Salta i links e vai al contenuto

La cosiddetta “rivoluzione sessuale” degli anni 70 a chi ha giovato?

Lettere scritte dall'autore  Domenico1
La lettera è pubblicata a Pagina 1

L'autore ha scritto 3 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

51 commenti

Pagine: 1 2 3 4 5 6

  1. 21
    M. -

    Almost,

    e meno male (per i pochi che mi leggono) che non sia possibile fare più di due pubblicazioni per volta, altrimenti la Divina Commedia sarebbe un bigino a confronto.

    Diciamo che divento sempre più intollerante alle “balle contemporanee” che spacciano le malattie come cure.
    È un dato di fatto che la ri(de)voluzione del ’68 è stata una truffa che ha seminato ciò che abbiamo iniziato a raccogliere da qualche decennio a questa parte.
    Poi, ripeto, una persona può anche essere contenta di raccogliere questi fiori “rivoluzionari”, ma io preferisco altro sinceramente.
    Ormai l’atto rivoluzionario è credere nella famiglia, ma soprattutto non dare un prezzo ai propri valori, perché tutto ciò che ha un prezzo si può vendere e comprare.
    Per quanto mi riguarda, un vero cambiamento, la vera emancipazione, la sta attraversando l’uomo.
    Pensa soltanto a un dato: l’uomo rapportato alla propria famiglia.
    Fino a non molto tempo fa la cura dei figli era un lavoro tutto al femminile. Ora non più.
    Fino a non molto tempo fa l’uomo adagiava la sua esistenza sempre su figure femminili; prima la mamma e poi la moglie. Ora non più.
    Mentre la donna fa sostanzialmente ciò che ha sempre fatto.

    E qui mi fermo, altrimenti allungo il brodo.

    Saluti

    P.s. la capacità di parola non manca nemmeno a te.
    Poi io sono un caso incurabile perché parlo anche con i muri.
    2+2 = 5!

  2. 22
    maria grazia -

    M. mi scuso per il “francesismo” ( le famose “cazzate” ) ma come ben sai sono diretta e non uso toni ricercati per esprimere le mie idee. del resto, ci eravamo già promessi di tornare a scornarci, no ? 😉 e comunque, mi riferivo UNICAMENTE a una sola tua frase, e non a tutto il tuo discorso per intero.
    indubbiamente hai una cultura di tutto rispetto e una spiccata intelligenza, ma rimango della mia opinione per quanto attiene agli argomenti che stiamo trattando, e riconfermo in pieno tutto ciò che ho espresso nelle mie precedenti risposte. non me ne volere.
    io invece non ho avuto bisogno di girare mezzo mondo per vedere in faccia l’ umana disperazione e capire quali sono le cose DAVVERO IMPORTANTI della vita. ci sono riuscita anche restando a casa mia. e ringrazierò sempre la sorte per avermi concesso questa immensa fortuna. ciao!

    “Tu sei l’esatto prodotto del nostro tempo.
    Omologazione perfetta.”

    no M. ti sbagli. QUESTO non è il MIO tempo. io sarei dovuta essere una giovane donna negli anni ’70, vivere il mio periodo fiorente in quegli anni. QUELLA era la MIA epoca. non mi riconosco in questa e non mi interessa. ma va bene lo stesso. ho trovato comunque spunti interessanti da cui (ri)partire.

    Al resto dei commenti degli altri non replico nemmeno. la solita valanga di banalità dette e ridette milioni di volte, i soliti interventi tendenziosi. vorrei che il livello delle discussioni si elevasse, e in questo modo non sarà mai possibile. rientrerò nel dibattito solo se dovessi vedere qualche intervento DAVVERO interessante, seppur non in linea con il mio pensiero.

  3. 23
    maria grazia -

    https://www.youtube.com/watch?v=kGHZpReVct0

    https://www.youtube.com/watch?v=_WFLUhSym80

  4. 24
    Andrea_The_Original -

    Almost. “Che la donna per sentirsi emancipata, si debba misurare con parametri tipo quantità di sesso occasionale, mi fa pensare che purtroppo siamo proprio lontane da quella libertà tanto cercata. Cioè il messaggio comune è che se assumo gli stessi comportamenti sgradevoli o deplorevoli tipici dell’uomo, allora sono libera ed emancipata.
    E a ‘sto punto si perde di credibilità.”
    Pienamente d’accordo. Cosa che dovrebbero capire anche molte altre donne.

    Piccolo inciso che c’entra ben poco con il discorso, me ne rendo conto ma spero faranno un’eccezione e non lo casseranno. Manco dal sito da un po’, ho dato una letta qua e là e ho avuto l’impulso di intervenire, ma noto che non è cambiato praticamente nulla, nulla di nulla. Sempre i soliti vecchi limiti, le vecchie invincibili frustrazioni. Davvero felice quindi di aver impiegato il mio tempo in altro modo.
    Però questo sito infondo lo ringrazio anche, e qui viene il punto, perché da quando lo frequento avrei voluto incontrare personalmente due persone. Una non ho potuto, l’altra si.
    Ed è una persona che lascia il segno. Dal vivo è ancora più profonda e intensa di come pensavo.
    Un’Amica. Grazie

  5. 25
    M. -

    MG,

    ma tu gli anni ’70 ce li hai stampati addosso, e con tutta l’ideologia che conteneva.
    Personalmente di quella ideologia (tema lavoro a parte) io penso le peggio cose.
    Teniamo presente che gli effetti di ciò che facciamo oggi si inizieranno a raccogliere tra parecchi anni.
    Si può dire che noi viviamo un presente che è stato progettato negli anni ’70 e ’80.
    Che dire? Scontiamo tutto quello squallore sparato a raffica da intellettualoidi del tempo in stile Mughini.
    Una donna (o un uomo) è liberissima di vivere la propria sfera sessuale come meglio crede, e se vuole collezionare uccelli come fanno i cacciatori, che lo faccia pure, ma io pretendo che venga riconosciuta la stessa libertà di “registrare” questo comportamento come negativo.
    Se un uomo ha avuto mille donne, ma poi vorrebbe essere l’unico uomo per una donna in particolare, altrimenti la giudicherebbe una poco di buono, fa bene a farlo.
    Il discorso vale anche a parti inverse anche se devo dire che mi è capitato più volte di riscontrare una certa soddisfazione da parte femminile di essere la prescelta (prescelta momentanea, ma questo la donna non lo sa ancora. Lo saprà quando si renderà conto che il suo donnaiolo è, appunto, un donnaiolo).
    La chiamo “sindrome dell’ape regina”.
    La vera ipocrisia non sta nel pensare ciò che si pensa e regolarsi di conseguenza, ma voler dire ad altri come dovrebbero comportarsi per essere in un certo modo.
    Basta accendere la tv (non la guardo praticamente mai, e faccio bene) per capire come, in nome di una libertà, DOBBIAMO comportarci per essere: buoni, accoglienti, non razzisti, non fascisti, non nazisti, non omofobi, non cattivi, ecc…
    Tutte imposizioni del pensiero unico fatte in piena libertà.
    Libertà di chi le impone, ça va sans dire.

    C’è solo una verità nella “rivoluzione” degli ’70: voi donne vi siete usate a vicenda.
    E paradossalmente lo avete fatto trasformandovi in giocattoli sessuali, e vi lamentate quando un uomo vi usa come…

  6. 26
    M. -

    giocattoli sessuali e usa il sesso per giudicarvi.
    Avete fatto del sesso la vostra bandiera, e se ora sventola non lamentatevi.

    Saluti da M. il cattivo

  7. 27
    Almost-Imperfect -

    @mg
    I commenti interessanti non possono essere solo quelli che ti danno ragione 😉
    Guarda secondo me tu non sei una stupida, e al di la della posizione estremista che tieni ti immagino anche piacevole da frequentare (oh sono etero eh… Dicevo in amicizia non fraintendere); ma magari hai avuto delle esperienze che ti hanno portato a pensarla così, o semplicemente sei così. Ma il mondo è bello perché vario e se ci credi fai bene a portare avanti la tua battaglia e le tue convinzioni. Tutto qui.

  8. 28
    maria grazia -

    Almost,
    so benissimo di non essere una stupida, tranquilla! non c’è bisogno che me lo venga a dire tu. qui si continua volutamente a travisare quello che affermo.
    o siete ignoranti e ottusi, o siete in malafede. e in entrambi i casi per me la cosa è grave. quindi non intendo continuare a parlare con persone che dicono che io ho affermato che le donne emancipate sono unicamente quelle che scopano a destra e a sinistra e con chi capita. perchè io non ho mai detto una cosa del genere e il mio discorso era di tutt’ altro tipo! voi siete i sani, i bravi, i puri e i giusti e io sono la zozzona meretrice sporcacciona. e vabbè, pazienza!

    “Se un uomo ha avuto mille donne, ma poi vorrebbe essere l’unico uomo per una donna in particolare, altrimenti la giudicherebbe una poco di buono, fa bene a farlo.”

    bene! a questo punto anch’ io, caro M., SONO LIBERISSIMA E STRA-LIBERISSIMA di valutare come profondamente SCHIFOSO, IPOCRITA E ABBIETTO questo atteggiamento da parte di quell’ uomo, e sono LIBERA di pensare che un uomo del genere non merita nemmeno che gli si sputi in faccia! E questo mio pensiero sono LIBERA DI ESPRIMERLO, così come voi esprimete sdegno e disappunto per le cosiddette collezionatrici di uccelli.
    allo stesso modo, sono libera di giudicare abbietto uno stesso uomo che afferma di essere favorevole a coloro che vanno a prostitute di nascosto dalla moglie ( te, in questo caso ). e poi si dichiara contrario all’ aborto e alle donne libertine, e sostenitore dei sani e buoni valori. come fa anche il nostro AndreaT.O., peraltro ( da un lato fermo sostenitore dell’ esistenza delle donne facili e della prostituzione quando gli fa comodo, e dall’ altro strenuo oppositore delle odierne libertà femminili ).
    Insomma, secondo il vostro modo di vedere, le donne che si concedono senza tanti complimenti è giusto che esistano, ma solo se in CATTIVITA’ e sotto il vostro controllo ( come le BESTIE in gabbia ) e sopratutto solo se rispondono alle vostre SPECIFICHE ESIGENZE. se queste stesse donne vogliono uscire dal “seminato”, cambiare vita e trovare l’ amore, ecco che allora scatta le PERSECUZIONE contro la STREGA MERETRICE.

    “Il discorso vale anche a parti inverse”

    ovvio! anche una donna libertina che dovesse scegliersene uno come partner ufficiale solo perchè casto, fa schifo alla stessa maniera. almeno per me.

    credo di avere espresso abbastanza chiaramente la mia opinione senza il rischio di altri FRAINTENDIMENTI..

  9. 29
    maria grazia -

    sintentizzando: se ognuno, caro M., è libero di fare solo ciò che gli va ( come ad esempio il tizio che dopo essersene sco.... mille ritiene indegna la donna libertina ), seguendo lo stesso principio, io sono libera di ritenere indegno uno come che ragiona come te. e non ti puoi lamentare per questo, dando etichette e giudizi gratuiti. perchè in un mondo in cui ognuno possa essere se stesso senza seguire logiche di massa, le etichettature non hanno alcun senso. quindi in quest’ ottica non ha senso definire, ad esempio, POCO DI BUONO una che secondo te ne ha presi tanti. ma sarà invece logico e sensato ritenere una tale donna NON ADATTA A TE, o a chiunque la valuti negativamente. il che è diverso.
    IL POCO DI BUONO O LA POCO DI BUONO, nel senso letterale del termine, sono persone che arrecano danno ad altri. A te che danno arreca la “collezionatrice” di caxxi o il collezionatore di vagine se, aldilà delle loro scelte sessuali, non ti cagionano alcun male ? nessuno! ecco perchè dico che i vostri ragionamenti sono ipocriti e tendenziosi. a me frega zero se uno è attratto dalla cultura medievale piuttosto che da quella anni ’70. mi frega però nel momento in cui vengono messe in dubbio le mie qualità umane come persona ( come si sta facendo ) perchè il mio pensiero non collima con la massa, perchè vuol dire che allora quella libertà di pensiero che andate sbandierando esiste solo in teoria. e in questo caso, spiace doverlo dire, tu rientri nella MASSA. e attenzione!!.. io parlo di PENSIERO, DI CONVINZIONI, DI MODO DI VEDERE LE COSE. Non sto parlando della MIA vita! Sto esprimendo le mie idee, non sto PROMUOVENDO un modo di vivere. Voi non mi conoscete: io potrei essere una suora di clausura come anche la più navigata delle scopatrici. non ha importanza! il mio pensiero sarebbe in entrambi i casi lo stesso: e cioè che tutti gli esseri umani hanno pari dignità di fronte al mondo, e che se ci fosse una REALE parità tra i due sessi, le donne molto vissute sul piano sessuale verrebbero considerate al PARI degli uomini molto libertini. PARI non vuol dire positivamente o negativamente, vuol dire PARI E BASTA!! ma quanto devo ripeterlo ancora! mamma mia ma è allucinante. qui non si sta facendo una gara a chi la da di meno o a chi è più integro. sto facendo solo un’ analisi OGGETTIVA dei fenomeni sociali. che voi siate e non siate dei santi non frega un caxxo a nessuno!! e comunque gli uomini realmente validi non guardano al passato di una donna. questo è certo.

  10. 30
    M. -

    Maria Grazia,

    “allo stesso modo, sono libera di giudicare abbietto uno stesso uomo che afferma di essere favorevole a coloro che vanno a prostitute di nascosto dalla moglie ( te, in questo caso ). e poi si dichiara contrario all’ aborto e alle donne libertine, e sostenitore dei sani e buoni valori.”

    Che dire? Boh.
    Nella mia vita ho sempre fatto e soprattutto lasciato fare, perché tanto prima o poi la nostra vita ci presenterà il conto da pagare dei propri errori commessi.
    Un uomo deve andare a prostitute di nascosto dalla moglie? Che lo faccia se non trova una donna a gratis, e poi si arrangerà un po’ con la propria coscienza.
    Dire che tu non abbia capito nulla, ma proprio il nulla totale di quanto ho scritto (e nemmeno quanto scritto da Almost, ma si sa che la competizione tra donne, in questo caso a senso unico, c’è sempre), è un eufemismo.
    Fino a un po’ di mesi fa mi sarei scornato in risposta ad un post come il tuo, invece ho capito che l’indifferenza è la strada migliore da percorrere, soprattutto quando si crede che la vita di una persona (in questo caso la mia) debba piegarsi al giudizio della vita di altre persone (in questo caso la tua o di chiunque altro).
    Quando si crede di essere dei perseguitati da forum c’è da tenere presente una cosa: ciò che ogni utente qui sopra fa della propria vita, non cambia la mia di vita.
    Tu potresti anche andare in giro nascosta da un burqa, ma sappi che a me non aumenterebbe né il conto in banca, né rischierei di perdere ore di sonno, quindi non è un mio problema.
    Questa personalizzazione dei post altrui sinceramente mi fa ridere; si vedono attacchi personali ovunque come se ci si trovasse sotto a una pioggia di frecce. Contenta tu.

    Non c’è possibilità di scambio alcuno con chi ha la mente pregna di ideologie fallite.
    Qui calo il sipario su di te.
    Acta est fabula.

Pagine: 1 2 3 4 5 6

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili