Salta i links e vai al contenuto

Vorrei poter tornare indietro

Vorrei poter tornare indietro…… l’amo troppo… non riesco a stare senza di lei…
Ci siamo lasciati perché ho notato da parte sua troppo disinteresse verso i miei confronti… troppo.. poi di punto in bianco non si è più fatta sentire e allora l’ho chiamata e, dopo aver parlato, la nostra storia durata sei anni in quel momento ha cessato di esistere. Durante la conversazione lei ha ammesso di avere un altro interesse per un altro già da tempo…. Per quanto mi riguarda sono ancora strapieno di amore da donarle, solo per lei…. Sto malissimo…., ma mi fa stare ancora più male il fatto che mentre mi diceva che io ero “tutto” per lei, aveva già questo interesse per un altro… Ma perché le donne per interrompere una storia hanno bisogno di avere un altro uomo bello pronto??? perché le donne se quando non amano più lasciano solo nel momento che sanno di aver trovato un altro? Non è giusto così!!!!

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

22 commenti

Pagine: 1 2 3

  1. 1
    Flavia -

    Scusa Nicolass, ma non puoi dire che “le donne fanno così e cosà”, sono balle, il comportamento che segnali è anche maschile, e credo che faccia parte della natura umana “coprirsi le spalle”. D’altra parte non si può dire che manchi la scelta, almeno a una certa età, e giustamente si seguono i propri sentimenti e le proprie inclinazioni.
    In genere non c’è pietà per chi si lascia, e forse è meglio così, è meglio un taglio netto che un penoso trascinarsi.
    Di pene d’amore non si muore, il tempo sana le ferite e ti consiglierei, se me lo permetti, di non sprecare troppe energie nello star male e nel ripensare all’accaduto: guarda avanti!
    E poi non è mica vero che non puoi stare senza di lei, puoi starci benissimo; la base di un rapporto non è di non poter fare a meno uno dell’altro, se a me uno dicesse una cosa simile scapperei velocemente pensando che la sua vita dipende dalla mia presenza, un bel ricatto! Invece è proprio il contrario: sto con te, ma posso fare a meno di te, sto con te perché condivido delle cose con te, non perché ho bisogno di te per sopravvivere.
    Coraggio!

  2. 2
    nicolass -

    Flavia grazie per la tua risposta…
    Vedi anche io pensavo quello che tu scrivi, ma quando mi sono trovato in questa situzione… non riesco…. Mi chiedo sempre:”ma perchè io non devo essere padrone dei miei pensieri?” Non riesco a essere padrone della mia mente, ho sempre nei miei pensieri la sua immagine e i nostri momenti.
    Io ho sempre avuto un carattere forte, ho sempre pensato chela forza di volontà e la positività, quindi la mente con il suo pensiero razionale avrebbe potuto vincere qualsiasi male psicologico, ma non ci riesco.. mi sento solo… tremendamente solo e triste
    p.s: cosa intendi dire con la frase”In genere non c’è pietà per chi si lascia”?
    Grazie e ciao

  3. 3
    Flavia -

    Voglio dire che quello che lascia l’altro ha preso una decisione che va oltre i bisogni e le sofferenze di chi viene lasciato. Quest’ultimo soffre, ma di fronte a una decisione chiara non c’è verso.
    Mi spiace che tu ti senta solo, certo stai attraversando un cambiamento, e spesso questo comporta dolore.
    Rimuginare non è un bell’esercizio (ti parla una che invece rimugina spesso…); e provare a essere un po’ buddisti? Cioè lascia andare chi vuole andare, lascia andare anche i tuoi pensieri ossessivi, lasciali entrare nella tua mente liberamente e osservali come dall’esterno, prima o poi la mente si calmerà e ciò che vivi adesso come una perdita ti ritornerà come una ricchezza che hai avuto e che hai, la fortuna di aver avuto una buona relazione e di poterne conservare un’esperienza, con gratitudine verso la persona che si, ora ti ha lasciato, ma che ha condiviso con te un pezzo di vita.

  4. 4
    mirco -

    io ti capisco, anche a me è successa la stessa cosa, dopo 3 anni di convivenza, alti e bassi dovuti alla distanza del mio lavoro dalla nostra casa, le mie ansie e le mie paure legate alla sua precedente relazione, con cui avrei dovuto confrontrmi sempre per via di un figlio e del suo rapporto con il padre che lei ha ricostruito tacendo verità.
    non penso ci sia un’altra persona, anche se non ne sono del tutto sicuro, credevo di aver trovato la donna giusta, avevo ottenuto finalmente il trasferimento e all’improvviso, dopo le ferie che credevo avessero rinsaldato il nostro rapporto, tutto finito, con un biglietto infilato di nascosto nel portafogli!

    mi è crollato il mondo addosso, non esco da mesi, non mangio e non dormo, lo so che dovrei cercare di sopravvivere a questa cosa, ma è difficile…

    la cerco e più la cerco più diventiamo cattivi, anche se ancora c’è la molla chimica che ci farebbe amare follemente come è successo quando ci siamo incontrati… ma sono più forti le sue paure di sbagliare ancora… io sono cambiato ma lei evidentemente non puo’ ne vuole farlo…

    è durissimo ricominciare, specialmente quanto hai fatto delle scelte in cui lei era coinvolta al 50%, in cui era presente un figlio non mio al quale volevo bene come se io fossi davvero il suo papà e non il papafinto!

    ora da quelle scelte dipende la mia di vita, il posto dove dovrei vivere e lavorare, solo, a quarantanni suonati!

    in bocca la lupo amico che condividi la stessa sventura, un consiglio non ti fidare più delle donne, tieni in te un posto segreto in cui nessuna donna possa entrare, non abbandonare amici e passioni, viviti la tua vita prima di tutto, il resto arriverà , almento spero, anche per te, per me , per chi come noi viene lasciato
    ciao

  5. 5
    nicolass -

    caro mirko io ho imparato una triste e squallida verità nelle donne, quando lasciano, quando interrompono un rapporto, hanno già nei loro pensieri un’altra persona.
    Questo a mio avviso è squallido, dimostra poca maturità e pochissimo carattere nel genere femminile. A mio avviso conclusa una storia, bisogna fermarsi a pensare, resettare tutto e poi forse partire con un’altra storia. La mia ragazza mi diceva che ero tutto per lei, ero la cosa più importante, poi quando mi sono reso conto del suo disinteresse marcato nei miei confronti, sono riuscito a tirarle fuori che aveva un’altro interesse per un’altro uomo. Lo ha detto perchè ho insistito, altrimenti lei non avrebbe detto nulla.
    Le donne quando lasciano hanno sempre le spalle coperte, caro mirko!! Forse una donna con un bambino potrebbe non comportasri in queto modo, vista la maternità potrebbe essere più forte, ma non ci metterei la mano sul fuoco…..
    Ma sai per quanto mi riguarda ho una sola certezza: Il mio amore era profondo e maturo e sono sicuro che oggi giorno non è facile trovarlo; i ragazzi di oggi non vogliono rinunciare a tante cose, a tente comodità, le stesse cose che io per quell’amore avrei rinunciato.

  6. 6
    ania -

    ..L’AMORE NON E’UNA RINUNCIA..E’CONDIVISIONE…

  7. 7
    Gimmy -

    Ragazzi, com’e` finita? V siete ripresi? Avete trovato nuove compagne?

  8. 8
    Cristina 77 -

    Ciao!Mi spiace davvero per la tua situazione, però ti prego non generalizzare, non siamo poi tutte uguali e “con la spalle coperte”, io sono una di quelle invece che per dire sempre la verità ho pagato delle conseguenze abbastanza pesanti, la mia coscienza era apposto ma tralasciamo quanto posso avere sofferto!Ho avuto diverse persone nella mia vita ma mai per passatempo e se dovessi tirare le somme sono davvero poche quelle che non mi hanno fatto del male….avevo rinunciato all’idea del matrimonio già da tempo perchè le due proposte ricevute prima di quella del mio attuale marito sono arrivate proprio dai due elementi peggiori quelli che quando ho finalmente deciso di allontanare stanca dei loro sopprusi piangevano in ginocchio ai miei piedi dicendo che non potevano sopravvivere senza di me ma la violenza non è amore!!Amore vero era quello delle mie amiche che venivano con me in ospedale e cercavano di cancellare il dolore mentale e fisico dalla mia persona. Adesso mio marito si è dimostrato totalmente diverso da ciò che era e non immagini quanto io sia pentita di aver cambiato idea ed essermi decisa a sposarmi, mi sento tradita, raggirata e nonostante abbia buttato milioni di parole e lacrime non son servite a nulla….posso però assicurarti che se avrò la forza di riprendermi la mia vita di tornare la persona che tutti cercavano perchè di compagnia, divertente e un pò pazzerella lasciandolo, non sarà certo perchè ho un altro.Sono pienamente concorde sul fatto che bisogna tenersi anche più di un angolino tutto per sè nel quale racchiudere il pensiero che la persona che ti sta accanto compensa la tua esistenza, la arricchisce ma non deve assolutamente essere mai più importante di te.E’ forse assurdo dirlo ma a volte il troppo amore allontana invece che avvicinare ed io ti auguro davvero di innamorarti ancora ma più di questo, di trovare un tuo equilibrio interiore che ti faccia star bene con te stesso ancora di più che con gli altri.In bocca al lupo!

  9. 9
    nicolass -

    Si.. è vero… sbaglio e si sbaglia quando si generalizza.
    Anche nella situazione in cui ci fosse una sola persona diversa dalle altre generalizzare sarebbe profondamente sbagliato sotto il profilo umano ed etico.
    Di una sola cosa rimango profondamente convinto: Quella persona con cui ho vissuto quella relazione è sicuramente il peggio di donna che mi potesse capitare e che possa sicuramente capitare a qualunque uomo. Lei racchiude in sè il peggior squallismo che una ragazza possa avere, priva di ogni coscienza e della minima forma di dignità non che rispetto verso se stessa e altri. Per il resto, sono e rimango una persona molto positiva che ama dare buoni propositi e possibilità a terzi. Cmq per me quella è una storia chiusa ed archiviata per sempre.
    Cristina io ti consiglio di riprenderti la tua vita, perché ne hai una sola, ricordalo bene.
    Auguri a tutti

  10. 10
    cristina77 -

    Grazie Nicolass è ciò che sto cercando di fare il mio problema di base è che per questo persone soffriranno ed ho sempre vissuto come quella che riesce a strappare un sorriso alla persona più triste perchè è una cosa che di riflesso mi fa star bene. I miei suoceri persone carinissime non sospettano nulla xchè mio marito non lascia trapelare niente con loro e sono abituati ai suoi scatti di nervi e forse è stato questo l’errore più grande ma non spetta a me giudicarli la posizione dei genitori non è mai facile. Hai pienamente ragione quando dici che lei era in assoluto la persona meno adatta a te avrebbe dovuto chiarire subito la situazione e lasciarti libero di camminare verso un altra eventuale persona invece ha voluto tutto per se. La cosa che lascia l amaro in bocca è che il mondo è pieno di egoisti e a farne le spese sono quei pochi che ancora credono in una storia vera. Ti auguro di farci sù una grande risata al più presto!

Pagine: 1 2 3

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili