Salta i links e vai al contenuto

Siamo innamorati ma lui non vuole lasciare la sua fidanzata

Lettere scritte dall'autore  sesonrose

Buongiorno a tutti.
Sono stata fidanzata per cinque anni con un ragazzo ma ultimamente c’era aria di crisi. In realtà credo di non averlo mai amato davvero, ma di essermi legata a lui più per un bisogno di affetto che altro, e me ne vergogno un po’. Ho cominciato a rendermi conto di queste cose e mi sono progressivamente allontanata, parlandogli del fatto che mi sentissi distante e poco felice della relazione.
Nel mentre ho conosciuto un altro ragazzo di cui mi sono innamorata follemente, abbiamo scoperto una connessione mentale pazzesca, subito, oltre che una notevole attrazione fisica.
Ho sentito in un giorno tutta la felicità che non ho provato in cinque anni. Lui è ciò che cercavo, da sempre.
Abbiamo parlato per ore.
Ci siamo baciati, ci siamo tenuti stretti, senza fare l’amore ma solo parlando e scambiandoci baci e carezze, dicendo quanto fosse bello essere insieme.
È stato intimo e bellissimo, mi ha detto di non essere in grado di essere davvero se stesso con la sua fidanzata.
Lui è fidanzato da cinque anni come me, ma sta per andare a convivere con lei e si dimostra preoccupato per questo fatto.
Io dopo questo episodio ho lasciato subito il mio fidanzato.
Invece lui è venuto da me e con freddezza mi ha detto che ha rivisto la sua fidanzata e ha capito quanto gli mancasse e quanto ci tenesse a lei e dunque ciao, spero che tu sia felice, restiamo amici e via.
Il mio cuore si è spezzato. Mi ha detto: è stato bellissimo stare insieme, sei una ragazza fantastica, e se non ci fosse lei, io e te staremmo insieme.
Ah, e in cinque anni non l’aveva mai tradita. Come me.
E allora perché stai con lei?
Perché ti comporti da innamorato con me?
Non so cosa fare.
Non capisco come si possa prendere una decisione simile.
Mi sento molto crudele ma mi ritrovo a sperare che si lascino, come mi sono lasciata io.
Non riesco a credere che lui sia consapevole della sua decisione.
Temo che si sia aggrappato a lei come io mi ero aggrappata al mio fidanzato.
Per ora ho deciso di non farmi sentire più per rispetto, ma sono disperata. Mi sento presa in giro. Vorrei rivederlo. Non riesco proprio ad accettare questa situazione.
Che cosa ne pensate?
Dovrei fare qualcosa secondo voi?

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Condividi su Facebook: Siamo innamorati ma lui non vuole lasciare la sua fidanzata

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

20 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    Angwhy -

    Si, aspettare il commento di RdF

  2. 2
    Bohemien82 -

    Ma non lo capite che un uomo con una relazione lunga e solida alle spalle difficilmente lascia la partner? Magari si prende delle licenze o degli svaghi (e in altra sede potremmo disquisire sul grado di valore di un ometto così..) ma praticamente mai lascia per seguire le farfalline nello stomaco. E questo perché? Perché mentre voi donne vi annoiate durante una lunga relazione (cioé gioia ci sei stata 5 anni non 5 mesi con l’ex..e sei rimasta solo per bisogno di affetto!? 5 anni…dai suvvia) auto convincendovi di non amare più , di non aver mai amato ecc. , l’uomo in una lunga relazione si adagia, si abitua e si sente sicuro in quella zona di confort. Se ci pensi bene, ma bene, vedrai realizzerai che anche con l’ex, i primi tempi, hai sentito in un solo giorno un sacco di felicità. Ma erano i primi tempi.. e le farfalline volavano a destra e sinistra! Non ti sei progressivamente allontanata perché hai conosciuto un altro, ti sei progressivamente allontanata quando hai conosciuto l’altro. Poi tu puoi raccontartela, raccontarcela e convincerti sempre piú. L’amore va coltivato ogni giorno ma ciò non vi autorizza a spargervi sopra solo il letame….✌???

  3. 3
    alisee -

    Lui ha usato la testa, tu il cuore.
    Lui preferisce l’abitudine e la sicurezza
    e non è insolito per un uomo.
    Ma senza passione che vita è?
    Ha sbagliato e lo rimpiangerà tutta la vita.
    Tu chiudi la porta, ne troverai altre.
    Non era l’uomo giusto per te.

  4. 4
    sesonrose -

    Grazie per i vostri commenti!

  5. 5
    rossana -

    Sesonrose,
    no, sembra proprio che non siano rose. concordo a grandi linee con i post 2 e 3, con le seguenti puntualizzazioni:

    1) l’uomo chiude meno facilmente della donna una relazione amorosa abbastanza consolidata e confortevole. teme l’incognita di potersi trovare spiazzato e di avere difficoltà a ritrovare quanto si dispone a lasciare. per sua natura è relativamente facile da accontentare: sesso a disposizione può bastare a renderlo tranquillo e appagato.

    2) in qualsiasi rapporto, anche non amoroso, c’è chi ama di più e chi è emotivamente meno coinvolto dell’altro. in questo caso è toccato a te restarci invischiata, nel tentativo di ritrovare vitalità interiore tramite nuove esperienze e nuove emozioni. se ti va di dirlo, quanti anni hai?

    3) anche a me non sembra corretta la tendenza ad autogiustificare la scelta di chiudere una relazione di coppia di 5 anni togliendole il valore e l’importanza che ha avuto in passato. mi sembra poco credibile essere rimasta legata per tanto tempo per semplice bisogno d’affetto, senza esserlo stata, invece, anche per i benefici di vario genere derivanti dall’interscambio, che non può essere stato del tutto privo di momenti belli, forse ora smorzati o diventati scontati.

  6. 6
    Golem -

    Sesonrore fioriranno, e se son cachi…. E infatti erano cachi col primo e pure col secondo.
    Io invece apprezzo molto che si riconosca, come hai fatto tu, che non sempre quello che è sembrato amore lo sia stato. Serve proprio quella lucidità per cercare di non fare altri errori di valutazione. Quindi “BRAVA”. E comunque anche a te ricordo che quando un sentimento finisce forse è perchè non c’era proprio. Magari ci si illudeva che ci fosse, non è difficile nella norma “amorosa”. Ma quella è tutt’altra roba. Quindi continua ad interrogarti sull’argomento, specie quando le farfalle nello stomaco sino volate via. È da quel momento che può cominciare l’amore. L’altro è fatto soprattutto di ormoni “in action” e illusioni come se piovesse. E volte quando finiscono i primi restano solo le seconde a consolare di averlo vissuto l’amore.
    Good Luck

  7. 7
    alisee -

    Purtroppo la vita a volte non va come vorremmo,
    seguiamo il nostro destino, a volte come foglie nel vento.
    Mi piacciono le storie romantiche a lieto fine,
    benchè io sia una persona coi piedi per terra.
    Se deve essere sarà nonostante tutto.
    E soprattutto se si ama non si lascia.

  8. 8
    sesonrose -

    Rossana, grazie per le tue parole.
    Dunque, a me un po’ dispiace che si generalizzino così uomini e donne, ma forse un fondo di verità c’è.
    Ho 25 anni.
    È vero, ci sono stati molti bei momenti. Cinque anni sono un mondo intero. Il mio ormai ex è una persona stupenda, si è preso cura di me per anni e io mi sono presa cura di lui. Ma non riuscivo ad ammettere che non ero felice con lui. Ho vissuto periodi in cui non vedevo più il senso delle cose, perché non riuscivo ad ammettere che non lo amavo. Mi sentivo in colpa, mi dicevo che ero io sbagliata a non amarlo, che lui era perfetto e che c’erano milioni di ragioni per cui era giusto stare insieme. La verità è che lui è sempre stato più simile a un fratello che a un fidanzato e io avevo bisogno della sua vicinanza.
    Conoscere il nuovo ragazzo mi ha aiutata a capire che potevo davvero vivere la felicità, anziché rassegnarmi a credere che sarei dovuta essere per sempre triste pur di avere una persona che mi ama al mio fianco.

  9. 9
    Bohemien82 -

    “Ma senza passione che vita è?
    Ha sbagliato e lo rimpiangerà tutta la vita.”

    Fossi in te non sarei così sicura lui abbia sbagliato. La passione non dura per sempre. Il cuore deve seguire la testa..se no poi succedono i danni dopo che la passione si è esaurita. È credimi si esaurisce sempre.

  10. 10
    Rossella -

    Il tuo è un amore pensato.Te lo domandi?Per lui sei stata una curiosità…non avevi le idee chiare sull’amore, come si dice? Stacci.Così come io non mi sognerei mai di identificare l’amore con un processo naturale di liberazione.Una cosa bella,una cosa che ha senso, ma comunque una cosa diversa da quella che avevo messo in preventivo quando la persona e la sutuazione erano del tutto diverse. Tutto questo avviene per mezzo del sacramento o comunque delle circostanze della vita che portano a crescere all’interno di un percorso stabilito da una dottrina. Mica siete bambini? Crescere in che senso? Quando non scommetti sulla fede le strade si possono dividere perché potete crescere in direzioni diverse. Anche quello è un pericolo. Fa parte delle regole del gioco. Il resto non mi sembra conveniente e non mi convince nel modo più assoluto.Accade che in alcuni casi si deve proprio cambiare vita per perdersi definitivamente di vista.E’ un problema visivo. Non risolverlo significa rimandare il problema.Solo Dio può muoversi a compassione e spingerti al ricovero o alla depressione che comprova la tua buona fede.Io, grazie al cielo mi trovo lonotano dalla mia terra e a mia volta garantisco per tutti quelli che arriveranno più avanti.

Pagine: 1 2

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili