Salta i links e vai al contenuto

Uomini castrati da donne troppo forti

Buon giorno a tutti, scrivo questa lettera un po’ per sfogo, un po’ per cercare un confronto.
Sono sulla trentina, e le donne mi spaventano. Ricordo che da ragazzino avevo una certa venerazione per l’universo femminile, pensavo alle ragazze come a esseri superiori, meno superficiali e più mature di noi.
Poi con gli anni le varie esperienze ed una conoscenza più approfondita mi hanno fatto capire che mediamente una donna non è poi molto diversa da un uomo. Ho letto molte lettere e commenti e noto, in effetti, che tutto ciò che viene detto qui si riscontra spesso nella realtà, con alcune discrepanze però. E’ la terza volta consecutiva che una mia storia termina perché vengo lasciato ed ogni volta con la frase: sei una persona splendida MA..sei troppo bravo.. dovresti essere più stronzo..più cattivo e così via. Su questo sito molte ragazze si lamentano di partners immaturi ed inaffidabili come se tutto quello che cercassero fosse serietà, allora perché poi nella realtà gli uomini come me non vengono apprezzati fino in fondo? Conosco molte persone, per cui ho modo di osservare i vari rapporti interpersonali e noto che molti amici/conoscenti, per quanto ottime persone fanno molta fatica a trovare una fidanzata.
Tra i miei amici ce ne sono un paio invece che potrebbero tranquillamente rientrare tra i “carnefici” descritti nelle varie lettere delle donne. Uomini di bell’aspetto, con una posizione sociale più che buona, che riescono a cambiare donna al ritmo di due al mese.
Uno di questi poi lo dice proprio apertamente: quando una donna inizia a diventare appiccicosa ed invadente la molla ( e per lui questo avviene nel giro di 20 giorni). Secondo lui le donne sono state create per essere un piacevole passatempo per l’uomo. Ho visto ragazze carine e all’apparenza valide come persone, essere scaricate una dietro l’altra e, infatti, ogni volta che ne porta una nuova in compagnia parte il toto scommesse per capire quanto durerà. Questo mio amico ha 40 anni, non è un ragazzino. E qui sorge la prima domanda: è davvero possibile che una donna preferisca essere usata in questo modo da un uomo seppur piacente e benestante piuttosto che essere trattata quanto meno con sincerità e rispetto da uno meno piacente e meno benestante? Davvero la donna (non so se solo di oggi) è davvero così limitata? Tante belle parole e poi di fatto l’opposto? Davvero il segreto della comprensione dell’Universo femminile, come dicono alcuni, anche su questo sito, come dice anche il mio amico, sta tutto li? Ovvero trattarle come passatempo (alias mignotte) perché più le disprezzi e più si attaccano? Io davvero non riesco a crederci. Sono davvero così simili all’uomo?
Qualcuno potrà dirmi: bhè allora anziché cercare le storie serie cerca di prenderla molto più alla leggera e di usarle anche tu. E da qui nasce l’altro problema, non posso vivere nemmeno quelle mordi e fuggi perché non ne ho i mezzi: fisicamente sono un uomo normale/carino ma non abbastanza per essere il bello della situazione. Economicamente sono riuscito a sistemarmi solo da alcuni anni, per cui anche in questo caso non ho una posizione elevata che le possa particolarmente attirare. E non ho nemmeno successo nella ricerca delle storie serie, non perché non ci siano ragazze che le cerchino, ma semplicemente per il fatto che come dicevo prima, le vogliono ma solo con gente di un altro status sociale e/o aspetto fisico.
Insomma, sono una persona media ed evidentemente non sono abbastanza per loro. Mi si potrà replicare che molte belle ragazze stanno con uomini normali o addirittura brutti, ma se andiamo a scremare da quella lista le storie nate perché il lui della situazione si è fatto letteralmente in 4 pur di conquistarla, o che il lui della situazione sia ricco oppure con uno status sociale di superiorità (tipo il capo con la dipendente, il professore con la tesista) emerge che le storie davvero autentiche in queste condizioni sono molto rare.
Non riesco ad accettare questa realtà. Una ragazza bruttina ha il problema di trovare solo ragazzi in cerca di sesso. Una ragazza nella media ha l’imbarazzo della scelta, sia sessualmente, sia per storie più serie. Un ragazzo nella media come me ha molte difficoltà a trovare sia del sesso sia storie serie. Tante donne per pochi uomini. Donne che scelgono di fare le amanti di uomini impegnati, piuttosto che mettersi con un uomo libero (e ce ne sono tanti). A me sembra pazzesco. Io vorrei solo poter creare di tanto in tanto qualche flirt o quantomeno che nascesse qualcosa di intrigante con una ragazza normale/carina. Invece pare impossibile. Nei locali ci sono diverse belle ragazze, ma ovviamente se non rientri nei canoni sopra descritti nemmeno ti notano.
Uscire e vedere la manna dal cielo, tante ragazze, alcune belle altre meno, alcune vestite, altre meno e non poter vivere nulla di appassionante, se non molto raramente e faticando. E’ davvero un’agonia. La stessa cosa accade nella mia comitiva di amici: quando vi entra una nuova ragazza, su 10 ragazzi ovviamente da chi è attratta? Sempre da uno dei due conquistatori e gli altri nemmeno li considera. Una banalità nella scelta paragonabile a quella maschile. Il bello è che sono attratte da loro anche se sanno che son dei puttanieri!
Poi leggo le lettere di alcune ragazze disperate perché amano il loro ragazzo alla follia, maltrattate, tradite, usate, che vorrebbero un ragazzo bla bla bla.. ma nella vita pratica dove sono?
Quindi per le persone come me, alla fine della fiera, deve essere sempre una fatica estrema, non per conquistare la Campbell, bensì ragazze normalissime che sono però altamente pretenziose. Sento mie amiche lamentarsi di non trovare un uomo quando poi fanno le schizzinose e sistematicamente rifiutano un tizio dopo l’altro perché non li ritengono alla loro altezza (e sono ragazze normalissime!), ma le ragazze non sono quelle che si vedono sempre brutte e grasse? Com’è allora che si sentono così fighe da snobbare i ragazzi normali?! Le ragazze che ho conquistato l’ho fatto recitando ogni volta la favola del piacione/simpaticone che fa allusioni sessuali più o meno spinte, mettendoci insieme però la faccia da bravo ragazzo e la disponibilità.
Era ed è l’unico modo che ho per attirarle, recitare e faticare. Poi inizia la storia..do il mio meglio, costante, presente, dolce, serio..e vengo scaricato proprio per il mio carattere. Se aggiungiamo il carico degli amici che andati all’estero per studio o lavoro mi raccontano di rapporti uomo/donna molto diversi da quelli italiani mi viene proprio la depressione. Mi dicono che con alcuni Paesi esteri la vedi proprio la differenza: loro, ragazzi normali, sono considerati da molte più donne e il rapporto uomo/donna non è ai livelli nostri di donna dominante e uomo castrato. In altri Paesi, a quanto mi è stato detto, l’uomo (anche se normale) è ancora Uomo. Qui un uomo medio alle più è invisibile.
Una cosa che mi stupisce infatti è vedere che l’uomo davanti a tutto questo resta impotente (diventandolo ancora di più ai loro occhi): o reagisce con grande menefreghismo e via a provarci con ogni cosa che respiri oppure al contrario si comporta come uno zerbino.
Questo non riesco ad accettarlo, io mi ritengo come già detto una persona normale sia fisicamente che caratterialmente e altro non vorrei che poter piacere, per quello che ho da offrire (tanto o poco non lo so) ad una ragazza normale.
Una mia cara amica in tutta onestà mi ha detto: “le ragazze di oggi sono troppo forti, ci fate fare tutto quello che vogliamo, anzi possiamo fare tutto quello che vogliamo, possiamo frequentare un ragazzo diverso ogni sera e nessuno ce lo impedisce, questo non so quanto alla fine sia così positivo. A noi manca una personalità forte con cui confrontarci, ma mi rendo conto che se gli uomini sono diventati così è anche per colpa nostra”. Questo suo commento mi colpì molto per la verità intrinseca che portava.
Mi sono dilungato molto..a chi avrà avuto la pazienza di arrivare fino in fondo dico grazie, sperando in qualche commento di confronto.
Un saluto a tutti.

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Riflessioni

47 commenti

Pagine: 1 2 3 5

  1. 1
    MrBison -

    che il gentilsesso nostrano abbia ormai imparato a vivere le relazioni sentimentali all’ombra di una spiccata indole “consumistica” credo sia un fenomeno piuttosto palese

    esigenze, pretese, competizione ed una buona dose di “arrivismo” sono tutti fattori che stanno iniziando ad incidere parecchio nella scelta del partner maschile

    premesso ciò, mi sembra però che il tuo sfogo sia forse un pò eccessivo

    un “ragazzo nella media” di solito riesce a combinare qualcosa, se questo non accade direi che le colpe debbano esser ricercate altrove e non addossate genericamente ed unicamente sulle donne

    sull’estero invece ti dò ragione al 100%… non è un luogo comune ed è inutile girarci troppo intorno… le donne straniere son proprio diverse… più aperte alle esperienze, alle relazioni ed alla conoscenza…

  2. 2
    silvana_1980 -

    guarda, hai ragione sul fatto che molte donne ragionano come gli uomini peggiori parlando e trattando gli uomini come pedine e dando il voto su ogni cosa che fanno o sul loro aspetto
    posso però osare di dire che analogamente la brava ragazza nel 90% dei casi viene scartata perchè troppo noiosa, troppo appiccicosa…bla bla bla…mentre gran parte di voi pende dalle labbra dalla troietta di turno fisico perfetto e cervello inesistente che quando vi chiama e/o vi manda un messaggio sul tono “stasera ci vediamo e trombiamo all’ora x nel posto y” correte come un missile terra aria senza domandarvi troppe cose? E dopo vi lamentate perchè non trovate certe caratteristiche in queste donne…non so…pretendete che la persona incentrata su se stessa badi anche a voi?
    è come cercare delle mele in ferramenta, scusate
    E allora…co sti stereotipi uomini e donne???chi è più cattivo? mah
    Non importa uomini e donne, siamo tendenzialmente diventati una banda di egocentrici che vuole soddisfare solo i propri bisogni momentanei, primari e le sue golosità, la sindrome del mondo dei balocchi…dell’eterna giovinezza…di peter pan…prima o poi ci sarà un brusco risveglio, inevitabile. Si può però ancora scegliere se entrare nell’ottica del futuro a gradi, scegliendo tu diverse cose e facendotene cadere in testa altre. Oppure, come fa la maggioranza ahimè, non porsi il problema adesso in modo tale che, completamente impreparato, il futuro con le sue tonnellate di pensieri e di problemi arrivi inesorabile a chiederti il conto dantoti una scadenza però molto breve.
    Le donne di oggi sono il prodotto di ciò che gli uomini volevano fino a ieri, ossia avventura, disimpegno e mercificazione dei sentimenti…adesso rivolete indietro le brave ragazze? Quando le avrete SICURO che vi stuferete di nuovo e rivorrete le donne facili.
    Mai contenti siamo…
    Sai che cosa bisognerebbe fare? Essere onesti con se stessi e seguire questi 2 principi:
    – io uomo ho bisogno di una donna per il sesso, per i figli ma anche perchè mi sappia trasmettere la dolcezza che non ho di mia natura come uomo
    – io donna ho bisogno di uomo per il sesso, per i figli ma anche perchè mi compensi del lato forte che non ho di mia natura

    bisognerebbe giocare meno di ruolo, fare meno gli attori ed essere più veri. punto. uomini e donne.

  3. 3
    Almost-Imperfect -

    ciao invisibleman
    consolati perché le tue stesse domande se le pone anche l’universo femminile, tanto che mentre leggo la tua lettera penso, ma io non ne incontro mai così?
    A parte gli scherzi… Penso che la frase “sei una persona splendida MA..” sia solo un pretesto, tanto per non doversi spingere a fondo su un argomento abbastanza spinoso, in un momento in cui c’è già una sofferenza di chi viene lasciato, forse è solo uno zuccherino che indora la pillola. Anche gli uomini usano frasi simboliche, che però racchiudono in se un significato molto più ampio. Ovviamente nessuno mi ha mai detto ti mollo perché sei un cesso, oppure a letto sei una schiappa, oppure boh, qualsiasi altra cosa… Se è successo mi sono sentita dire: “beh sei carina (oppure sei un tipo, frase che mi fa proprio partire il neurone), sei una persona splendida, ma in questo momento non me la sento di avere storie serie, magari usciamo qualche volta…” poi lo stesso personaggio lo rivedi i mesi dopo tutto avvinghiato sempre con la solita.
    La tua lettera è carina e ti poni delle domande giuste, per quanto riguarda me posso dirti che non sono mai stata attratta da uomini troppo sensibili, ora non dico che cerco uno st…, però non riesco ad avvicinarmi a quelli che paradossalmente si commuovono molto più di me. Detto così credo sia di una superficialità immensa e mi vorrei sforzare di spiegarti cosa intendo dire, ma il limite di un blog forse è questo.
    Io sono quella emotiva, quella che si sconvolge per un niente, quella che si fa i film mentali e (nei limiti del non approfittarsi) l’angelo del focolare; il tutto miscelato con le nuove libertà e responsabilità che questa società mi ha dato, quindi come un uomo lavoro sodo, magari la laurea mi consente anche di occupare un posto abbastanza di vertice e per certi versi mi approccio alla vita di tutti i giorni come un uomo, sono indipendente e le relazioni sono una scelta, non una necessità.
    Al mio compagnio, come altra metà della coppia, chiedo di sopperire alle mie mancanze, perché no? Quindi solidità e polso fermo, quel pizzico di arroganza (nei confronti della vita non nei miei) che basta e la certezza di poter contare su un suo sostegno quando ne ho bisogno. Che non vuol proprio dire egoismo all’ennesima potenza e leggerezza, o cattiveria, nei rapporti con l’altro sesso.
    Ma anche tu ad un certo punto dici che vorresti una storia intrigante con una normale/carina, mettendoti quindi sullo stesso piano delle donne che frequentano i tuoi amici più ambiti e anche più inconsistenti.

  4. 4
    Sergio -

    Hai capito come funziona?

    Io sono sempre stato rispettoso al 100% del mondo femminile e sono stato ripagato con la moneta opposta.
    Le mie donne mi hanno lasciato per omuncoli che non hanno neanche il mio mignolo, eppure io ero troppo buono e quelli gli stronzi…

    Ho cominciato a farlo anche io, e adesso il risultato è che mi muoiono dietro…
    Purtroppo a 33 anni devo ammettere che la frase “le donne sono come i francobolli, più ci sputi e più si attaccano” è vera…
    Peggio per loro, io mi diverto e basta trattarle bene…

    Questo vale per me, il resto del mondo faccia ciò che vuole…

  5. 5
    PEDRO -

    Mi ritrovo in tutto quello che hai scritto, la realtà è questa…

  6. 6
    sarah -

    non condivido in tutto e per tutto ciò che ha detto la tua amica,la verità credo sia per il fatto che molte donne hanno cominciato a fare gli uomini e gli uomini hanno mostrato tutta la loro vigliaccheria,sinceramente mi trovo nella tua stessa situazione,nessuno si innamora di me,gli uomini mi vogliono solo per divertimento o magari perchè rappresento la loro sicurezza,mi sento come un divano dell’ikea che ha un buon rapporto qualità prezzo, ma in tutto questo l’amore dov’è?vedo uomini che non sanno dire un ti amo perchè dicono che contano i fatti,ma se ami qualcuno perchè non dirglielo?è un tabù, è un fatto che non mi ami,è un fatto che mi vuoi solo perchè sono comoda,è un fatto che hai spezzato il mio cuore,di quanti fatti hai bisogno?penso che dovrei divertirmi,cambiarne davvero uno a sera perchè sinceramente per me gli uomini solo solo bugiardi,non lottano per una donna,sono infedeli,non hanno voglia di affrontare i problemi ma scappano solamente, se fossi come una donna di ogg forse soffrirei di meno.io non sono poco piacente,sono bella e me lo dicono tutti eppure ho sempre avuto ragazzi che non erano dei gran fighi,perchè a me i fighi proprio non piacciono.ma ora mi chiedo, si è davvero più felici non amando?forse si.forse è meglio divertirsi e non pensare agli altri perchè agli altri non importa di te, a chi importa se hai il cuore spezzato?ti sentirai dire solo mille scuse per non amarti ma per tenerti accanto.non esiste l’amore.

  7. 7
    quellicheilcalcio -

    io credo che l’unica grande verità l’abbia detta silvana1980, bisognerebbe giocare meno di ruolo, non recitare ed essere se stessi.
    ho notato che il comportamento delle persone, sia uomini che donne, varia molto nella penisola da regione a regione, e non solo, da città a città. dell’estero non parlo perchè non ho esperienza.
    quello che posso dirti è che, nonostante sia molto deluso dalle donne in generale, non si può fare di tutta un erba un fascio.
    ma si puo fare una statistica: il risultato non è che le donne preferiscono in media più gli stronzi che i ragazzi corretti, ma in media le donne italiane non ci capiscono più niente.
    e questo è il frutto della globalizzazione mediatica, chiamiamola cosi: è talmente aperto il mondo e talmente tante sono le esperienze che ormai sono alla portata di tutti che una parola santa è diventata pericolosa, ed è ” ACCONTENTARSI”.
    l’apparenza, il primo impatto, le sensazioni iniziali, in una società in cui non puoi permetterti di aspettare, di conoscere, di riflettere, sono diventati la principale pietanza venduta durante il giorno, per non parlare della sera.
    basta guardare alle percentuali di matrimoni falliti, disastro totale, tanto che in molti ora preferiscono convinvere e non sposarsi.
    detto questo il discorso è molto semplice,io faccio così: ho una mia vita, e la mia vita la ho da “single”, perchè il mio cervello è stato creato per ragionare a mio favore, e non per ragionare per gli altri; nella mia vita da single ci sono dentro le mie passioni, i miei amici, il mio lavoro/studio, la mia famiglia.
    Una donna che pensa di entrare nella mia vita e dopo nemmeno qualche mese crede di erigersi a regina del reame, con me chiude.
    una donna che si dimostra vipera e stronza, con me chiude.
    la fighetta che ti telefona per scopare nel posto x all’ora y, con me non parte nemmeno.
    io cerco e mi innamoro solo di ragazze carine ma di animo buono, cerco una ragazza che mi rispetti, con la quale condividere tutte le cose della mia vita che ti ho detto sopra e magari che sia entusiasta di condividere le sue con me.
    ma zerbino io non sono, non permetto a nessuna di farmi cambiare stile di vita,pensieri, parole, che mi faccia fare l’eremita o mi DIA IL PERMESSO DI USCIRE CON I MIEI AMICI.
    io non do permessi, io non do leggi, io esigo rispetto ed affetto, in altre parole amore, senza gelosie contorte ne ingarbugliamenti.
    io sono una persona pulita, sincera e gentile, e ho sempre fatto il bene per la persona che amavo, sempre del mio meglio, sempre per farla stare bene e ridere, mai per offendere, mai per egoismo.
    non sarò superbello da copertina ma sono una persona immensa, e tanto mi basta per fregarmene di vestirmi ultimo grido e piazzarmi davanti ad un locale con una macchinona.
    io i soldi per la macchinona non ce li ho, e camuffarmi da quello che non sono mi farebbe schifo, senza contare che risulterei innaturale e ridicolo.
    HO lasciato è vero, un paio di ragazze nelle quali credevo, l’ultima delle quali mi ha distutto

  8. 8
    quellicheilcalcio -

    tu sii quello che sei, fregatene di quello che vedi, lotta per mantenere smepre te stesso e le tue idee, perchè è quello che rimane nel tempo, mentre la bellezza è breve e mutevole.
    la mia ex dopo un mese che uscivamo mi disse: non ci credo, ma te sei davvero così gentile! sei incredibile.
    Sei mesi dopo mi disse che una donna non dovrebbe mai accontentarsi, che poteva avere sempre di più, che esiste sempre chi da di più di chi abbiamo accanto.
    e il bello è che si lamentava di essere stata trattata male in passato.
    se sapessi quante cose vergognose mi ha detto di passerebbe ancora di più la voglia delle donne.
    ma non esiste maschio o femmina, esiste chi ha le idee chiare, chi è leale e chi no, chi è vero e chi finge, chi bada alla sostanza e non solo all’apparenza.
    spero di non averti annoiato e di averti trasmesso un certo tipo di messaggio. ah per la cronaca, ho poco più di vent’anni e le cose che tu descrivi le vedo anche io.
    le generazioni cambiano, il modo di fare si sta generalizzando sempre più, il vero problema è saper scremare dalla folla di babbei le persone vere, con le quali l’amore può anche finire, ma che mai del male ci faranno, e che comunque non lasciano ricordi di cacca come la mia ex, ma ci arricchiscono e ci fanno sorridere.
    e per trovarle ci vuole anche e soprattutto tanto, ma tanto culo
    ciao

  9. 9
    Ikaris -

    x sarah

    Cosa intendi quando affermi:gli uomini non lottano per una donna…rispondimi sono curioso.

  10. 10
    Paolo -

    No Sarah, l’amore esiste ma non è sempre ricambiato. Io ho lottato
    per una donna e sono stato lasciato(da poco). Tante volte le ho detto
    “ti amo”, lei, al massimo tre volte in 18 anni!Se non amando
    si possa essere piu felici non lo so, ma io ho un grande bisogno di amore!

Pagine: 1 2 3 5

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili