Salta i links e vai al contenuto

Impossibile dimenticare il primo amore?

Lettere scritte dall'autore  

Scrivo per sfogarmi, per cercare di svuotare la mente da tanti pensieri che da due anni a questa parte mi logorano.
Sono un ragazzo di 25 anni e 4 anni fa ho avuto la mia prima esperienza in amore, conclusa 2 anni fa nel modo più brutto. Sì! Lo so! aver avuto il primo amore a 25 anni è un po’ tardi, ma in effetti io non sono ciò che si può chiamare “latin lover”, sono abbastanza insicuro di me e magari in passato avrei avuro tante altre occasioni di instaurare un rapporto con una ragazza, ma per la paura di fare una figuraccia mi sono sempre tirato indietro.

Non sto a scrivere come è nata la storia tra me e la mia ex perchè è talmente lunga e complicata che vi annoierei e basta; mi limito a dirvi che mentre io ero innamorato perso, lei per il primo anno (che già ci frequentavamo) mi ha fatto angosciare, penare, perchè continuava a tenere il piede in due scarpe (l’altra scarpa ovviamente era l’ex di lei) e non riusciva ad essere onesta nè con me nè col suo ex.

Dopo un anno, lei finalmente sembra essere cambiata e innamorata di me e riusciamo a viverci appieno. Peccato che sorgano evidenti problemi di compatibilità caratteriali (prima “celati”) che portano la rottura del rapporto alla fine del secondo anno…come? Lei mi tradisce con un altro e quando la scopro mi dice “non mi sento in dovere di chiederti scusa”…
Da quel momento la mia vita sembra sia stata messa in pausa come lo si farebbe con un DVD. Sono passati due anni da allora e fino ad ora io non ho vissuto, ma solo sopravvissuto. Ho fatto solo lo stretto necessario per rimanere in vita.

Io sono perfettamente consapevole degli errori commessi da me nei suoi confronti (ognuno ha i propri difetti), però mi sento di dire che in confronto ai suoi comportamenti, alle sue frasi, alle sue bugie (mamma mia quante bugie…), ai suoi errori, i miei non sono niente…
Ieri, a distanza di due anni, ho rivisto in lontananza davanti casa sua lei insieme al ragazzo col quale mi ha tradito…e paradossalmente la prima cosa che ho pensato è stato: “mi sento un poveraccio, un immaturo, un bambino, ho sbagliato io, è colpa mia, è finita perchè non ero abbastanza maturo”. Cioè se ci fosse stato qualcun’altro al mio posto avrebbe sicuramente pensato: “ancora insieme dopo due anni? Significa che quel tipo è proprio un ******* per non accorgersi che persona ha tra le mani”
Mi ha fatto stare male vedere che lui era a casa di lei, quando io prima di poter conoscere i suoi ci ho messo una vita…non che fosse un’esigenza primaria, però ogni volta che lei doveva muoversi io non potevo assolutamente andarla a prendere sotto casa.
Oltretutto, lei non si è mai voluta far vedere con me in luoghi pubblici frequentati assiduamente dall’ex e dalla vecchia compagnia di amici…e questo mi ha fatto sempre sentire un amante, mai un fidanzato. Un’altra cosa stupida: non ha mai postato su facebook una foto di me e lei…per carità non era importante per me lo facesse, ma era comunque un modo per farmi capire di non vergognarsi di stare con me…mentre invece appena lasciati, ha postato subito una foto di lei e il suo nuovo “amico”.

Perchè con me si è comportata in un modo e con lui in un altro?

Tutte cose che mi fanno provare tanta tristezza, rabbia, gelosia, poca voglia di vivere appieno la mia vita.
Tante persone a me vicine conoscendo la storia, non hanno fatto altro che farmi capire quanto io sbagli a starci così male…ma non riescono a farmi stare meglio e non so perchè: è perchè non riesco a credere che siano obiettivi con me? perchè non ho capito che non ho realmente perso niente? Per orgoglio maschile? Perchè ho paura di essere stato immaturo, di aver sbagliato? Perchè sono ancora innamorato di lei? …perchè il primo amore non si scorda mai?
Non so quale sia il motivo, fatto stà che io in due anni non sono stato capace di trovare un altro amore per la paura di rovinare a mia volta una persona: temo che se dovessi trovare un’altra ragazza con la quale instaurare un solido rapporto, potrei non viverlo appieno, non mettendoci tutta l’energia e l’amore che misi per l’ex, poi finirei col rovinare tutto per colpa del pensiero che continua a rodermi…e io non voglio trattare una persona come la mia ex ha trattato me…

Oltretutto ogni ragazza che vedo per strada o con cui parlo e trovo piccolissime affinità, alla fin fine mi ricordano la mia ex.

Nel corso del tempo, ho sentito tanti che anche avendo una famiglia e dei figli, pensano ancora alla loro prima storia (o comunque quella che per loro è stata la prima più importante)…io non voglio fare la stessa fine…ma il problema è che non voglio neanche morire solo.

Sono già passati 2 anni e non l’ho ancora dimenticata e ho paura di non riuscire a dimenticarla mai!

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

3 commenti

  1. 1
    Secco -

    Come può volerti bene un’altra persona se il primo a non volersi bene sei te? Perchè fai tutto questo a te stesso?

  2. 2
    Andrea -

    Ciao Zap, tu sei il classico esempio di ragazzo che si meriterebbe di avere la fila di ragazze dietro alla porta. Di logica, anche in base a quello che dicono loro stesse dovrebbe essere così. E invece la realtà è tutt’altra.
    Spesso i ragazzi come te fanno vite tristi e solitarie, mai capiti da nesusna. Poi la cosa ironica è che leggi tante lettere di ragazze che si lamentano che il loro uomo è sposato o che le tradisce o che le usa solo per scopi sessuali ma non le ama, quando magari c’è un mondo la fuori di ragazzi come te che vive nell’invisibilità e che nessuna nota.
    Quello che posso dirti è di farti meno paranoie. Tutte queste tue fisime mentali nascono dalla tua profonda insicurezza, come puoi pensare di essere stato immaturo quando la tua ex si è dimostrata una ragazzina stupida da quattro soldi? Devi prendere consapevolezza di stesso..per il resto, il mondo è bello perchè è avariato..purtroppo..

  3. 3
    friedli -

    ciao, la tua storia è veramente molto triste, però mi sento in dovere di dirti che dopo 2 anni non è possibile essere messi ancora così… 2 anni sono tanti cavolo, la vita è la tua, solo la tua, e questi 2 anni non te li restituirà mai nessuno! il tempo è la cosa più preziosa che abbiamo, so che sembra una banalità, ma se riesci a interiorizzare questo concetto vedrai le cose sotto un’altra luce.
    so bene come ci si sente, spaesati, feriti nell’orgoglio, umiliati, purtroppo a sentirsi così non si risolverà mai nulla, anzi, allontaneremo solamente da noi le persone, e magari quella che potrebbe essere veramente la donna giusta!
    tu usciresti mai con una ragazza che dopo 2 anni non fa che pensare alla ex, che si lascia vivere, che è triste, che si piange addosso? io no! e nemmeno tu!
    vuoi un consiglio? cerca di darti una facciata di felicità! anche se stai male e soffri cerca di apparire come una persona felice, fingi, recita il tuo ruolo. esci con gli amici, stai in compagnia, cerca il più possibile il contatto con le altre persone e sorridi a tutti. fai in modo che ogni persona che ti incontra, uomo o donna che sia, rimanga colpito positivamente da te, cerca di rendere ogni tuo incontro eccezionale. vedrai che col tempo ti adatterai a questa facciata, e finirai con l’immedesimarti sul serio nella parte si una persona felice, solare, che può provare solo sentimenti positivi.
    anche io sono in un periodo molto triste, lasciato di punto in bianco dalla ragazza che amavo più di ogni altra cosa, ma so che questo è l’unico modo per risolvere la situazione, l’unico, non c’è altro. le persone tristi allontano la gente da se, perchè nessuno vuole avere a che fare con la gente triste

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili