Salta i links e vai al contenuto

Un amore malato

Salve, è la prima volta che scrivo e spero che possa servirmi a stare meglio. Ho 36 anni e da ben 16 anni amo un ragazzo, che però da qualche mese ha deciso di non volermi più frequentare. Io lo amo con tutta me stessa e lui ha sempre continuato a dirmi di amarmi. La nostra storia è stata un pò travagliata, perchè dopo i primi 5 anni di vita normale, abbiamo cominciato un tira e molla, ci lasciavamo lui non si sentiva addatto a me, mi diceva di sentirsi inferiore ed era rabbioso nei miei confronti, portandomi ad allontanarmi . Ma dopo tornavo sempre da lui, perchè sapevo di amarlo. Un anno fa, per caso, legge un libro di psicologia sull’amore ed inizia ad andare da uno psicologo. Mi diceva che voleva non stare più male, non voleva più soffrire. Ma mi diceva anche che la causa della sua sofferenza proveniva da fatti personali dovuti alla sua infanzia, dal fatto che era lui stesso che non si accettava per quello che era. Si vedeva brutto. Ma io lo amavo. Per me è sempre stato un raggio di sole. Dopo qualche mese mi dice che cominciava a stare meglio, che stava riuscendo a capire il motivo della sua sofferenza. In tutto questo tempo io sono rimasta ad aspettare fiduciosa. Speravo che potesse riprendere a sorridermi. Purtroppo, però, il risultato è stato quello di dirmi che “i suoi sentimenti sono cambiati”, che mi ama, ma che il suo è un amore “malato”, malato perchè ha messo me al primo posto ed ora ha capito che con me non può essere felice, pertanto, arrivederci e grazie.

Per me è fine. Ho provato a parlargli, a gridargli in faccia, a fare di tutto per poter tornare insieme, ma la sua risposta è sempre la stessa: contuinuerò tutta la vita ad amarti, ma ho bisogno di provare una nuova strada, per vedere se posso essere felice. Ma che vuol dire? Io non lo capisco da sola. Vuol dire che non mi ama affatto? Vuol dire che sta provando a lasciarsi una porta aperta con me, sperando che il giorno che si pente può tornare indietro? Io vedo questo. E credo che non tornerà mai più indietro.

Da un paio di mesi per di più si frequenta con un’altra. Ne abbiamo parlato e mi ha confessato che non la ama, però lo fa stare bene perchè è tranquilla, perchè non lo impegna, perchè anche se non lo cerca a lui non importa. Perchè gli fa compagnia. Mi dice che non è bella, ma è intelligente, che la sognava alta e formosa, ma che si accontenta. Ed io continuo a piangere ed a chiedermi perchè.
aida71

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

45 commenti

Pagine: 1 2 3 5

  1. 1
    moni80 -

    Ti prego reagisci..no rimanere attacatta a lui..capisco quello che provi il mio ex dopo 2 anni e mezzo che stavamo insieme mi ha detto che forse aveva la necessità di andare con un’altra per capire se io ero quelal giusta..poi mi ha alscaita perchè doveva realizzarsi nello studio..e laurearsi..adesso dopo quesi tre mesi io sto riuscendo ad allontanarmi..so che è difficile..le ho fatte di tutte per riaverlo..ma vedo che non vogliamo la stessa cosa..lui vuole riprovare..o almeno qualche settimana afa aveva detto vedendoci quando gli va alui e nel frattempo fare la sua vita..ma vorrebbe anche che io stessi chiusa in casa a piangermi addosso…eh..no..non lo farò…
    Firza devi reagire..devi riuscire a staccarti..trovati un interesse qualcosa che ti allontani da lui…
    poi se tornerà sarai te a devcidere se lo rivvorrai..ma non dipendere da lui e da una speranza..
    credimi io l’ho fatot ma nonne vale la pena…
    Moni80

  2. 2
    Patrick -

    Ciao, è davvero strano come tutte le nostre storie si somiglino, impressiona sentire le stesse cose, stessi comportamenti irrazionali, senza spiegazioni, per chi dice di non amarci, stessa disperazione nostra che cerchiamo di recuperare, di salvare un amore malato? Ho visto ..sapete…che quando cominciamo, dopo la disperazione iniziale, dopo che un fulmine ci ha trafitto il cuore in due, a vedere le cose un po’ dal di fuori, pensando anche a noi, prendendo le distanze, riusciamo a vedere tutto quello che ci è accaduto con occhi diversi, ad interpretare i deliri dell’altra persona per quello che sono, deliri appunto, perché chi Ama dubbi non ha, scalerebbe la vetta più alta del mondo, noi lo faremmo, abbiamo iniziato a scalarla questa montagna ma da soli, per il nostro amore, per salvarlo, ma da soli.
    Quando poi capiamo che il percorso è tutto in salita e senza fine ci chiediamo dove ci porterà questa scalata in solitario? Pensiamo alla nostra integrità, proteggiamola, rifugiamoci nel nostro Io, risolleviamolo e a poco a poco ci richiederemo quanto valeva la pena tutto quello che abbiamo fatto, per cosa poi? Per l’amore?
    Ritroviamo la nostra forza che non è perduta ma solo avvilita dalla sofferenza, l’amore ci da forza, è una bella sensazione, ma se mal riposto ci logora come un tarlo a poco a poco. Lottiamo per le cose per cui riteniamo sia giusto farlo, ma voi andreste con un’altra persona per capire se amate chi vi è accanto e che vi Ama? L’amore ha bisogno forse di continue conferme?, di prove per vedere, essere felici?, una giusta ricerca ma che può portare all’infelicità, ci sono persone che non la troveranno mai perché la cercano nelle situazioni, nelle infinite storie in cui si buttano, la felicità è dentro di noi, nelle piccole cose, se non capiamo questo ci affanneremo tutta la vita a cercare qualcosa che non conosciamo, che non ci appartiene. Osservate come persone che possiedono tutto quello che si può desiderare, una famiglia, magari dei figli, lavoro salute etc, buttano via tutto per un momento di …….perché sono infelici e confusi, non sanno cosa vogliono dalla vita? Non voglio giudicare le persone che si comportano così, ma escludendo problemi di relazione seri, questa incapacità di oggi da portare avanti relazioni durature con la stessa persona sono segno evidente di un vizio di fondo, amare è difficile soprattutto amare se stessi e cogliere ciò che ci circonda, che già possediamo, capire che non ci serve altro. Se sei in equilibrio con te stesso/a non hai bisogno di altro, saprai donarti in maniera onesta, sincera, senza incertezze, questo per me è l’amore, il resto è un’altra cosa.

  3. 3
    Ari -

    Letto il tuo post. Credo lui sia davvero malato. E che tu l’abbia scampata bella. Scappa più lontano possibile da quel rompiscatole, cambia qualcosa nella tua vita, le solite cose: palestra, jogging, corsi di ballo, canto, musica, cucina, quello che ti pare. Vedi altra gente. Buona fortuna.

  4. 4
    lilli.lilli2 -

    Grazie ragazzi delle vs. parole. Grazie, perchè sapere che se ne può uscire, che un giorno ritornerà il sole, è per me una speranza che mi da forza. Quando penso che dopo anni di “ti amo” ora ha avuto il coraggio di dirmi “non chiamarmi più” mi sento morire. Allora, come in questo momento, apro questa pagina. Grazie a tutti per l’incoraggiamento.

  5. 5
    lilli.lilli2 -

    Vi dico l’ultima. L’ho chiamato. Gli ho chiesto perchè ha continuato a dirmi di amarmi quando invece sta con un’altra. Volete sapere la risposta? Mi ha detto che non è vero che me l’ha detto. Mi ha detto che mi ama, sì, ma non come un fidanzato. COSA CAVOLO VUOL DIRE? Come una sorella? No, mi risponde. Mi ama, ma non come fidanzato. Allora, gli ho chiesto se ama l’altra. Ebbene, mi detto che è una cosa che sta crescendo di giorno in giorno. AIUTO. Sto morendo dentro. Il dolore è così forte che veramente non so cosa fare. Fino ad agosto mi ha detto che mi amava. Come fanno i sentimenti d’amore a sparire in così breve tempo?

  6. 6
    Raffaele -

    lilli, tranquilla questo è un po pazzo, magari avessi io una ragazza come te che mi ami da 16 anni, è sempre così: chi desidera essere amato non trova mai chi l’amerà, chi non vuole essere amato invece trova sempre qualcuno che lo tormenta, a me sembra che il tuo amore nei suoi confronti sia come un tormento per questo strano individuo, ciao forza e coraggio….

  7. 7
    Bad_Joker -

    Che bello il post di patrick…Davvero bello.
    E ha ragione non al 100% ma al 20000%.
    Anche io sono appena stato lasciato,non ci sono spiegazioni plausibili,non ci sono conflitti insanabili di mezzo,semplicemente l’amore di lei verso di me è finito.E per quanto il mio cuore tiri sempre come una vela mossa dal vento verso di lei ora sto provando a tenere a freno tutto con la mente e la razionalità.Noi ci ancoriamo sempre ai bellissimi ricordi,ai fantastici momenti che abbiamo passato con questa persona e temiamo che non ce ne saranno altri così(alzi la mano chi non lo pensa),ma dobbiamo credere e convincerci che ce ne saranno altri,sicuramente diversi,magari più belli con altre persone..e sopratutto porci una domanda:DAVVERO VORREMMO TRASCORRERE IL RESTO DELLA VITA CON UNA PERSONA CHE NON CI AMA?L’amore non guarda in faccia a nessuno è vero,e l’amare una persona che non ci ricambia è probabilmente la peggiore sensazione che si possa provare.Un dolore unico nel suo genere,ti sembra di essere l’unica persona sulla faccia della terra,vorresti sparire…dalla faccia della terra.Ti fa sentire un fallito perchè senti che l’altra persona vuole una persona migliore di te.
    E allora tu a rimuginare:dove ho sbagliato?E’ il mio atteggiamento a essere sbagliato?e allora a quel punto credi che cambiando atteggiamento un giorno la cosa possa ricominciare.
    Non c’è cosa più sbagliata:Mai,e,dico MAI,sacrificare o cambiare sè stessi in funzione degli altri.ù
    E lo dice uno che l’ha sempre fatto ma che adesso vuole cambiare.Per sempre.
    L’amore vero arriverà,credeteci,anche io adesso sto malissimo ma voglio iniziare ad amare me stesso adesso…
    Un abbraccio

  8. 8
    lilli -

    Ciao a tutti.
    Io sono ancora qua. Sto male di nuovo. Sono una vera stupida. L’ho chiamato per l’ennesima volta. Una piccola speranza. La speranza che il tempo potesse avergli fatto passare la maledetta paura di stare male con me.
    Chiaramente: NO. Mi dice. IO STO BENE COSì,. sono tranquillo. Sto bene. Sto con un’altra che mi da tranquillità, che amo per quello che posso. E che cos’è? è amore? Beh. L’amore che intendo io, quello che ti farebbe buttare nel fuoco per l’altro, beh, quello esiste solo nelle poesie. La vita vera è un’altra. …Queste le sue risposte.
    Mi ha veramente finita. sono proprio uno zombie che cammina.
    Vi prego datemi un consiglio. Le mie giornate non sono altro che una tortura.
    Dago, amico mio, mia roccia, se leggi, non giudicarmi male. Sono una stupida, lo so.
    lilli.

  9. 9
    tirrenico -

    Lilli credo proprio che a te piace farti del male,adesso sta con un’altra e tu continui a cercarlo e a supplicarlo.Ma un pò di orgoglio e dignità dove sono?Non è cosi facendo che lui tornerà da te sono passati mesi e lui vede che sei sempre li sai cosa pensa di te?CHE PUò AVERTI IN QUALSIASI MOMENTO BASTERà UN SUO CENNO,per te va bene così?Io mi sentirei una riserva,comunque auguri lilli.

  10. 10
    lilli -

    Ciao Tirrenico, grazie del consiglio.
    Hai ragione, lo so, mi umilio e metto la mia persona, la mia dignità, al pari di uno zerbino. E lui che può fare? Lo calpesta. Ovvio.
    A questo punto è meglio che non torni più da me. Credo di meritare altro. è chiaro che l’errore è mio. Non è lui che certamente mi ha chiesto di implorarlo.
    Adesso è il momento di volermi bene. Non ci deve essere nessuno per il quale piangere. L’amore deve essere gioia e felicità.
    Lui dice di voler trascorrere la vita con tranquillità. Non con amore, perchè l’amore fa soffrire. Si accontenta di un amore tiepidino. Si nega i sogni.
    Ma, a questo punto, caz…suoi.
    Io continuo a sognare. Come ha detto una mia amica: meglio aspettare tutta la vita il grande amore, meglio vivere con la speranza di conoscerlo, piuttosto che con la rassegnazione di non averci provato.
    Io butto le armi. E’ sicuramente meglio per me.
    A lui lascio un pensiero:
    Ti ho conosciuto come una persona bella, i tuoi occhi innamorati erano il mio sole, la mia vita. Oggi vedo una persona vuota. Scappi. Ti rifugi nell’amore dell’altra. Non ti impegna, non ti farà soffrire. Pensi. La sofferenza sarà scoprire di non amare abbastanza. Anzi lo sai già che è così. Ti conosco da ben 18 anni. Sei sempre stato onesto e cocciuto. Mai avrei creduto che potessi essere così fifone. La Felicità, quella vera, quella che provi quando sai di non poter desiderare di meglio, quando guardi la tua compagna e ringrazi il Cielo ogni giorno di avertela fatta incontrare e preghi che sia per sempre, quando pensi a lei come una parte di te, quella Felicità, è un dovere cercarla e vale qualche sacrificio.
    Le pene d’amore le abbiamo passate tutti. Sarai stato male sicuramente. Come sto male io. Come stanno male tutti quelli che scrivono qui. Ma la sofferenza deve pur servire a qualcosa. A renderci più forti. A saper affrontare meglio le situazioni. Ad apprezzare meglio la vita. Non posso certo prometterti che non ci saranno mai battibecchi, litigi o sbalzi d’umore, ma posso solo dirti che ti amo dal profondo della mia anima e che sarei stata accanto a te in ogni caso. Non sarebbe uno screzio a farci male. Il male più grande è quello di perderci.
    Ma Tu decidi di andare via. Ok. Che posso fare?
    Auguri.
    Queste parole non le leggerai mai probabilmente, ma per me sono l’ultimo pensiero che rivolgo al mio amore.
    Non posso essere sicura di non pensarti più, anzi sono sicura del contrario. Ma mi impegno a non stare più male per te. Non ci sarò più dietro quella porta. ho aspettato tanto. Prima la tua rabbia. Adesso la tua paura. La mia vita intanto passa.
    Tu non hai avuto il coraggio di sbattermela in faccia quella porta.Non hai avuto il coraggio di mandarmi via. Non sono io che non voglio capire. Sono le tue parole che creano speranze.
    Ma non ti preoccupare. La chiudo io. Per sempre.
    Lilli.

Pagine: 1 2 3 5

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili