Salta i links e vai al contenuto

Nei sentimenti bisogna mostrare anche le proprie debolezze

  

Salve a tutti…
Vi racconto la mia storia, sono un ragazzo di 23 anni e ho avuto una storia molto importante che è durata un anno…
Sono uno di quei soliti ragazzi che ha la vita facile con le donne, quelli sicuri di se, insomma uno dei tanti deficienti, però sono una bravissima persona e sono pronto a migliorarmi spiritualmente.
Purtroppo nell’ultima mia storia ho fatto soffrire tantissimo la mia ex perchè all’inizio era tutto bellissimo, i primi mesi l’intensità dei sentimenti era inaudita, indescrivibile, una vera e propria favola… Dopo purtroppo abbiamo cominciato a litigare sempre perché lei era paranoica, era pesante, non fidava, la lasciavo e la riprendevo, lei mi odiava e alla fine l’ho lasciata e lei ha sofferto tantissimo, questo è successo un mese fa…
Qualche giorno fa sentendomi con un’altra ragazza al tel, ho sentito le stesse parole che mi diceva la mia ex (mi prendi in giro, ma chi c…. ti senti ecc.. ) allora mi è passata tutta la mia vita nella mente e ho capito che ho sbagliato tutto…
Ho capito che sono una persona piena di sè, una persona innamorata solo di se stessa e non sono pazze le ragazze ma sono io che le faccio diventare pazze, non aprendomi mai con loro e facendogli venire milioni di dubbi…
Con la mia ex io ho avuto un rapporto fortissimo ma ho sempre tenuto le distanze, diciamo che io sono entrato nella sua vita totalmente (a casa sua e tutto e di più), mentre nella mia l’ho tenuta fuori… (probabilmente perché avevo paura di amare, infatti avevo un atteggiamento sempre difensivo, se facevo un passo avanti ne facevo due indietro probabilmente perché ero ossessionato dalla paura che mi potesse prendere in giro e di starci male, in passato non ho mai avuto questi tipi di traumi)
Mi sono accorto che ho sbagliato tutto con la mia ex, che non le ho dato l’importanza che avrei dovuto darle, che la sicurezza in se stessi può essere un pregio ma può mutarsi in difetto se eccessiva, ho capito che nei sentimenti bisogna mostrare anche le proprie debolezze e le proprie fragilità, io con lei ho solo mostrato il mio lato forte…. sono stato uno che ha pensato solo a se stesso e quindi di conseguenza egoista, non le sono stato vicino quanto le avrei dovuto stare ma nonostante tutto nei primi 10 mesi era tutto perfetto, poi ha cominciato a non farcela più e da lì sempre litigi, sempre sempre…
In questi giorni si è laureata, io l’ho aiutata tantissimo x questo traguardo, infatti lei stessa mi diceva sempre se ce la farò è solo grazie a te..
Io non ho resistito e l’ho chiamata il giorno prima chiedendole scusa per tutto quello che avevo fatto, dicendole che ero troppo innamorato di me stesso e che lei è stata davvero una ragazza importante..
Lei ha sempre pensato che io l’ho presa in giro e che l’ho usata, mai ero stato così aperto con lei, infatti è rimasta contenta, ma per quanto l’ho fatta soffrire mi odia… Al telefono mi ha detto che è indifferente però poi mi ha detto che non vuole che io le crei tensioni per la laurea… capisco che si difende da me.. ha sofferto troppo.. mi ha sempre detto e ripetuto che mai ha amato, e non per presunzione ma mi ha amato da morire, ma da morire…
Il giorno dopo la laurea l’ho chiamata, lei non mi ha risposto al telefono… so benissimo che dovrò fare di tutto ma secondo voi mi ama ancora, secondo voi la paura è troppo grande, secondo voi cosa devo fare?
Io ho pensato di chiamarla una due volte al giorno fino a quando non mi risponde, senza essere pesante e a quel punto chiederle di vederci e dirle non di tornare insieme ma spiegarle tutti i miei errori, il mio comportamento, tutti i momenti in cui ho sbagliato, parlare di me stesso e chiederle di riconoscermi e di aiutarmi a cambiare…

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

5 commenti a

Nei sentimenti bisogna mostrare anche le proprie debolezze

  1. 1
    Soleta -

    Penso che se non hai nemmeno l´idea di tornare con lei, se non la ami, lasciala stare. I sensi di colpa devono rimanere per te….ormai lei ha sofferto troppo..

  2. 2
    Anonimo -

    “Io ho pensato di chiamarla una due volte al giorno fino a quando non mi risponde, senza essere pesante e a quel punto chiederle di vederci e dirle non di tornare insieme ma spiegarle tutti i miei errori, il mio comportamento, tutti i momenti in cui ho sbagliato, parlare di me stesso e chiederle di riconoscermi e di aiutarmi a cambiare…”

    IO IO IO IO IO IO IO IO IO IO IO IO

    sei un ……egoista…anche questa tua “illuminazione” è semplicemente per te..lei non c’entra niente…c’è sempre la parola Io anche in questo tuo ragionamento…vuoi semplicemente gratificarti…vorresti poi chiamarla per dirle scusa non ti amo…per pulirti la tua coscienza da un tallero bucato…sei veramente molto giovane..più dei tuoi 23 anni…mentalmente ne hai si e no 14…
    vuoi fare qualcosa per lei e non per te ? lasciala in pace…

  3. 3
    scalamir -

    Cominciare ad ammettere di aver sbajato e’ gia’ un bel traguardo, sopratutto per se stessi! Nella lettera dici di non essere piu innamorato, ma sei sicuro? Sai perche’, questo tuo voler fargli sapere di aver pensato solo a te stesso e in un certo qual modo chiedergli scusa, mi fa pensare il contrario. Cmq non di sperare, non c’e’ niente di scritto…coraggio!

  4. 4
    Silvia -

    Ciao,
    ascolta.. quello che tu dici è quello che è capitato a me. Però io ero te..cioè io ragazza ero quella che non si apriva e che stava sulla difensiva.. Fino a quando come te non l’ho capito.
    Io ci tenevo a quel ragazzo per cui ho lottato. Ho lottato perchè ho pensato che tra 10 anni avrei rimpianto di non averlo fatto. Prova a pensare.. Se ci tieni a lei dovresti insistere.
    Io ti consiglio però di non tampinarla con telefonate..non fa mai piacere alle ragazze, almeno non a lei che ha sofferto così tanto per colpa tua. Non so se ti riprenderà.. però dev farle capire che tu sei interessato a mettere le cose a posto, e se fossi in te lo farei tramite lettera.
    Una lunga lettera in cui spieghi cosa provi e cosa hai capito del passato; in cui chiedi il perdono e se lei vorrà anche un incontro.
    Dopo ciò, ti tocca solo aspettare..
    Se lei è ancora ricettiva nei tuoi confronti sicuramente ti contatterà.
    In bocca al lupo!
    Ah, ps: con me ha funzionato.. ormai son più di 3 anni che stiamo insieme e siamo felici 🙂
    Altra cosa.. sono dell’85 per cui capisco in pieno la tua storia!

  5. 5
    google -

    Silvia il fatto è che lei non mi crede più…xkè gia 2 mesi fa l’avevo lasciata e poi sono ritornato…come riconquisto la sua fiducia??

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili