Salta i links e vai al contenuto

La cosiddetta “rivoluzione sessuale” degli anni 70 a chi ha giovato?

Lettere scritte dall'autore  Domenico1
La lettera è pubblicata a Pagina 1

L'autore ha scritto 3 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

51 commenti

Pagine: 1 2 3 4 5 6

  1. 31
    maria grazia -

    M.
    sei tu che mesi fa, in un post che scrissi in chat, ti dichiarasti favorevole ai rapporti mercenari vissuti nell’ ambito delle unioni coniugali. dicendo – testuali parole – che gli incontri clandestini dei mariti con le prostitute servono a salvare i matrimoni. ora, per me ognuno è libero di dire, pensare e fare ciò che vuole. ma se poi si vengono a fare le pulci a me circa il mio modo di pensare, facendo al contempo supposizioni a raffica sul mio modo di vivere, allora mi trovo costretta a mettere in evidenza le contraddizioni dei miei interlocutori.
    per quanto riguarda la competizione tra donne di cui parli, se in questo caso c’è stata è partita da Almost, avendo lei messo in risalto la sua presunta moralità e purezza rispetto alla sottoscritta.
    sinceramente, anche a me non interessa perniente sostenere una discussione su questi presupposti.

  2. 32
    Alessandro -

    Tutte ste donne che la danno via come il pane dove stanno?
    io me la son sempre dovuta sudare la pagnotta.
    detto questo a me non interessa quanti uccelli ha collezionato una donna prima di stare con me,mi interessa che non ne prenda altri mentre sta con me.
    in generale ognuno può fare quello che meglio crede della proprietà vita,non è mia abitudine giudicare,se lo stile di vita è compatibile con me bene,se non lo è pazienza,ognuno per la propria strada o comunque non rapporti troppo stretti.

  3. 33
    M. -

    MG,

    supposizioni a raffica sul tuo modo di vivere?
    Maria Grazia, ma io e te ci conosciamo?
    Ci siamo mai visti, stretti la mano o bevuti un cappuccino al bar insieme o fatto un giro in motocicletta?
    Forse è successo, ma io non mi ricordo.
    Tu puoi fare della tua vita tutto quello che vuoi, a me non sfiora nulla, e dovresti riportare tutto il ragionamento nel quale ho scritto quella frase, che ricordo benissimo, e ricordo di averlo scritto riportando le considerazioni di una escort intervistata da un giornale che diceva quanto ho scritto.
    Che ci siano prostitute o gigolò che lavorano anche grazie a mogli o mariti, è un fatto, così come ci siano unioni matrimoniali che non si sciolgono mai.
    Era questo, e non altro, il senso di quel ragionamento che tu, ovviamente, riporti a pezzi.
    Discorso chiuso.
    Te l’ho già detto ieri: la mia regola è tirare giù il sipario su certi utenti.
    Dura lex sei lex.

    Alessandro,

    è attraverso un tuo giudizio che arrivi a decidere se una situazione è compatibile con te oppure no.
    Giudicare non è una parolaccia, anche se alcuni giudicano tale il giudicare….

  4. 34
    maria grazia -

    Alessandro, vedo che tu hai colto perfettamente il punto! non ha alcun senso dare giudizi negativi a persone il cui stile di vita non è conciliabile con il nostro. se riteniamo che qualcuno ci è affine bene, diversamente penso che ogni persona debba vivere la sua vita come crede, senza che altri debbano sentirsi autorizzati a emettere sentenze circa il suo equilibrio e la sua integrità come persona. da questo punto di vista, non c’è stata alcuna VERA rivoluzione, perchè è tutto come prima: le cose si fanno ma non si dicono altrimenti sei marchiato per sempre. amen!

    “io me la son sempre dovuta sudare la pagnotta.”

    e come te, anche i maschi che stanno scrivendo qui. infatti è di quello che più altro si lamentano..

  5. 35
    rossana -

    Alessandro,
    hai perfettamente ragione: nessuno può giudicare le scelte di vita e i valori morali di altri ma… se ci si confronta su un argomento, è più che lecito esporre le proprie opinioni, senza voler prevalere sul prossimo con assiomi assoluti (anche se a volte, per una o due parole maldestre, si finisce con l’essere inghiottiti in stupide interminabili guerre di tastiera).

    personalmente ho appreso sul campo, in vari contesti, che un’indole non cambia: se si è libertini o donnaioli di natura, non è che l’incontro con una madonna o un’amazzone emancipata possa facilmente mutare attitudini e abitudini, anche se questo talvolta avviene.

    ci può essere l’uomo aperto a 360 gradi verso le donne come fai tu, così come chi afferma di preferire orientarsi su temperamenti femminili di altro genere, né migliori né peggiori. chi è lieto di questa continua promiscuità sessuale e chi preferirebbe che le donne non adottassero gli atavici, più che criticati, comportamenti maschili. chi giustifica tutte le prostitute e chi è indulgente solo nei confronti delle povere creature, per lo più spesso minorenni, costrette a vendersi a suon di botte…

    nessuno vive la vita di altri ma solo la propria, frutto dei suoi gusti e delle sue scelte, pur avendo diritto a esprimersi liberamente, senza però la pretesa di essere sempre accolti da un’ovazione di apprezzamenti o di consensi.

  6. 36
    Alessandro -

    Io non sono per niente aperto a 360 gradi,ho le mie idee e giudico in base a questo,semplicemente penso che il mio giudizio valga per me stesso,se una persona vive in modo per me sbagliato non significa che vive in modo sbagliato in assoluto, nel massimo rispetto ognuno continuerà a vivere come meglio crede.
    In più a differenza di molti le mie idee non sono dogmi,posso pure ricredermi e non escludo di potermi innamorare di una persona con stile di vita diverso da quello che ritengo giusto.

  7. 37
    maria grazia -

    “la mia regola è tirare giù il sipario su certi utenti.”

    Ne prendo atto, M.; così come la mia regola è quella di affrontare ogni argomento secondo uno spirito di analisi obiettiva e deduzioni logiche, e non seguendo deliranti convinzioni, perloppiù frutto del popolare e comune “sentire”. ognuno ha le sue regole!..

    “Che ci siano prostitute o gigolò che lavorano anche grazie a mogli o mariti, è un fatto, così come ci siano unioni matrimoniali che non si sciolgono mai.”

    Non è detto che le due cose siano collegate, e l’ articolo che tu avevi postato riportava semplicemente il singolo parere della signorina intervistata, una sua SOGGETTIVA opinione. che, in quanto tale, non può essere avallata come verità assoluta e incontestabile.

    ” chi giustifica tutte le prostitute e chi è indulgente solo nei confronti delle povere creature, per lo più spesso minorenni, costrette a vendersi a suon di botte…”

    rossana, forse bisognerebbe cominciare a chiarire alcune cose… nel caso della prostituta, quand’ anche volontaria, non c’è proprio nulla da “giustificare”. è una scelta di vita, dettata da varie ragioni, così come può essere quella della suora, della postina, della madre di famiglia, della missionaria, della donna in carriera. ognuna di queste scelte è a mio avviso ugualmente rispettabile, se non imposta da nessuno e se fatta con cognizione di causa. e come tutte le scelte di vita, anche quella della prostituta o della donna “libertina” possono presupporre un inizio e una FINE per poi approdare ad altro. credo che questo, nel 2015, non debba più sconvolgere nessuno.

    La prostituta NON si vende. vende PRESTAZIONI sessuali. è diverso.

    il politico o il poliziotto corrotto SI VENDONO. la ragazza che per fare carriera accetta compromessi SI VENDE. La donna che accetta un matrimonio di solo interesse per raggiungere la sicurezza, SI VENDE. L’ uomo di legge che prende tangenti per cambiare una sentenza, SI VENDE.

    Ci siamo ?..

    “chi è lieto di questa continua promiscuità sessuale”

    faccio la stessa domanda che ha fatto Alessandro: dove cavolo la vedete questa “continua promiscuità sessuale” ??

    “hai perfettamente ragione: nessuno può giudicare le scelte di vita e i valori morali di altri ma…”

    …MA QUI LO FATE DI CONTINUO, e con chiunque. e molti cominciano anche – giustamente – a rompersi le palle!

  8. 38
    M. -

    Tanto anche questa lettera è andata in vacca.
    Amen

    Dura lex seD lex

  9. 39
    rossana -

    Il mio post 35 era rivolto ad Alessandro. era con lui che cercavo un confronto, che ha avuto riscontro.

    non ha per me la minima importanza cosa ne pensino altri utenti con cui da almeno un paio di mesi vado ribadendo che non ho più ALCUN interesse a interagire.

    tutte le opinioni (che non possono essere che personali) hanno diritto di essere espresse, senza che qualcuno si senta in dovere di confutarle con commenti assimilabili a lezioni non richieste.

  10. 40
    Golem -

    “La prostituta NON si vende. vende PRESTAZIONI sessuali. è diverso.
    il politico o il poliziotto corrotto SI VENDONO. la ragazza che per fare carriera accetta compromessi SI VENDE. La donna che accetta un matrimonio di solo interesse per raggiungere la sicurezza, SI VENDE. L’ uomo di legge che prende tangenti per cambiare una sentenza, SI VENDE”
    Brava MG.

Pagine: 1 2 3 4 5 6

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili