Salta i links e vai al contenuto

Tanta miseria dietro al lusso

Lettere scritte dall'autore  margherita70

Visto che per telefono hai raccontato solo palle ti dico cosa sei.
Mi hai preso in giro fin dall’inizio e sono convinta che ti sei pure divertito a prandermi in giro per tutti questi anni. Come sono convinta che questa cosa l’hai già fatta con altre donne. Avrai pensato che tanto sono una cretina e che ci sarei cascata come le altre.
Quando ti ho chiesto se eri sposato mi hai detto di no, mi hai detto di aver avuto due matrimoni alle spalle e che vivevi praticamente separato in casa con una donna della quale non eri più innamorato e stavi li solo per i figli.
Tutte le bugie che mi hai raccontato, dicevi che lei era una strega una rompipalle che non facevi più niente con lei.
Io ti ho amato da subito e non ho mai pensato a indagare sulla tua vita perché ti ho dato fiducia.
Quando due persone si trovano come è successo con noi non serve incolpare nessuno ma le palle che mi hai raccontato sono da persona malata e disturbata.
Mi sono data a te completamente non ho mai pensato a me stessa né ho mai pensato alla tua malafede. Quando ti ho detto di amarti non hai battuto ciglio e anzi pensavi che quel giorno ti volessi dire che ero incinta e tu mi hai anche chiamato per dirmi che speravi che io lo fossi così avresti avuto un vero pretesto per lasciare lei e ricominciare una nuova vita.
E se fosse successo davvero che cosa sarebbe successo? Mi avresti lasciata da sola o peggio mi avresti chiesto di abortire e io avrei saputo dopo delle tue bugie?
Tutto quello che mi raccontavi era falso. Mi hai detto che lei ti obbligava a volerti sposare e tu non volevi, mi hai raccontato che lei chiamava i preti in casa per cercare una soluzione perché tu ottenessi il divorzio dalla seconda moglie e che insisteva ma tu non volevi saperne.
Hai usato anche i tuoi figli per mentire dicevi che anche loro ti chiedevano di sposarti ma tu non volevi.
Addirittura sei stato tu a chiedermi di farlo con 2 donne. Altro che prenderti le responsabilità.
E poi quando a settembre mi hai detto di amarmi io ti ho creduto e non hai fatto altro che mentire in continuazione. Anche quando hai detto che volevo farti riconoscere mia figlia.
Come hai potuto usare di nuovo la mia bambina per le tue porcate? Non ti ho mai chiesto di riconoscerla sei stato tu a farmi credere che un giorno avremmo potuto stare insieme e sei stato tu a chiedermi di conoscerla con la consapevolezza che lei si sarebbe affezionata.
Sapevi del mio passato e sapevi che ti avrei dato tutto il mio amore. Non ti sei fatto scrupoli e non hai rimorsi.
Come potrei mai adesso amare e farmi amare da un uomo dopo che mi hai torturato in questo modo?
Pensi davvero che giustificarti al telefono dicendo che sono una brutta persona e che ci sono stata subito possa bastare? Allora posso dire che non esiste nessuna passione e che due persone non possono toccarsi dentro incomprensibilmente come è successo a noi? Una persona che non ha mai provato qualcosa di travolgente non potrà mai capire e fa male sapere cosa pensavi davvero di me. Ero la stupida, la vacca di turno, il passatempo del momento, il giocattolo.
Sono l’errore, il tuo momento difficile. Eppure te la ridevi, quando lei chiamava dicevi che era una rompipalle e quando ci siamo visti l’ultima volta sei stato tu a chiedermi di continuare e sono stata io a dirti che dovevi prendere posizione.
Quel pomeriggio, adesso l’ho capito, eri d’accordo con loro. Mi hai dato in pasto ai lupi.
Anche allora mi hai raccontato solo bugie. Mi hai detto di stare pure tranquilla che c’era il socio minoritario a cui avevi raccontato tutto e che sapeva tutto e che mi avrebbe capito. Invece mi ha attaccato anche lui. Quel pomeriggio ho capito cosa mi avevi fatto.
6 anni della mia vita ad amarti e non posso perdonarti perché non so cosa perdonare.
Solo una telefonata mi ha aiutato a guardare quello che eri.
Non ero pronta a cadere in ginocchio in questo modo e quando, e se, un giorno capirai e vedrai la verità e come stavano le cose, solo allora ti si apriranno gli occhi e sarà dura, davvero dura per te.
Sono arrabbiata, confusa, non riesco a capire il perché.
Io non ti ho mai mentito, al telefono l’ho fatto per la prima volta perché volevo che tu provassi cosa vuol dire ma in realtà eri preso solo da te stesso e dal tuo orgoglio ferito.
Usi le parole che ti ho detto e ti ho scritto per rivoltarmele contro. Il noi esisteva ed esisterà sempre nonostante tutto almeno per me.
Hai mentito ma non esiste giustificazione e non esiste motivazione davanti a quello che mi hai fatto. Non ti potrà salvare né uno psicologo né un avvocato, solo quando sarai disposto un giorno a dirmi la verità solo allora potrai essere libero.
Io non rimpiango nulla e non mi vergogno del modo in cui ti ho amato.
Non sono un oggetto, né un’auto, né spazzatura.
Sono la persona che ti ha fatto provare un sentimento che ti fa paura e che non vuoi affrontare, per questo mi odi per questo mi hai allontanato e per questo mi hai incolpato di tutto.
Sono la persona che ti ha umiliato perché ho osato tirarti fuori dal cuore un sentimento, perché ho visto le tue bugie e ho cercato la verità, perché tutto questo ti ha dato fastidio.
La verità è che non hai avuto il coraggio di tornare a casa da una persona per dirle che ti sei innamorato di un’altra donna.
La tua debolezza ha fatto la differenza.
Se lei vuole così va bene perché si tratta di tenere in vita un malato terminale al quale non si vuole staccare la spina.
In tutto questo mi fanno pena i nostri figli. Li hai sempre usati per coprirti le spalle, sono sempre stati la scusa per le tue mancanze.
So fino a dove ti sei spinto e puoi riempire l’enorme vuoto solo con cose materiali, facendo finta di vivere in maniera normale.
Puoi anche andare in giro con la tua Triumph rossa e la donna senza cuore che hai di fianco seduta e che accetta le mostruosità che fai alle donne.
Lei ti ha umiliato davanti ai tuoi figli quando ha saputo e non io, ma anche questa sarà un’altra tua bugia per scaricarmi ancora merda addosso.
Quello che sento è una grande ferita profonda e questa non riuscirò mai più a curarla non potrò mai più essere la donna di prima.
Quando al telefono l’hai chiamata moglie io ti ho chiesto se sei sposato.
Mi hai risposto che non sono affari miei e lei in sottofondo che ti diceva: dai diglielo!
La gente deve sapere chi siete: siete dei mostri siete malati e fate anche pubblicare articoli con tanto di foto vostra che fate finta di essere la famiglia perfetta.
Il modo in cui mi hai chiuso il telefono in faccia mi fa venire i brividi.
Potete anche nascondervi lontano nel vostro agriturismo ma la gente deve sapere che devono tenere lontani i propri figli da voi perché usate i bambini per i vostri interessi.
E su facebook pubblicate anche il cartello dello stop alla violenza sulle donne.
Usate pure questo per farvi belli davanti alla gente quando gli aguzzini siete voi.
Vergogna!
Dopo tutto l’amore e il sentimento che mi giuravi mi hai liquidato come nulla fosse.
Sarà stata una bugia anche quella della psicologo, saranno state tutte bugie e continui anche adesso a mentire. Non so nemmeno come fai, non so se le pensi al momento o se le studi qualche giorno prima.
Penso che non so come uscirne da tutto questo ma in qualche modo succederà.
Non faccio che piangere sempre, le giornate sono tutte uguali, sono una donna finita e sconfitta.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Condividi: Tanta miseria dietro al lusso

Altre sul tema

Altre nella categoria: amore

38 commenti

Pagine: 1 2 3 4

  1. 1
    haily -

    questo qua viveva ancora in casa con una donna (la moglie? non ho capito, ma comunque una donna, così ti aveva detto sin dall’inizio). di che ti lamenti insomma? se lui ti avesse davvero voluto se ne sarebbe andato da quella casa entro breve. insomma te la sei cercata prenditela con te stessa, è inutile questa tua lettera. sei andata tu incontro a tutto quello che racconti lo sapevi che viveva con un’altra, che ci viveva bene o male non doveva riguardarti ma solo che viveva con un’altra e non con te doveva riguardarti, sufficiente motivo per lasciarlo stare e non raccontarsi balle da sola come hai fatto tu. quindi che te la prendi a fare con lui? era dichiarato dall’inizio che stava in casa con un’altra. tu hai accettato questa situazione e lui se ne è approfittato. prenditela con te stessa che ti ci sei infognata da sola in questo triangolo. troppo comodo e immaturo dare la colpa agli altri della responsabilità delle nostre azioni. troppo comodo. la responsabilità di te stessa e delle tue scelte è tua (e sempre lo sarà) ed esclusivamente tua. le balle te le sei raccontata da sola, apri gli occhi e riconosci i tuoi sbagli, invece di buttare addosso a questo qui tutte le colpe (ne ha ma tu gli sei stata dietro, tu lo hai fatto senza che qualcuno ti obbligasse). spero che il concetto sia chiaro per cui non dico altro. ah, solo una cosa: cresci e matura perché ti devi prendere cura di una figlia, e che se ne fa di una mamma più immatura di lei? un saluto.

  2. 2
    margherita70 -

    Eh sì certo uno ti dice che vuole rifarsi una vita e che non è sposato. Che sta in casa solo per i figli e che è tutto finito. MI ha fatto tante promesse, ho cambiato città per queste sue promesse. Visto che parli di mia figlia tu ne hai una? Se un giorno un uomo facesse a tua figlia quello che lui ha fatto a me? Io non ho mai accettato nessuna situazione perchè ho creduto in lui e ho sempre avuto fiducia in quello che mi diceva. Le balle me le ha raccontate lui e le donne che difendono questi uomini sono miserabili quanto loro. Promesse promesse tante promesse. Se lui non avesse mentito fin dall’inizio non ci sarebbe stato nulla. Sapeva di fare del male e non si è mai fermato. Certo di sicuro si è divertito ma di cosa dovrei rimproverarmi? Di avere avuto fiducia e di aver creduto a quello che mi diceva? Mi ha fatto trasferire con mia figlia da Padova a Bergamo, diceva che voleva conoscerla . Ho venduto la casa e lui lo sapeva e ha continuato a fare promesse. l’unica cosa di cui mi dispiace è questa. Diceva che non mi avrebbe mai lasciata da sola. Che ci sarebbe sempre stato. Sono queste le balle che mi sono raccontata da sola?

  3. 3
    Samuel Bellamy -

    Mi occupo del fenomeno “stronzi e crocerossine” da anni su questo forum, a causa di una storia analoga alla tua, durata a sua volta 6 anni, che la mia attuale quanto amata moglie ebbe con un perfetto rappresentante di questa troppo numerosa categoria, storie che periodicamente emergono nelle cronache di questo blog (e non solo) attraverso la voce delle vittime che lasciano per strada.
    Cara Margherita, non ti aspettare consolazioni, seppure rispettoso delle tue condizioni, ma devi riconoscere che quanto ti è accaduto era del tutto prevedibile, se solo avessi ascoltato quella vocina che SICURAMENTE si sarà fatta sentire dentro di te più e più volte in quei sei anni.

    In realtà, c’è una gran parte delle donne, che la letteratura della psicologia del sesso definisce “crocerossine”, che più o meno inconsciamente perdono testa, rispetto di sè e dignità SOLO per questi individui, che per motivi non del tutto chiari fanno strage di cuori pur essendo, bugiardi, fedifraghi, imbroglioni e vigliacchi, cioè pieni di tutti quei difetti che le donne, a parole, mai vorrebbero ritrovare nell’uomo dei loro sogni.
    Tuttavia, quando ne incontrano uno così, per quegli sconosciuti motivi di cui parlavo, tutte le loro previsioni vanno a farsi benedire, e come lemming si incamminano verso il precipizio che l’adorato bastardo sta preparando per loro, illudendosi che il loro “amore” li farà cambiare, almeno fino a quando precipitano, com’è successo a te e alla mia adorata lei a suo tempo, seppure non nella maniera tragica che vede dei minori coinvolti.
    Ma stai tranquilla che la lezione non basterà a farvi riflettere. Quando il tempo avrà steso il suo velo di rassegnazione sulla vicenda, anche tu, come la mia lei, ricorderai certi momenti passati con l’amato stronzo come quelli in cui hai espresso la tua più forte passione, durante la quale lo struggimento, l’ansia di averlo tutto per te e le attese, davano quel brivido di piacere che un povero “non stronzo” che vi ama (ma per questo prevedibile e scontato) non potrà mai darvi. E allora ecco che si scopre che queste “missionarie” hanno tenuto foto, lettere e ricordi di chi le ha trattate come pezze da piedi, e a volte come prostitute gratuite
    Perchè tiene queste testimonianze di uno stronzo che la ha umiliata ti chiedi? E loro rispondono: “Non è per quello che mi ha dato lui, ma per quello che ci ho messo io in quella storia”. Masochismo? No: vi piacciono proprio perchè sono STRONZI

    Ti auguro sia tu la prima a smentire queste verità

  4. 4
    margherita70 -

    Mi dispiace Samuel per la tua storia.
    Io non ero sposata ma libera e da 3 anni non stavo con nessuno. Ho avuto due storie importanti nella mia vita. La prima a 18 anni con un ragazzo con il quale sono stata 6 anni e dopo il secondo anno ha cominciato ad alzare le mani. Quando ho trovato la forza per andarmene ho conosciuto il padre di mia figlia che quando sono rimasta incinta e’ scappato. Magari hai ragione tu o forse sono stata sempre ingenua io a credere nei sentimenti. Quando ho conosciuto Giordano ero sola e mi sentivo sola. Mi sembrava una brava persona e penso che lui abbia semplicemente visto in me una donna con una grande voglia di amare ed essere amata. Penso che abbia iniziato a mentirmi da subito per divertimento, per un suo desiderio di avermi. Tanto abitavo in un’altra citta’ e non avrei mai saputo. Poi le cose gli sono sfuggite di mano. Non sono mai stata crocerossina per questo ho deciso di sapere la verita’. Come dici tu c’erano stati dei segnali e alla fine ho voluto sapere e vedere. Le foto le ho cancellate , dopo aver saputo la verita’ non ho mangiato per una settimana. Non tutti siamo uguali. Se devo guardare tutte le bugie e le manipolazioni devo ammettere che e’ stato bravo. Io per 6 anni non ci sarei riuscita.
    Mi do della stupida. La crocerossina in questo caso penso sia sua moglie/non moglie che sa e giustifica dicendo che ha avuto solo un brutto momento e che lui non prova niente per me. Tutto quello che provo e’ una grande paura. Quando un uomo mi dira’ che mi ama che non e’ sposato ma separato e altre promesse potro’ crederci? Il danno non e’ solo la menzogna ma la perdita di fiducia nelle persone. Lui conosceva il mio passato ma chi se ne frega giusto?
    L’importante e’ fregare gli altri
    vero che

  5. 5
    Samuel Bellamy -

    Vedi Margherita, quegli individui che hai avuto la sfortuna di incontrare sono attratti proprio da donne come te e com’era mia moglie all’epoca: donne che giocano a carte scoperte. La vigliaccheria di questi individui sta proprio nel fatto che percepiscono la sete di amore che proviene da queste donne, quasi sempre sole, insicure e bisognose di riferimenti, per le mille ragioni che la vita gli ha costretto a subire.
    Tendono ad essere convincenti, apparentemente molto sicuri di sè, capaci di fare grandi e luminose promesse millantando doti che non hanno ma che fanno credere di avere, creando un fascino posticcio, appiccicoso come la tela del ragno, ma soprattutto non si “danno” mai.
    Col sistema della carota e del bastone ti tengono sul filo del rasoio per il loro comodo, facendoti credere, mentre sfruttano la tua debolezza da innamorata, che cambieranno, che arriverà quel giorno e tutto si sistemerà. Ma non sono degli Ulisse, anche se voi fate la vita da Penelope, ma i porci della maga Circe e tali restano, anche se è difficile durante i mille allarmi che come ti dicevo avrai sentito da quella vocina, riconoscere a sè stessi che quello che sembrava un vero uomo in realtà è solo un porco travestito. E’ per questo che anche di fronte alla delusione più cocente è difficile cancellare il ricordo di questi individui, perchè loro malgrado hanno mosso i più bei sentimenti dentro di voi, ed è per questo che io mi sono sorpreso che una donna intelligente come mia moglie abbia tenuto i ricordi di un cialtrone che, visto con occhi diversi, sarebbe giudicato solo un buffone fallito, che l’ha sempre considerata poco più che un passatempo.

    Insomma, gli amori non completati, perchè traditi, danno sempre questi strani sottoprodotti: da una parte la rabbia e il risentimento e dall’altra una forma di rimpianto per quanto si è dato, fino ad avere la nostalgia del “maiale”, perchè comunque è stato oggetto di un grande amore, e per il quale spesso si continua ad avere affetto, come dimostrano lettere, foto e ricordi conservati, nonostante le nefandezze che ha compiuto verso quella donna.
    Ripeto, io mi auguro che una persona matura ma ancora giovane come mi pare tu sia, vista la cifra che compare vicina al tuo nome, sia in grado di voltare pagina, bruciando, non solo metaforicamente, i ricordi di chi ti ha umiliata in quel modo, usando questa dolorosa esperienza per capire la differenza tra i buffoni e gli uomini che, per quanto rari, esistono. Li incontrerai, basta aspettare.

  6. 6
    Yari -

    a 43 anni è ancora giovane?

  7. 7
    Angwhy -

    @Yari
    Assolutamente no,infatti io che ne ho 47 esco tutti i giorni con un permesso dal cimitero

  8. 8
    Carla -

    @ yari.. Poppante smidollato

  9. 9
    Donovan -

    Grande Samuel,la voce della saggezza! Hai scritto esattamente ciò che penso,che ho provato e che il 90% degli uomini onesti vivono ogni giorno nelle loro mature relazioni.

  10. 10
    rossana -

    “Insomma, gli amori non completati, perchè traditi, danno sempre questi strani sottoprodotti: da una parte la rabbia e il risentimento e dall’altra una forma di rimpianto per quanto si è dato, fino ad avere la nostalgia del “maiale”, perchè comunque è stato oggetto di un grande amore, e per il quale spesso si continua ad avere affetto, come dimostrano lettere, foto e ricordi conservati, nonostante le nefandezze che ha compiuto verso quella donna.”

    se non è gelosia retroattiva questa, proprio non saprei come classificarla…

Pagine: 1 2 3 4

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'informativa sulla privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili