Salta i links e vai al contenuto

Sopravvivere o morire?

  

Ciao a tutti, sono un ragazzo di 24 anni che non sa come vivere veramente la sua vita.
Quello che mi manca sono le attenzioni e l’amore da parte di una ragazza, sento le giornate vuote, mi sento svuotato nell’anima.
Ho avuto la mia prima ragazza a 22 anni dopo essere passato da una delusione ad un’altra, mai accettato, mai apprezzato, ho superato una forte depressione sulle mie gambe senza mai caricare questo peso sulle spalle di nessuno, nemmeno dei miei genitori, poi ho trovato la mia ex ed ero felice.
Dopo un anno e mezzo insieme a lei decide che non sono abbastanza e due giorni dopo la nostra rottura stava già con un altro e sono ripiombato nelle mie orribili certezze, tra mille demoni pronti a farmi vivere una vita d’inferno.
Tutti mi dicono che sono speciale, colto, intelligente, fine, profondo, con una brillante carriera lavorativa davanti a me, pieno di talento, e di molte cose ne ho la certezza oggettiva, tutti mi dicono anche che dovrei essere felice per tutto quello che ho, le mie doti, una famiglia benestante, tanti amici. Ma io senza amore non so vivere, di tutto il resto non mi importa.
Mi sento come un bellissimo vaso di porcellana della dinastia Ming, bello da osservare ma da tenere rigorosamente sulla mensola in soggiorno, nessuno vuole tenerlo tra le mani e apprezzarlo veramente.
Sono sempre stato usato dalle persone e quando ho deciso di non farmi usare sono stato abbandonato.
Penso che la motivazione di fondo sia il mio aspetto fisico, tutti mi dicono che non è un problema, ho avuto anche una ragazza oggettivamente bella, ma questo non mi basta, noto chiaramente che la mia vita non è come quella dei miei coetanei, che pur essendo pieni di difetti trovano l’amore, tante ragazze a cui piacciono, vivono una vita umana insomma.
Io ogni giorno mi scopro schifosamente narciso, egoista, egocentrico, materialista e sempre più cattivo per la situazione intorno a me e per gli atteggiamenti delle ragazze nei miei confronti che sono contente di avermi come amico, di ascoltarmi ore e ore ma nessuna disposta ad amarmi.
Questo mi fa molto male, non so che colpa ho io, mia mamma dice che metto soggezione, ma secondo me non è così, io in realtà non piaccio, le mie numerose qualità non servono a nulla in questo mondo, e non c’è nulla che posso fare.
Ho quindi valutato l’idea di farla finita, smetterei di soffrire in questa vita arida di sentimenti.
Magari voi sapete darmi consiglio senza scadere nelle solite frasi vuote e inutili, io sono stanco di vivere giornate fredde e solitarie.

L'autore ha scritto 4 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

27 commenti a

Sopravvivere o morire?

Pagine: 1 2 3

  1. 1
    air -

    Non dire così, non puoi convincerti del fatto che non piaci a nessuna solo perchè hai avuto sfortuna con 2 ragazze! Il mondo è là fuori che ti aspetta! Esci e vivolo! Mostra al mondo le doti che hai, il tuo cervello e il tuo cuore sono quello che contano, non l’aspetto fisico. A 24 anni sai quante esperienze devi ancora fare? Quante cose devi ancora scoprire del mondo? Là fuori ci sono molte persone che meritano di conoscerti, di frequentarti e magari di amarti.. vedrai che troverai anche tu la donna fatta per te, basta solo non smettere di crederci!
    Un forte abbraccio

  2. 2
    Plinio -

    Ciao air, ti ringrazio per le parole di conforto.
    Ma ci sono alcune cose che non inquadrano la situazione in quello che dici, ovviamente non potevi saperle perchè non le ho scritte, avrei fatto un papiro.
    Ho avuto sfortuna con più di una decina di ragazze, tutte consecutivamente, senza che mai una ragazza si facesse avanti con me, cosa che invece ai miei coetanei non è successo, se non a quelli più brutti esteticamente, quindi per induzione sono convinto che anche io faccio parte di quella categoria nonostante tutti mi dicono che non è così.

  3. 3
    toroseduto -

    Ho letto la tua lettera,e man mano che andavo avanti,mi venivano in mente dei concetti espressi da ERIC FROMM nel libro L’ARTE DI AMARE.
    E’ un filosofo, aiuta molto nella introspezione e nella ricerca dell’equilibrio interiore,nell’amare se stessi come regola fondamentale,per aprirsi coscientemente nel rapporto con gli altri.
    E’ un libro che dovrebbero leggere tutti, anche se l’amore è un istinto innato,il concetto dell’amore può essere frainteso e interpretato nelle sue variegate forme e deviazioni.
    Fromm, mette tutto al giusto posto. A 30 anni ho imparato l’amore,dal
    buio sono venuto alla luce, è stata un’esperienza fondamentale,non ringrazierò mai abbastanza l’amico che mi prestò il libro, già dopo aver letto una trentina di pagine l’ho restituito, capii l’importanza di quel libro e ne comprai 2 copie, una per me e una lo regalai ad una
    amica. Ti consiglio fortemente di venire a conoscenza di questo che per me è stato un tesoro, meglio di qualsiasi lettera o post consolatorio! Ciao

  4. 4
    kevin -

    Plinio, vedo in gior fiori di ragazze, stupende, con tipi brutticelli, ma sicuramente che sanno capirle, che sono intelligenti, che sanno farle ridere, insomma altre qualitá.
    Magari alla tua etá le ragazze preferiscono il belloccio, ma vedrai che quando avrai un étá maggiore (25-30-35) sicuramente troverai una ragazza di cui tutti ti invidieranno.

  5. 5
    Jean -

    Liberati di tutta quella zavorra che hai elencato in primis: materialismo,narcisismo,egoismo (di questo però tienitene un pochino quanto basta) e tutte quelle altre belle qualità che ti rendono una persona infelice, non stare lì ad ascoltare le persone che ti dicono che hai talento ed altre stupidaggini non fanno altro che gettare benzina sul fuoco, se riesci ad essere un uomo vero in equilibrio con se stesso verrai veramente apprezzato, però devi essere molto deciso in quello che fai e crederci altrimenti sono tutti discorsi campati in aria, non temere di dire a chi ti sta usando quello che pensi di loro, non nasconderti ed affronta tutti con il sorriso sulle labbra, sia i buoni che i cattivi……..ragazzo devi lavorare sul tuo cervello ricordatelo, la fonte dei tuoi problemi è lì , non ti dico la stupidata dell’età che sei giovane ed altre scemate, a qualunque età si può uscire da questo baratro………sii deciso e vedrai che in primis la tua salute mentale te ne sarà grata……..metti da parte ogni presunta superiorità nei confronti di chi ti sta di fronte, tu sei uguale al mondo……..buona fortuna e scrivi pure tutto quello che pensi qui così potrò risponderti per le rime!!!
    Buona giornata!

  6. 6
    Plinio -

    @toroseduto: sarà il mio prossimo acquisto, farò un salto alle messaggerie in centro a Milano sperando di trovarlo. Chissà che aprirà gli occhi anche a me. Anche se nel mio caso il problema non sono io che non ho capacità di amare, ma gli altri che non riescono ad amarmi.
    @kevin: di anni ne ho 24 e tutti i giorni sento discorsi da parte delle ragazze che dicono di volere il ragazzo intelligente, colto ecc… ma poi stanno insieme a certi elementi, anche bruttini, ma che fanno della loro ignoranza lo stile di vita e queste ragazze ci perdono la testa.
    @Jean: la zavorra di cui parli ho dovuto costruirmela per sopravvivere a questo mondo, in totale chiusura verso gli altri che tanto non mi apprezzeranno mai e tantomeno saranno disposti ad amarmi.
    Le ho provate proprio tutte, a starmene sulle mie, ad essere espansivo ad avere certezze e a vivere senza certezze, non cambia nulla, non interesso, a nessuna è mai venuto in mente di volermi conoscere indipendentemente da ciò che penso o da come mi atteggio.
    Io purtroppo non sono uguale al resto del mondo, sono anzi parecchio inferiore nelle cose che contano veramente per essere accettati e amati e parecchio superiore in tante altre cose inutili e non lo dico per superbia ma perchè i risultati sono oggettivi e lampanti.

  7. 7
    air -

    Secondo me sbagli in principio: tu dici che vuoi tanto trovare la ragazza da amare. Ma tu ami te stesso? Se non credi in te non potrai mai pensare di trovare l’amore, xkè l’amore si trova solo quando si è pronti, quando si è arrivati ad una maturità dello spirito, cioè quando si va d’accordo con se stessi. Solo quando sarai in questa condizione potrai donare il tuo amore, non concentrarti sugli altri, concentrati solo su te stesso! Ma non su quello che sei capace di fare, non sulla tua bellezza estetica, intendo sul tuo carattere, sul tuo io!

  8. 8
    Plinio -

    @air: il mio non è un problema di quando le ragazze mi conoscono, anzi, riesco ad affascinare la gente molto facilmente.
    Il mio problema è che non hanno nemmeno l’intenzione di volermi conoscere, già all’impatto estetico si fermano e non è quindi questione di amarsi o meno, almeno credo…

  9. 9
    Devastato -

    Dai commenti e da altro ho solo notato un tema : L’ESTETICA.
    Fidati amico,moooolte ragazze non guardano il fisico ma ben altro….
    Sono quelle superficiali che si fermano alla bellezza ….ma a moooolte interessa l’anima ,lo spirito….abbi fiducia

    ma soprattutto ama te stesso…..se ti senti inferiore è gia un sintomo che non ti ami….come puoi pretendere che qualcuno ti ami se non sei il primo ad amare te stesso?

  10. 10
    Plinio -

    @Devastato: l’estetica è imprescindibile, anche per quelle ragazze che guardano l’anima vale il primo impatto, e il primo impatto la fa l’estetica, poi possiamo parlare per ore del fatto che sia tutto soggettivo, ma rimane comunque di base la questione che c’è una soglia minima di accettabilità che divide chi piace e chi no.
    So poi bene anche io che se oltre all’estetica non c’è nulla allora il problema è lo stesso, se non peggio.
    Il mio problema non è il fatto di non amarmi, sono abbastanza narciso. Il problema è che non piaccio al mondo e sono inadeguato e le esperienze che ho vissuto e i fatti che ho visto mi confermano questa cosa.

Pagine: 1 2 3

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili