Salta i links e vai al contenuto

Quello che le donne non dicono… c’è da ridere!

Lettere scritte dall'autore  Attimo Ogi
La lettera è pubblicata a Pagina 1

L'autore ha scritto 10 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

131 commenti

Pagine: 1 2 3 4 14

  1. 11
    maria grazia -

    Attimo, in realtà non parlavo di te. Facevo un discorso più in generale..

  2. 12
    Lea -

    Allora finalmente hai capito le donne? Non devi comprenderle, solo sentirle e far loro regali.

  3. 13
    Attimo Ogi -

    Sirenetta,

    sai che non ho capito niente di quello che hai scritto ?
    Magari per te è chiarissimo, ma per gli altri esseri umani risulta complicato.

    Potresti scrivere un concetto per volta ?

    E poi mi sembra (tra le righe) che tu abbia capito che io sto con una ragazza giovane, mentre ho detto che non mi ci metterei mai.

    Grazie

  4. 14
    Rdf -

    “Allora finalmente hai capito le donne? Non devi comprenderle, solo sentirle e far loro regali.”

    Con tutto il rispetto … ma questa è una di quelle risposte che mi fanno scadere le donne. Perché in questa frase c’è la pretesa di ricevere senza dare, senza alcuna spiegazione a corredo, come per diritto divino acquisito.
    Non c’è umiltà e voglia di confronto…comprensione reciproca, venirsi incontro, semmai c’è un po’ di supponenza . Come si può amare la supponenza?

    Della serie “non ti devo spiegazioni e posso trattarti come voglio, Se vuoi sedere al mio tavolo devi adularmi incondizionatamente”.

    Siete così?
    E poi vi lamentate di uomini che “non vi apprezzano come persone ma vi usano solo per svuotare ”

    Insomma , non proprio una situazione invitante da cui partire X una relazione

    Pazienza, e’ un problema mio. E’ vero. non mi va giù . Se non può esserci parità non può esserci neppure comprensione, tanto meno amore o amicizia
    Tu sei fatta così? Ah beh…allora io son fatto così !
    Ognuno per se e tanti saluti.
    Bah…

  5. 15
    rossana -

    Rdf,
    il commento di Lea l’ho preso come una battuta. spero proprio che non possa essere che tale!

    quanto a “Tu sei fatta così? Ah beh…allora io son fatto così !”, secondo me hai messo il dito nella piaga.

    c’è in giro tanto individualismo e tanta abitudine a pensare solo per sé che, pur con sentimenti sinceri e profondi, spesso diventa difficilissimo trovare un’equilibrata mediazione, sia in amore che in amicizia.

    è uno dei più seri guai psichici e sociali della nostra epoca, in cui si ha accesso in modo autonomo dal più al meno a tutto e non si è più disposti a cedere quasi su niente.

  6. 16
    Attimo Ogi -

    Grazie per i contributi di Rdf e Rossana.

    Io devo ammettere che rimango basito perché trovo persone (donne in questo caso) che mi rispondono per enigmi o per frasi fatte. Non riesco mai ad avere un beneamato confronto.

    E mi sembra di aver dimostrato di ammettere che anche altri abbiano ragione, non solo io.

    Io poi accetto qualsiasi critica, purché motivata, e non dettata dall’ignobile irrazionalità castigatrice, come chi scrive: “Attimo per me tu sei brutto” oppure “Tu sei impotente” ecc.
    Tutte affermazioni senza alcuna verità scientifica, dato che la gente qui non mi ha mai visto.

    Diverso è il discorso in cui viene espressa una opinione contraria alla mia, come fece Gabriele, al quale ho sempre fatto i complimenti perché crede in quello che dice. Era molto adirato con il sottoscritto, ma poi non è stato così squilibrato, anzi ha trattato la materia con oggettività.

    Perché anche altri non si sforzano di scrivere opinioni e spiegazioni senza insulti ?

  7. 17
    Rdf -

    Ciao rox

    quanto a “Tu sei fatta così? Ah beh…allora io son fatto così !”, secondo me hai messo il dito nella piaga.

    …….

    E’ ovvio che da parte mia stava a significare : ” non cedo al ricatto. Non te la do vinta”

    Figurati …fosse X me sarei sempre disposto a venirsi incontro se ciò significasse : affrontiamolo insieme nell affetto reciproco

  8. 18
    Lea -

    @RDF

    Sto dicendo che una volta gli uomini erano molto più capaci nel corteggiare e non si sognavano neanche lontanamente di mettere le donne sul loro stesso piano. Le donne erano una meta ambita da conquistare. Oggi siete voi uomini che volete tutto e subito. Sbagliatissimo, le donne vogliono ancora sentirsi inseguite e importanti per almeno un uomo.

  9. 19
    rossana -

    Lea,
    il concetto è comprensibile ma… secondo me, cozza con la pretesa di parità (non ancora raggiunta). non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca.

    questo è un ibrido periodo di transizione, dove sovente può capitare di non sapere più chi sei e come ti devi comportare nei confronti dell’altro sesso.

    di recente lo psichiatra Andreoli ha pubblicato un libro di denuncia di totale mancato controllo degli istinti sessuali. argomento su cui, forse, le giovani generazioni dovrebbero riflettere.

    prima di un certo momento di rottura di usi e costumi gli istinti erano fin troppo controllati; ora tutti gli impulsi, da quelli pressoché insignificanti a quelli di massimo coinvolgimento, devono essere soddisfatti subito, senza riflettere per niente sulle possibile conseguenze.

    poi ci si lamenta, se ci si fa male in ambito di coppia, non distinguendo più sesso da sentimento e cosa vale la pena intraprendere rispetto a quanto sarebbe meglio lasciar cadere nel più breve tempo possibile.

    scusa se sono andata un po’ fuori tema…

  10. 20
    maria grazia -

    Vorrei chiarire una cosa una volta per tutte. A noi donne farebbe MOLTO PIACERE corteggiare noi per prime, prendere l’ iniziativa, essere completamente sincere sui nostri trascorsi sessuali, essere del tutto spontanee anzichè mettere in atto artificiose a stancanti strategie per far colpo sull’ altro sesso. Ma NON LO POSSIAMO FARE. Per il semplice motivo che questa mentalità maschilista imperante verremmo seriamente penalizzate.
    C’è una chiusura assoluta verso tutto ciò che non rientra nelle convenzioni. E la REALE parità tra un uomo e una donna ( in tutti i campi ) non rientra tra le attuali convenzioni. Ne consegue che chiunque esca dai canoni è gravemente discriminato. Basti pensare alle pornostar che a un certo punto, stufe di quell’ attività ( come è normale che sia dopo un pò di tempo ) vogliono cambiare completamente stile di vita e dedicarsi ad altro. Ma il mondo gli dice: NO, LO DOVRAI FARE FINO ALLA MORTE PERCHE’ SEI FATTA COSI’! Ora, chiunque ha..

Pagine: 1 2 3 4 14

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili