..quello è un altro stadio. Commento il dirsi sono A ed essere B e volere avere ragione. La finta calma..

  7. 7
    Esse -

    ..quando sono avvelenati. Ora uno cosi che trova le coetanee supeficiali e poco mature si può permettere di agire cosi? Perche non volete ammettere che non è l’età che fa l’uomo o il mezzo ma solo l’educazione ricevuta, il carattere o la consapevolezza che se si usa il termine rispetto, lo si deve mettere in pratica. Lui ha insistito per vederci….ed è andato via fregandosene che io non volevo sin dall’inizio (poi io ho scelto consapevolmente e messo in conto che potesse essere un cogl..) mancando alla descrizione umana di se. PASSANDO PER CAFONE, SUPERFICIALE, IMMATURO ED AGGRESSIVO. Due dei 4 aggettivi li imputa alle coetanee. Quindi il 25enne è il 45enne di domani che sarà più frustrato post esperienze piu o meno fallimentari e che riverserà magari sulle coetanee del futuro. Io in soldoni qui parlo di maschi aggressivi gratuitamente con i quali non puoi neppure uscirci..figuriamoci instaurare un rapporto. E la disamina è proprio sul: in quanti sono capaci di porsi in un modo sufficientemente equilibrato in una relazione umana (ribadisco umana che vien prima dell’ amicale, sentimentale e sessuale)?

  8. 8
    Sarah -

    Esse io non ho parlato di eta’, a mio parere è poco rilevante per come si è comportato, secondo me si aspettava qualcos’altro o magari sperava che fossi tosta nel virtuale ma indifesa e remissiva nel reale, questi tizi sono attratti da donne forti per una questione di sfida ma quando se le trovano davanti sono completamente inadeguati ed ecco che fanno delle grandissime figure di merda.

  9. 9
    Urgoy -

    “la gallina che parla ha fatto l’uovo”, si dice a Mantova. “Parla” nel senso di “si fa sentire”.

    Non colpite Mic, sente le vocine. Chi tira in ballo lo psichiatra è il primo cliente.

  10. 10
    Andrea -

    Tutto ciò che hai scritto è surreale. Sono problemi inevitabili che nascono dalla forzatura/combinazione di un incontro totalmeente privo di sponaneità e naturalezza. Emerge tanta frustrazione, solitudine e insofferenza. Mi dispiace

Pagine: 1 2 3 18

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili