Salta i links e vai al contenuto

Un amore difficile e impossibile

Lettere scritte dall'autore  

Ho avuto per circa un anno una storia con un uomo molto più grande di me, ci siamo innamorati ma naturalmente dati i 22 anni di differenza ha deciso che non sarebbe stato possibile stare insieme perchè mi avrebbe rovinato la vita. Fin quì ci sono, però continuiamo a sentirci.. non a vederci, siamo a 400 km di distanza…..insomma è sempre stato un casino. Siamo fatti l’uno per l’altra, ma purtroppo non possiamo proprio avvicinarci. C’è un però……ed è che lui vuole ancora la mia considerazione come prima, se ha bisogno vorrebbe che fossi presente in qualche modo mentre io comunque sto cominciando una storia tentando di fare la mia vita. Gli ho detto che vorrei un rapporto meno litigioso, invece mostra ancora gelosia e non capisce perchè io non gli sto vicino anche se ho un’altra storia!! perchè secondo lui se proviamo queste cose e a volte ci scriviamo, io non posso stargli vicino….e si arrabbia proprio accusandomi, portando addirittura rancori.
La scelta di lasciarlo non è stata semplice, ho combattuto molto e sofferto….però adesso voglio provare con questa persona che ho accanto perchè sono innamorata e potrebbe essere quella giusta…..poi vabbè, nella vita non si sa mai cosa potrebbe succedere. In un modo forse anche sbagliato sto cercando di allontanarmi, in modo graduale comunque…perchè la mia scelta è stata abbastanza forzata, non potevo più andare avanti così, prima o poi sarebbe comunque arrivato il giorno in cui avrei mollato.
Non capisco perchè lui si ostina ad arrabbiarsi e a dirmi che ha perso la fiducia in me quando sapeva benissimo che le cose sarebbero andate in questo modo. E’ anche un professionista che sa il fatto suo, una persona abituata a lavorare con le emozioni, ma nonostante tutto non capisco se in lui c’è un atteggiamento da ragazzino o perchè sta uscendo questo carattere fragile che subito non era emerso. E’ un enigma e sinceramente mi sarei aspettata un atteggiamento molto diverso da una persona così matura…possibile che lui abbia così tanto più bisogno di me mentre sarebbe più logica una situazione completamente ribaltata?

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

24 commenti

Pagine: 1 2 3

  1. 1
    Ari -

    E’ comprensibile che abbia bisogno di te, cara, sei così giovane!
    Tu, al contrario, non hai affatto bisogno di lui, stagli alla larga.
    Ho un paio di amiche che hanno sposato uomini molto più anziani di loro: una è sta molto infelice, l’altra ha finito per diventare la sua badante.
    Cercati un compagno della tua età.

  2. 2
    ChiaraMente -

    Io il problema non lo vedo: taglia i ponti e stop. A meno che non ti gratifichi la “considerazione” di cotanto “uomo maturo”-bada che non sia marcio piuttosto

  3. 3
    Nausica -

    grazie per le vostre risposte.
    Si in efetti mi sono detta che un uomo a quell’età dovrebbe essere maturo e prendere la cosa in un certo modo, invece può essere come dici tu ChiaraMente, potrebbe essere marcio….è uno psicologo ma forse ha capito che con me non funziona…..boh!

  4. 4
    marracsh -

    è vero quello che dicono loro,
    anche una signora che conosco io ha 23 anni si è sposata con un anziano di 56!!
    Adesso vuole divorziare perchè quest’uomo non è degno di avere una donna come lei,
    il signore fà come se non ci fosse la tratta di me***.
    è vero l’amore non ha eta però fai attenzione a chi prendi fino a tre anni di differenza và bene,
    ma poi lo puoi anche mollare perchè una storia cosi è impossibile.
    Baci
    Marracsh

  5. 5
    Matthew -

    Vivo una situazione simile…da un anno ho una relazione segreta con una donna + giovane di me di 10 anni.
    Il problema è che io ho anche 2 bimbi (4 e 2 anni) che ho avuto con la donna con la quale convivo.
    Di fatto sono i 2 bimbi che mi impediscono di lasciare tutto per la mia amante di cui mi sono innamorato.
    Con la mia convivente sono in crisi da ormai 4 anni…ma lasciarla vuol dire rinunciare a vivere con i miei figli..
    Rinunciare alla donna che amo per provare a dare una famiglia + normale ai miei figli con il rischio però di essere infelice e, alla lunga, far pesare questa infelicità anche ai miei figli è un gesto “intelligente”?

  6. 6
    ChiaraMente -

    Cosa vuoi sentirti dire? Perchè è assodato che c’è sempre una risposta che si desidera e una che non si vuol sentire…ma di solito quella brutta è quella più vera. Ad ogni modo è un pò difficile far qualcosa di intelligente dopo un anno di stupidaggini e in tutta onestà non saprei cosa consigliarti, se non di fare qualcosa di cui non ti debba vergognare in seguito, visto che pensi ai figli. E qui entrano in gioco i tuoi valori che possono essere molto diversi dai miei. Su una cosa però penso ci si possa trovare un pò tutti d’accordo: far qualcosa in cui non credi è pessimo comportamento e pessimo insegnamento, qualunque cosa sia. Meglio sbaglire in buona fede che azzeccarla giusta senza essere per niente d’accordo.

  7. 7
    Matthew -

    Non c’è una risposta che desidero. O meglio nessuna delle opzioni che vedo mi esalta: è questo il vero problema. La risposta che aspetto è quella che mette d’accordo tutti e non fa soffrire nessuno…e probabilmente è l’unica opzione che non esiste.
    Comunque tra una settimana lei se ne andrà a 800 km da me: di fatto in assenza di segnali concreti da parte mia ha deciso di andarsene, cambiare città e lavoro per cambiare vita e dimenticarmi. Non riuscendo a reagire a questo aut aut dentro di me sto accettando lentamente l’idea di poterla perdere.
    Non so se sto facendo la scelta giusta ma so che in questo momento non riesco a farne altre.
    M.

  8. 8
    Matthew -

    (…) Sia chiaro che, anche se non l’ho scritto esplicitamente, ci sto male parecchio ed i prossimi 5 giorni (tanti sono quelli che mi separano dalla sua partenza) saranno durissimi.
    Sono terrorizzato dall’idea che questa storia si trasformi in un rimpianto terribile.
    Ma non riesco in questo momento a pensare di rompere con la mia famiglia per stare con lei e chiederle di rimanere.
    E’ davvero difficile.
    M.

  9. 9
    ChiaraMente -

    In ogni caso ti saresti pentito vista l’indecisione terribile nel prendere una decisione tua. L’ha presa la tua amante sollevandoti dall’impiccio. Il tuo problema ora sarà capire se sei disposto a ricostruire un rapporto con la tua convivente oppure no aldilà dell’altra donna. Per il resto hai ragione, soffrirebbe sempre qualcuno, il massimo che puoi fare è ridurre il numero delle persone che starebbero male, te incluso, perchè tanto prima o poi se non stai bene scoppi.

  10. 10
    roberto44 -

    caro matthew, ma lei ti ama?
    è questa la risposta preliminare e necessaria per decidere cosa fare.
    te lo dice uno che ha vissuto la tua stessa situazione e si è rovinato la vita per aver commesso un groso errore di valutazione….

Pagine: 1 2 3

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili