Salta i links e vai al contenuto

Supercondominio: passaggi di servitù obbligati dal comune

Lettere scritte dall'autore  

Buongiorno, necessito alcuni chiarimenti circa il problema in oggetto. Passaggi di servitù ad uso pubblico
Nel 1992, a seguito di cessioni di terreni, sono stati costruiti degli immobili con portici ( perché dovevano ospitare negozi, ma, ora ci sono solo uffici) dove all’interno ( fra condomini ) vi è una piazza. Parte della piazza è stata ceduta al Comune mentre l’altra è di proprietà privata dei condomini. ( avevamo una convenzione per la manutenzione che ora è scaduta) . Per contratto tra il Comune e il costruttore sono stati fatti dei passaggi di servitù alla piazza che passano sotto i portici di proprietà. Molto spesso i velocipedi attraversano questi passaggi di servitù a gran velocita investendo le persone che escono dai portoni. Oltre la mancanza di indicazioni della piazza non vi sono neanche cartelli che indicanti i passi carrai e passaggi pedonali. I muri perimetrali degli immobili sono imbrattati da vandali a causa dei passaggi di servitù dove avvengo a notte fonda aggregazioni di teppisti.
Fermo restando, secondo il codice della strada gli obblighi del Comune in quanto è un luogo privato ad uso pubblico, chiedo cosa è possibile fare per poter mettere in sicurezza i condomini che si trovano ad essere investiti dai velocipedi. Quali sono le responsabilità del Comune e a chi addebitare gli imbrattamenti dei muri condominiali.
Ringrazio in anticipo per la cortese risposta.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Controversie

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili