Salta i links e vai al contenuto

Ho tentato il suicidio e mi ha lasciata

Lettere scritte dall'autore  

Non ho mai scritto su un sito la mia storia, ma ho davvero bisogno di capire..
Ho 23 anni, stavo con il mio ragazzo da un anno, e convivevamo da 7 mesi. La nostra storia era bellissima, piena d’amore, lui aveva basato tutto su noi due, sul nostro futuro, le nostre famiglie si conoscono e si sono sempre stimate molto. Volevamo sposarci e avere bambini.
Un paio di mesi fa abbiamo avuto una discussione, una di quelle che nelle coppie capitano, nulla di grave. Lui è uscito, e dopo un po’ mi manda un sms dicendo che aveva preso un po’ delle sue cose e che sarebbe tornato da sua mamma qualche giorno perché aveva dubbi sul nostro futuro. A me è crollato il mondo addosso, ci ho parlato al telefono, gli ho chiesto perché avesse dubbi.. mi ha detto che lui con me si sentiva di dover sempre misurare le parole perché me la prendevo troppo a volte. Alla fine gli ho detto di venire qui e prendere tutte le sue cose, e lui lo stava facendo. Io ho preso tantissimi tranquillanti e mi sono addormentata, dopo qualche ora le sento per telefono, capisce quel che è successo e viene qui. Il giorno dopo rimane con me, usciamo.. di nuovo discutiamo, io ero troppo scossa per quello che mi aveva detto la sera precedente. una volta tornati a casa non ricordo bene cosa è successo, ma ho tentato il suicidio e sono stata ricoverata una settimana in psichiatria. Mentre ero in ospedale lui mi ha detto che voleva stare da solo per un po’, non vedermi e non sentirmi.
Il giorno che dovevo uscire dall’ospedale è venuto a parlare col mio psichiatra, dopo ci siamo baciati e abbracciati.. io a dispetto degli accordi presi l’ho cercato e mi ha rifiutata. Ho tentato il suicidio un altra volta, e mi chiedo come faccio ad essere ancora qui.
In tutto questo io a lui ho sempre detto che l’ho fatto per altri motivi, perché mi aveva detto di sentirsi terribilmente in colpa per non esser stato capace di farmi star bene. Dopo circa un mese, il giorno del nostro anniversario, mi ha lasciata.
È venuto da me e siamo stati tutti e due in lacrime per ore, continuava a dirmi che mi ama ma che non si fida più, che io ho distrutto tutto quello a cui teneva, che riprovarci non aveva senso perché a lui questa cosa non sarebbe mai passata. È quindi andato a parlare due volte con al compagna di mio papà, lei mi ha detto che lui tremava e piangeva, che diceva di essere innamorato.
Poi ho visto che in casa c’erano ancora delle cose sue e gli ho scritto dicendo di passare a prenderle, siamo riusciti a parlarci su skype una settimana dopo, e lui mi ha detto che aveva voglia di vedermi ma che aveva paura di soffrire, quindi io gli ho chiesto se per fare una scelta del genere (lasciarci) non era meglio aspettare di riprendersi un po’, perché se no un giorno avrebbe potuto pentirsene, e lui mi ha detto che sa che se ne pentirà e dovrà imparare a sopravvivere col cuore a pezzi. Ma lui è convinto che questo dolore non passerà mai.
C’è chi mi dice che lui (ha 26anni) è un senza palle perché nella difficoltà non mi è stato accanto, c’è chi mi dice che è normale che sia così spaventato, ma nessuno ha veramente capito perché, visto che è innamorato senza ombra di dubbio, si sia allontanato così.. vivo nella speranza che un giorno potremo aggiustare le cose insieme, perché senza non ce la faccio. Aiutatemi a capire qualcosa..

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria:   - Amore - Me Stesso

27 commenti

Pagine: 1 2 3

  1. 1
    deluso84 -

    Ciao io non so cosa scriverti perchè non sono molto chiari i motivi del suo allontanamento cioè scrivi solo che lui si è allontanato perchè non può dirti ciò che vuole?
    Penso che se ti ama tornerà con te senza ombra di dubbio ma per Farlo te devi cercare di sparire dai suoi occhi e non Farti sentire assolutamente!!! io sto vivendo una situazione simile e ti posso dire che dopo ho scoperto che la mia ex stava con un altro e sta con un altro io ora sono sparito da una settimana una volta per tutte dalla sua vista lei mi ha detto anche chiaramente che non mi ama ma il tempo ci Farà capire di più e Farà capire anche a voi

  2. 2
    marla -

    infatti io voglio capire perchè si è allontanato…cosa,il mio gesto, ha provocato nella sua testa- magari qualcuno l’ha vissuto e può spiegarmelo, io non capisco davvero..

  3. 3
    IO -

    la domanda è:
    ma tu ci staresti con una persona, della quale forse non sei più tanto innamorata, solo perchè hai paura che si faccia del male? beh io con questo ricatto morale non ci vorrei mai vivere.. mi dispiace per te, ma prima devi ritrovarti e poi pensare a lui.

  4. 4
    Kid -

    Quel che posso dirti è che certi gesti aprono porte di riflessione che prima non si erano mai considerate.
    Incide sulla responsabilità : Sapere di stare con qualcuno che non riuscirebbe ad accettare una eventuale rottura , ti pone in una situazione di ricatto morale ! Sai che se tenti di lasciarla , lei potrebbe rifarlo .
    Incide sul rispetto perchè costringerebbe le persone ad imprigionare se stesse sopportatando anche quello che non và bene per evitare che l’altro non accettando le ragioni del problema ma focalizzandosi solo sulla paura di essere lasciato abbia delle reazioni drastiche.
    Inoltre , incide sulla fiducia che si ha nell’altro : In una relazione non sempre tutto è perfetto e ci sono anche dei momenti di litigio , piu’ o meno importanti . Normalmente si dovrebbe tentare di risolverli , confrontandosi e venendosi incontro oppure uno dei due deve sforzarsi di cambiare in meglio . E cio’ potrebbe , ed è naturale , far si che due persone sentano la necessità di stare da sole per riflettere anche per qualche giorno . Capisci che se in questo momento di distacco , in cui ci si potrebbe anche “lasciare” per poi ripensarci , uno dei due , tentasse il suicidio , si romperebbe questo meccanismo di poter tornare indietro ma anzi si rafforza la convinzione che un rapporto non possa funzionare , soprattutto in una situazione di litigio in cui, puo’ prevalere un lato fortemente razionale e decisionale.
    Insomma , secondo me , in definitiva , e al di là dei sentimenti , si deve sempre accettare fin dall’inizio che una storia potrebbe finire , per iniziativa dell’uno o dell’altro , anche se tutti auspichiamo che duri il piu’ a lungo possibile . Se non si accetta questo , allora
    non ci si prepara con un giusto approccio , non solo ad una storia ma alla vita in generale . Vedi , una storia d’amore è una parte della vita di ciascuno ma non puo’ essere tutta la vita di ciascuno e se davanti ad essa tutto il resto perde importanza , una storia diventa un rifugio , una fuga dal mondo . E cadendo questa , cade tutto .
    Invece , non deve essere così , probabilmente ad ognuno di noi spetta il difficile compito di cercare di essere padroni della propria vita in tutti i suoi aspetti , non solo quelli sentimentali . Anche a te spetta affrontare la vita in tutti i suoi aspetti , perchè , forse non sentendoti realizzata o padrona di altri aspetti , dai una importanza eccessiva al lato sentimentale , facendo ruotare la tua felicità e realizzazione solo intorno a questo.Altrimenti la storia e la persona verso cui si rivolgono i propri sentimenti diventa una ossessione e così non deve e non puo’ essere.
    Quindi il primo passo vero e di reazione , che secondo me dovresti fare , è quello di metterti in questa ottica e rimuovere le tue paure ed insicurezze personali che , in ogni caso , sarai sola a dover affrontare invece di cercarne il palliativo per la tua felicità solo in una storia!
    Fatti forza mantieni la calma ed in bocca al lupo!

  5. 5
    deluso84 -

    kid bellissime parole complimenti mi stai facendo pensare anche a me….

  6. 6
    marla -

    grazie a tutti per le risposte, mi sono dimenticata di dire che a lui ho detto di aver fatto questo gesto per altri motivi..non sa che è stato per lui ( e di certo non è stato solo per lui, sono in cura da un po per questo problema..), lui è stato il fattore scatenante forse..

  7. 7
    Spyros -

    Leggi bene le parole di Kid, sono davvero parole sincere. Credo che lui si sia spaventato ed è fuggito perchè incapace di prendere la situazione di petto.. Certo se ti amava davvero si sarebbe fatto in 4 per aiutarti e per spronarti a combattere. Fammi un favore, non toglierti la vita per un amore finito.. Fatti forza, esci dal tuo dolore e tornerai ad amare ma sopratutto ad essere amata..

    bacio..

  8. 8
    rossana -

    concetti perfetti, Kid, ed espressi molto bene!
    niente da aggiungere.

    Marla,
    anche se non hai fatto pesare al tuo ragazzo che è stato la causa scatenenate, in questi casi ci vuole poco a fare 2+2…

    cerca te stessa prima di cercare un compagno!
    un abbraccio

  9. 9
    Narcissus -

    Forse tesoro lui ti ha lasciata perché tu non ti sei preoccupata molto di lasciarlo solo andando a ucciderti.lui non è un senza palle,ne ha più di te,perché è il tuo compagno e deve starti vicino nel momento del bisogno,non è tuo babbo e nemmeno superman che deve salvarti la vita ogni volta che tu tenti di togliertela.anziché prenderti i sonniferi e andare in overdose o tagliarti le vene,prendi un autobus e vai da lui.se ti ama vedrai che tornerà.e quando gli parli digli che hai sbagliato,che lo ami e che non farai più la stupidaggine di tentare il suicidio e che non lo lascerài perché questo hai tentato di fare ed è per questo che lui dice di avere paura e tutto.in bocca al lupo

  10. 10
    luciana -

    cara stellina ,ti comprendo moltissino .ASCOLTA,leggi tante e tante volte la risposta di kid leggila e vedrai che ti sarà di sollievo.Capisco bene il tuo dolore che certamente supererai perchè sei una persona aperta e chiedi aiuto :vuoldire che dentro di te c^è una donna che vuole venire fuori completamente con tutta la sua gioia di vivere ciao . luciana

Pagine: 1 2 3

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili