Salta i links e vai al contenuto

Uno strano periodo

Lettere scritte dall'autore  

Salve a tutti, mi chiamo Brando e ho 16 anni.
Nel Dicembre del 2008 ho cominciato ad uscire con una ragazza, la prima con cui sono riuscito a esternare i miei sentimenti.
Caratterialmente non so descrivermi, ma quando si tratta di mostrare i miei sentimenti verso qualcun’altro sono un tipo timido, anche se una volta mostratomi riesco a farmi vedere per quello che sono.
Come dicevo verso il Dicembre del 2008 ho conosciuto questa ragazza, con la quale avevo instaurato un feeling molto bello. Prima di allora ho sempre considerato come posto dove trovare degli amici la scuola, dove pensavo che la vita sociale di ogni ragazzo si facesse lì.
Essendo io un tipo sfortunato (hihi) sono sempre finito in classi con persone le quali non ritenevo affatto interessanti, ad eccezione di un gruppo di amici che mi ero fatto ad un campo estivo. Poi ho conosciuto quella ragazza, e da lì un’emozione bellissima esplose dentro di me.
Grazie a questa ragazza riuscivo ad esprimermi completamente, come mai avevo fatto in vita mia. Avevo ricominciato ad’uscire di casa, uscendo con lei o anche da solo, riuscivo a godermi cose che in passato non avrei neanche notato. Poi il disastro, mentre i mesi passavano io provavo sempre qualcosa in più per quella ragazza, finchè un giorno lei mi disse che ero stato il primo ragazzo con il quale lei sia mai risciuta ad avere un rapporto così profondo, ma non con il quale voleva stare insieme.
Sicuramente non si sa neanche cos’è l’amore a 14 anni, essendo a quell’età poi un tipo molto grasso sicuramente qualcosa c’entrava.
Da quel momento entrai in uno stato di depressione, non sapevo cosa fare, mi sentivo arrabbiato e stupido.
Dal Giugno 2009 mi segregai in casa, passai tutta l’estata in camera da solo, ascoltando musica e giocando ai videogiochi.
Ad Ottobre 2009 avevo deciso di ricominciare ad attivizzarmi, e avevo telefonato ad un vecchio amico per seguire insieme a lui delle lezioni di parkour. Avevo provato questo sport a Febbraio del 2009, mene innamorai completamente, ma poi smisi sentendomi troppo depresso e stupido.
Successe che l’8 Ottobre 2009 feci un incedente in motorino mentre andavo a scuola, frattura composta del malleolo sinistro interno. Ho passato 1 mese con il gesso lungo fino alla coscia e un’altro mese con il tutor. Passati questi 2 mesi cominciai a fare fisioterapia, alla quale andai circa 5 volte sulle 10 pre-stabilite per colpa di mia madre che non aveva voglia di accompagnarmi all’ospedale. Da lì mia madre partì per 3 mesi in Svizzera, lasciando me e mia sorella da soli a casa.
Allora in quei 3 mesi feci ciò che avevo fatto dal Giugno 2009: Rimanere fermo, a perdere tempo.
Una volta ritornata scoppiai, mostrando tutta l’ira che avevo tenuto dentro in tutto quel periodo.
Passarono altri 2 mesi, nei quali sapevo di non essere più depresso, e sapevo che ero ”pronto” per riattivarmi, ma non sapendo cosa fare li passai davanti al computer.
Nel Giugno di quest’anno finalmente arrivo la svolta: Sono riuscito a fare 10 sedute di fiosioterapia alternate con lunghe camminate, ed esattamente oggi ho finito il 10 giorno, finalmente sentendo il piede molto migliorato rispetto a prima. Tra 2 giorni dovrei andare in un campo estivo in Sardegna, ma ho paura di andarci poiche avendo un fisico sul robusto/cicciotto (sono alto 1.88 e peso 98 kili e giro vita di 108) ho paura di non trovare una ragazza con la quale divertirmi.
Per me è difficile ragazzi… non sono mai stato un tipo negativo, e dopo quest’anno mi sento arrabiato, ma da un lato anche più maturo.
Non mi sono mai sentito così… che rabbia.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Me Stesso

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili