Salta i links e vai al contenuto

Mi ha tradito, l’ho perdonato e poi lui mi ha lasciato un’altra volta

Lettere scritte dall'autore  

Mi ha tradito, l’ho perdonato e poi lui mi ha lasciato un’altra volta per messaggio sempre per la stessa persona che mi ha tradito!!!! Sono stata come un cane per mesi… disperata è riduttivo!
Uscivo lavoravo e tutte queste cose, ma dentro di me avevo una sofferenza dilaniante!!
Ora dopo un anno e mezzo si rifà vivo con un messaggio all’inizio lascio perdere ma poi in un momento di debolezza gli rispondo… per poi finire a litigare per niente perché non mi accorgo di quanto ce l’ho con lui fino a quando lui non si è rifatto vivo!
Ma perché però riesce a scombussolarmi così con un paio di messaggi che io so che sono falsissimi e non sentiti ma solo spinti dal suo pensare che riprovarci con me sia un “vincere facile”…
Perché nonostante questa persona mi ha dimostrato centinaia (non esagero) di volte di fare schifo, di essere un insensibile opportunista e egoista che se ne frega anche del figlio un niente da parte sua mi distrugge mi fa crollare?
Fa crollare tutte le certezze che credevo di aver costruito in un anno e mezzo, stando fuori per alcuni mesi, uscendo tutti i fine settimana, facendo sempre lavori a contatto con la gente… arriva lui e bum crolla tutto!!!
Qual è il mio problema perché nonostante tutto ogni 2 minuti controllo il telefono per vedere se mi ha cercato e da una settimana a questa parte non faccio altro che chiedere consigli a amiche e colleghi, leggo tutti gli oroscopi possibili immaginabili…. sono proprio patetica!!! eppure non mi manca niente, nei lavori che faccio sono competente, ho i miei flirt, le mie amiche, le mie sorelle, tanta gente che mi vuole bene… qual è il mio problema???

L'autore ha scritto 4 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

6 commenti

  1. 1
    Isse -

    Ciao Spugna..Penso che ora che appunto hai vissuto quest’esperienza hai capito che chi tradisce 1 volta,lo farà anche la 2 e magari anche la 3..Ogni volta che glielo permetti!Ha capito il tuo punto debole e perciò continua ad avere la sfacciataggine di tornare,illuderti e deluderti nuovamente!Una persona così non merita nemeno un tuo pensiero…E’ difficile per te e ti capisco…Il tuo problema è che ti senti sottovalutata da lui e non accetti il fatto di averti fatto una cosa del genere che ti ha colpita molta…Per questo lo cerchi,ci sei abituata e lo pensi quando non c’è,ma quando torna ed è davanti a te,te ne accorgi quanto ti ha delusa e cerchi di vendicarti a modo tuo per il male che ti ha fatto!Quindi il mio consiglio è farti un esame di coscienza e pensare a tutto il male che ti ha fatto,vedrai che non avrai bisogno di qualcuno che ti consigli,perchè capirai da sola ciò che TU MERITI DAVVERO e ciò che LUI MERITA DA TE!-Issè-

  2. 2
    Verdias -

    che sei debole…e che ognuno raccoglie ciò che semina.
    c’è tanta gente al mondo onesta e umile.
    Se ti piace così poi non piangere.

    La tua è una debolezza nella quale ti sei adagiata.
    Scusa la franchezza

  3. 3
    Mau -

    Se non ho letto male….Avete un figlio?
    O lui ha un figlio con un’altra?
    In tutti i casi quando scrivi..”..un egoista che se ne frega anche del figlio..”… Beh, con questo hai detto tutto quello che c’era da dire. Non trovi?
    Quale è il tuo problema?
    Invece di leggere oroscopi, controllare il telefonino ogni secondo e avere ‘flirt’ adolescenziali, sii Donna ( con la D maiuscola).
    Tira fuori gli attributi e sii meno patetica come tu stessa ti definisci.

  4. 4
    spugna -

    grazie Isse sei stato gentilissimo e molto comprensivo!!sono contenta che ci siano persone come te che sono disponibili e gentili anche con persone che non conoscono e con cui non sono obbigati a esserlo…mi fa proprio piacere..davvero!!!
    vedi veridias secondo me la debolezza non è una cosa “cronica”…nel senso il fatto che una persona in alcuni momenti si senta più debole non vuol dire che lo sia sempre e in tutti i settori della sua vita..e dire che mi sono adagiata nella mia debolezza mi sembra un pò eccessivo e quello che hai scritto mi fa pensare che hai letto solo il titolo della mia lettera, perchè nel resto c’è scritto che ho provato a reagire in tutti i modi possibili e che lui si sia rifatto vivo in periodo non proprio brillante della mia vita è una sfortunata coincidenza…probabilmente si fosse rifatto vivo un anno fa di questo periodo ci avrei riso sopra….anzi adesso che ci penso è proprio così!!!
    per quanto riguada Mau penso che essere donna con la D maiuscola vada al di là del leggere gli oroscopi e avre flirt adolescenziali come scrivi ( a proposito ho usato quella parola non perchè siano realmente adolescenziali ma perchè di certo non potevano essere definite storie, che non è che non lo siano state perchè non sono abbastanza matura da averne ma perchè non ne volevo più per ovvi motivi)… anzi il fatto di ammettere le mie debolezze e che in alcuni momenti della mia vita non sono fierissima di me…quello vuol dire essere donna secondo me!!!
    se per alcune persone essere donne e essere forti vuol dire essere aride e soddisfatte di sè sempre e comunque, vuol dire che leggono troppe riviste stile cosmopolitan e glamour (riviste che io stessa leggo e mi piacciono anche).

  5. 5
    Isse -

    Grazie e Figurati Spugna!Mi fa piacere poter essere d’aiuto a chi ne ha bisogno!^_^

  6. 6
    Mau -

    Ammettere le proprie debolezze e i propri limiti significa certamente essere onesti, soprattutto con se stessi. E’ un gran merito.
    Rimuovere queste debolezze trovando forza e determinazione di uscirne fuori in maniera fortificante è, a mio parere, cosa diversa.
    E’ lì che intendevo essere Donna.
    E per il figlio cosa mi dici. E’ vostro? Qualora lo fosse le cose cambiano ancora in quanto sarebbe il bimbo a dettare la priorità di certe scelte. Tutto il resto non conterebbe più nulla.
    Se invece avesse un bambino da una precedente unione, e se ne fregherebbe come tu scrivi, forse sarebbe un comportamento ancor più grave, che ti dovrebbe aprire gli occhi su quest’uomo.
    La risposta alla tua domanda: ‘Qual’è il mio problema?’ nessuno te la può dare in maniera certa, credo.
    Penso tu la debba cercare tra le righe delle diverse opinioni altrui confrontando tali contenuti con la tua coscienza e i tuoi obiettivi.
    Cordialità.

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili