Salta i links e vai al contenuto

Verità scientifica subito

Lettere scritte dall'autore  SaraM87

Gentile direttore Enrico Mentana,
ho seguito per anni con interesse le trasmissioni del canale La7, tuttavia da mesi ormai il servizio di informazione che offrite è scaduto molto in basso.
Sono una persona generalmente scrupolosa delle regole e del vivere civile, a cui dà fastidio parcheggiare in doppia fila e che per il primo lockdown Conte ha utilizzato il navigatore Google Maps per assicurarsi di non oltrepassare i 200 metri previsti per le passeggiate intorno casa. Ormai da due anni ogni sforzo di salvaguardare una qualsivoglia coerenza di fronte a ciò che lo Stato decide per i cittadini richiede giravolte sempre più contorte. Infine, mi sono accorta di non essere una cittadina avveduta, ma semplicemente una “cogliona”.
Mi chiedo genuinamente se nessuno si sia accorto che le misure restrittive prese per chi è malato (come non poter uscire a passeggiare nel bosco, all’aria pura, al sole) oggi rasentino la follia di un regime da America Latina. Mi chiedo se tutto ciò – non solo non poter lavorare, ma non poter nemmeno entrare alla posta senza il Green Pass – non suoni profondamente ingiusto alle sue orecchie. Come può una questione biologica interferire così tanto nella vita politica e sociale delle persone? Quale commissione bioetica è stata interpellata prima di prendere tali provvedimenti?
Il mio primo pensiero va ai giovani e agli anziani: i primi perché sono stati privati di un aspetto talmente prezioso quanto irrecuperabile, ovvero la libertà di crescere; i secondi perché sono stati dimenticati nelle file degli hub vaccinali, convinti che una puntura o due avrebbe potuto proteggerli da un virus insidioso e violento.
Perché non date visibilità alle indagini del prof. Alberto Donzelli? Alle riflessioni di Mauro Scardovelli? Al pool di studiosi internazionali che mette in guardia contro sostanze tossiche sconosciute rinvenute nei sieri anticovid-19? Un vero dibattito pubblico dovrebbe prevedere anche una controparte e un contraddittorio, prima di essere sbugiardata come inattendibile.
Questo non sarebbe il primo e l’ultimo scandalo di malasanità: dal talidomide all’amianto.
Le anime hanno un proprio metro di riferimento interno di cosa è moralmente giusto e di cosa non lo è. Le chiedo, caro e stimato direttore, di appoggiarsi a questo diamante interiore dell’anima che ognuno di noi ha, ogni volta che lancerà il suo sguardo rassicurante e indagatore all’interno di quella telecamera.
Cari saluti,
Sara

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Condividi: Verità scientifica subito

Altre sul tema

Altre nella categoria: cittadini - enrico mentana - politica - salute

47 commenti a "Verità scientifica subito"

Pagine: 1 2 3 5

  1. 1
    Angwhy -

    Gentile Signora si dà il caso che le misure restrittive non vengano prese per i malati ma bensì per i sani. Solo per citare il suo esempio, era abbastanza evidente che allontanarsi dal proprio domicilio per piu di 200 metri,peraltro quando in giro non c’era nessuno, non comportava alcun rischio per la salute.ora, visto che si è ravveduta, faccia un ulteriore passo in avanti,lasci perdere mentana e spenga la tv.

  2. 2
    rossana -

    Sara,
    il buon senso è stato spazzato via dalla paura e anche (per chi non ha mai toccato con mano i limiti della scienza medica) da un eccesso di fiducia in preparati allestiti di fretta, per pressante necessità.

    Concordo su “Un vero dibattito pubblico dovrebbe prevedere anche una controparte e un contraddittorio, prima di essere sbugiardata come inattendibile.”

    Per me, il governo al momento ha imposto il suo punto di vista, politico, per mettersi al riparo dai danni che potrebbero derivargli da ospedali saturi, impossibilitati a salvare vite, dopo aver falcidiato per decenni gli investimenti sulla sanità.

    Scendendo a numeri crudi, quasi certamente gonfiati, nel 2020 ci sono stati 74.159 decessi “per o con” Covid; nel 2021, 63.242. Su entrambi si è fatto un gran chiasso. Mentre nel 2021 ci sono stati 80-90.000 decessi per inquinamento atmosferico alle stelle, denunciati da ben pochi giornali e nemmeno citati altrove.

    Complimenti per la pacatezza del tuo post!

  3. 3
    Maurizio -

    Buongiorno Signora Sara. Per ottenere la verità scientifica bisognerebbe che la giustizia e la democrazia venissero ripristinate. Cosa, questa, che al momento non vedo possibile.

  4. 4
    rossana -

    Ci vuole coraggio a nuotare controcorrente, magari persino contro un amato e stimato Presidente della Repubblica, ma qualcuno ancora osa…

    https://www.secoloditalia.it/2022/02/pera-fa-il-controcanto-a-mattarella-costituzione-affossata-dai-dpcm-e-sui-migranti-ce-il-diritto-a-non-essere-invasi/amp/

    Bere la cicuta, come Socrate, o ribellarsi, come Antigone, a leggi umane nel rispetto di principi morali fondamentali che non hanno bisogno di essere scritti?

    https://www.agi.it/cronaca/news/2022-02-05/bassetti-40-deceduti-sono-morti-per-altre-cause-15506028/amp

  5. 5
    Golem -

    Ok, il 40% muoiono per altre cause? E il restante 60, che fanno circa 250 morti al giorno, non significano niente? Mille morti in quattro giorni, 10 mila in 40 giorni 90mila in un anno, di media, per una “normale influenza” sono accettabili? Per favore.

  6. 6
    Maurizio -

    Rossana davvero molto interessanti quegli articoli che hai riportato. Che siano il risultato di un cambio di passo per motivi etici o, più probabilmente, una virata di alcuni personaggi di spicco perché all’ orizzonte comincia già a intravedersi l’ affondo della nave? Chi vivrà vedrà…

  7. 7
    Suzanne -

    In effetti ce ne vuole di coraggio a postare un articolo intriso di razzismo e conservatorismo bieco in ogni sua riga. Come si possono definire l’eutanasia, l’aborto o il matrimonio omosessuale “diritti imposti alla comunità” visto che riguardano solo e soltanto la vita privata del singolo individuo? Quanto non senso paragonarli alla situazione delle vaccinazioni, che, da sempre, per avere una rilevanza sociale debbono necessariamente riguardare la collettività nel suo insieme?
    Forse, anziché perdere tutto questo tempo a difendere i diritti dei no vax per principio, bisognerebbe preoccuparsi delle derive nazi-conservatoriste che sta prendendo l’Europa in temi molto piú eticamente rilevanti del grafene nei vaccini.
    Tanto per fare un esempio, in Polonia due donne sono morte in poco tempo perché è stato negato loro il diritto all’aborto.
    Essere “contro” a prescindere non mi sembra un grande sintomo di intelligenza.

  8. 8
    rossana -

    Maurizio,
    questa notizia potrebbe essere anche più incoraggiante per un ritorno a una quotidianità socialmente meno conflittuale, senza nulla togliere ai vaccini, se non fosse che le leggi e persino la costituzione possono essere stiracchiate a piacere da chi è più ricco o più forte. Soprattutto in un Paese essenzialmente governato dall'”uomo della provvidenza”.

    https://www.liberoquotidiano.it/news/europa/30367975/green-pass-discriminatorio-consiglio-europa-boccia-certificato-contrario-scienza.amp

    Quanto agli altri Paesi, questi, come nelle discussioni on line, sono utili soltanto quando sono comodi per sostenere le proprie linee di pensiero, che in questo caso sono diventate di azione.

    https://www.lapressa.it/articoli/oltre_modena/israele-abbandona-il-green-pass-con-omicron-inutile-e-dannoso-per-le

    Il clima generale sta cambiando ma è troppo tardi per annullare del tutto quanto in Italia è stato impostato e assorbito dalla maggioranza.

  9. 9
    rossana -

    Non dovrebbe essere il caso di precisare che ho voluto condividere il PRIMO articolo del giornale e la PRIMA esternazione di Pera, NON tutti gli altri SUOI punti di vista, che niente hanno a vedere con la costrizione a vaccinarsi.

    Più che altro perché il suo pensiero nell’ambito d’interesse ha la veste di un politico in carica, e quindi degno di rispetto, come Sgarbi e, in parte, Paragone.

    Non è così per altri, come Cacciari, a mio avviso altrettanto degni di rispetto.

    Forse sarebbe il caso di attenersi al tema della lettera e, magari anche, prendere in considerazione che non si può mai condividere tutto con tutti. Fermo restando che talvolta anche nel peggiore degli esseri umani può esservi qualcosa di buono o di apprezzabile.

    Per me, unitamente al rispetto per le opinioni altrui, una delle più importanti lezioni impartite da questa pandemia. L’intelligenza non si misura sulla base dei propri convincimenti.

  10. 10
    Golem -

    Ma è un ottimo modo per “distinguersi”, almeno agli occhi di chi si beve le apparenze, che comunque sono la maggioranza. Un paio di dotte citazioni corroborano il “drink”.

Pagine: 1 2 3 5

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'informativa sulla privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili