Salta i links e vai al contenuto

La scelta più difficile della mia vita

Salve, mi presento, ho 21 anni e ho avuto fino ad oggi una storia (quasi 2 anni) con una splendida ragazza di cui sono ancora innamorato pazzo. È stata una storia stupenda fino a qualche mese fa in cui lei, causa competitività scolastica (siamo nello stesso corso universitario) per me inesistente, ha cominciato lentamente ad odiarmi. Infatti sono incominciate risposte poco garbate, nervosismi assolutamente immotivati che chiaramente, come un cane che si morde la coda, portavano ad ulteriori litigi a causa del mio stupore e anche del malumore che ne derivava. Il tutto è poi precipitato nell’ultimo mese costellato da tira e molla fatti da dubbi (solo da parte sua) , ripensamenti ecc. Un giorno le facevo schifo non voleva stare con me, l’altro le mancavo mi cercava e mi baciava dolcemente. Insomma, oggi, dopo un ciclone emotivo durato così tanto ho presto, come da titolo, la decisione più difficile della mia vita… L’ho lasciata andare… Non l’ho mollata, è ben diverso. Quando molli una persona lo fai brutalmente perché non ti piace, non la sopporti ecc. L’ho lasciata andare, teneramente, con il grande amore che ancora mi lega a lei per vederla felice, augurandole ogni bene. L’ho lasciata andare perché io la amo e a mollarla non ero davvero capace. Anteporre la sua felicità alla mia, questa è stata davvero dura. Fosse stato per me ci sarei stato insieme, cercando di capire, come sono solito fare, le cause recondite di tale situazione. Io prima di separarmi da una ragazza le provo tutte fino all’ultimo filo di energia. Ma lei ci stava male, lei ci soffriva, soffocata da questi dubbi. E allora… Ho deciso… Non so se ho fatto bene, di sicuro lei non tornerà ma quantomeno sono cresciuto, perché solo qualche anno fa non sarei stato capace di lasciare andare una persona sapendo che ci avrei sofferto. È stato un ultimo gesto di correttezza e dignità in una storia in cui ho dato tutto me stesso. E spero porti solo cose buone oltre al dolore e alle mille imprecazioni che mi sto dedicando, convinto ora di avere sbagliato. Vi ringrazio per aver letto e per avermi offerto questa splendida valvola di sfogo! Spero di leggere tanti commenti che sicuramente mi aiuteranno a capire ed uscire nel più breve tempo possibile da questa estrema solitudine emotiva. Grazie ragazzi!!!

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Condividi su Facebook La scelta più difficile della mia vita

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

5 commenti

  1. 1
    glosstar -

    Chi e’ consapevole non e’ solo. Hai fatto cio’ che sentivi giusto e ora entrambi potete
    muovere le vostre vite in avanti.

    L’unico dubbio che ho e’ relativo a quella “competitivita’ scolastica”. Non credo quella
    fosse l’inizio della fine ma soltanto la manifestazione di un malessere, dovuto ad altro, e
    che in lei cresceva quotidianamente. Azzardo. Forse lei era piu’ brava di te (o si impegnava
    di piu’) in quella sfera, e il suo bacchettarti era un po’ un modo di tirare fuori la sua
    frustrazione per un rapporto che ormai le stava stretto.

    Bah…difficile dirlo. Le risposte le hai dentro te stesso e qualcuna l’hai gia trovata.

    Auguri

  2. 2
    Sergio -

    Glosstar ma che scrivi?

    era lei la frustrata, era lei che bruciava se lui prendeva un voto più alto, tipico delle donne immature. Se lui fosse stato meno bravo mi speghi quale competizione doveva nascere da parte di lei?

    ketoplas hai fatto bene, amore a parte, ti avrebbe rovinato la vita.
    La mia ex dopo che ci siamo lasciati ha praticamente sputato su tutti i miei successi, perchè lei non è stata mai in grado di fare qualcosa da sola e senza aiuti…
    I mediocri con i mediocri…

  3. 3
    glosstar -

    Decodifico per Sergio.

    Dal momento che ketoplas non fa riferimento alcuno ai meriti scolastici di chicchessia,
    “…forse lei era più brava di te” e’ stato il MIO azzardo. Azzardo paragonabile al TUO che,
    al contrario, affermi essere lei ”…a bruciare se lui prendeva un voto più alto…”

    In assenza di fatti, tanto il tuo che il mio scrivere, sono e restano la mera espressione di
    una personale opinione, o se preferisci di un “azzardo”, e pertanto godono pari dignità.

    Se avessi letto con maggiore attenzione, ti saresti infatti accorto che il mio riferimento non
    era certo finalizzato alla competizione scolastica, bensì a sottolineare come tale fatto fosse in
    realtà una, tra le tante, malcelate manifestazioni del disagio relazionale vissuto dalla fidanzata, e pertanto bene ha fatto ketoplas al lasciare che se ne andasse.

    In assenza di ulteriori informazioni, questo e’ tutto ciò che posso offrire…una azzardata
    opinione.

  4. 4
    ketoplas -

    Ciao ragazzi, innanzitutto grazie ad entrambi per avere già prontamente commentato!!
    Sapete quanto fa piacere la vicinanza di quante più persone sensibili! Per quanto
    riguarda le vostre ipotesi 🙂 non litigate che ogni persona che scrive qui come su ogni
    altra pagina di questo sito è solo per dare il suo contributo, giusto, sbagliato o
    condivisibile che sia! Quindi come detto vi ringrazio a priori tutti e scendo in dettaglio
    per aiutare ulteriori discussioni… Si, hai ragione tu Sergio, hai fatto una descrizione
    calzante! Io molto più bravo, concreto e con dei risultati e lei con in mano assolutamente
    solo tante parole… Nonostante da parte mia non vi sia mai stato un atteggiamento volto
    a sottolineare quanto sopra, lei ha cominciato a rodersi ad arrabbiarsi ad essere invidiosa
    e questo alla lunga ha rovinato tutto! Proprio come dici tu! Ha partecipato ad una
    competizione inesistente, con se stessa e la sua ombra ed è andata decisamente in
    escandescenza. Mah non la capirò davvero mai…. Spero di sentirvi ancora presto, perchè
    già leggendo qui va molto meglio rispetto a qualche minuto fa!! Ciao, buona giornata

  5. 5
    Dolce -

    Comprendo cosa sente il tuo cuore , quel dolore misto a serenità perché sai che lo stai facendo per amore. Un continuo alternarsi di sensazioni opposte . Sei li prendi il telefono, vuoi chiamare e poi pensi .. No, non é giusto !!!… Io sono sposata e anche lui… Ci amiamo ! Ma ho deciso di lasciarlo andare. Io non me la sento di lasciare i miei bambini per andare con lui ma non posso sopportare che stia vicino a lei. Una donna che non sa renderlo felice . Non posso chiedere di lasciare tutto e so che lo farebbe se io non posso offrirgli una vita assieme. L ho lasciato andare o almeno ci sto provando perché stare senza di lui mi fa morire dentro! GraZie per lo sfogo, non posso parlarne con nessuno

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili