Salta i links e vai al contenuto

Siamo come i globuli bianchi

Lettere scritte dall'autore  

Una persona a me tanto cara mi ha fatto riflettere sul rapporto tra uomo e male. Per far ciò ha utilizzato una similitudine paragonando l’uomo ai globuli bianchi e cosa avviene nella malattia della leucemia. Adesso cercerò di spiegare quello che mi detto.

I globuli bianchi sono gli uomini e l’essere umano (inteso come l’organismo che ha in se stesso i globuli bianchi) è l’Essenza suprema. Quindi l’esistenza di tutti gli esseri umani è riconducibile all’esistenza di un Essere singolo superiore chiamato appunto Essenza Suprema. Da ciò sappiamo che i globuli bianchi sono indispensabili per la sopravvivenza dell’organismo quando compiono bene il loro dovere e proteggono l’organismo dalle malattie. Al contrario se i globuli bianchi impazziscono non riconoscendo + ciò che bene e ciò che è male, ma incominciano a distruggere i globuli rossi, ecco che l’organismo soffre e nei casi estremi muore per una malattia: la leucemia.

Ora l’essere umano è come il globulo bianco e se compie il bene tutti ne gioveranno. Se impazzisce, e cioè incomincia a compiere il male uccidendo i suoi simili, inquinando, distruggendo la terra (il corpo) sulla quale (nel quale) vive, ucciderà L’Essenza suprema è indirettamente ucciderà se stesso (essendo parte di un tutto più grande).

In definitiva le Guerre, l’inquinamento, ma anche il male quotidiano dell’indifferenza sociale, l’apatia, il menefreghismo, non potranno altro che condurci, (fino a prova contraria) alla distruzione.

Mi piacerebbe sapere cosa ne pensate al riguardo….

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Riflessioni - Salute

1 commento

  1. 1
    leo -

    in un altro contesto, parallelo a questo forum, ho usato il paragone del sistema immunitario umano per illustrare il meccanismo di controbilanciamento del Male, o Principio nero, o Principio negativo, o Yin, da parte del Bene, o Principio bianco, o Principio positivo, o Yang, secondo gli schemi della Legge d’Equilibrio o Meccanica universale, o Grande Spirito, o TAO.
    Sono concetti datati di qualche millennio e sempre assolutamente veri e presenti in ogni cultura.
    Quando Zarathustra (se mai è esistito uno con tal nome) parlava di Ahura Mazda (Bene) e di Ahriman (Male), riprendendo e sviluppando il Mitraismo, in realtà parlava di queste cose, solo che per lui Ahura Mazda era Dio, mentre in realtà era un meccanismo interno della Creazione esattamente come Ahriman.
    Bene e Male non esisterebbero senza la coscienza, il che vuol dire che sono modi di esistere della coscienza, che, a sua volta, è parte dell’evoluzione della Creazione.
    Non c’è nulla che impazzisce nella Creazione, ma semplicemente il confronto continuo di Bene e Male, che prendono il sopravvento l’uno sull’altro secondo le modalità descritte dal diagramma della Realtà Ultima taoista, ossia il Tai Chi Tu, quello mezzo bianco e mezzo nero con due puntini di complemento che significano che quando uno dei 2 principi raggiunge il massimo esso già contiene il germe della propria distruzione, ossia l’anticorpo, né più né meno di quello che succede, appunto, nel corpo umano.
    si potrebbe dire che la Creazione è un Grande Corpo che segue le regole di un Grande Spirito, così come il nostro corpo segue le direttive del nostro (piccolo) Spirito.
    da ciò deriva che anche un eccesso di “Bene” contiene in sé il germe della sua fine (la metafora dell’Eden! l’Eden è finito, ma il seme del “Bene” è ancora in giro).
    in base a questa conoscenza, le realtà locali possono essere anche distrutte come episodio contingente in un contesto aperto, ma nessuno dei 2 principi può prevalere del tutto.
    ora la Terra è ancora un sistema chiuso; pertanto, il controbilanciamento deve esserci per forza, altrimenti la Terra sarebbe distrutta, il che sarebbe contrario alla Legge.
    se un asteroide la distruggesse sarebbe diverso, perché in quel caso la Terra non sarebbe un sistema chiuso, ma un componente di un sistema più grande, cioè la galassia, distrutta secondo un’economia galattica.
    ciò vuol dire che ‘sto schifo di società che abbiamo attorno, avendo già cominciato a dare segni abbastanza virulenti, già comincia a contenere i semi della propria distruzione, anche se non lo sa.
    tutto questo per dire anche che non bisogna essere né ottimisti né pessimisti in queste cose, ma semplicemente fare ciò che la propria natura interna dice di fare, bianco o nero che sia; il resto è cosa della Legge che governa l’intera Creazione.
    ho riportato quello che mi consta ma di cui sono pure estremente convinto (mica solo io: secondo voi, Tolkien dove ha preso la saga del Signore degli Anelli, cioè del Signore oscuro e del mago bianco?! e George Lucas dove ha pigliato Star Wars e la saga dei Jedi e dei Sith?! …).

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili