Salta i links e vai al contenuto

Ennesimo caso di Femminismo

Lettere scritte dall'autore  Front

Buonasera amici del forum,volevo porre in oggetto l analisi dell ultimo caso,osceno,che tutti penso abbiate sentito visto il bombardamento mediatico che hanno fatto,ovvero il caso della giornaliosta Greta Beccaglia e la relativa pacca sul sedere.
Tralasciando l atto,che ovviamente è abbastanza immaturo e sbagliato,ho visto in giro un vero è proprio linciaggio ai danni del colpevole,un tifoso marchigiano,che è stato letteralmente additato come mostro e violento.
Denunciato per molestie sessuali,avete capito bene, MOLESTIE SESSUALI,rischia dai 6 ai 12 anni di carcere..per una pacca sul sedere.
Addirittura hanno licenziato anche il commentatore del programma che ha provato a sminuire la faccenda.
Dico io ma a voi sembra normale? potevo capire un risarcimento danni al massimo,toh mettiamo 1000 euro per aver “urtato” la sensibilita della donna,ma essere additato quasi come un assassino per una pacca mi sembra esagerato.
Stiamo pur sempre parlando di una pacca sul sedere,una cosa a mio parere banale e ben discostata dalle vere tragedie e cose gravi.
Quando poi sempre in questi giorni vedi in tv Mara Venier che palpa il sedere a un modello in modo eclatante come se fosse un oggetto ma non viene nemmeno menzionato.
Pensate se questa vicenda fosse successa al contrario,se una donna palpava il sedere a un commentatore sportivo di pallavolo,sarebbe finito tutto con una grossa risata.
Mi ha fatto riflettere molto questa faccenda e fatto capire a quanto sta arrivando questa società malata, col femminismo che sta diventando una vera e propria piaga sociale.
Un cancro lento e inesorabile che sta mandando tutto a rotoli.

L'autore ha scritto 3 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Condividi su Facebook: Ennesimo caso di Femminismo

Lettere correlate a:

Ennesimo caso di Femminismo

Continua a leggere lettere della categoria: Controversie - Relazioni - Riflessioni

9 commenti

  1. 1
    Barkleys -

    Disgustoso,le mie teorie sono sempre più confermate.. Oramai queste donne pur di fare un po’ di carriera e notorietà denuncerebbero anche il padre che gli ha fatto una carezza nel giorno del matrimonio.
    Sanno il potere che hanno e che questa società malata invece di fermarle continua a dargli sempre in maggior misura.
    Uomini sveglia!! Spegnete la televisione e diamoci una mossa altro che parità dei sessi qui siamo arrivati nella disparità più totale (ovviamente a discapito nostro).

  2. 2
    MisterT -

    Concordo in pieno..ovviamente il gesto del tifoso è da condannare ma la giornalista da vera furbona ne sta traendo il massimo vantaggio possibile per farsi conoscere e quindi ottenere maggiore visibilità e opportunità di lavoro. D’ altronde siamo in una società dove gli eccessi sono una regola basta guardare il movimento Me Too dove fra un pó fanno passare come santa una certa Asia Argento…

  3. 3
    white knight -

    Ben gli sta a quel tizio… E non lo dico soltanto “cavallerescamente” (perchè comunque per quanto “non grave” pur sempre di molestia si tratta) ma soprattutto “egoisticamente” (terribile ma sincero): più che altro perchè la cosa fa ridere finchè riguarda una giornalista semisconosciuta (che comunque da quella molestia ne sta più guadagnando che perdendo, a dirla tutta) però se al posto di quella donzella ci fosse stata la mia ragazza, mia madre o mia sorella, altro che linciaggio mediatico… a quel tizio avrei fatto un linciaggio vero e proprio…
    Per il resto hai ragione su tutta la linea, soprattutto sul doppiopesismo. Ma ormai è ufficiale che tutte le vittime creano indignazione purchè non si tratti di maschi-bianchi-eterosessuali-occidentali…

  4. 4
    Max -

    Mi dispiace ma rispetto ai commenti che precedono mi colloco un po’ fuori dal coro. Quel gesto non doveva essere fatto, punto e basta. Uno sconosciuto non può, per nessuna ragione, mollare una pacca sul sedere o fare alcunché sul corpo di un’altra persona, meno che mai sulle parti più private. Il gesto in sé, rispetto ad altri, può sembrare poco grave (non è certo uno stupro), ma è comunque una libertà che l’altro si prende in modo indebito, invadendo la privacy corporea e, in certa misura, personale e mentale dell’altro. Quanto all’episodio di Mara Venier, non ho avuto occasione di vederlo ma se si è svolto come voi narrate, lo trovo altrettanto deprecabile: il fatto che in questo caso l’agente fosse una donna e l’oggetto del gesto fosse un uomo, per me non fa nessuna differenza. Qui non si tratta di femminismo, poiché su certe attuali manifestazioni di strapotere delle donne ho anch’io le mie perplessità. Si tratta, come ho detto, di puro e semplice rispetto della persona.

  5. 5
    Rospo -

    Se la avessero toccato le terga un politico importante, un attore famoso, un cantante affermato, un ricco imprenditore o un fuoriclasse dello sport non solo non si sarebbe offesa, ma si sarebbe messa a ridere per l’arguto scherzo. O tempora, o mores!

  6. 6
    Barkleys -

    White Knight beh in pratica
    dici gran parte del sesso maschile.
    A meno che tu non sia omosessuale o di colore sei un mostro in tutto,additato per qualsiasi cosa dici e senza libertà di parola.
    Muovi una critica a un extracomunitario= sei razzista.
    Muovi una critica a un omosessuale=sei omofobo.
    Muovi una critica contro le donne=guai!! Sei maschilista retrogrado.
    In pratica hai zero libertà di parola,la democrazia esiste solo se dici quello che vuole questo sistema.
    Solo che nelle prime due categorie non intervengo,ma nell’ ambito donne mi sembra molto ma molto più grave,visto che distrugge relazioni e rapporti sociali,dove si fondano le basi della società.
    Meno famiglie,meno figli,e uomini sempre più rammolliti che ormai vedono questa situazione quasi come “normale”.

  7. 7
    Ana -

    Ci sono donne che subiscono le vere violenze e li cala il silenzio. Se ne parla poco e il caso si chiude oppure non se ne parla. Ho denunciato un mio ex che mi massacrava di botte (anche per questo é diventato ex) e non lo hanno arrestato. E dopo me ha picchiato altre donne. Per pagarmi il risarcimento delle spese mediche ho dovuto portare un referto dell’ospedale per dimostrare che erano percosse volontarie e caduta provocata e non accidentale. Poi le relazioni dello psichiatra per dimostrare il disagio creatomi dopo l’accaduto, e altri testimoni sia del fatto che per vedere se la mia vita fosse cambiata. Purtroppo lo psichiatra in Italia si paga. In UK non lo pago. Sono dovuta andare via dall’Italia perché minacciava di ammazzarmi. Lui per fortuna non ha i soldi per recarsi a Londra e qui si perderebbe in un bicchiere d’acqua. Per una pacca sul sedere a questa semi sconosciuta si sta creando tutta questa polemica. Io non capisco. Da matti.

  8. 8
    Max -

    Ana, sicuramente quello che è capitato a te è ben peggiore della pacca sul sedere data a quella donna di cui tanto si parla ed è una vergogna il fatto che per aiutare te e le persone come te si faccia troppo poco. Ma, come ho cercato di spiegare sopra, quella pacca sul sedere può aprire la porta a situazioni peggiori come, ad esempio la tua. Questo perché chi l’ha data considera il corpo e la privacy dell’altra persona, che magari fino a quel momento non aveva mai incontrato, come qualcosa in cui si può entrare e di cui si possa disporre come si vuole, senza rispetto e senza discrezione. Poi magari con la propria moglie o con la propria ragazza alcuni gesti un po’ audaci fatti in termini giocosi, ci possono anche stare, ma appunto possono starci se con quella persona ci sono già un’intimità e unha confidenza che possono giustificarli e comunque debbono essere gesti non violenti, che si sa che la persona, magari un po’ scherzosamente, accetta e che non vengono in alcun modo…

  9. 9
    Nip56 -

    Una delle cose peggiori del secolo scorso è stata la deriva femminile del femminismo. Premesso tutti i buoni motivi che hanno portato all’emancipazione femminile, chi ne ha tratto vantaggio senza muovere un dito, sono le donne dal ceto medio in su perché sono state inserite in ruoli importanti, senza aver fatto la gavetta. Quello che rimane per le donne, di quelle battaglie per l’emancipazione è il sesso libero ma nel mondo del lavoro vengono sfruttate forse più dell’uomo. Questi cambiamenti epocali che stiamo vivendo, hanno anche degli effetti collaterali: femminicidi verso le donne(che non giustifico) ma ci sono stati molti suicidi da parte degli uomini, perché gestivano attività lavorative andate in fallimento. Ci abbiamo rimesso tutti.

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili