Salta i links e vai al contenuto

Una scelta di vita da fare

Lettere scritte dall'autore  

Salve scrivo per sfogarmi in un momento delicatissimo della mia vita. Sono sposato da 5 anni non posso avere figli. Mia moglie, donna bellissima con valori morali elevati ha accettato qst situazione. Il matrimonio sembrava che funzionasse, o almeno con il mio carattere avevo raggiunto alcuni compromessi considerato che sono una persona dinamica e lei molto più pacata.
Due stipendi, buon reddito, una casa, io le mie attività, hobby, lei molto più casalinga.
A dicembre mi è letteralmente scoppiato il cuore per un’altra persona, totalmente diversa da mia moglie (vulcanica, passionale, determinata). Premetto che la nuova compagna ha provato i medesimi sentimenti. Bene o male l’ho frequentata in questi 4 mesi provando emozioni forti uniche, facendo 2 vite parallele, mettendo in discussione il mio matrimonio verso una donna (mia moglie) che è sempre stata presente, buona generosa molto unica nel suo carattere che non farebbe male ad una mosca. Comprendo dentro di me che per far funzionare il mio matrimonio mi sono adattato alla mancanza di passionalità della moglie che sento che mi ripaga nelle risate e senso di stabilità. La nuova compagna invece mi fa tirare fuori l’uomo che è in me il desiderio, la complicità. Vorrei molto separarmi, ma ogni volta che ci penso, forse le comodità, la gentilezza della moglie, il sapere che lei c’era sempre mi fa star male. Penso di essermi innamorato della nuova compagna, ma ho molta paura ad affrontare qst situazione costatato dal fatto che lei è sposata con un figlio e dove sarebbe disposta a separarsi.
Non so veramente che pesci prendere, da un lato un rapporto costruito nel tempo con fatica considerato cmq la diversità tra noi, dall’altro un giramento di sensazioni emozioni che mi folgorano nella passione. Molte persone dicono che dopo un po’ l’amore finisce e si ritorna come nella prima donna…. allora penso che senso ha tutto ciò? È giusto vivere qst emozioni forti per poi tenermele nel cuore per tutta la vita pensando chissà come poteva essere? E se poi faccio la scelta sbagliata>?? Non potrei mai accettarlo.
La nuova compagna mi dice che se io non do l’opportunità a lei di provare non potrò mai sapere come sarà perché dice di amarmi molto. Mia moglie, pur sapendo che provo un sentimento per qst compagna sta aspettando una mia decisione che tarda ad arrivare, dovuto dal fatto che i ricordi e l’amore che provavo mi ammazzano e mi provocano sbalzi d’umore.
Saluti.
Giuse77

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Famiglia

23 commenti

Pagine: 1 2 3

  1. 1
    Kayleen -

    La situazione è un po’ complessa. Se ti manca la passione, la complicità perché non provi a trovarla con tua moglie? Se provi dei sentimenti per un’altra allora il tuo amore verso tua moglie non è poi così forte.
    Se lasci tua moglie e provi rimorso?
    Se lasci tua moglie e provi a stare con l’altra e ti rendi conto che non va bene?
    Se lasci tua moglie e la storia va bene?
    Ci sono tante domande. Nessuno può dirti cosa fare, ascolta il tuo cuore e avrai la risposta.

  2. 2
    Fabrizio -

    Giuse77
    Ma perchè non ti guardi allo specchio ? Cosa l’hai sposata a fare tua moglie ? Non te ne sei accorto prima che non aveva passionalità ?
    Non ti giudico per il fatto di avere un’altra donna, perchè già il fatto di avere una storia parallela all’interno di un matrimonio è qualcosa di meschino.
    Ma ti giudico sul fatto del perchè l’hai sposata sapendo che non c’era passione.
    Di uomini e donne come te ne è pieno il mondo purtroppo. Non sapete quello che volete e danneggiate gli altri.
    Coerenza nella vita.

  3. 3
    sarah -

    quando c’è un calo di desiderio bisognerebbe ravvivare il rapporto.La nuova compagna potrebbe rivelarsi un incubo.Tua moglie ti ha accettato per quello che eri,ha rinunciato alla maternità per amore e tu la butti così?Qualsiasi scelta tu faccia la frittata è fatta,una delle due la devi cancellare dalla tua vita,se non ami tua moglie lasciale libera di vivere la sua vita e di trovare presto chi la rispetti e la ami veramente.Perdonami se non ti auguro buona fortuna ma quello che hai fatto è spregievole!

  4. 4
    IO -

    Ascolta, forse ti sfugge la cosa più importante, poi fai quello che vuoi, la vita è tua.
    Non ho letto tutta la lettera, mi sono fermato prima perchè mi bastava e avanzava quello che hai scritto fin dove sono arrivato.
    hai scritto “Comprendo dentro di me che per far funzionare il mio matrimonio mi sono adattato alla mancanza di passionalità della moglie”
    quello che hai scritto fa pena e rabbia perchè l’unica cosa importante è che tua moglie ha dovuto eliminare dentro se il suo istinto materno, ha dovuto decidere di rimanere sola e senza figli pur di stare con te e tu ora ci vieni a dire che non è passionale.
    Guarda io se fossi un tuo amico e mi dicessi una cosa del genere al bar ti riempirei di calci nel sedere.
    Il resto della lettera non m’interessa sei solamente un co...one e questa parola verrà censurata per cui te la spiego meglio sei uno “dei due gioielli di famiglia” cioè CO…ONE
    TU non hai proprio idea di cosa ha dovuto decidere e subire tua moglie pur di stare con te, poteva dirti “ascolta monocellula io un giorno voglio avere una famiglia e dei figli, ti saluto” ma invece ha igoiato il rospo ed è rimasta con te.. fai veramente pena.

  5. 5
    cyber81 -

    Due stipendi, una casa, una moglie bella premurosa seria e che , nonostante tu non possa avere figli, addirittura ti aspetta mentre te scopi con l’amante. Mah… Hai tutte le fortune eppure non sei contento, è proprio vero che chi ha il pane non ha i denti.
    Fossi in te proverei un po vergogna. E fossi in tua moglie ti caccerei da casa in 5 minuti.

  6. 6
    Andrea -

    Non vorrei essere lapidario come Cyber, ma devo ammettere che ha ragione. In un mondo dove la maggior parte delle donne fanno pena sotto il profilo umano, tu ne trovi addirittura due che ti contendono. Una che ti dissangua a letto e l’altra, mezza santa che ti aspetta a casa in attesa di una tua decisione.
    O sei baciato dalla fortuna o non c’è più religione..

  7. 7
    Phil95 -

    Hanno già scritto quel che c’era da scrivere gli altri….io semplicemente non riesco a capire queste situazioni….fai un po’ come vuoi insomma….

  8. 8
    Linquieto -

    Giuse77, ho letto fino in fondo la tua lettera, attentamente. Secondo me la frase chiave è quella in cui dici “da un lato un rapporto costruito nel tempo con fatica considerato cmq la diversità tra noi, dall’altro un giramento di sensazioni emozioni che mi folgorano nella passione” perché è li che esprimi l’essenza del tuo dubbio. La sicurezza della strada collaudata o l’incertezza delle emozioni forti e nuove? La ragione o il cuore?
    E’un incertezza grande, che lascia molti senza parole, e porta altri a reagire con disprezzo, rimproveri e giudizi negativi. Non sono d’accordo con costoro. Io non credo che tu abbia sposato tua moglie per approfittare della sua bellezza o del suo buon carattere. Del resto non avevi ancora incontrato la nuova compagna e magari all’epoca non ci credevi più o neppure ci pensavi alla possibilità di poter incontrare una donna passionale e che ti facesse provare queste emozioni forti. Anzi, magari quel che cercavi era proprio quel senso di stabilità e buon carattere che apprezzi tuttora in tua moglie.
    Una cosa mi colpisce: praticamente ti presenti (già nella seconda frase) con “non posso avere figli”. Situazione che tua moglie “ha accettato”. Mmh. Accettato cosa? Di non avere figli per tutta la vita in cambio della tua vicinanza? Ci credo poco. Anzi, mi auguro che non sia vero, poiché sarebbe una scelta destinata ad essere rimpianta! Ovviamente non parlo della TUA vicinanza, ma in generale della rinuncia ai figli in favore di un uomo: scelta che non ritengo ragionevole. Figli se ne possono adottare. Magari intendi questo fatto come una cosa da accettare (l’adozione, in alternativa ad avere figli propri, per qualcuno può essere qualcosa da dover “accettare”). Però non ne parli: poni la tua impossibilità come assoluta, insormontabile. Perché?
    E poi, se per te si tratta di compromesso il convivere con il carattere pacato di tua moglie, lo stesso sarà per lei l’adattarsi alla tua dinamicità. Dici che lei sa della tua passione clandestina, ma come l’ha presa? Sorpresa? Rabbia? Rassegnazione? Qual è il sentimento di tua moglie? E tutto risale a 4 mesi fa, quando hai conosciuto questa compagna? Ne dubito ancora di più.
    E lei, la compagna? Lo sa che non puoi avere figli? Se è un problema con tua moglie, perché non dovrebbe esserlo con la tua compagna? O viceversa, perché dovrebbe essere un problema?
    Per finire, NON credo tu abbia fatto nulla di spregevole o meschino. Anzi, semmai sei stato fortunato ad incontrare una donna che ti faccia scoprire tutto un altro lato del tuo carattere, quello dinamico, focoso. Purtroppo ora esiti tra due “partiti” che sembrano altrettanto buoni. Probabilmente ti piacerebbe che qualcuno che si sia già trovato nel tuo stesso dubbio, sappia la risposta e la scriva qui! Speriamo! Ma nel frattempo non ti resta che cercarla: e per farlo dovrai indagare e essere sincero fino in fondo con entrambe le donne coinvolte! E ascoltarle. Non sarà facile, ma è il solo modo per trarne qualcosa di buono.

  9. 9
    toroseduto -

    Analizzando il tuo racconto, mi sembra di capire che con tua moglie esiste un rapporto reciproco d’amore. Se così non fosse non staresti qui a chiedere pareri.
    Con “l’altra donna” è scoppiata la passione, le dea del sesso, l’idea fissa di tutti i maschietti.
    Ho troppi anni per non sapere che la passione, qualsiasi passione, col tempo sbiadisce, uno alla volta scompaiono i colori e dell’arcobaleno che sembrava eterno rimane una struttura monotona e
    senza senso.
    A te la scelta, leggi nel tuo cuore, soffermati sul concetto Amore Condiviso.

  10. 10
    Mau -

    Buongiorno.
    In fondo alla tua lettera scrivi che tua moglie ben conosce la situazione che stai vivendo, e la ha accettata.
    Ne deduco che tu ne hai apertamente parlato (…o lo ha scoperto da sola???) e questo, sotto un certo aspetto, ti fa onore perchè essere sinceri è sempre difficile per tanti motivi.
    E il fatto che lei stia ‘aspettando’ che tu decida cosa fare da grande è certamente un atto d’amore vero.
    Un’altra donna avrebbe reagito diversamente.
    Certo comunque mi chiedo se, chiudendo questa storia e tornando alla regolarità matrimoniale, tua moglie riponga in te quella fiducia che ha avuto prima di conoscere i tuoi altarini.
    E anche tu dovresti domandarti se in futuro, dopo aver ‘assaporato’ cosa vuol dire ‘passionalità’ ed ‘emozioni forti’, ne sapresti fare a meno, contenendo al massimo gli alti livelli di testosterone ai quali ti ha portato questa relazione.
    A tutto questo va naturalmente aggiunto il fatto che non potete avere figli, cosa di particolare riflessione, perchè la consapevolezza di una certa mancata maternità non è cosa da poco e alla lunga bisogna vedere come influisce sulla stabilità di coppia.
    Insomma…a parte scontate e facili critiche (ma giuste e meritate) devi, anzi dovete..tu e tua moglie, riflettere onestamente se il vostro rapporto può avere un futuro serio e duraturo, oppure è esposto a possibili nuove negative esperienze e quindi poi votato ad una sgradevole separazione.
    Pensateci bene.

Pagine: 1 2 3

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili