Salta i links e vai al contenuto

Quando finisce un Amore

Salve, mi chiamo Teresa e sono contenta di entrare a far parte di questo forum.

Le lettere che ho letto e i rispettivi commenti mi sono piaciuti molto e ho pensato che sarebbe bello far parte di voi, ricevere e dare qualcosa di me, della mia vita, della mia esperienza,  perchè quando la vita ci mette a dura prova abbiamo bisogno di sentirci amati, capiti, confortati più che mai. Nessuno deve affrontare la vita da solo ed è meraviglioso vedere come l’umanità sia pronta ad accoglierci quando ne abbiamo bisogno.

Anche io come alcuni di voi sto vivendo un momento critico, brutto, difficile. Il mio cuore spesso sanguina copioso, i miei occhi piangono lacrime che non hanno mai conosciuto prima, ci sono momenti in cui ogni parte del mio corpo, ogni centimetro della mia pelle mi fa male, mattine in cui apro gli occhi e l’angoscia di cominciare un nuovo giorno mi paralizza, mi lascia immobile e per un pò m’impedisce qualsiasi movimento. Così resto a letto per un pò e con le lacrime che lentamente scivolano lungo il mio viso, mi domando…mio Dio come farò? So che continuerò a farmi questa domanda ogni giorno fino a quando avrò trovato la risposta. La causa di tutto questo soffrire è la fine di una Grande Storia d’Amore. Un amore durato quattro anni, un Amore a cui ho dato tutta me stessa ma un Amore che mi ha dato, tanto, troppo, tutto ciò che è stato possibile dare. Leggendo le righe di Ofelia in cui descrive così bene il ” lui ” ideale posso rispondere che io quell’uomo l’avevo trovato, un uomo che leggeva i miei pensieri, al telefono leggeva la mia voce, capiva i miei silenzi, i miei vuoti e riusciva a colmarli tutti. A lui potevo raccontarmi senza pudore o paura di non essere capita perchè prima che potessi parlare lui già sapeva cosa volevo dire, cosa pensavo. Con lui ho superato le mie paure e le mie ansie, grazie a lui sono diventata una persona sicura e migliore. Potrei dirvi talmente tante cose che intere pagine non sarebbero sufficienti a esprimere quanto ha saputo darmi quest’uomo. E adesso non vivo più, certo si crede di morire ma non si muore, non si muore ma nemmeno si vive, perchè questa non è vita, non so nemmeno io come definirla, è un sopravvivere, è un trascinarsi giorno dopo giorno nella vana speranza che il tempo possa portare un pò di sollievo a questo dolore diventato difficile da sopportare. Non so come sia potuto accadere ma semplicemente ha smesso di amarmi perchè ora c’è un’altra nella sua vita. Mi ha chiesto di vederci ancora, di sentirci perchè gli riesce difficile lasciarmi così in balia di me stessa, ci tiene a me e vorrebbe darmi il suo aiuto. Io non so bene cosa intenda ma ho deciso di troncare definitivamente. A cosa serve tenere questo cordone ombellicale ancora attaccato? Come potrebbe aiutarmi se è lui stesso la causa del mio male? Un paio di settimane fa l’ultima telefonata per chiedermi come stavo. Come potrei stare? Sono confusa, disorientata, ma decisa a non arrendermi, ad andare avanti, per me stessa e per tutti coloro che mi amano.
 

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

238 commenti

Pagine: 1 2 3 24

  1. 1
    Infinite -

    Mi piacciono le tue parole, e le condivido in pieno, dolorosamente purtroppo hai compreso perfettamente che non si può ricevere l’aiuto di chi crea la situazione dolorosa stessa…credo che ci voglia coraggio per rendersene conto, e tu questo coraggio lo hai. Ok, non è morte, ma nemmeno vita, hai ragione anche qui…e allora sai cos’è? Limbo…rimanere sospesi e rinchiusi in una vita che ha smesso di emozionarti…
    Qual’è la Terapia, con la T maiuscola? Io credo che per essere in grado di ritornare a vivere, ci voglia una massiccia dose di…vita! Ma come si può essere in grado di voler ritornare a vivere,da che parte si esce da questa fottutissima stanza, se non ci si fida più di nessuno e se non ha granchè importanza quello che accade? Non lo so, decisamente non l’ho ancora scoperto il modo…se lo trovi prima tu…ti prego, dimmelo! Io mi sento abbastanza stanco…molto stufo di questo insipido gusto inesistente…che ha preso la mia vita dopo la fine della mia relazione…

  2. 2
    airframe72 -

    Anche a me piacciono le tue parole e credimi mi piacerebbe avere la tua forza io ho continuato a farmi aiutare e ad aiutare ma tutto questo mi ha portato alla depressione e questo mi ha ulteriormente buttato giù, mi sento spesso un Calimero e di questo mi vergogno immensamente perchè non trovo la forza di uscirne perchè sono ancora convinto e spero di recuperare il rapporto (sono 10 anni che sbatto la testa contro un muro) e mi sembra di girare a momenti in un girone dantesco altri in un paradiso troppo breve però, le persone come te mi danno la forza di provarci come hai detto per me e per chi mi ama.

  3. 3
    DAGO44 -

    Cara TERESA,ciao mi presento,sono DAGO44,sto scrivendo su questo sito in un’altra lettera DOPO 6 ANNI D’AMORE CI SI SCOPRE PIENI DI DUBBI”
    se ti va fai una capatina anche là,La tua è una storia completamente diversa,tremenda,atroce,blla allo stesso tempo,piena di parole struggenti,mi piacerebbe poter dare un piccolo aiuto anche a te senza pretese di voler insegnare nulla a nessuno,se ti va vienici a trovare nella lettera che ti ho ddetto.Insieme è meglio.CON SIMPATIA DAGO44

  4. 4
    Teresa69 -

    Vi ringrazio per le vostre risposte e mi dispiace che stiate vivendo una situazione difficile come me. Il tema centrale è il dolore e la disperazione che ci impediscono di ritornare in superficice per respirare la vita a pieni polmoni e viverla nel senso pieno del termine. Da che parte si esce da questa fottutissima stanza? Infinite non lo so, io come te sto cercando la via di fuga da quello che tu giustamente definisci Limbo, non la trovo ma so che esiste so che è pssibile. E’ un percorso lento, graduale, difficile e doloroso. Non esiste una medicina, una pastiglia che ci faccia subito stare meglio, impossibile. E’ come avere un brutto male dal quale si guarisce lentamente e con la fiducia in se stessi di potercela fare. Per ora cerco di non isolarmi, ho tante care persone che mi sono vicine. E soprattutto ho me stessa, la mia forza di volontà. La forza di volontà deve essere la ptenza che ci governa. Tutto dipende dalla giusta azione della volontà e mediante un giusto uso di essa possiamo promuovere il cambiamento. Se non si conferisce durata al proprio carattere, si va incontro a costanti umiliazioni. Se si rimane in balia di stati d’animo suscitati dal mondo esterno, come la paura o la speranza, si perde la coerenza interiore. Tale instabilità conduce a esperienze penose. Non immaginate quanto vorrei prendere quel cellulare e chiamarlo, dirgli che mi manca come l’aria che respiro, che lo desidero che lo amo ancora. Ma che senso avrebbe? Lui non mi ama più, lui ama un’altra donna e allora perchè prolungare quest’agonia, a che prò? Da qui la mia decisione di troncare definitivamente ogni rapporto e di iniziare da sola un nuovo percorso. Tutto ciò che adoravo prima, ora mi lascia indifferente ma lo faccio comunque, amavo andare in piscina e ci vado anche adesso, faccio lunghe passeggiate al mare, ascolto tanta bella musica e cerco di godere dei piccoli piaceri della vita, piccole cose, giorno dopo giorno si costruisce tutto a piccoli passi. Poi arrivano quei momenti NERI, quei momenti in cuoi ti senti precipitare nel vuoto e senti che non tornerai più su. In quei momenti vivo il dolore e lo percepisco fino in fondo, fino all’ultimo, lo sento sulla mia pelle e dentro il mio animo, in quei momenti ascolto me stessa, mi concentro sulle sensazioni che provo, rabbia, tristezza, delusione e senza condannare nè recriminare nessuno lascio che esse alberghino in me fino a quando piano piano svaniscono…
    E’ un lavoro duro ma vi garantisco che a piccole dosi un pò di sollievo arriva. Vi ringrazio ancora per la vostra presenza. Teresa

  5. 5
    MIRAGGIO 78 -

    Che dire !
    Ti comprendo benissimo. Un complimento: hai usato le parole che ho sempre cercato e forse, preso dalla malinconia, non ho mai trovato. Se vuoi puoi leggere la mia storia: UNA STORIA D’AMORE LUNGA UNA VITA.
    In c..lo alla balena !!!!

  6. 6
    Teresa69 -

    Ciao Miraggio, ho appeno letto la tua storia e trovo molte similitudini con la mia storia per il semplice fatto che la tua come anche la mia sono quelle storie definite IMPOSSIBILI. C’è tanta tristezza e amarezza nelle tue parole e condivido le parole di Dago quando dice che non sei solo perchè hai tua moglie e i tuoi figli. Ecco soprattutto i figli, sono loro il tuo successo più grande il loro futuro dipenderà molto da come tu oggi saprai gestire la tua vita.
    Amore e passione non sono razionali, la fredda ragione non ha nulla a che vedre con i sentimenti ma a volte è necessario far prevalere la ragione su tutto. Quando amiamo qualcuno come tu dici di amare lei, non è difficile capire quanto il nostro sentimento sia corrisposto e per fare un passo come quello che tu vorresti fare occorre essere corrisposti al 100% Miraggio NE DEVE VALERE LA PENA altrimenti lascia perdere. Vorresti sacrificare tutto quello che hai, che ti sei costruito nel tempo per un’illusione? Certo adesso stai male e so come ti senti perchè io sto vivendo una situazione analoga ma ti passerà, ora i tuoi figli e tutto il resto ti passano inosservati, hai perso la gioia ma sei ancora in tempo per ritrovare la serenità che meriti. Non mandare tutto a puttane per una storia idealizzata, sii forte e convinciti che se è finita è meglio così. Ne uscirai più forte e un uomo migliore, fiero di te. Ma devi troncare per ricominciare a vivere giorno per giorno. La preghiera aiuta tanto, fallo tutte le volte che senti di non farcela Dio ti darà la forza e la potenza che ti mancano. Quando vuoi puoi contare su di me, un sensibile abbraccio. Teresa

  7. 7
    DAGO44 -

    Ciao Teresa,stamattina senza pretesa,di alcunchè ho risposto a un post di Giuia,nela lettera dopo 6 anni….vorrei la leggessi anche tu Terry.è atroce e ingiusto cio che stai passando..mi piacerebbe che dalle mie parole traesti un pò di sollievo al tuo dolore.baci DAGO44

  8. 8
    moni80 -

    ho letto la tua lettera Teresa e mi ritrovo perfettamente in quello che stai vivendo…il mio ex ha deciso che doveva lasciarmi per lo studio..e adesso dopo 1 mese che comunque ci siamo sentiti e visti 1 volta a settimana mi richiede di rivedersi + stesso ma non vuole rimettersi con me ufficialmente…l’unico mio problema è che non ce la faccio a staccarmi..
    vedremo..mi sembra + sincero..ma ho paura di scottarmi e questa volta sarà + dura..
    dobbiamo farci forza e vivere per noi..fuori c’è un altro modno e ci sono persone che sapranno rispettarci..
    un grosso bacio..
    io ho scirtto la lettera quando finisce un amore

  9. 9
    MIRAGGIO78 -

    Ciao Teresa. Non ho molto tempo. Volevo solo dirti grazie. Grazie per quello che hai scritto, grazie per quello che cerchi di farmi capire…ma non è facile. Con lei ci sentiamo quasi tutti i giorni ed ogni volta la ferita si riapre un po’. Non è carino dirle di smettere di chiamarmi e poi non lo voglio affatto. Si è vero, devo troncare…forse. Ma se questo deve accadere spero che succeda più tardi possibile. Cercherò di rilassarmi, questo sì. Cercherò di non pensarla 24 ore al giorno…magari un pò meno, 20 o 18. Cercherò di convincermi che magari la primavera mi porterà di nuovo il buon umore. Certo che noi uomini siamo proprio dei “co….ni” quando ci innamoriamo !!!!!
    Un saluto cordiale.

  10. 10
    channel -

    Ho vissuto una storia parallela. Un amore incredibilmente bello ma solo perchè nonostante sia sposata da tanti anni sono sempre stata sola. Mio marito mi ha sempre umiliata, derisa e maltrattata pscologicamente ma un giorno l’ho incontrato ma dopo un anno come è arrivato è uscito dalla mia vita. Somigliava all’uomo che tu descrivi ma poi ha deciso che era meglio troncare ed ho nuovamente conosciuto la violenza delle parole non dette, le carezze sfiorate che non avevo mai avuto. Sono caduta ed ora ho difficoltà a riprendermi quel pezzetto di vita che mi dovrebbe appartenere.

Pagine: 1 2 3 24

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili