Salta i links e vai al contenuto

Scambio di coppia, il gran ritorno

di

Da qualche giorno mi sono iscritto a questo sito. Volevo aggiungere la mia opinione al dibattito tenuto qui, ma non ci sono riuscito, per cui, pur riferendomi a TUTTO quanto letto, apro un nuovo articolo di discussione.
Ebbene, nessuno si è chiesto come mai tanti opinionisti solo per criticare la cosa e nessuno scambista che ha scritto la sua. Non è perchè gli scambisti preferiscono farlo che parlarne?
E fanno bene.
Condivido pienamente e completamente tutto quanto Stefano ha scritto nei vari post, anzi, a volte mi sembrava fossi io ad aver scritto tutto ciò.
Io e mia moglie l’abbiamo fatto la scambio e, se sto qui a scriverlo, è perchè noi siamo dei casi atipici. Ovvero: niente privé, niente sconosciuti, niente incontri al buio ecc… L’abbiamo fatto con amici amicissimi che conoscevamo da moltissimi anni. É cominciato che io e l’altro lui, intimi amici dal tempo delle elementari, abbiamo cominciato a confessarci le fantasie erotiche diffuse per oltre il 60% dei maschietti: immaginare la propria donna farlo con un altro o, meglio, insieme a noi con un altro.
Dopo alcuni anni, dopo averne parlato con le proprie consorti (come dice Willy Pasini nel suo libro “I nuovi comportamenti amorosi – Coppia e trasgressione”, la donna prima non è d’accordo a ciò e poi… ci prende gusto) molto titubanti, l’abbiamo fatto. Imbarazzo all’inizio, ma poi… tanto piacere, affiatamento e complicità. Ci siamo posti il paletto di non esagerare e cioè di farlo max 1 o 2 volte l’anno. La cosa è stata agevolata dal fatto che l’altra coppia vive a 1000 Km da noi e ci si vede solo durante le vacanze estive. Per cui l’estate diventava fonte di gioco trasgressivo agognato per tutto l’inverno. Entrambi 4 cercavamo di curare il nostro aspetto fisico, ci facevamo telefonate fantastiche per tenere “caldo” il morale. E poi quell’amicizia davvero complice. Nei giochi eravamo senza preservativo ben fiduciosi noi di noi. Così per 6 anni, poi…
Una maledetta notte stavamo per essere scoperti dai figli loro e da allora la lei non ha voluto più saperne, cominciando a sentirsi in colpa verso i figli, pur ammettendo che la cosa le piaceva e non la condannava.
Adesso sono quasi due anni che io e mia moglie non facciamo più scambio. La cosa ci manca, anche se non rappresenta la “condicio sine qua non” per vivere soddisfacentemente il nostro sesso.
Abbiamo provato con un altro amico intimo da anni (favorevole anche egli ai giochi a 4, ma con una moglie che non si è mai convinta) a fare un triangolo. Sì, è stato bello, ma la cosa mancava del completamento a 4, specie per me, maschio, non c’era la sensazione di piacere davvero completo.
Quindi abbasso il triangolo per esaltare il quadrato.
In questi giochi si mette davvero alla prova la sensibilità, il self-control, la moralità e l’equilibrio psichico di ciascun singolo, della coppia e dell’amicizia fra le coppie. Una sorta di vero e proprio test, dove subito scopri se in te c’è qualcosa che non va.
Lo scambio non è per tutti. Ora spiego perché.
Ormai senza una coppia con cui farlo, ci siamo guardati intorno e, rifiutandoci categoricamente di andare in privé e di incontrare sconosciuti, abbiamo, in circostanze davvero inaspettate, conosciuto al mare una coppia scambista e, dopo due settimane, abbiamo solo fatto sesso vicini, ma ognuno per conto suo, proprio perché noi non ci fidiamo e temiamo gli sconosciuti. Ad ogni modo con loro è poi nata una forte amicizia (sono davvero bellissimi ed invidiabili i sentimenti che vengono fuori da queste situazioni). Bene, questa coppia, dopo 4 anni che giocava di scambio, si è lasciata e noi, che ne abbiamo vissuto i retroscena e ne abbiamo ascoltato le più intime confessioni, abbiamo scoperto i perché che qui, per discrezione tralascio, ma che, tengo a precisare, non avevano nulla a che veder col sesso. In pratica, grazie alla pratica di scambio, questa coppia (per fortuna solo fidanzata, anche se da anni) non ha superato il test del loro rapporto sentimentale.
Adesso io e mia moglie siamo alla ricerca di un altra coppia, ma senza speranza, perché privé non ne frequentiamo, ambienti particolari nemmeno, non facciamo vita mondana, Internet è pieno di volgarità e i siti per gli incontri sono addirittura a pagamento. Non lo cerchiamo spasmodicamente, però ci manca. Ci manca poter contare che “semel in anno licet insanire”.
Con amici e colleghi, scherzandoci su, ho avuto modo di appurare che moltissimi lo desiderano e non hanno il coraggio di dirlo alla moglie, oppure, peggio, lo farebbero con un’amante, purchè la loro moglie non si tocchi (gelosi!).
Riguardo, poi, ai moralismi fatti da molti, qui il fatto è che si predica bene e si razzola male. Perchè è meglio un gioco in 4 che tradire, perchè, parliamoci chiaro: chi è senza peccato? Tradire sì è vergognoso, abominevole…. Difatti, chi fa scambio è proprio la coppia megasupercollaudata!!! La coppia davvero affiatata e che ama completamente, tanto da separare il gioco del sesso dall’amore, il loro amore indissolubile ed ineguagliabile.
E poi…
cosa cavolo centra il fatto di fare scambio per migliorare il rapporto di coppia?! E come se una coppia decide di divertirsi, di concedersi un divertimento (una cena, una gita, un regalo) non solo per il gusto del piacere ma… per risolvere un problema.
NO! In molti che hanno scritto c’è stata tanta ipocrisia, tanto giudicare, tanto condannare e poi… voglio, voglio proprio vedere fino in fondo, nelle loro fantasie sessuali (sempre che ne abbiano).

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:
Continua a leggere lettere della categoria:   - Famiglia - Sesso
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

3.120 commenti a

Scambio di coppia, il gran ritorno

Pagine: 1 310 311 312

  1. 3111
    Golem -

    Mi ritengo fortunato allora.

  2. 3112
    maria grazia -

    L’ erotismo davvero appagante può nascere SOLO dal coinvolgimento anche emotivo, affettivo e cerebrale. Una semplice trasgressione “fisica”, per quanto possa essere piacevole o addirittura “memorabile”, non potrà mai rappresentare un’ esperienza totalizzante. Naturalmente, per ottenere tutto questo, come dice Golem dall’ altra parte ci dev’ essere UN CERVELLO. se c’è solo un TUBO DIGERENTE non si va lontano…

  3. 3113
    Allegra Matta -

    Golem ma io nel vero amore ci credo,pero’ non credo che esistano coppie che dopo anni abbiano una passione travolgente, io il mio compagno lo vedo stupendo in tutto e lo vedo pure attraente ma al dunque un po’ e’ sempre la stessa zuppa, puoi cambiare posizioni, luogo ma non scatta quella emozione quell’attimo di stravolgimento che tutti vogliamo…quindi ok tradire o non tradire..accontentarsi dell’amore che per carita’…tra quello e la passione cento volte l’amore…ma perche’ tutto cambia perche’ diventiamo scontati, usati, noiosi?se tu hai trovato il modo o il trucco ti prego spiegamelo!!!!Sofia, grazie per il tuo intervento, si lo scambio e’come prendere e mangiare al buio su un tavolo sporco qualunque cosa commestibile e non ingurgitarla..senza saperne ne gli ingredienti ne cosa cavolo sia…bah oggi son giu e non mi vengono idee….ma mi capitasse una passione da film…improvvisa…pazza..da non capire piu una mazza…messaggi…”corri che ti voglio”…farlo qui, farlo la..cercarsi…ok..sono sempre adolescenziale…che schifo invecchiare :-(

  4. 3114
    Cassandra -

    @Allegra Matta

    mi sei simpaticissima!!!!
    Provo a risponderti io a modo mio.
    Perché diventiamo scontati, usati, noiosi?

    Perché il singolo componente della Coppia non ha raggiunto il Centro, il Nucleo, la Fonte di evangelica memoria.
    Non ha quindi sperimentato quella Energia inesauribile che alimenta il sentimento di un Fuoco che non brucia.

    Per trovar questa fonte occorre fare un lungo cammino in solitudine e conoscere se stessi così bene da farsi anche un po’ schifo :) ma infine da riuscire ad amarsi davvero.

    L’essere umano NON si ama, in genere si disprezza, vorrebbe essere altro e si guarda in giro alla ricerca di…
    L’amore che conosciamo è proiezione.

    Ma c’è un Amore differente che è introiettivo, che si rivolge all’interno, che cerca il centro… di gravità permanente.

    Purtroppo questo tipo di esperienza non è stata fatta da molti e quasi mai nell’amore di coppia.
    E’ qualcosa che è stato relegato nelle scienze esoteriche o nella mistica.

    Io qualcosa ho provato, ho veduto, per questo ci credo così tanto.
    Non sono giunta alla Fonte ma ne ho assaporato le acque.

    Continua a cercare… prima o poi la buona volontà verrà premiata!

    Un abbraccio.

  5. 3115
    Anna -

    @MG
    L’uomo paga per andare a prostitute. Altro che coinvolgimento emotivo! Se l’uomo avesse bisogno di coinvolgimento emotivo per aver un super orgasmo non pagherebbe una prostituta. L’uomo vuole solo aver a che fare con corpi nuovi e mani abili.

  6. 3116
    Golem -

    Allegra, io non ho nessun titolo per indicare “la via”, posso solo dirti che a suo tempo ho provato anch’io la frenesia fisico erotica che mo spingeva al “cambiamento”, e la fortuna e la natura mi ha aiutato, ma arrivo un momento in cui è subentrata la “noia della novità”, non so se mi sono spiegato. Mi rendevo conto che mi mancava qualcosa che ancora non sapevo cosa fosse, ma che dentro di me emergeva come un’esigenza che mi impediva di cintinuare con il “carosello” di donne che, oltretutto, erano un impegno notevole inntermini di tempo, e che una volta frequentate mi davano anche un senso di nausea. Ma non lo era di loro, ma di me. La maggioranza erano brave ragazze, e qualcuna si innamorava veramente, a un certo punto ho detto basta. Dopo un ultima esperienza negativa per entrambi, conobbi una tagazza spettacolare, in tutti i sensi. Una di quelle persone con le quali non hai neppure bisogno di parlare per capirti. Quasi 5 anni di sesso, amore e intesa intellettuale mai provata, e avevo 30 anni. In tutti quegli anni era un piacere sessuale in “continua crescita”, tutt’altro che la solita minestra, e non era questione di “posizioni”, ma di eccitazione mentale che mi probeniva dal suo sex appeal “animale” (che notavano tutti i maschi) che mi ha portato a superare il tradizionale orgasmo maschile, arrivando a provare qualcosa che dentro di me durava ben piu dei 6, 7 secondi soliti con i quali noi, poveri maschi, crediamo di godere. Io ho avuto modo di “dirmi” di aver provato degli orgasmi femminili, ma solo perchè troppo diverso dalla routine di “consumismo sessuale” antecedente con quella “nausea” finale.
    Al culmine del rapporto, quando si pensava a vivere insieme muore in un incidente stradale a 25 anni, uccisa da in ubriaco che l’ha tamponata a 180 allora mentre lei andava a 90. Si, non è un romanzo, è andata così.
    Dopo un esperienza del genere non si torna più indietro, almeno io. Non sono stato in grado di accettare nessuna esplicita profferta di sesso “ludico”, diciamo così, delle tante che dai 20 anni in su mi sono capitate. Non voglio fare il presuntuoso ma è così, persino oggi che sono “vintage”.
    Oggi con mia moglie, ho lo stesso rapporto, seppure mitigato dall ‘età ovviamente, e se i primi anni non ha potuto essere il sesso di quella esperienza, per le diverse caratteristiche delle due donne, oggi li è, proprio per L’ESCLUSIVITÀ che caratterizza il rapporto.
    Non so che dirti. Io non riesco a slegare il sesso…

  7. 3117
    Golem -

    … da quello che molti chiamerebbero amore, quando questo è in fondo soprattutto una straordinaria intesa intellettuale, che si “nutre” quotidianamente, e più si nutre più diventa “bella”, “attraente” e ti incuriosisce sempre più per come sarà “domani” invece di annoiarti. Dove trovi uno stimolo del genere, in un’altro? È un’illusione, che si tramuterà in una delusione, e tu lo “sai” Allegra, sennò non scriveresti qui.
    Questo “piacere” intellettuale è fatto di complicità, intese, affinità, senso dell’umorismo, voglia di risolvere le crisi, dirsi tutto, ridere insieme, fare progetti, anche piccoli, e realizzarli insieme, e cento altre cose del genere. Ci sono momenti di tale piacere “mentale” che scatta automaticamente il desiderio sessuale come COMPLETAMENTO di quei momenti, e anche qui di meglio non so dirti per farti capire.
    Se vuoi metterla sul sentimentale potrei dirti che dall’amore, fatto di stima, ammirazione, fiducia, simpatia e affetto, nasce la voglia di sesso e NON viceversa. E quando arrivano quei momenti che si raggiunge “quel” Nirvana di cui ti parlavo. Ed è anche giusto che arrivi una volta ogni tanto, perché non si può apprezzare l’eccellenza se questa fosse continua, e anche qui spero di essermi spiegato.
    Mia moglie è ANCHE la mia migliore amica, e con lei sto bene “sempre”, anche senza far niente, e ho avuto modo di dire che solo quando due partner sessuali diventano amici che sono insistituibili l’uno all’altra.

    Allora, detto questo, a che mi serve mangiarmi le “Rustichella”, sia pure più o meno farcite, che frequentemente mi venivano offerte “gratis”, e di cui mi sono nutrito per almeno 15 anni, quando, se voglio, posso avere “il pranzo di Babette” (bellissimo film) nel mio letto? Tu non ti sei annoiata delle Rustichelle? Mi pare di si, forse proprio perchè non leghi il sesso (maturo) all’amore, che si fa , (secondo me) nel modo che ti ho spiegato, e che nasce e cresce cresce cresce “fuori” dal letto per “morire” dentro quel letto, nel modo che ho provato a spiegare. Ma con la grande fortuna che poi può ricominciare di nuovo nello stesso modo, quasi seguendo quello che è il ritmo della vita. E se la Vita nasce dall’Amore di Qualcuno – come si dice – nel modo che conosciamo, forse la similitudine per un rapporto che è il mio modo di concepire l’amore, è l’esempio che più si avvicina al Divino.
    Di più non so dirti.

    Ciao Allegra. Resto a disposizione per chiarimenti, rimostranze e obiezioni.

  8. 3118
    maria grazia -

    Anna, molti uomini si rivolgono a signore e signorine a pagamento per espletare certe necessità impellenti, per le quali non hanno voglia di mettersi lì a “corteggiare” e a creare tutta una situazione.. questa necessità può essere anche solo il “rilassarsi” dallo stress quotidiano o il parlare con qualcuno che ti ascolta ( o che finge di ascoltarti ). O magari sono semplicemente uomini che si sentono inadeguati e fanno fatica ad allacciare relazioni “normali”. Ma non pensare che anche loro non cerchino nella vita quel “sodalizio” ( erotico o amoroso, temporaneo o definitivo ) di cui io e Golem abbiamo parlato. TUTTI lo cerchiamo. E qualcuno ha la fortuna di trovarlo.

    “Ci sono momenti di tale piacere “mentale” che scatta automaticamente il desiderio sessuale come COMPLETAMENTO di quei momenti, e anche qui di meglio non so dirti per farti capire.”

    Golem, per quanto mi riguarda ti sei fatto capire più che bene e non c’è molto altro da spiegare. E ovviamente mi riferisco anche al resto del tuo bellissimo post.

    “L’essere umano NON si ama, in genere si disprezza, vorrebbe essere altro e si guarda in giro alla ricerca di…”

    verissimo, Cassandra! ed è la ragione per la quale tante persone non sanno AMARE. Chi non ama se stesso non può amare nessuno.

  9. 3119
    AllegraMatta -

    @ Golem mi sento spiazzata e nello stesso tempo molto onorata di una tua risposta così profonda, personale e sentita, l”ho riletta tre volte perché’ leggendo alcuni passaggi finali ho compreso meglio il tutto rileggendo dal principio…in assoluto sono nella fase che sono sul serio annoiata dalla novità’ e questo mi stupisce perche alcune cose della mia vita sono vecchie come il cucco eppure mi danno una gioia immensa, sono convinta che tu abbia azzeccato il punto, ed è vero la mia più grande storia d’amore non è’ iniziata in un letto ma è’ nata piano piano ogni sera su una spiaggia dove ogni sera incrociavo casualmente (poi meno casualmente) un ragazzo mentre portavo a spasso il cane, due parole, poi i sorrisi, poi un abbraccio, e passavano le sere e lui tornava li, si ascoltava la musica si guardavano i pescatori, poi due birre e un trancio di pizza, nessuno dei due aveva il coraggio di passare al di più, sapevamo tutto di noi, e i mesi passavano ed erano solo baci carezze e complicita’. Poi ci fu la decisione, un giorno freddissimo pioveva non si poteva stare in spiaggia e il passo fu breve. Tra noi era già scattato qualcosa ma dopo aver fatto l’amore fu una esplosione fu una cosa che non posso spiegare, duro’ due anni intensissimi poi lui parti eravamo molto giovani io lo perdonai ma il dolore fu immenso un amore così non l’ho più vissuto. Il sesso non mi ha mai portato a far innamorare nessuno…il conoscermi il raccontarmi si. Ma chi ha voglia e tempo oggi per farlo? Si va al sodo subito e ci stufa già all’antipasto. La tua storia è’ straziante e non posso immaginare il tuo dolore, ma le hai fatto vivere l’amore vero, il senso di tutto.
    @Anna io non voglio e non posso credere che tutti gli uomini siano così e Golem ne è’ un esempio.
    @Cassandra grazie per il tuo apprezzamento, io ci metto tutta la mia buona volontà, sorrisi e ironia per risultare almeno non antipatica in questa breve vita, e sono positiva ben disposta ai buoni propositi alle idee e nuovi argomenti, trovo molto interessante il tuo concetto un po’ filosofico e surreale, ma è’ solo un mio parere…sarebbe bello se ogni giorno guardassimo chi abbiamo difronte con gli stessi occhi, ma tutto cambia, cambiamo noi, a volte le parole dette hanno un peso e rimangono, i torti, le aspettative, solo una grande maturità può far prevalere l’ amore su tutto questo…ma è’ come un filo che ad un certo punto si spezza, ci vuole un buon nodo per ricollegarlo, a me si son sempre sciolti. Notte a tutti.

  10. 3120
    Golem -

    Allegra per quello che hai espresso sei gia a buon punto nella “recherche ” di quel sentimento così troppo frainteso, e i dubbi che ti poni al riguardo ti distinguono da chi vuole rassegnarsi a volersi “accontentare”.
    L’amore è cime quell’alberoo che cresce senza far rumore,
    Ciao

Pagine: 1 310 311 312

Scrivi un Commento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18, 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica etc) o promozionali. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema": per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
(1) modifica possibile prima della pubblicazione solo dallo stesso computer e IP del commento (da qualsiasi postazione se hai fatto il LOGIN).
(2) i commenti fuori tema vengono cancellati alla sessione successiva; le risposte a commenti fuori tema non vengono pubblicate, è possibile però rispondere in Chat.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili
Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.