Salta i links e vai al contenuto

Quando decade il diritto di servitù?

Salve, sono proprietario di un terreno con servitù da parte di un vicino proprietario di un appezzamento adiacente il mio. Ho deciso di recintare totalmente la mia proprietà e nel momento in cui l’ho comunicato al vicino mi ha negato la possibilità di chiudere la servitù. La mia domanda è: “Visto che la strada vicinale dove sbocca la servitù, è la stessa che costeggia un altro appezzamento di proprietà dello stesso vicino, e visto il fatto che i due appezzamenti di terreno sono adiacenti, quindi può tranquillamente transitare nelle sue proprietà senza usufruire della servitù, il diritto di servitù decade automaticamente? Premetto che le parti non hanno trovato un accordo.
La ringrazio in anticipo della risposta.
Cordiali saluti.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Controversie

16 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    siliconix -

    Salve
    avrei bisogno di qualche dettaglio, c’e qualcosa di scritto, c’e qualcosa del tipo dare/avere c’e qualche elettrodotto/acquedotto che insiste sulla sua proprietà, qualche tipo di obbligazione sul terreno, da quanto dura la servitù è amichevole la cosa oppure c’e il pagamento del passaggio sul suo terreno e infine c’e un reale vantaggio per il fando dell’altro proprietario? La strada vicinale vorrei maggiori dettagli anmche su questa, magari una mappa se è possibile. Attendo dettagli..

    Giuseppe
    Laureando in giurisprudenza

  2. 2
    Quando decade il diritto di servitù? -

    Grazie per la risposta
    – di scritto c’è l’atto di aquisto del terreno e di mezza casa datato 1990 che ha la formula classica di “servitù attive e passive”.
    – Non sono presenti nè elettrodotti nè acquedotti. La servitù è presente da molti anni, abbiamo trovato una cartina catastale di 30 anni che presenta la strada tratteggiata che finisce sul nostro terreno ma non lo invade.
    – Il signore che ci ha venduto la mezza casa e il terreno nel 1990 aveva acquistato tutta la proprietà nel 1983, ed ha iniziato ad abita lì intorno al 1990/92 dopo i lavori di ricostruzione dell’immobile.
    – noi gli abbiamo proposto di costruire i 10/13 metri di strada che restano per congiungere il suo terreno alla casa di proprietà del signore alla strada vicinale in cui c’è anche l’accesso dell’abitazione dello stesso signore.
    – la mappa potrei inviarla ma non sò come.

    – l’ultima cosa è che: sul lato sinistro di questa servitù oltre la mia proprietà c’è un altro terreno acquistato dalla figlia del signore (intorno al 1996/98) il quele al momento dell’atto gli ha firmato per dargli il passaggio, ma io non gli ho firmato niente. Lei ha diritto di passare sulla servitù situata nel mio terreno? Premetto che non c’è mai passata fino al 01 giogno 09

    Grazie per la gentile risposta.
    cordiali salluti

  3. 3
    erika -

    salve, sono proprietaria di un immobile situato in un vicolo privato ho
    42 mq di cortile ma il comune ha fatto un parcheggio pubblico a confine
    con la mia proprieta’ per cui ora non posso piu parcheggiare l’
    automobile come mi devo comportare ? posso chiedere almeno un
    parcheggio?grazie

  4. 4
    silvia -

    Salve, sono proprietaria di un terreno con servitù da parte di un vicino proprietario di un appezzamento adiacente il mio. Ho deciso di recintare totalmente la mia proprietà e nel momento in cui l’ho comunicato al vicino mi ha negato la possibilità di chiudere la servitù. La mia domanda è: “Visto che la strada principale costeggia solo la sua proprietà ,ove egli già possiede uscita con nm. civico e annessa residenza, quindi può tranquillamente transitare nelle sue proprietà senza usufruire della servitù, il diritto di servitù decade automaticamente? Premetto che le parti non hanno trovato un accordo.
    La ringrazio in anticipo della risposta.
    Cordiali saluti.

  5. 5
    claudio -

    Buongiorno a tutti, io ho un problema di servitù di passaggio,sulla strada privata dove abito, c’è un diritto di passaggio che mia sorella e io dobbiamo dare adue cogate.anno aperto dalla loro parte una strada comunale e c’è già un cancello da dove escono perchè più comoda e vicina.devono fare la divisione dei loro beni tra loro due ma una e andata in brasile e sarebbe daccordo a portarsi i contatori e passare dall’altraparte mentre l’altra prima era d’accordo mi ha fatto staccare dal contatore delle spese in comune per la corrente, io ho fatto dei lavori di miglioramento per la strada ecc. einvece adesso rivuole il diritto di passare ancora davanti casa mia cosa posso fate si può togliere il diritto di passaggio visto che anno una nuova apertura molto più comoda e vicina un grosso ringraziamento atutti anticipato

  6. 6
    franco -

    Se ho capito bene non c’è stata nessuna risposta al quesito da parte del direttore.

  7. 7
    renzo -

    Salve sono proprietario di un terreno attraversato da una roggia che alimentava una centrale idroelettrica. Tale centrale e relativa roggia sono in disuso da più di 20 anni, è ancora valida la servitù della roggia?

  8. 8
    salvatore -

    Buongiorno.
    Io ho il diritto di passo carrabile nel terreno del mio vicino larga 4 metri con curve idonee.
    esso potrà cessare qualora si venisse a realizzare altro passaggio idoneo su altro appezzamento di terreno.
    sopra elencato è scritto nell’atto notarile di ambedue.
    3 anni fa ho comprato rudere confinante dalla parte opposta di dove ho il diritto di passo carraio.
    tale rudere ha un piccolo corridoio che porta alla strada pubblica di max 2,50 che x altro tratto si restringe a 2 Metri a causa di una tettoia di altezza di 2,40 metri.
    si può solo passare con difficoltà con una piccolissima utilitaria. non certo con un grande suv o mercedes classe3.
    ed impossibile accedere al terrenoe nel retro della casa con camper furgoni o camion con materiali edili.
    si fà presente che nel terreno del mio vicino passano le tubazioni del gas acqua e fognatura e relativo pozzo biologico ed è anche scritto che ho diritto di posa in opera di tubazioni x sostituzioni tubazioni o manutenzione pozzo biologico
    pertanto quel piccolo corridoio che accede alla strada pubblica nel mio terreno non potendola usufruire xke non riesco a passare col il mio camper e il camion di materiali edili o della legna risulta impossibile accedervi ci ho piantato degli alberi di frutta e chiusa con cancelletto utilizabbile solo ed eclusivamente a uso pedonale.
    alla luce di tutto ciò il mio vicino mi dice che io non ho più il diritto di passare nel suo terreno in quanto ho il passagio nel rudere acquistato.
    inoltre mi dice che se non riesco a passare col camper e e i camion a lui non gliene frega niente.
    domanda; 4 anni fà ho realizzato e accatastato parcgeggio al coperto x il camper nel mio giardino e pago annualmente le tasse.
    mi domando visto che nell’atto cè scritto che tale diritto del passo carraio potra cessare qualora si venisse a realizzare altro passaggio IDONEO….. domanda cosa si intende x idoneo?
    le stesse caratteristiche di quella attuale larghezza 4 metri?
    x essere idoneo la misura minima di larghezza? e quella di altezza?
    non èsufficiente dimostrare che il camper e mezzi di trasporto materiali non possono accedervi?
    e se devo fare lavori strutturali alla casa dove la metto la gru se non posso accedervi?
    dall’altra parte cè solo strada pubblica larga solo 4 metri.
    un grande ringraziamento a tutti anticipatamente

  9. 9
    Sb -

    Salve,
    sono in trattativa per comprare un immobile all’ ultimo piano dove, a fianco dell’ entrata principale dal balcone, esiste un’ altra piccola entrata separata che dà su uno sgabuzzino che è’ di proprieta’ dell’ immobile in questione , come da rogito.
    Da questo sgabuzzino a sinistra c’è un’ altra entrata che porta al sottotetto dell’ immobile sottostante. Per anni il proprietario ha dato l’ accesso a questo solaio
    tramite passaggio dallo sgabuzzino ma io, futura acquirente, non amerei avere intromissioni di terzi.
    Sul rogito del venditore nulla è specificato . Dobbiamo però aspettare di leggere il rogito dell’ altra persona, usufruente del passaggio, per capire se ci son delle voci al riguardo.

    Cosa ne dite ? La questione dovrebbe essere specificata su entrambi i rogiti ?
    Non sembra esserci nessuna scrittura privata che credo, nel momento subentrassi io, non dovrebbe più esser valida.

    Mi potete chiarire ? Grazie mille e cordiali saluti,

    Sandra

  10. 10
    Yog -

    Che dicono le mappe catastali?

Pagine: 1 2

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili