Salta i links e vai al contenuto

Una situazione oramai pressante e pesante…

Lettere scritte dall'autore  black80

Ho 41 anni, vivo con mia madre un fratello con problemi di diabulazione e mio padre ”anch’egli con i suoi problemi di salute”
Il problema non persiste ne su mio padre e ne tanto meno su mio fratello, ma i problemi che sto cercando di risolvere me li sta mettendo davanti proprio mia madre…
Mia madre ha 72 anni, a livello fisico soffre di diabete, un po di stanchezza,ma è una cosa anche naturale,ma a livello di psiche soffre di ansia e attacchi di panico…
Nell’ultimo anno mi sta dando filo da torcere che nemmeno si può immaginare…
A volte non so nemmeno io se questo suo comportamento sia legato agli attacchi di panico, oppure è solo una scusante poichè vuol far di me il suo oggetto personale….
Mi pressa in continuazione, se sto in bagno un po di piu’ gia sta fuori alla porta che bussa….
Se mi metto in camera mia per rilassarmi dopo 10 minuti entra in camera con aria autoritaria e mi dice: Che cavolo, stai sempre in camera, devi venire dentro in soggiorno,devi stare sul divano insieme a me….
La sera spesse volte ”fin quando si è potuto a causa covid” andavo a prendere un caffè da un amico il quale abita a 150 metri da casa mia, e anche in questa circostanza c’era lei ”mia madre” che aveva da ridire se andavo da questo amico… subito era pronta ad attaccarmi dicendo: Esci tutte le sere, mi rimani sempre sola… io ”nemmeno vorrei” ma voglio ” in modo autoritario” sapere che vai a fare tutte le sere da Giacomo ” nome di fantasia”
Io le rispondevo: Mamma, io mi scoccio starmene a casa,soprattutto di sera, per lo meno insieme a Giacomo e sua sorella ci prendiamo un caffè,ci raccontiamo della giornata trascorsa e cosi via… dimmi tu, io qui,chiuso in casa che devo fare?
Una sera, intorno le 20:00 circa,avevo la porta d’ingresso aperta, mentre stavo per andare via le dissi: Mamma, io esco,vado da Giacomo, verso le 22:00 rincaso….
Appena finì di dire queste parole,lei subito, sempre con quell’aria arrogante si rivolse dicemdomi: Alle 22?Noooo devi rincasare prima perchè alle 22 è tardi….
Sul pianerottolo c’era il mio vicino che stava rientrando e sentii tutto….
Il mattino seguente il mio vicino mi chiamò e mi disse:So bene che non sono fatti miei, ma come fai a sottopportare tua madre? Ma si rende conto che gli altri ragazzi della tua età escono proprio alle 22 e si ritirano alle 5 del mattino? Se fossi stato al tuo posto ieri solo per la figuraccia da figlio scemo che ti ha fatto fare io l’avrei mandata a quel paese.
Durante il periodo di fine lockdown quando si inziò nuovamente ad uscire,ci litigavo tutte le sere, perchè non voleva che io uscivo….
L’ultima lite proprio ieri, perchè le dissi: Mamma ascolta, io non posso e non voglio fare questa vita, ma è mai possibile che vuoi far di me un cagnolino al guinzaglio? Ma è mai possibile che tu non voglia rispettarmi come uomo e come figlio?
Io ho bisogno di uscire,di stare con i miei amici e qualche volta diciamoci la verità di andare a consumare anche qualche rapporto sessuale???
Ora mi hai semplicemente rotto… meglio che tu lo sappia,che lo accetti o meno… ma stavolta dico basta…. Una volta che la popolazione ha ricevuto il vaccino anti covid me compreso, una volta che i contagi caleranno, una volta che i locali riapriranno puoi sbattere testa al muro quando vuoi, io esco e non voglio obiezioni da parte tua….
Lei: Cosa??? Tu sei impazzito…. Per prima cosa tu il vaccino non lo farai…. poi, se tu esci io come faccio se dovesse succedere qualcosa???
Io: La pensione la percepisci… assumi una signora che ti fa compagnia e lasciami vivere….
Lei: No… estranei in casa mia non entrano…..
Comunque…. io le ho proposto di venire con me per una visita neurologica, psichiatrica ecc… ma non ne vuole sapere, non vuole collaborare, ma nel frattempo io non posso nemmeno piu vivere cosi….
Se esco dopo 10 minuti inizia a tempestarmi di telefonate… ho spento anche il telefono spesse volte e il giorno dopo ci ho dovuto litigare perchè avevo spento il telefono e se fosse successo qualcosa io non ero reperibile…
Non so piu come comportarmi con lei… che devo fare? La devo prendere con la forza e portarla da uno specialista? Non so nemmeno io come agire… so solo che questa storia mi sta portando sulla strada di un forte esaurimento nervoso…. tanto che una sera tanto che mi fece infuriare le dissi: Se non la smetti ti mollo un ceffone…. Se fossi un cane e nemmeno verrei trattato cosi, perchè i cani se vengono trattati male eppure arrivano al punto che mordono il padrone…. Che devo fare????

L'autore ha scritto 4 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Condividi su Facebook: Una situazione oramai pressante e pesante…

Lettere correlate a:

Una situazione oramai pressante e pesante…

Continua a leggere lettere della categoria: Famiglia - Me Stesso

7 commenti

  1. 1
    Bohemien82 -

    A 41 anni sarebbe ora che tu ti appropriassi della tua vita. Si può “vegliare” sui genitori anziani anche vivendo a distanza. In questa vita un pizzico di sano egoismo non fa male.

  2. 2
    Black70 -

    Bohemien82
    Ciao, ci avevo pensato, ma a causa del covid19 anche il mio lavoro ha risentito molto la crisi e attualmente è chissà ancora per quanto, economicamente non ho la possibilità per affrontare le spese di:
    Affitto
    Condominio
    Luce
    Gas
    Ho cercato anche qualcuno disposto a condividere le spese, ma sempre a causa di questo maledetto virus le persone hanno paura di condividere un appartamento con altri

  3. 3
    Mister+T -

    Capisco le ristrettezze economiche in cui stai però finchè non andrai a vivere da solo la situazione con tua madre non farà altro che peggiorare. Quindi fai di tutto per trovarti un discreto lavoro che ti possa permettere di prendere in affitto un piccolo appartamento

  4. 4
    Suzanne -

    Ecco, quando dico che le madri sono la rovina dei figli… Crede di avere pieno potere su di te solo perché ti ha generato, considerandoti un prolungamento di se stessa. Falle capire che non sei il suo pupazzetto, ma un uomo adulto e ALTRO da lei. Non c’è bisogno di tante discussioni; esci senza dire nulla, stacchi il telefono e rientri quando è opportuno per te. Spiegazioni? Nessuna.
    Però, io dico, il Covid c’è da un anno, ma staccarsi prima dalla gonnella della mamma?

  5. 5
    Piero -

    Ho una madre come la tua. Dopo aver passato anni di intrappolamento e condizionamento psicologico, ho trovato finalmente la forza di reagire e di prendere le distanze da lei, mettendo dei limiti ben precisi che mi difendono dalle sue invadenze. Portato allo sfinimento ho bloccato il suo numero, così quando esco non può più tediarmi con chiamate continue per cose futili o pretesti per cominciare una lite. Anch’ io sono costretto dalle circostanze a vivere con lei; faccio come dice Suzanne, mi prendo i miei spazi, esco quando devo uscire, non do troppe spiegazioni e se fa storie le dico che il suo è un problema psicologico e deve risolverselo, senza tediare me. Oppure le rispondo in modo sbrigativo e dopodichè mi dedico alle mie cose. Ovviamente questo mio nuovo modo non le piace ma io non le do corda e dopo un po’ si stufa e si ritira nuovamente.

  6. 6
    Piero -

    Capisco che tutto ciò non sia facile per chi da sempre è abituato a farsi sottomettere per quieto vivere ( non ti sto giudicando, ci siamo passati tutti ). Ma se vuoi riappropriarti della tua serenità l’unica soluzione è il distacco e il non cercare la sua approvazione ( anche perché una vera approvazione da questo tipo di madre non l’avrai mai ). Appena riesci vai a vivere da solo mantenendo gli opportuni confini, il che vuol dire che lei non deve avere copia delle tue chiavi di casa, non deve presentarsi senza avvertire e non deve poterti telefonare in ogni momento. Per eventuali problemi seri di salute potrai sempre delegare a terze parti che la assistano, tu hai diritto a vivere la tua vita.

  7. 7
    black80 -

    Grazie a tutti per i consigli….
    Farò come avete detto….
    Una volta che si potrà nuovamente uscire,uscirò…senza dar tante spiegazioni…
    Per il vaccino anti convid,andrò a farlo senza dirle nulla….
    Se inizierà con la sua solita litania metterò un paio di auricolari e musica a go-go ad alto volume….
    Prima o poi si stancherà e capirà che non sono il suo giocattolo…
    Unica cosa, dovrò avvisare il mio amico Giacomo, poichè quando adopererò questo comportamento suggerito da voi,mia madre sarebbe capace di telefonarlo e di dirgli che è lui il motivo di questo mio cambiamento… colpevolizzando… ne sono sicuro..
    Allora avviserò Giacomo che se dovesse ricevere una telefonata deve solo riattaccarle il telefono e non considerarla piu di tanto,perchè sarebbe capace di mettere in compromissione un’amicizia che dura da anni…. ovviamente il discorso lo farò anche alla sorella del mio amico..
    Grazie a tutti

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili