Salta i links e vai al contenuto

Lavorare in nero, quasi un obbligo per poter sopravvivere

Lettere scritte dall'autore  

Evviva il nostro governo (ennesimo) di arraffoni.
Ho avuto ieri il 730, per i redditi del 2008. A fonte di un lordo di 20.000 euro, annuale (in busta paga circa 1.050 euro netti mensili) mi ritrovo a dover pagare all’ erario ancora 1.000 euro tra Irpef e menate varie.
Vi sembra possibile? Lo so che non sono che un piccolo granello e come me ci sono milioni di persone.
Ma dov’è tutto l’ aiuto che ci era stato promesso? Dov’è la convenienza di avere un lavoro regolare? Che lo prendi in quel posto. Francamente credo che ritornerò a lavorare in nero, è quasi un obbligo per poter sopravvivere dignitosamente qua in Italia.

L'autore ha scritto 44 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Cittadini - Lavoro

6 commenti

  1. 1
    ronkiso -

    caro direttore, vorrei saper dove finisce e dove inizia la mia libertà.
    esempio: se denuncio un abuso edilizio sono un impiccione.
    Se non lo denuncio sono un menefreghista.
    Non lo so, ma secondo me dovrebbe esserci un controllo delle autorità a far rispettare le regole, semplici, ma per tutti.
    I furbetti, però delle regole se ne fregano, e magari paga sempre il cittadino che rispetta sempre tutto.
    grazie
    ronkiso

  2. 2
    pezzola -

    i lavoratori hanno sempre pagato e senza scelta di evasione perchè sono soldi gia tolti in busta paga, soldi che servono anche per le pensioni. pensioni che non aumentano ma rimangono al palo. Gli speculatori sono i nostri governanti liberisti che hanno permesso, con decreti e omissioni, a loro stessi e loro complici capitalisti di frugare nelle tasche dei cittadini comuni. Loro sono sempre a galla, ma dove sono andati tutti questi soldi, non certo nelle tasche dei lavoratori, perchè non viaggiano in lussuose limusin come i nostri parlamentari, con vetri antiproiettile e carrozzerie blindate,orologi di lusso, barche, ville e quant’altro.

  3. 3
    elena -

    sono una donna kon 2 figli e lavoro in nero guadagno 680,00 mensili e non so + kome andare avanti kiedo solo di lavorare in regolala x poter arrivare al 1100,00mensili e viveve un po’ + bignitosamente gradirei una risposta grazie

  4. 4
    pezzola -

    Se deve esserci anarchia, anarchia ci sia anche sul pagamento dei canoni di affitto, sulle contravvenzioni, sulle tasse, sui tichet, ecc.
    Perchè la legge tutelare sempre chi detiene il potere e mai chi il potere non ha!
    Se così è cosa ci sta a fare il governo con tutti i suoi uomini se poi questi non tutelano i cittadini nello scorrere della loro vita.
    Troppo facile per loro farsi stipendi e privilegi alle spalle dei più deboli se è vero che i ricchi sono solo i 7 per cento.
    Si facciano gli stipendi secondo il PIL e controllino democraticamente chi giuoca con il lavoro nero. E se nero sia lo sia per tutto

  5. 5
    Giuliano -

    Ho 66 anni e sono invalido civile.Sono epiletico ho L5 che è scivolato su S1 di 2cm,un braccio lo muovo solo a 45 gradi,in più sono stato operato al naso e alle orecchie. l’invalidità però è solo all’80%.Mia moglie lavora e nel 2011 ha preso 26000 euro,di conseguenza mi era arrivata una lettera dall’INPS che mi promettevano 417 euro da agosto, mese del mio compleanno. A distanza di tre mesi l’INPS si accorge che mi spettavano solo 349 euro al mese e devo ritornare la differenza,397 euro. Vorrei sapere come mai chi ha due o tre stipendi uniti a due o tre pensioni non ha problemi di accumolo?Io ho anche un figlio che studia, quando sento i nostri ministri che dicono di fare sacrifici tutti insieme sento il sangue ribollire nelle vene;quali sono i sacrifici che fanno loro? Devono vergognarsi solo a pronuciare certi discorsi. Loro non vogliono rinunciare a niente.La gente ormai non crede più alla politica perchè vengono fatte promesse al vento.

  6. 6
    Giuliano -

    Siate gentili ditemi come si può vivere in tre con 26000,00 euro lordi,non arriviamo più alla terza settimana del mese. quando andiamo a fare l’ISE ci rimangono 12000,00 netti per vivere un anno. VI RINGRAZIO DI AVERMI ASCOLTATO.

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili